Adenomiosi

Climax

Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

Che cos'è l'adenomiosi?

L'endometriosi interna (adenomiosi) è una malattia dell'utero in cui l'endometrio, la sua mucosa interna, cresce in altri strati dell'organo.

L'adenomiosi è un caso speciale di endometriosi, una malattia benigna sistemica in cui le cellule endometriali iniziano a moltiplicarsi al di fuori della mucosa uterina.

In questo caso, la nuova posizione delle cellule endometriali può essere sia organi genitali interni che esterni - utero, tube di Falloppio, ovaie, vagina (endometriosi genitale) e altri organi e tessuti del corpo - tratto gastrointestinale, sistema urinario, polmoni, ombelico, postoperatorio ferite, ecc. (endometriosi extragenitale).

L'endometriosi genitale, a sua volta, è divisa in endometriosi esterna (endometriosi delle ovaie e della vagina) ed interna (adenomiosi).

Una volta fuori dalla mucosa uterina, le cellule endometriali continuano a funzionare secondo il ciclo mensile - questo provoca fenomeni infiammatori locali e quindi cambiamenti degenerativi, che violano gravemente l'attività dell'organo che hanno popolato.

Quindi, il termine "adenomiosi" significa letteralmente degenerazione ghiandolare del tessuto muscolare ("adeno" - ghiandola, "mio" - tessuto muscolare, il suffisso "oz" - alterazioni degenerative). Sotto l'influenza dell'attività delle ghiandole endometriali introdotte nel miometrio, lo strato di muscolo uterino subisce gravi cambiamenti patologici che portano alla degenerazione degli organi.

I termini "endometriosi uterina" e "adenomiosi" sono registrati nella classificazione istologica internazionale. Tuttavia, in tutta onestà, si dovrebbe notare che secondo la traduzione letterale, l'adenomiosi può essere chiamata solo una tale forma o grado di endometriosi uterina, quando compaiono gravi cambiamenti patologici nel suo strato muscolare (forma nodulare di endometriosi uterina o adenomiosi diffusa di 2-3 gradi).

Cos'è l'adenomiosi diffusa, nodulare e diffuso-nodulare dell'utero?

Adenomiosi diffusa, nodulare e diffusa-nodulare (mista) - forme morfologiche di endometriosi uterina interna.

La forma diffusa di adenomiosi rappresenta morfologicamente la presenza di sacche cieche nell'endometrio, penetrando dalla cavità uterina a diverse profondità dei suoi strati (fino alla formazione di fistole nella cavità pelvica).

La forma nodale di adenomiosi è caratterizzata dalla penetrazione dell'epitelio ghiandolare nello strato muscolare dell'utero con la formazione di nodi di diverse dimensioni. I nodi, di regola, sono multipli, pieni di sangue o liquido color cioccolato, che si forma a causa del funzionamento delle ghiandole endometriali secondo il ritmo del sanguinamento mestruale.

Molto spesso, i nodi endometriotici hanno una consistenza densa, poiché il tessuto connettivo prolifera attorno a loro. Tali nodi sono simili alle formazioni incapsulate benigne, tuttavia, le cellule endometriali possono anche trovarsi al di fuori delle crescite di tessuto connettivo simili a capsule.

La forma mista nodosa diffusa è rappresentata morfologicamente da entrambi i tipi di elementi.

Con quali segni viene determinato il grado di adenomiosi del corpo uterino?
Qual è l'adenomiosi uterina di 1, 2, 3 e 4 gradi?

La classificazione dell'adenomiosi in base al grado di prevalenza non è internazionale, ma è abbastanza conveniente, e quindi spesso si trova nella letteratura domestica, ed è effettuata in pratica.

La gravità in questa classificazione è determinata dalla profondità di penetrazione delle cellule endometriali negli strati sottostanti dell'utero (utilizzato esclusivamente in relazione alla forma diffusa di adenomiosi uterina).
I. Crescite diffuse di cellule endometriali nello strato sottomarino dell'utero.
II. Il processo patologico penetrò nello strato muscolare uterino, ma catturò non più della metà di questo strato.
III. Lo strato muscolare è coinvolto nel processo patologico di oltre la metà.
IV. La crescita delle cellule endometriali al di fuori dello strato muscolare, nella membrana sierosa dell'utero, con un'ulteriore transizione verso il peritoneo e il coinvolgimento degli organi pelvici.

Qual è il pericolo di adenomiosi (endometriosi)?

L'endometriosi è considerata iperplasia benigna (proliferazione patologica dei tessuti), poiché le cellule endometriali migrate verso altri organi e tessuti mantengono la loro struttura genetica. Tuttavia, segni come la capacità di germinare in altri organi, la tendenza a diffondersi in tutto il corpo e la resistenza a influenze esterne - lo rendono correlato a tumori maligni.

La parola "benigna" parla anche della prognosi della malattia - di norma dura anni e decenni, senza portare a un grave esaurimento del corpo e alla morte. Tuttavia, come nel caso dell'iperplasia maligna (cancro, sarcoma, ecc.), L'adenomiosi (endometriosi) è difficile da trattare in modo conservativo e le operazioni per questa patologia sono molto più estese rispetto al caso di tumori benigni, poiché è difficile da determinare il confine tra tessuto malato e tessuto sano.

La complicazione più comune dell'adenomiosi è dovuta al fatto che le cellule endometriali che funzionano secondo il ciclo mensile portano a forti emorragie, che sono piene di sviluppo di anemia acuta e / o cronica. In alcuni casi, i pazienti devono essere ricoverati in ospedale e persino operati con urgenza per emorragie potenzialmente letali.

L'adenomiosi è incline a diffondere il processo ad altri organi e tessuti, il che porta a lesioni sistemiche. Con la disposizione extragenitale delle cellule endometriali, sono possibili numerose complicazioni che richiedono un intervento medico di emergenza (ostruzione intestinale con endometriosi del tratto gastrointestinale, emotorace (riempiendo la cavità pleurica di sangue) con endometriosi polmonare, ecc.).

E infine, un altro pericolo di endometriosi in generale, e adenomiosi in particolare, è la minaccia della trasformazione genetica maligna delle cellule migrate. Tale trasformazione è molto reale, poiché qualsiasi iperplasia ha una tendenza più o meno pronunciata alla malignità e in un nuovo posto le cellule endometriali sono costrette a esistere in condizioni estremamente avverse.

Quante donne soffrono di adenomiosi?

La prevalenza dell'endometriosi è la terza tra le malattie ginecologiche (dopo lesioni infiammatorie delle appendici e dei fibromi uterini).

L'incidenza dell'endometriosi è di circa il 20-90% (secondo varie fonti). Una tale diffusione di dati digitali non dovrebbe essere sospetta. Il fatto è che molti ricercatori aggiungono a queste figure forme subcliniche (asintomatiche) della malattia. Secondo i dati clinici, l'endometriosi asintomatica rappresenta fino al 45% di tutti i casi di patologia e viene rilevata nello studio delle donne che cercano aiuto a causa della sterilità. Poiché l'endometriosi porta alla sterilità, lontano da tutti i casi, il numero di donne con endometriosi può essere solo indovinato. Da qui l'imprecisione delle cifre sulla prevalenza della patologia.

Molto spesso, l'endometriosi si verifica nelle donne in età riproduttiva, ma in alcuni casi viene diagnosticata negli adolescenti, così come nelle donne in menopausa che assumono terapia ormonale sostitutiva. In passato l'incidenza di picco era nella tarda età riproduttiva e nella premenopausa, ma c'erano lavori che confutavano questa affermazione.

Negli ultimi decenni, c'è stato un marcato aumento dell'incidenza dell'endometriosi. Ciò è spiegato, da un lato, da una violazione dello stato immunologico della popolazione sotto l'influenza di molti fattori (problemi ambientali, stress, ecc.), E dall'altro, dall'introduzione degli ultimi metodi diagnostici, che hanno aumentato notevolmente la rilevazione di forme basse e asintomatiche (laparoscopia, tomografia NMR ecografia transvaginale).

Cosa causa lo sviluppo dell'adenomiosi?

Sfortunatamente, le cause e i principali meccanismi dello sviluppo dell'endometriosi (adenomiosi) non sono ancora completamente compresi..

Con fiducia possiamo solo dire che l'endometriosi è una malattia ormono-dipendente, il cui sviluppo è facilitato da disturbi del sistema immunitario.
I fattori di rischio per lo sviluppo dell'adenomiosi includono:

  • eredità sfavorevole per endometriosi, nonché per tumori benigni e maligni dell'area genitale femminile;
  • inizio precoce o tardivo delle mestruazioni;
  • inizio tardivo dell'attività sessuale;
  • nascita tardiva;
  • nascita complicata;
  • obesità;
  • varie manipolazioni sull'utero (aborto, curettage diagnostico);
  • l'uso di un dispositivo intrauterino;
  • uso di contraccettivi orali;
  • malattie infiammatorie dell'utero e delle appendici, sanguinamento disfunzionale, soprattutto se ci sono stati interventi chirurgici e / o terapia ormonale prolungata;
  • la presenza di malattie extragenitali sistemiche (ipertensione, malattie del tratto gastrointestinale);
  • frequenti malattie infettive, reazioni allergiche, che indicano una violazione delle funzioni del sistema immunitario;
  • basso status socioeconomico;
  • lavoro fisico pesante;
  • stress, stile di vita sedentario;
  • vivere in una regione svantaggiata per l'ambiente.

Sintomi di adenomiosi uterina

Il sintomo principale e patognomico (caratteristico solo per questa malattia) di adenomiosi sono sanguinamento mestruale abbondante e / o prolungato, che porta ad anemia da carenza di ferro secondaria.

L'anemia, a sua volta, si manifesta con i seguenti sintomi:

  • debolezza;
  • sonnolenza;
  • tendenza a varie malattie infettive;
  • pallore della pelle e delle mucose visibili;
  • nei casi più gravi - mancanza di respiro con poco sforzo fisico;
  • vertigini;
  • una forte riduzione delle prestazioni e della capacità di valutare adeguatamente le proprie condizioni.

I sintomi patognomici dei sintomi dell'adenomiosi comprendono anche la comparsa di secrezioni da maculatura marrone 2-3 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e 2-3 giorni dopo.

Con le forme comuni di adenomiosi, può svilupparsi la metrorragia - sanguinamento uterino che si verifica a metà del ciclo mestruale.

Un altro segno caratteristico dell'adenomiosi è una sindrome del dolore che si verifica pochi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e, di regola, scompare 2-3 giorni dopo la sua insorgenza (dismenorrea o algomenorrea).

La natura e la gravità del dolore dipendono dalla localizzazione del processo. Si osserva una sindrome del dolore particolarmente grave con danni all'istmo uterino, nonché nel caso di adenomiosi diffusa con lo sviluppo di aderenze.

L'adenomiosi si verifica spesso con una patologia come un corno uterino aggiuntivo, in cui se si verifica l'endometriosi, la clinica può assomigliare ad un addome acuto (il sangue mestruale viene gettato nella cavità pelvica e provoca sintomi di peritonite).

Irradiando il dolore, è spesso possibile stabilire la localizzazione del processo patologico. Quindi, con una lesione dell'angolo uterino, il dolore si irradia nella corrispondente regione inguinale e con un istmo, nella vagina o nel retto.

Un altro sintomo caratteristico dell'adenomiosi è il dolore durante il rapporto, in particolare alla vigilia delle mestruazioni (più comune con danno all'istmo uterino).

Un esame clinico di pazienti con adenomiosi determina un aumento dell'utero, particolarmente pronunciato prima delle mestruazioni e nei primi giorni del ciclo mestruale. La forma diffusa è caratterizzata da un utero "sferico". Con l'adenomiosi nodulare, a volte è possibile sondare i nodi.

Va notato che la gravità dei sintomi dell'adenomiosi in una certa misura dipende dal grado di prevalenza del processo. Quindi, l'adenomiosi diffusa di 1 ° grado è una scoperta accidentale durante l'esecuzione di determinati esami ed è asintomatica. Tuttavia, con l'adenomiosi diffusa di 2 ° e 3 ° grado, nonché con la forma nodulare di adenomiosi, la gravità dei sintomi clinici non coincide sempre con il grado di prevalenza del processo e la dimensione dei nodi.

Come procede l'adenomiosi in combinazione con mioma uterino?

La probabilità di una combinazione di adenomiosi con mioma uterino è molto alta (fino all'85%, secondo alcuni autori), il che è spiegato da meccanismi simili per lo sviluppo di queste patologie.

Un aumento dell'utero in tali casi, di regola, corrisponde alla dimensione dei fibromi. La dimensione dell'organo non ritorna normale dopo le mestruazioni, come nel caso dell'adenomiosi diffusa isolata.

Tuttavia, i restanti sintomi di adenomiosi in combinazione con mioma non subiscono cambiamenti pronunciati. Un'eccezione sono i fibromi uterini con una disposizione sottomucosa dei nodi, in questi casi si osserva un forte sanguinamento uterino aciclico.

La combinazione di adenomiosi con mioma uterino è difficile da trattare in modo conservativo, quindi è con questa combinazione di patologie che ai pazienti viene spesso consigliato di decidere su un'isterectomia (rimozione dell'utero).

Segni di una combinazione di adenomiosi con endometriosi ovarica

L'adenomiosi è spesso combinata con l'endometriosi ovarica, che è spiegata dalla diffusione del processo dalla cavità uterina a loro. Molti ricercatori suggeriscono che la formazione di proliferazioni endometriali nelle ovaie è associata al lancio di sangue mestruale attraverso le tube di Falloppio contenente cellule endometriali viventi proliferanti.

Secondo la prevalenza del processo, si distinguono quattro gradi di endometriosi ovarica:
I. Puntare i punti focali dell'endometriosi sulla superficie dell'ovaio e sul peritoneo, nella rientranza tra l'utero e il retto.
II. Cisti unilaterale endometroide di dimensioni non superiori a 6 cm, processo adesivo nell'area delle appendici dell'utero senza coinvolgimento intestinale.
III. Cisti endometroidi bilaterali di dimensioni fino a 6 cm, aderenze pronunciate con coinvolgimento intestinale.
IV. Grandi cisti bilaterali, il processo di transizione verso la vescica e l'intestino crasso, un processo adesivo comune.

Con la diffusione dell'endometriosi dalla cavità uterina alle ovaie, un intero gruppo di sintomi unisce i segni di adenomiosi.

Prima di tutto, il dolore si trasforma. A differenza dell'adenomiosi, il dolore ha un carattere costante e periodicamente crescente. Il massimo aumento del dolore è caratteristico dell'inizio delle mestruazioni e del periodo di ovulazione (l'uscita di un uovo maturo da un follicolo nel mezzo del ciclo mestruale). Il dolore con endometriosi ovarica è localizzato nell'addome inferiore, nella proiezione dell'utero, fa male o tira in natura, viene dato alla regione lombare, all'osso sacro e al retto.

Per l'adenomiosi, unita all'endometriosi ovarica, la sindrome premestruale pronunciata è più caratteristica, spesso accompagnata da nausea, vomito, estremità fredde, una forte riduzione della capacità lavorativa. Nei primi giorni delle mestruazioni, sono possibili condizioni subfebrilari, una modifica dei parametri di laboratorio di un esame del sangue generale (un aumento del numero di leucociti e di VES).

Con lo sviluppo del processo adesivo, la comparsa di disturbi dell'intestino e della vescica (costipazione, minzione frequente e dolorosa).

Durante un esame clinico, la palpazione delle appendici rivela il loro aumento e dolore, a volte è possibile sondare le cisti ovariche endometriotiche. Le cisti vengono sondate, di regola, con dimensioni superiori a 6 cm sul lato e / o sul retro dell'utero, come formazioni tumorali di consistenza densamente elastica, immobili a causa dello sviluppo di aderenze, fortemente dolorose, specialmente alla vigilia e durante le mestruazioni.

Per una diagnosi accurata, sono necessari gli stessi tipi di studi dell'adenomiosi isolata.

Sulla base di quali studi sono stati diagnosticati con adenomiosi?

Di fondamentale importanza per la diagnosi corretta è la raccolta di un'anamnesi con la determinazione dell'esistenza di fattori di rischio in un dato paziente (ereditarietà sfavorevole, manipolazioni chirurgiche sull'utero, varie malattie somatiche, ecc.) E analisi dei reclami (mestruazioni pesanti e / o prolungate accompagnate da una pronunciata dolore, dolore durante il rapporto sessuale, sintomi di anemia).

Quindi il medico esegue un esame fisico (esame su una sedia ginecologica), durante il quale, in caso di adenomiosi, di norma viene rilevato un allargamento sferico dell'utero, corrispondente a 8-10 settimane di gravidanza (raramente più). L'ispezione viene eseguita meglio alla vigilia delle mestruazioni, perché in questo momento è più evidente un aumento dell'utero. Con la forma nodulare di adenomiosi, è spesso possibile sondare i nodi o la tuberosità della superficie uterina.

Di norma, un'anamnesi approfondita presa con l'analisi dei dati, integrata da un esame fisico, consente di effettuare correttamente una diagnosi preliminare di endometriosi uterina interna (adenomiosi).

Per chiarire la diagnosi, in particolare per determinare la localizzazione e l'estensione del processo, vengono condotti ulteriori studi strumentali per risolvere il problema di ulteriori tattiche di trattamento per il paziente.

Il gold standard per il test di sospetta adenomiosi è la scansione ad ultrasuoni. Inoltre, vengono spesso utilizzati metodi di esame come la risonanza magnetica nucleare, l'isterosalpingografia e l'isteroscopia..

Quali sono gli echi dell'adenomiosi??

Tra tutti i tipi di ecografia (ultrasuoni), l'ecografia transvaginale è la più informativa nell'adenomiosi. L'accuratezza diagnostica con questo metodo di esame supera il 90%.

Se sospetti l'adenomiosi, è meglio condurre un'ecografia alla vigilia delle mestruazioni (nei 23-25 ​​giorni del ciclo).

Nel corso degli anni di sviluppo della diagnostica ecografica, sono stati generalmente riconosciuti i seguenti echi patognomici dell'endometriosi interna (adenomiosi) dell'utero:
1. Un aumento della dimensione antero-posteriore dell'utero, a seguito del quale l'organo acquisisce una forma sferica.
2. Un aumento dell'utero fino a 6 settimane di gravidanza o più.
3. Asimmetria dello spessore della parete.
4. La comparsa alla vigilia delle mestruazioni nella membrana muscolare dell'utero dell'utero delle cavità cistiche con dimensioni di 3-5 mm o più.

Quale trattamento è prescritto per l'adenomiosi uterina?

L'adenomiosi non è una sofferenza di un organo separato, ma una malattia sistemica cronica del corpo. Pertanto, nel trattamento della patologia, è necessario un approccio puramente individuale, che tenga conto di tutti i meccanismi di insorgenza e sviluppo della malattia in un particolare paziente.

Pertanto, quando si sceglie un metodo di terapia, vengono presi in considerazione molti fattori, principalmente:

  • l'età della paziente e il suo desiderio di avere figli in futuro;
  • localizzazione e prevalenza del processo patologico;
  • la gravità del quadro clinico e il rischio di complicanze;
  • condizioni generali del corpo (presenza di malattie concomitanti, stato del sistema immunitario, ecc.);
  • durata dell'adenomiosi.

Tutte le misure mediche per combattere l'adenomiosi possono essere classificate come segue:
I. Trattamento chirurgico:
  • radicale (rimozione dell'utero e delle ovaie);
  • conservazione degli organi (laparoscopia ed escissione dei focolai endometroidi).

II. Trattamento conservativo:
  • terapia ormonale;
  • terapia antinfiammatoria non specifica;
  • farmaci sedativi (sedativi);
  • terapia vitaminica;
  • mantenimento della funzionalità epatica;
  • eliminazione dell'anemia;
  • immunomodulatori;
  • terapia assorbibile;
  • fisioterapia.

III. Trattamento combinato.

L'algoritmo generale per il trattamento dei pazienti con adenomiosi è il seguente: prima di tutto, viene prescritto un trattamento conservativo e se è inefficace o se ci sono controindicazioni all'uso di farmaci ormonali, si rivolgono ai metodi chirurgici di trattamento.

Negli ultimi anni, le operazioni endoscopiche che preservano gli organi sono state utilizzate con successo per il trattamento di pazienti in età riproduttiva. Le principali indicazioni per la loro condotta sono:

  • adenomiosi in combinazione con iperplasia endometriale;
  • cisti ovariche endometroidi funzionanti (oltre 5 cm di diametro);
  • suppurazione di appendici uterine colpite da endometriosi;
  • aderenze nell'ampolla delle tube di Falloppio (la principale causa di infertilità nell'endometriosi);
  • inefficacia della terapia ormonale (non esiste una dinamica positiva nel trattamento dei farmaci ormonali per più di 3 mesi);
  • la presenza di malattie somatiche che sono controindicazioni alla terapia ormonale a lungo termine (vene varicose e tromboflebite, grave patologia epatica, emicrania, stati depressivi, epilessia, accidente cerebrovascolare, obesità, diabete mellito, ipertensione, ecc.).

Le operazioni di conservazione degli organi non sono un metodo di trattamento radicale, poiché è impossibile isolare tutti i punti focali dell'endometriosi, tuttavia, sono il metodo di scelta per le donne che vogliono ripristinare e / o mantenere la funzione fertile.

La chirurgia radicale con rimozione dell'utero e / o delle ovaie viene eseguita se sono disponibili le seguenti indicazioni:

  • decorso progressivo della malattia nelle donne di età superiore ai 40 anni;
  • la mancanza di effetto del trattamento combinato con operazioni di conservazione degli organi;
  • una combinazione della forma nodulare di adenomiosi o adenomiosi diffusa di 3 ° grado con mioma uterino;
  • minaccia di trasformazione maligna.

È possibile curare l'adenomiosi??

L'adenomiosi è una malattia con un decorso cronicamente recidivante. Le statistiche sulle ricadute dopo un trattamento non radicale di successo (terapia conservativa, chirurgia di conservazione degli organi) sono circa del 20% all'anno. Dopo cinque anni, il numero di recidive raggiunge il 74%.

L'effetto più duraturo si osserva con l'uso combinato di metodi chirurgici (operazioni di conservazione degli organi) e conservativi (terapia ormonale) per il trattamento dell'adenomiosi, tuttavia, nella maggior parte dei casi, le ricadute sono ancora inevitabili.

La prognosi nelle donne in premenopausa è leggermente migliore, poiché con l'estinzione fisiologica della funzione ovarica, l'attività del processo si attenua.

Nei pazienti sottoposti a chirurgia radicale (rimozione dell'utero e delle ovaie), il processo non riprende.

Posso rimanere incinta con adenomiosi uterina??

L'adenomiosi è la seconda causa principale di infertilità femminile dopo malattie infiammatorie dell'area genitale femminile. E se si tiene anche conto del fatto che parte dell'adnexite cronica esacerbante (processi infiammatori nelle ovaie) è causata non da un processo infettivo, ma dall'endometriosi interna, allora la connessione tra adenomiosi e infertilità diventa evidente.

Secondo studi statistici di vari autori, l'infertilità con adenomiosi viene diagnosticata in ogni terzo o secondo caso, o anche più spesso (secondo alcuni rapporti, tra i pazienti con adenomiosi, il livello di infertilità raggiunge il 60-80%).

I meccanismi dell'insorgenza di infertilità nell'adenomiosi sono diversi nei diversi pazienti e, pertanto, la prognosi e le tattiche di trattamento saranno diverse.

Elenchiamo le cause più comuni di infertilità nei pazienti con endometriosi uterina interna (in ordine decrescente di frequenza di osservazione):
1. Violazione della funzione di trasporto delle tube di Falloppio a causa di aderenze o diminuzione della loro attività motoria, in modo tale che l'ovulo non possa penetrare dall'ovaio nella cavità uterina.
2. Cambiamenti patologici nella sfera ormonale che impediscono l'ovulazione (maturazione dell'uovo e sua uscita dal follicolo). Alcuni autori considerano questo motivo come il principale nel verificarsi dell'infertilità nell'adenomiosi.
3. Reazioni autoimmuni che portano alla disattivazione degli spermatozoi nella cavità uterina, nonché a prevenire l'impianto di un uovo fecondato e l'ulteriore sviluppo dell'embrione.
4. Interruzione della gravidanza nelle prime fasi a causa della maggiore contrattilità del miometrio causata da fenomeni infiammatori nello strato muscolare dell'utero.
5. Dolore durante il rapporto sessuale, rendendo difficile il sesso regolare.

Spesso, l'infertilità nell'adenomiosi può essere causata da diversi motivi contemporaneamente, quindi è necessario un trattamento complesso a lungo termine per ripristinare la funzione riproduttiva. Il successo della terapia dipende fortemente dalla durata del periodo di infertilità. Quindi, i migliori risultati si ottengono se la sua durata non supera i 3 anni.

Pertanto, l'adenomiosi porta molto spesso alla sterilità, tuttavia un trattamento completo e tempestivo offre possibilità di ripristinare la capacità di concepire.

Adenomiosi e gravidanza. Ci sono possibilità di sopportare e dare alla luce un sano
bambino?

Quali sono i modi popolari per trattare l'endometriosi interna
(adenomiosi) dell'utero? È possibile curare la gente dell'adenomiosi
si intende?

Esistono molti metodi diversi di trattamento alternativo dell'adenomiosi, alcuni di essi sono riconosciuti come medicina ufficiale e possono essere inclusi nel complesso trattamento della patologia.

Tuttavia, la rete e nella vera letteratura quasi medica contengono molti suggerimenti inutili e persino estremamente dannosi, quindi prima di utilizzare una delle ricette popolari per il trattamento dell'adenomiosi, è necessario consultare un medico. In nessun caso è possibile sostituire il trattamento prescritto da un medico con metodi alternativi.

L'adenomiosi è una malattia soggetta a ricadute, quindi è molto difficile curarla completamente, sia con l'aiuto della medicina ufficiale che di quella tradizionale.

Tuttavia, la medicina ufficiale garantisce che il complesso trattamento dell'endometriosi uterina interna può migliorare la qualità della vita, sospendere il processo e minimizzare il rischio di complicanze. Con l'inizio tempestivo di una terapia adeguata, le possibilità di mantenere la funzione riproduttiva sono piuttosto elevate.

Pertanto, con l'adenomiosi, dovresti prima chiedere aiuto alla medicina ufficiale. È possibile utilizzare i metodi di trattamento tradizionali approvati dalla medicina tradizionale per il trattamento dell'adenomiosi dopo aver consultato il medico.

Trattamento di adenomiosi

Tutto il contenuto di iLive è monitorato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibili con i fatti..

Abbiamo regole rigide sulla scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

L'adenomiosi è una malattia che è un caso speciale di endometriosi. Con l'endometriosi, le cellule endometriali si trovano nei tessuti in cui non dovrebbero essere. In particolare, nello strato muscolare dell'utero, nelle ovaie, nelle tube di Falloppio. Il regime di trattamento standard per l'adenomiosi prevede l'uso della terapia ormonale.

In casi particolarmente complessi, le cellule endometriali possono essere rilevate anche negli organi addominali. Inoltre, tali cellule obbediscono alle leggi del ciclo mestruale, cioè alle mestruazioni ad un certo periodo. In questo caso, non esiste una via d'uscita normale per lo scarico del sangue, il disagio si verifica fino a dolori acuti. Possibile avvistamento nel periodo intermestruale. Se stiamo parlando di adenomiosi, questo è il caso in cui le cellule endometriali si trovano in luoghi innaturali solo nelle navate laterali dell'utero. Con l'adenomiosi, la crescita dello strato endometriale può essere insignificante, ma può penetrare completamente nel tessuto muscolare, formando nodi e grappoli di scarico sanguinante in essi.

Il regime di trattamento per l'adenomiosi

A seconda della complessità dell'adenomiosi stessa, nonché della presenza di malattie concomitanti, viene scelto un regime di trattamento.

La terapia ormonale per l'adenomiosi viene utilizzata abbastanza spesso, l'effetto di tale trattamento sarà visibile non prima di 3-6 mesi dopo l'inizio dell'assunzione di farmaci ormonali. Viene anche prescritto un ciclo di farmaci antinfiammatori e analgesici per alleviare i sintomi, che influisce in modo significativo sullo stile di vita del paziente. In caso di grave inefficienza, l'uso della terapia ormonale ricorre al trattamento chirurgico dell'adenomiosi. L'intervento chirurgico può includere l'isteroscopia (rimozione meccanica dello strato endometriale dell'utero), rimozione dei nodi delle cellule endometriali dallo spessore dello strato muscolare e rimozione completa dell'utero (solo il corpo dell'utero o il corpo e la cervice).

Ma il trattamento chirurgico è estremamente individuale. È possibile una combinazione dei metodi chirurgici e ormonali. Ad esempio, la rimozione di formazioni particolarmente complesse con la chirurgia e cerca di superare ulteriori patologie con l'aiuto di farmaci.

Trattamento alternativo di adenomiosi

I casi di adenomiosi sono noti da molto tempo. Questa malattia causava sempre un grande inconveniente a una donna, abbassava significativamente la qualità della sua vita e rendeva molto difficile normalizzarsi socialmente e moralmente. Pertanto, dai tempi antichi, c'erano mezzi e metodi per combattere questo disturbo, progettato per alleviare le condizioni del paziente. Oggi ci sono molti approcci diversi nel trattamento dell'adenomiosi e nell'alleviamento dei suoi sintomi..

La medicina moderna ha fatto molti passi avanti nello studio delle cause e delle caratteristiche dello sviluppo di questa malattia. Ma i rimedi popolari che ci sono venuti da un lontano passato non hanno perso la loro rilevanza. Molti di loro sono testati nel tempo. Inoltre, i rimedi popolari sono indirizzati da pazienti che, per una ragione o per l'altra, non si fidano della medicina classica. Ma non solo questo fatto lascia rilevanti i metodi alternativi di trattamento dell'adenomiosi. A volte l'uso della medicina classica non è semplicemente disponibile. Quindi le erbe, i decotti, le sanguisughe e altri metodi di medicina tradizionale vengono in soccorso, conosciamo bene il trattamento di varie altre malattie.

Quando si usano i rimedi popolari, vengono utilizzati diversi metodi, come l'assunzione di farmaci ad azione generale (bere infusi, decotti, estratti) e quelli locali (lavaggi, impacchi, applicazione di sanguisughe), viene utilizzata anche l'aromaterapia. Ma è importante in questa situazione capire che l'adenomiosi è una malattia che richiede una lotta contro le manifestazioni cliniche stesse, i profondi disturbi dei processi fisiologici e gli stessi sintomi della malattia. La medicina tradizionale ha dimostrato la sua efficacia nella lotta contro le manifestazioni sintomatiche della malattia, ma nella sua cura completa. Perché la medicina tradizionale non può essere considerata come l'unico metodo nella lotta contro l'adenomiosi.

Trattamento di adenomiosi sanguisuga

Uno dei metodi popolari di medicina alternativa è l'irudoterapia o il trattamento con le sanguisughe. Questo trattamento è noto da molto tempo. Inoltre, una volta era uno dei principali nell'arsenale dei medici classici e veniva utilizzato per una vasta gamma di malattie. E questo non è infondato. La caratteristica principale e la caratteristica distintiva è lo strumento di trattamento stesso: una sanguisuga. Nell'irudoterapia vengono utilizzate sanguisughe mediche. Le loro proprietà uniche sono state notate da tempo. La cosa principale è che con un morso di una sanguisuga, un gran numero di sostanze utili entra nel sangue, che aiuta a ridurre i processi infiammatori, aumentare il tono del sistema immunitario e migliorare la microcircolazione del sangue nel sito del morso. Le sanguisughe sono organismi succhiasangue. Pertanto, anche se in piccola parte, aiutano con l'applicazione locale per ridurre l'afflusso di sangue negli organi pelvici, che con l'adenomiosi peggiora notevolmente le manifestazioni sintomatiche della malattia.

Inoltre, quando si utilizza l'irudoterapia, viene normalizzato lo sfondo ormonale di una donna, che accelera in modo significativo e aumenta la probabilità di recupero. È stato anche notato che l'effetto che si ottiene usando le sanguisughe mediche è abbastanza persistente nel tempo..

Naturalmente, l'adenomiosi non può essere completamente curata con le sanguisughe, ma questo metodo è una parte molto degna di un trattamento completo.

Trattamento di adenomiosi a base di erbe

Il trattamento a base di erbe o la fitoterapia è uno dei metodi più comuni di medicina tradizionale e tradizionale. Il trattamento a base di erbe è noto da molto tempo. Con questo metodo, l'effetto terapeutico non si verifica presto, rispetto ai metodi di farmacoterapia, ma tuttavia non è solo abbastanza persistente, ma anche più parsimonioso per l'intero organismo. L'uso di erbe nel trattamento dell'adenomiosi potrebbe non essere l'unico metodo, ma aiuta in modo significativo a combattere le caratteristiche sintomatiche, allevia il dolore, riduce il sanguinamento.

Quando usi la fitoterapia, le erbe possono essere acquistate in farmacia o in organizzazioni specializzate, oppure puoi sceglierle tu stesso. Ma con la raccolta indipendente di erbe, non solo per il trattamento dell'adenomiosi, ma anche per altri scopi, devi avere una buona comprensione di quando raccogliere, quali parti della pianta raccogliere, come quindi elaborarle e prepararle (la necessità di macinare, asciugare e condizioni di conservazione).

Erbe come il salice bianco, il cohosh nero, il cinquefoil, il piantaggine, il tanaceto, il calamo, la celidonia, l'anice, la liquirizia, il trifoglio, la salvia, l'eucalipto, il ribes e i frutti di ginepro hanno guadagnato popolarità nel trattamento dell'adenomiosi e dei suoi sintomi. Questi componenti sono combinati in varie collezioni, i decotti sono preparati da loro per bere o sgranocchiare. È importante capire che anche l'uso della fitoterapia richiede un approccio abbastanza deliberato. L'uso di alcuni decotti è possibile non su base continuativa, ma in determinati periodi del ciclo mestruale. Ci sono una serie di controindicazioni all'uso di determinate erbe e tasse. Ad esempio, è necessario prestare particolare attenzione a tale trattamento durante la gravidanza, l'allattamento al seno, è necessario tenere conto dell'età del paziente.

È anche importante ricordare che la fitoterapia è uno strumento efficace in combinazione con il trattamento farmacologico dell'adenomiosi e non può essere un metodo indipendente per combattere questa malattia..

Trattamento di adenomiosi con un utero uterino

Un ruolo speciale nel trattamento dell'adenomiosi con i rimedi popolari, in particolare nel trattamento delle erbe, è stato assunto da una pianta come l'utero della pineta.

L'utero di boro o Ortilia è unilaterale - una pianta erbacea perenne che viene distribuita in tutto il mondo in un clima temperato - in Asia, Europa, Giappone, Nord America, Ucraina, Russia, Bielorussia, Mongolia, Cina e Caucaso. Cresce in foreste miste, ma può essere trovato in prati o bulloni. Per scopi medicinali, viene utilizzata la parte al suolo della pianta - foglie, steli, infiorescenze.

L'utero di pino è anche chiamato "erba femminile". Fin dalla sua efficacia nella lotta contro varie malattie del sistema urinario femminile è nota da tempo. Ad oggi, in diversi paesi, l'Uterus Borovaya è ufficialmente riconosciuto come un sistema sanitario ed è ampiamente usato nella lotta contro cistite, algodismenorrea, policistosi, sindrome premestruale, sintomi della menopausa e molte altre malattie. L'uso dell'utero della pineta con infertilità rimane controverso, in quanto numerosi studi hanno rivelato non solo la sua inefficienza in questi casi, ma anche il peggioramento della malattia.

L'utero di pino ha un pronunciato effetto antinfiammatorio, diuretico, analgesico, contribuisce anche al riassorbimento dei tumori, aumenta l'immunità del corpo.

L'utero della pineta viene utilizzato principalmente sotto forma di alcool o infusi d'acqua. Il dosaggio è misurato dal numero di gocce di infusione. Puoi usare entrambe le infusioni dell'utero della pineta e la sua combinazione con un numero di altre erbe.

Le infusioni d'acqua sono più spesso utilizzate per la pulizia, mentre le infusioni alcoliche sono per somministrazione orale..

L'utero della pineta contiene flavanoidi e idrochinone, che hanno proprietà antinfiammatorie, l'arbutina, che ha un effetto diuretico, le saponine, che hanno un effetto mucolitico, sedativo e diuretico. Inoltre, l'utero contiene cumarina. Diluisce il sangue e può prolungare l'emorragia, il che è molto pericoloso per l'adenomiosi. Pertanto, quando si utilizzano preparati dall'utero della foresta di pini, che si tratti di una farmacia o preparati a casa, è necessario consultare il proprio medico sia sul dosaggio che sul metodo di preparazione.

Trattamento omeopatico dell'adenomiosi

Tra i vari metodi di medicina alternativa, l'omeopatia viene anche utilizzata per trattare l'adenomiosi..

L'omeopatia è un tale principio di trattamento, che implica l'uso di farmaci i cui principi attivi vengono ripetutamente diluiti. Il principio della selezione dei farmaci si svolge principalmente concentrandosi non sulla malattia, ma sulla persona stessa. Sebbene il principio di "abbattere un cuneo con un cuneo" sia posto come base per il trattamento con medicinali omeopatici, ovvero per il trattamento di una determinata malattia, viene selezionato un farmaco che, se usato da una persona sana, ha causato sintomi della stessa malattia, esiste ancora un intero sistema per classificare i pazienti di vari tipi, che è essenziale influisce sulla scelta di un rimedio omeopatico.

È importante notare che tra tutti i metodi di medicina alternativa, l'Organizzazione mondiale della sanità è più scettica sull'omeopatia, ritenendo che l'effetto dei medicinali omeopatici sia simile all'effetto placebo.

Per la fabbricazione di preparati omeopatici, vengono utilizzati estratti di varie piante, microelementi, ma il loro contenuto nella soluzione è molto piccolo. Questo può essere un singolo farmaco, ovvero soluzioni, il contenuto in sé è solo un tipo di farmaco o soluzioni in cui vengono raccolte molte sostanze attive diverse. Non esiste un farmaco specifico per alcuna malattia particolare. Inoltre, i rimedi omeopatici sono selezionati non solo in base al tipo di malattia, ma anche adattandosi alla personalità della persona. Tuttavia, ci sono alcune raccomandazioni generali. In particolare, nella lotta contro l'adenomiosi, i farmaci occidentali Tui si sono dimostrati efficaci. Per la fabbricazione di droghe, vengono utilizzate giovani cime di rami che non sono ancora intorpidite. Il farmaco ha un nome simile - Thuja. Anche abbastanza efficace è la preparazione da Klopogon cistica. Per la fabbricazione del farmaco viene utilizzata solo la parte sotterranea della pianta, che generalmente viene considerata un'erba femminile e viene utilizzata per varie malattie del sistema riproduttivo femminile. Sebbene, come rimedio omeopatico, può anche essere prescritto agli uomini con vari sintomi. Il farmaco di Klopogon per il trattamento dell'adenomiosi è Actaea racemosa (Actaea racemosa). È importante quando si utilizza l'omeopatia per ricordare che è meglio se il farmaco viene selezionato da uno specialista in conformità con tutti i requisiti e non solo acquistato in farmacia "a occhio".

Trattamento dell'adenomiosi uterina con farmaci

L'adenomiosi oggi è molto più giovane. In precedenza, questa malattia si verificava nelle donne che partorivano all'età di 40-50 anni. L'adenomiosi nelle fasi iniziali è asintomatica, perché spesso è stata studiata solo sugli esempi dell'utero, che sono stati rimossi in relazione ad altre malattie. Ma oggi l'adenomiosi può essere trovata nelle donne di 25 anni e inoltre, tra loro ci sono sia quelli che partoriscono che quelli che non hanno partorito. Allo stesso tempo, durante questo periodo sono comparsi nuovi metodi di ricerca progressiva e interventi chirurgici che consentono uno studio più dettagliato di questa malattia.

La ricerca medica è al passo con gli sviluppi farmaceutici. Pertanto, insieme allo studio dell'endometriosi e dell'adenomiosi in particolare, sono stati sviluppati farmaci specializzati, alcuni di essi sono stati sottoposti a studi clinici e hanno dimostrato la loro efficacia, alcuni di essi rimangono in dubbio. Tuttavia, oggi esiste una vasta gamma di possibilità per il trattamento medico dell'adenomiosi.

L'adenomiosi è una malattia ormono-dipendente. Perché il focus principale dei farmaci sull'adenomiosi nella medicina classica sono i farmaci ormonali. Quando si scelgono farmaci ormonali, un ruolo importante è svolto dall'età del paziente e dalle condizioni generali e dalle malattie concomitanti. Esistono diversi gruppi di farmaci che differiscono nel meccanismo d'azione, negli effetti collaterali e nella sensibilità dei focolai endometriali nei loro confronti.

Trattamento ormonale dell'adenomiosi

La terapia principale per l'adenomiosi è la nomina di farmaci ormonali. Il resto dei farmaci, che siano antidolorifici o antinfiammatori, sono progettati per affrontare di più i sintomi della malattia, che riducono notevolmente la qualità della vita del paziente. I farmaci ormonali influenzano direttamente lo sviluppo della malattia stessa, portano non solo a fermare lo sviluppo della malattia, ma anche a regredire fino a quando non è completamente guarito..

Tra i farmaci contenenti ormoni che vengono usati per trattare l'adenomiosi, ci sono diversi gruppi principali.

Il primo gruppo comprende contraccettivi orali, che contengono etinilestradiolo nella loro composizione. È un analogo sintetico dell'ormone estrogeno. Non pensare che i contraccettivi siano usati solo per prevenire una gravidanza indesiderata. In ogni caso, si tratta di farmaci contenenti ormoni. In questo caso, sono prescritti quelli che contengono almeno 0,03 mg di estrogeni sintetici. Questi farmaci sopprimono i fuochi dell'endometrio. A volte viene raggiunta la loro completa scomparsa..

Il secondo gruppo di farmaci include quelli che contengono progestinici. Questi sono ormoni steroidei prodotti nelle ovaie, nella placenta. In realtà, sono responsabili dell'opportunità di rimanere incinta e sopportare questa gravidanza. Sotto l'influenza di tali farmaci, i recettori degli estrogeni si atrofizzano nell'endometrio e, di conseguenza, i fuochi atipici dell'atrofia dell'endometrio (a volte scompaiono completamente).

Il terzo gruppo di farmaci include quelli. Che contengono analoghi dell'ormone che rilascia gonadotropina. Questo ormone influenza il funzionamento dei genitali, la produzione di ormoni gonadotropici (ormone più luteinizzante). Sotto l'influenza di tali farmaci, la crescita dei fuochi dell'adenomiosi rallenta, lo sfondo ormonale viene corretto.

Il quarto gruppo di farmaci comprende quelli che contengono androgeni. Questi sono, approssimativamente parlando, ormoni sessuali maschili, che, tuttavia, sono prodotti da uomini e donne. Quando si utilizza questo farmaco, i vecchi focolai di adenomiosi smettono di crescere, ma non ne appaiono di nuovi. Il risultato di tale terapia è abbastanza persistente..

Ma va ricordato che quando si assumono farmaci ormonali, possono verificarsi più effetti collaterali. Come aumento di peso, amenorrea, riduzione della libido, danno epatico, osteoporosi, funzione ovarica indebolita. Spesso, la presenza di questi effetti collaterali induce i pazienti a rifiutarsi di assumere farmaci ormonali e ricorrere a vari metodi di trattamento alternativi. Questo è un approccio molto pericoloso, dal momento che si potrebbe perdere tempo prezioso e non ci sarà speranza di cure terapeutiche. Pertanto, è necessario consultare un medico e con lui scegliere non solo un gruppo di farmaci adatto, ma anche quello specifico che sarà più adatto in questa situazione per questo paziente. Se si desidera utilizzare metodi di trattamento ausiliari non tradizionali, è necessario informarne il medico, poiché alcune infusioni, le procedure possono andare contro il trattamento medico o potrebbero non essere affatto adatte in una situazione particolare.

Trattamento di adenomiosi con duphaston

Oggi, ci sono diversi farmaci popolari che sono spesso raccomandati dai medici per il trattamento dell'adenomiosi e una serie di altre malattie. Uno di questi farmaci è Duphaston..

Duphaston è un farmaco che contiene un analogo artificiale del progesterone naturale (progestinico). Il progesterone è un ormone steroideo che viene secreto dal corpo luteo dell'ovaio. Il corpo luteo si forma nell'ovaio durante l'ovulazione ed è una ghiandola temporanea di secrezione interna (produce progesterone). La formazione del corpo luteo avviene nella fase luteale del ciclo sotto l'azione dell'ormone luteinizzante. Lo sviluppo di adenomiosi è spesso associato a una mancanza di questi ormoni, pertanto l'uso di Duphaston fornisce supporto allo sfondo ormonale. I risultati di tale terapia non sono solo efficaci, ma anche abbastanza persistenti nel tempo. Duphaston è un farmaco moderno, gli effetti collaterali del suo uso sono ridotti al minimo. Inoltre, è di moda prenderlo durante la gravidanza. È noto che una delle manifestazioni più negative dell'adenomiosi è la bassissima probabilità di gravidanza e il suo portamento. Perché Duphaston viene usato sia prima della gravidanza per l'equilibrio degli ormoni, sia a volte in tempo. Poiché con l'adenomiosi, si può osservare un basso livello di produzione di ormoni progesterone da parte della cisti del corpo luteo, che è molto importante nelle prime fasi della gravidanza, l'uso di Duphaston può ridurre significativamente i rischi di aborto spontaneo.

Trattamento di adenomiosi con Jeanine

Inoltre, il farmaco più popolare ed efficace nel trattamento dell'adenomiosi è Janine. È abbastanza famoso tra le donne, poiché viene spesso usato non come agente terapeutico, ma come contraccettivo.

Janine nella sua composizione contiene due gruppi di ormoni. Questo è un farmaco a basso dosaggio, che minimizza gli effetti collaterali quando usato sia come contraccettivo che come agente terapeutico per l'adenomiosi e una serie di altre malattie. Anche una qualità positiva è che Janine viene assorbita di quasi l'85% perché non è necessario un grande volume di farmaco.

Il farmaco Janine contiene un progestinico e un componente estrogeno.

Il principio attivo dienogest agisce come progestinico. Sotto la sua azione, la crescita delle cellule endometriali è inibita. Pertanto, i focolai patologici della proliferazione dell'endometrio sono ridotti, fino alla completa scomparsa.

Il componente estrogeno è il principio attivo. Promuove la crescita e lo sviluppo del follicolo ovarico, l'ovulazione.

In generale, Janine equilibra il metabolismo ormonale nella prima e nella seconda fase del ciclo mestruale, il che aiuta a prevenire lo sviluppo di nuovi focolai di adenomiosi e a combattere efficacemente quelli esistenti.

Trattamento di adenomiosi diffusa

Esistono diverse opzioni per lo sviluppo dell'adenomiosi. L'adenomiosi diffusa è la più comune. Con questo tipo di malattia, l'endometrio cresce nello strato muscolare dell'utero, creando sacche cieche e talvolta penetra attraverso, creando uscite fistolose. Ma con l'endometriosi diffusa, il tessuto endometriale che penetra nel muscolo non cresce. In questo caso, lo stesso strato di muscolo uterino si ispessisce significativamente, reagendo alla penetrazione.

Qualsiasi opzione per lo sviluppo di adenomiosi può comportare un trattamento sia medico che chirurgico..

Nel caso di adenomiosi diffusa, raramente è necessario un intervento chirurgico. L'uso della terapia ormonale nella stragrande maggioranza dei casi è abbastanza efficace. Ha raggiunto non solo una diminuzione della crescita del tessuto endometriale, che penetra nella mucosa, ma la completa scomparsa dei fuochi dell'adenomiosi. Sebbene quest'ultimo sia osservato in un numero abbastanza piccolo di casi. Ma oltre a trattare la proliferazione diretta dello strato endometriale attraverso lo strato di divisione del tessuto nel muscolo, è necessario anche un effetto terapeutico per quanto riguarda le rimanenti manifestazioni di adenomiosi diffusa.

Con questa malattia, i sintomi sono piuttosto spiacevoli per il paziente. Questa e dolorosa mestruazione, dolore durante il rapporto sessuale. In questo caso, i soliti antidolorifici non apportano l'effetto precedente. Pertanto, è importante scegliere gli antidolorifici giusti, assumere vitamine, organizzare il regime della giornata e l'esercizio fisico, che può facilitare la manifestazione di questi sintomi.

Possono anche verificarsi spotting al di fuori delle mestruazioni e pesantezza nell'addome inferiore. Questi sintomi, a seconda della loro gravità, richiedono un intervento..

Trattamento della forma nodulare di adenomiosi

Un'altra forma di adenomiosi è l'adenomiosi nodulare. In questo caso, il tessuto endormetrico cresce nel muscolo allo stesso modo della adenomiosi diffusa. Ma la differenza principale è che con l'adenomiosi nodulare, le cellule del tessuto endometriale che sono cadute nello strato muscolare iniziano a crescere. Pertanto, si formano nodi. Sono abbastanza stretti. A volte vengono confrontati con tumori benigni che hanno una capsula. Ciò è dovuto al fatto che entrambi questi tumori e i nodi del tessuto endometriale con adenomiosi hanno una membrana di tessuto connettivo. Ma la differenza principale è che nei tumori tutte le cellule patologiche si trovano all'interno della capsula. E con l'adenomiosi, le cellule endometriali si trovano sia all'interno della capsula del tessuto connettivo che oltre. Come sapete, con una malattia come l'adenomiosi, l'endometrio situato in luoghi insoliti segue le leggi del ciclo mestruale. Compresi sanguinamenti periodici. Ma a differenza dell'endometriosi diffusa, in cui il sangue formato ha una relativa possibilità di uscita, con la forma nodulare di questa malattia, tutto il sangue rimane all'interno della capsula vicino al nodo. Nel tempo, acquisisce un colore cioccolato..

Il trattamento dell'adenomiosi nodulare è più complicato. Naturalmente, vengono utilizzati metodi medici. In ogni caso, sono necessari, poiché la comparsa di endometriosi di qualsiasi forma in combinazione con disturbi ormonali. Ma l'uso di metodi chirurgici in caso di una forma nodulare di adenomiosi è molto spesso inevitabile. In casi particolarmente critici, è necessario rimuovere gli organi colpiti: utero, ovaie. Ciò provoca un danno abbastanza grave alla salute generale del paziente. In precedenza, veniva utilizzato solo un tale metodo. Ma con lo sviluppo della medicina e dei metodi di trattamento, è diventato possibile eseguire operazioni di salvataggio degli organi. Per fare ciò, rimuovere i nodi del tessuto endometriale dallo strato muscolare. Tali formazioni sono chiaramente visibili durante la diagnostica ecografica. Quando si utilizzano tali metodi delicati di intervento chirurgico, è anche necessario eseguire una terapia ormonale, assumere farmaci antinfiammatori, mantenere uno stile di vita sano e condurre regolarmente esami preventivi per evitare la ricaduta della malattia.

Trattamento di 1 grado di adenomiosi

Esistono diversi gradi di adenomiosi.

Il primo grado è caratterizzato da cambiamenti molto minori. In questo caso, le cellule dell'endometrio uterino crescono, penetrando nello strato sottomarino dell'utero. Ma allo stesso tempo non perforarlo. Questa è la forma più semplice di adenomiosi. Il suo principale pericolo è che è quasi asintomatico. Pertanto, i medici spesso si occupano del trattamento dell'adenomiosi delle seguenti fasi. Se l'adenomiosi è stata rilevata precisamente nella prima fase dello sviluppo, molto dipende da come si sviluppa la malattia in un particolare paziente. In questa fase dello sviluppo della malattia, è impossibile parlare del suo decorso (diffuso, nodulare, focale), poiché non c'è germinazione nello strato muscolare, la sovrabbondanza delle cellule endometriali è relativamente piccola. Ma allo stesso tempo, alcuni pazienti possono sperimentare gravi emorragie durante le mestruazioni. Se questo viene osservato, si consiglia l'isteroscopia. In questo caso, offre l'opportunità di risolvere il problema con l'endometrio in eccesso e interrompere l'emorragia e ottenere materiale aggiuntivo per la diagnosi. Se non ci sono sintomi così complessi, viene utilizzata la terapia ormonale, viene prescritto un complesso di terapia di mantenimento, come vitamine, minerali. Questa condizione richiede un monitoraggio regolare. Con il giusto approccio nella prima fase dello sviluppo dell'adenomiosi, le possibilità di una cura completa sono molto alte, quasi garantite.

Trattamento di 2 gradi di adenomiosi

Con il secondo grado di adenomiosi, la situazione è già più grave. Questa fase è ben definita dagli ultrasuoni. Inoltre, nella seconda fase, i sintomi sono molto più pronunciati, dando fastidio ai pazienti. Il dolore durante le mestruazioni è più pronunciato, il sanguinamento è molto più abbondante. Questo stato di cose spesso ti fa consultare un medico. Pertanto, il trattamento dell'adenomiosi di secondo grado è molto più comune, più studiato e sviluppato..

L'adenomiosi di secondo grado si dice quando le cellule endometriali, superando la membrana sottomucosa, entrano nello strato muscolare uterino, ma non raggiungono il suo centro. In questo caso, le pareti dell'utero si addensano. In questa fase, potrebbero già esserci varie opzioni per l'ulteriore sviluppo della malattia: una forma diffusa, nodulare, mista. A seconda di ciò, vengono scelte le tattiche di trattamento più ottimali. In ogni caso, sarà consigliabile utilizzare la terapia ormonale. In questa fase, l'intervento chirurgico non è auspicabile e viene utilizzato nei casi in cui sono già state eseguite altre misure per combattere la malattia e non hanno dato il risultato desiderato. La chirurgia può anche essere cercata se la germinazione nello strato muscolare è molto veloce e causa preoccupazione..

Trattamento di adenomiosi di grado 3

L'adenomiosi di terzo grado è un tale stadio dello sviluppo della malattia, in cui le cellule endometriali, che sono spuntate nello strato muscolare dell'utero, non solo hanno raggiunto il centro, ma sono anche progredite ulteriormente. A volte quei casi in cui i grappoli germogliati raggiungono o addirittura superano lo strato sieroso dell'utero (il film sulla superficie esterna dell'utero) sono chiamati il ​​quarto stadio dell'adenomiosi. Ma nella maggioranza, anche questo grado di complessità può essere attribuito a terzi.

Come in tutte le fasi precedenti, la terapia ormonale è necessaria e necessaria. Ma parlare della dubbiosità dell'approccio chirurgico in questa fase della malattia non è più necessario. La chirurgia in una situazione del genere è semplicemente inevitabile. Nel migliore dei casi, è possibile rimuovere i fuochi della malattia. Ma, sfortunatamente, abbastanza spesso in questa fase dell'adenomiosi, stiamo parlando della rimozione dell'utero e, possibilmente, delle appendici.

Abbastanza spesso, l'adenomisi si sviluppa insieme ai fibromi uterini. E l'ultima malattia è anche un'indicazione per la rimozione dell'utero (non in tutti i casi).

Con l'adenomiosi di terzo grado, entrambe le vene delle cellule endometriali e interi nodi possono formarsi nello strato muscolare dell'utero. Le pareti dell'utero si addensano in modo significativo, reagendo all'endometrio penetrante.

Trattamento chirurgico dell'adenomiosi

Con una malattia come l'adenomiosi, la chirurgia è considerata una misura estrema, ma a volte inevitabile. Ma per un approccio chirurgico alla risoluzione di tali problemi, ci sono molti modi e approcci. Questa diversità è dovuta sia ai progressi nello studio di questa malattia (e simili), sia allo sviluppo di nuovi metodi di medicina strumentale.

Esistono due principali divisioni delle procedure chirurgiche: quella aperta e la cosiddetta laparoscopica (endoscopica). Quest'ultimo è un metodo abbastanza nuovo e in rapido sviluppo. Sebbene la scelta di come eseguire l'operazione sia dovuta a molti fattori. Questi includono la gravità dell'adenomiosi e la presenza di indicazioni o controindicazioni riguardanti un particolare metodo, la presenza di malattie concomitanti. Un altro fattore importante è la base materiale e tecnica dell'istituzione medica in cui l'operazione viene eseguita in questa direzione. Anche se va notato che con l'adenomiosi è estremamente raro incontrare operazioni urgenti non pianificate. Il processo diagnostico in sé è piuttosto lungo e c'è un'alta necessità di una valutazione molto accurata della situazione per scegliere il metodo più delicato di trattamento chirurgico, se necessario. Pertanto, vi è l'opportunità e il tempo di scegliere una clinica in cui è possibile implementare tecnicamente il metodo di intervento chirurgico più adatto.

Il trattamento chirurgico per l'adenomisi viene utilizzato per rimuovere i nodi delle cellule endometriali nello spessore dello strato muscolare dell'utero, per rimuovere gli ispessimenti dell'endometrio, che portano al sanguinamento. Il materiale chirurgico viene anche prelevato per analisi, esame istologico e citologico ai fini di ulteriori diagnosi. In ogni caso, nel trattamento chirurgico dell'adenomiosi, cercano di preservare tutti gli organi. Ma molto dipende dal grado di sconfitta. Un caso estremo è l'amputazione dell'utero e delle appendici, a meno che non sia altrimenti possibile localizzare la malattia.

Rimozione dell'utero con adenomiosi

Un trattamento radicale per l'adenomiosi è la rimozione dell'utero. Questa procedura è chiamata isterectomia. Esistono varie opzioni per tale processo. Molto dipende dalle malattie concomitanti e dalle aree colpite. La rimozione dell'utero può essere accompagnata dalla rimozione del solo corpo dell'utero e del corpo dell'utero, insieme alla cervice, alla parte superiore della vagina e ai tessuti adiacenti che supportano questi organi. Inoltre, le tube di Falloppio e le ovaie stesse possono essere soggette a rimozione. Operazioni simili possono essere eseguite utilizzando vari metodi di accesso. Uno di questi metodi è la rimozione dell'utero attraverso l'accesso vaginale. Con tale operazione, non rimangono cicatrici esterne. Inoltre, con lo sviluppo di attrezzature mediche, è possibile eseguire questa operazione sotto controllo visivo introducendo un laparoscopio. Per eseguire un'isterectomia attraverso l'accesso vaginale all'addome, viene praticata un'incisione molto piccola per introdurre un laparoscopio, un'incisione viene praticata nella vagina vicino all'utero, attraverso la quale verrà rimosso l'utero. Ma ci sono una serie di controindicazioni a questo metodo di condurre l'operazione. La rimozione dell'utero attraverso l'accesso vaginale è possibile solo se le sue dimensioni sono relativamente piccole. E con l'adenomiosi degli ultimi stadi, in cui tale operazione è più spesso richiesta, la dimensione dell'utero può essere notevolmente ingrandita. Ciò è dovuto al fatto che anche con una piccola penetrazione delle cellule endometriali nello strato muscolare dell'utero, quest'ultimo si ispessisce, resistendo al processo patologico. Se la germinazione dei tessuti è molto estesa, si è formato un gran numero di nodi, l'endometrio stesso è ispessito, quindi un'isterectomia attraverso l'accesso vaginale è impossibile. In questo caso, viene utilizzata un'isterectomia addominale. Questo è un metodo per eseguire un'operazione quando viene praticata un'incisione per accedere all'utero sullo stomaco. L'adenomiosi è spesso accompagnata non solo da un aumento delle dimensioni dell'utero, ma anche da vari tipi di neoplasie, le più comuni delle quali sono i tumori fibrotici. Pertanto, con una tale immagine, è possibile solo l'accesso addominale.

Con l'accesso vaginale, il paziente recupera abbastanza rapidamente dopo l'intervento chirurgico, ma esiste il rischio di danni al tratto urinario. Con l'accesso addominale, il rischio di danni collaterali è molto basso, ma il periodo di recupero è molto più lungo e più difficile..

Oltre alle difficoltà che sono direttamente correlate all'operazione, ci sono una serie di caratteristiche con le conseguenze di un'isterectomia. Molto dipende dal fatto che questa operazione venga eseguita nel periodo postmenopausale o prima. Se il paziente al momento dell'intervento non ha avuto la menopausa e non solo l'utero, ma anche le ovaie sono state colpite o hanno dovuto essere rimosse, è necessaria la terapia ormonale sostitutiva. Se veniva eseguita un'isterectomia totale, cioè non solo l'utero, ma anche la cervice, così come la parte superiore della vagina, venivano rimossi, allora potrebbero esserci problemi con il rapporto sessuale, che è particolarmente importante se non si è verificata la menopausa.

In ogni caso, indipendentemente dall'accesso scelto, anche l'onere psicologico dei pazienti sottoposti a isteromia è di grande importanza. Pertanto, il trattamento chirurgico dell'adenomiosi deve essere effettuato in concomitanza con visite a uno psicologo o assistenza psicologica di gruppo su questo argomento..

Articoli Sul Ciclo Di Abusi

Scarico mucoso allungabile trasparente

Ultimo aggiornamento: 12.13.2019Il contenuto dell'articoloNelle condizioni di normale funzionamento del sistema riproduttivo nelle donne, si osserva una scarica mucosa che si estende trasparente dalla vagina in un volume non superiore a 5 ml (circa un "cucchiaino")....

Supposte di mughetto più economiche ed efficaci: recensioni e recensioni

Il tordo è uno dei problemi femminili più spiacevoli. Spesso sorprende il gentil sesso. Ecco perché nell'arsenale di ogni donna dovrebbero esserci sempre candele economiche ed efficaci di mughetto....

Alcol e mestruazioni: è possibile bere in questi giorni e ciò che è permesso

Il ciclo mestruale è una serie di cambiamenti ciclici nel corpo di una donna in età fertile, che indica la capacità di concepire....