Vulvite nelle donne

Climax

Vulvite nelle donne
La vulvite nelle donne è una malattia in cui il processo infiammatorio colpisce i genitali esterni.

Il disturbo provoca disagio e può portare a complicazioni, tra cui si possono distinguere le ulcere, nonché alla diffusione del processo patologico alla vagina e alla cervice.

Le cause

Per quali ragioni hanno contribuito allo sviluppo della patologia, la vulvite può essere:

  1. Primaria: la causa di questo tipo di patologia è un'igiene intima impropria, malfunzionamenti del sistema endocrino, ustioni e lesioni nella regione inguinale, cistite, reazioni allergiche; meno spesso, questa forma di vulvite può formarsi sullo sfondo dell'assunzione di antibiotici e farmaci ormonali per un tempo sufficientemente lungo;
  2. Secondario: manifestazione esterna di violazioni degli organi genitali interni; vaginite, herpes e altre patologie: tutti questi sono provocatori dell'emergere di questa forma della malattia.

Una delle principali cause di vulvite, specialmente nelle donne sotto i 45 anni, è l'indebolimento delle difese del corpo. Una diminuzione dell'immunità può essere una conseguenza di una malattia batterica o virale sistemica, un uso prolungato di alcuni farmaci (glucocorticoidi, citostatici), una carenza nella dieta di vitamine essenziali. Il rischio di infiammazione dei genitali esterni aumenta con l'abuso di alcol, l'uso di droghe.

Altre cause di vulvite sono:

  • dermatite da pannolino dovuta alle peculiarità della costituzione della donna (ad esempio, la formazione di pieghe della pelle sui genitali esterni con eccesso di peso);
  • lesioni, graffi, graffi;
  • malattie dermatologiche (psoriasi, eczema);
  • reazione allergica a pastiglie e prodotti per igiene intima, lattice;
  • indossare biancheria intima sintetica aderente;
  • inosservanza delle norme di igiene intima;
  • sostituzione prematura di tamponi e tamponi durante le mestruazioni.

Il rischio di infiammazione aumenta in presenza di malattie concomitanti del sistema riproduttivo ed endocrino (colpite, vaginite, diabete mellito). Il verificarsi di vulvite cronica o acuta contribuisce a una violazione della microflora vaginale. Una situazione simile può verificarsi sullo sfondo della gravidanza, un trattamento prolungato con antibiotici, l'assunzione di contraccettivi orali selezionati in modo errato, malattie ginecologiche, accompagnati da una diminuzione della produzione di estrogeni. A seconda della causa dei sintomi della vulvite nelle donne in ginecologia, si distinguono queste forme di malattia:

  1. La vulvite atopica si verifica in risposta a una reazione specifica ad un allergene catturato nei genitali esterni..
  2. La vulvite atrofica si verifica principalmente nella vecchiaia o nel diabete mellito a causa di una violazione della struttura della mucosa.
  3. La vulvite da candida è una conseguenza della propagazione patologica di funghi del genere Candida.

Viene anche isolata una forma batterica di infiammazione che si verifica sotto l'influenza della microflora patogena. La sua causa può essere infezioni interne del sistema escretore (cistite, uretrite), fistole tra la vescica e la vagina.

Sintomi di vulvite nelle donne

La malattia può manifestarsi in due forme: acuta e cronica. Nelle donne, i sintomi della vulvite (vedi foto) di tipo acuto sono i seguenti:

  1. Bruciore e prurito, dolore nella regione inguinale, in particolare con movimenti, tatto e minzione;
  2. Grave gonfiore e iperemia delle labbra e del clitoride, comparsa di erosione e ulcere. Allo stesso tempo, anche le pieghe inguinali e l'interno dei fianchi sono interessati;
  3. Linfonodi inguinali ingranditi
  4. Un aumento della temperatura corporea (in alcuni casi);
  5. Orchidea o scarico sieroso-purulento (con Escherichia coli - una consistenza acquosa di colore giallo-verde con un odore sgradevole, con stafilococco - una consistenza densa, di colore giallo, con candida - un aspetto cagliato).

Se la malattia non può essere curata in tempo, diventa cronica. I sintomi della vulvite in questo caso sono caratterizzati da lieve gonfiore della mucosa, arrossamento e dolore di alcune sezioni della vulva, bruciore e prurito, lieve scarico.

Le complicazioni possono manifestarsi con la deformazione dei genitali, nonché con la fusione delle labbra, che viola la normale vita sessuale in età adulta e la funzione riproduttiva in linea di principio.

Diagnostica

Un esame per sospetta vulvite include quanto segue:

  • raccolta di reclami. Al paziente viene chiesto cosa lo disturba, da quanto tempo compaiono i sintomi, cosa associa la persona al suo aspetto, ecc.
  • ispezione;
  • analisi di uno striscio ginecologico sulla flora. Lo studio aiuta a identificare il processo infiammatorio e la presenza di batteri - la causa immediata del processo patologico;
  • coltura batteriologica di uno striscio ginecologico;
  • PCR;
  • un'analisi delle urine generale rivela la presenza di cistite, che può essere sia la causa della vulvite che la sua complicazione.

Trattamento della vulvite nelle donne

Per un approccio completo e adeguato al trattamento della vulvite nelle donne, è consuetudine applicare due aree principali:

  1. Effetto patogenetico direttamente sul fuoco dell'infezione, cioè sul processo infiammatorio nella fase attiva.
  2. Trattamento (sia etiotropico che sintomatico) di una malattia primaria o concomitante che contribuisce direttamente o indirettamente all'insorgenza e alla progressione della vulvite. Questo può essere il diabete mellito e le malattie infiammatorie degli organi pelvici, come annessite, cistite.

Come trattare la vulvite eliminando una malattia concomitante non ha senso considerare a causa del fatto che ogni malattia ha i suoi aspetti di terapia e modelli di prevenzione. Ma sull'effetto etiopatogenetico sul fuoco dell'infiammazione, ci soffermiamo più in dettaglio.

  1. Prima di tutto, il paziente ha bisogno di riposo a letto, ovviamente, pieno riposo sessuale, nonché misure migliorate per l'igiene degli organi genitali esterni. Si consiglia di fare il bagnetto o fare il bagno sedentario con varie erbe che hanno effetti lenitivi e antinfiammatori (camomilla, iperico, piantaggine).
  2. Anche i bagni con soluzioni antibatteriche si sono dimostrati efficaci: clorexidina, furatsilina e altri. Le medicine per la vulvite sono anche ampiamente rappresentate da antisettici locali, come Miramistin, permanganato di potassio e acido borico. Tuttavia, bisogna anche stare attenti a loro, perché non dovresti dimenticare che questi farmaci possono avere un effetto irritante, che può aggravare la malattia..

In caso di forte prurito e bruciore, vengono utilizzati attivamente pomate per vulvite nelle donne, contenenti componenti antinfiammatori, analgesici e antistaminici. Ad esempio, unguento all'idrocortisone, Inflorax, Suprastin, Tavegil e così via. Questi farmaci possono alleviare efficacemente il prurito per un bel po 'di tempo..

  1. Nel caso in cui al paziente venga diagnosticata una vulvite allergica, le viene prescritta una dieta che include l'esclusione di cibi dolci, piccanti e salati, nonché un trattamento antistaminico.
  2. Nella diagnosi di dermatite seborroica, che ha provocato lo sviluppo della vulvite, a una donna viene prescritto un trattamento locale con unguento all'idrocortisone e, se necessario, terapia antinfiammatoria ormonale sistemica.
  3. L'idradenite purulenta richiede anche un trattamento locale. Per questo vengono utilizzati omoni steroidi e antibiotici. Nota: con un lungo decorso della malattia senza dinamica positiva, è indicata l'escissione chirurgica della pelle interessata nella vulva.
  4. Con la natura atrofica della vulvite, si raccomanda una terapia di sostituzione estrogenica generale o locale..

È indispensabile trattare patologie concomitanti di vulvite e assumere farmaci che rafforzano il sistema immunitario (vitamine e immunostimolanti).

Unguenti per vulvite

Considera gli unguenti efficaci prescritti per il trattamento della vulvite:

  1. Unguento alla nistatina. È usato per la vulvite candidale. Il principio attivo dell'unguento contribuisce alla distruzione della membrana protettiva dell'agente patogeno e alla loro ulteriore morte.
  2. Instillagel. Utilizzato nel trattamento di donne e ragazze. Lo strumento colpisce molti gruppi di agenti patogeni, compresi i funghi. Instillagel elimina rapidamente prurito, bruciore e dolore dovuti alla presenza di lidocaina.
  3. Radevit. Questo unguento favorisce la guarigione dei tessuti. Contiene vitamine che alleviano l'infiammazione ed eliminano l'irritazione. La composizione naturale rende possibile l'uso nelle ragazze.
  4. Unguento alla tetraciclina. La sua composizione include un componente antibatterico di un ampio spettro di azione. Aiuta a fermare la crescita e la riproduzione della microflora patogena.
  5. Levomekol. Questo è un agente combinato con proprietà rigenerative e antinfiammatorie. Levomecol contiene metiluracile e cloramfenicolo.
  6. Actovegin. L'unguento satura i tessuti di ossigeno e migliora anche il flusso sanguigno e il metabolismo. Puoi usare lo strumento quasi dalla nascita.

L'unguento è una comoda forma di dosaggio che elimina rapidamente i sintomi della vulvite. I rimedi locali raramente causano effetti collaterali e, in tal caso, sono di natura locale e passano rapidamente.

L'unguento viene applicato con cura sui genitali secchi precedentemente lavati. Lo strumento inizia ad agire in pochi minuti. L'uso a lungo termine dell'unguento non è raccomandato. Se non ci sono effetti, consultare un medico per regolare il trattamento.

Prevenzione

La prevenzione della vulvite è la raccomandazione più comune e ben nota. Tuttavia, se aderisci a queste misure, puoi evitare una malattia così spiacevole sotto tutti gli aspetti come la vulvite.

Regole di igiene personale:

  • utilizzare gel speciali per l'igiene intima che supportano l'equilibrio acido - base, non hanno effetti irritanti e allergici, spesso contengono componenti vegetali con effetti antinfiammatori;
  • non puoi usare agenti antibatterici, perché puoi sconvolgere l'equilibrio della flora condizionatamente - patogena e benefica nel corpo;
  • abbandonare biancheria intima sintetica stretta, indossare biancheria intima ampia.

Inoltre, costa:

  • rafforzare l'immunità, assumere multivitaminici, trattare le malattie croniche.
  • combattere l'obesità, curare il diabete.
  • condurre uno stile di vita mobile, rinunciare a cattive abitudini.

La cosa principale è non aver paura del ginecologo e visitare due volte l'anno a scopo preventivo.

Vulvit

La vulvite (dal lat. Vulva) è chiamata infiammazione non specifica degli organi genitali esterni nelle donne. Questa è una malattia comune nelle donne e nelle ragazze. Nelle donne in età fertile, la vulvite è la causa di oltre il 50% delle visite dal ginecologo.

Cause di vulvite e fattori predisponenti

L'infiammazione specifica causata da agenti patogeni di malattie a trasmissione sessuale (clamidia, Trichomonas, gonococco, ecc.) È molto meno comune. La causa principale della vulvite può essere: Escherichia coli (E. coli), stafilococco, funghi del genere Candida, streptococco o batteri del genere Pseudomonas e Proteus.

Va tenuto presente che la vulvite come malattia indipendente è rara, cioè la vulvite primaria. In generale, l'infiammazione della vulva è un sintomo separato di una malattia (colpite, cervicite, diabete mellito, altre patologie) - vulvite secondaria.

Le principali cause e fattori predisponenti dell'infiammazione degli organi genitali esterni nelle donne:

  • infezioni batteriche degli organi genitali - colpite banale, cervicite, vulvovaginite (come sintomo separato della malattia di base);
  • infezioni specifiche, comprese le malattie a trasmissione sessuale;
  • vita sessuale attiva;
  • fenomeni fisiologici (gravidanza, mestruazioni);
  • malattie del sistema endocrino (diabete mellito, mancanza di ormoni tiroidei, ecc.);
  • l'uso di contraccettivi intrauterini;
  • prendendo antibiotici e corticosteroidi;
  • indossare biancheria intima attillata di tessuti sintetici;
  • l'uso di sapone, shampoo, bagnoschiuma o altri prodotti per l'igiene personale che irritano la pelle (inclusi assorbenti e tovaglioli);
  • ciclismo frequente, equitazione;
  • lavaggi frequenti;
  • detersivi e ammorbidenti;
  • menopausa e menopausa.

A rischio sono le donne con pelle sensibile, che hanno precedentemente reazioni allergiche, che vivono una vita sessuale attiva.

Sintomi di vulvite

I sintomi comuni della vulvite acuta sono:

  • un cambiamento nel solito colore della pelle, odore, natura dello scarico;
  • bruciore e prurito;
  • dolore durante il rapporto sessuale;
  • dolore durante la minzione;
  • arrossamento e gonfiore dei genitali esterni;
  • sono possibili malessere generale e febbre bassa.

La vulvite cronica si verifica con disturbi ormonali, malattie concomitanti, riduzione dell'immunità. Inoltre, la cronicità è dovuta a un trattamento improprio e inadeguato della vulvite acuta. I sintomi in forma cronica sono assenti o lievi.

Vulvit nelle ragazze

Nell'infanzia, la vulvite si verifica a causa del mancato rispetto dell'igiene personale, delle infestazioni parassitarie. La causa più comune di infiammazione è un'infezione comune di E. coli. I sintomi della vulvite nelle ragazze possono essere più pronunciati a causa della rapida diffusione dell'infezione. Sono possibili sintomi generali pronunciati: temperatura, febbre, dolore, linfonodi inguinali ingrossati. Il trattamento della vulvite nei bambini viene eseguito da un ginecologo o pediatra pediatrico.

Diagnosi di vulvite

Ora che sappiamo quali sono i sintomi della vulvite e quali sono, dobbiamo pensare alla diagnosi.

Una gamma completa di misure diagnostiche include:

  • esame ginecologico;
  • esame batteriologico con la semina di materiale su mezzi nutritivi per determinare il tipo di agente patogeno e la sua sensibilità ai farmaci antibatterici;
  • microscopia a striscio dal fornice vaginale, canale cervicale e uretra;
  • Test ELISA o PCR per un'infezione specifica che può causare vulvite.

L'autodiagnosi e l'automedicazione possono portare ad un aggravamento della condizione e varie complicazioni.

Trattamento della vulvite

Le tattiche per il trattamento dell'infiammazione dei genitali esterni dipendono dalla causa della vulvite.

La vulvite da eziologia infettiva viene trattata con antibiotici. La terapia antibiotica razionale e adeguata, tenendo conto del risultato dell'analisi batteriologica della sensibilità dell'agente patogeno agli antibiotici, è la chiave per una cura efficace.

Se la vulvite è un sintomo di una malattia di base, è necessario trattarla in primo luogo. In questo caso, questa è la cosiddetta terapia etiotropica volta ad eliminare l'infezione. Dopo aver prelevato il materiale per l'analisi batteriologica, vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro: preparati della penicillina, serie cefalosporine e macrolidi. Se la causa della malattia sono i funghi del genere Candida, utilizzare farmaci antifungini (fluconazolo, ketoconazolo, intraconazolo).

I preparati di nitroimidazolo (Metronidazole, Tinidazole) sono prescritti per la tricomoniasi, vaginite batterica.

Con un'infezione specifica - ureaplasmosis, micoplasmosi, clamidia - il trattamento con macrolidi (eritromicina, oleandomicina, azitromicina) viene effettuato per 2-3 settimane. Una combinazione efficace di antibiotico e immunostimolante.

È importante ricordare che il trattamento delle malattie a trasmissione sessuale è effettuato da una donna e dal suo partner sessuale.

Trattamento locale di vulvite di eziologia infettiva

Esiste un'ampia selezione di farmaci usati per trattare la vulvite. Come rimedi locali, vengono utilizzati antisettici, irrigazioni, supposte vaginali e bagni sedentari.

I bagni sedentari con una soluzione debole di permanganato di potassio, Furacilin o Chlorofilipta detergono, deodorano la pelle e uccidono i germi. Toccando con clorexidina, il benzalconio aiuta ad eliminare l'infezione nella vagina con vulvovaginite. I bagni sedentari con infuso di camomilla, calendula, serie hanno proprietà antinfiammatorie e alleviano il prurito e il bruciore.

Le supposte vaginali con iodio, metronidazolo, farmaci antifungini eliminano anche la causa principale della malattia - infezione.

Vulvite per il diabete

In questo caso, è necessario il trattamento della malattia di base. L'obiettivo della terapia è ridurre la glicemia. Senza queste misure, il trattamento dell'infiammazione dei genitali esterni è inefficace.

Vulvite allergica

Il trattamento di questa forma della malattia viene effettuato con l'uso di antistaminici e pomate steroidi locali. Evitare l'uso di prodotti cosmetici e di igiene che causano irritazione alla pelle. Indossare tessuti naturali aiuta anche a ridurre irritazioni e pruriti..

Vulvite atrofica durante la menopausa

Una mancanza di estrogeni può causare irritazione, pelle secca e mucose. Questo è esattamente ciò che accade alla vulva durante la menopausa. Per il trattamento della vulvite atrofica vengono utilizzati preparati estrogeni locali, terapia ormonale sostitutiva.

L'assunzione incontrollata di antibiotici e corticosteroidi provoca la candidosi della vagina e della vulva. È necessario seguire rigorosamente le istruzioni del medico e non automedicare. Se si verificano effetti collaterali del trattamento o allergie ai farmaci, consultare immediatamente un medico.

Complicanze della vulvite

Di norma, l'infiammazione dei genitali esterni non ha gravi complicazioni. L'eccezione è la vulvite o qualsiasi altra malattia infettiva degli organi genitali durante la gravidanza. È noto che la vulvovaginite e la vulvite di natura infettiva possono causare parto prematuro, complicanze durante la gravidanza e il parto. La situazione è aggravata dal fatto che la maggior parte dei farmaci è controindicata durante la gravidanza, quindi il trattamento viene effettuato solo sotto la supervisione di un medico.

La vulvite cronica può portare alla formazione di aderenze sui genitali. Un grave processo di adesione può bloccare il vestibolo della vagina, causando la sua atresia. Le complicanze comuni della vulvite sono la cistite, la pielonefrite, risultanti da un'infezione che sale lungo il tratto urinario.

Prevenzione della vulvite

La prevenzione della vulvite comprende i seguenti principi:

  • rispetto delle regole di igiene personale, intima e sessuale;
  • i rapporti sessuali accidentali dovrebbero essere evitati;
  • è necessario trattare tutte le malattie in modo tempestivo, visitare regolarmente un ginecologo per esami preventivi;
  • non utilizzare prodotti cosmetici e igienici con un odore pungente; dare la preferenza ai prodotti ipoallergenici che sono stati testati clinicamente;
  • indossare biancheria intima in tessuto naturale;
  • optare per uno stile di vita e un'alimentazione sani.

Sintomi di vulvite, i suoi tipi, diagnosi e trattamento

La vulvite (N77.1 in ICD 10) è una malattia infiammatoria in cui sono colpiti gli organi genitali esterni di una donna (vulva). Se l'infiammazione si estende alla vagina, viene diagnosticata la vulvovaginite.

Molto spesso, la patologia si verifica nelle ragazze e nelle donne in età avanzata, dopo la menopausa. Inoltre, la manifestazione della malattia dipende da una serie di fattori, tra cui la presenza di malattie concomitanti, età, eziologia, ecc..
Nel nostro articolo, le cause della vulvite vengono esaminate in dettaglio, i tipi di processo infiammatorio della vulva e i sintomi vengono analizzati in dettaglio. Imparerai anche i metodi di trattamento più efficaci utilizzati dalla medicina tradizionale e tradizionale..

Classificazione

L'infiammazione vulvare è classificata in base a vari criteri: il meccanismo di sviluppo, il tipo di corso, la natura del processo infiammatorio, ecc. Quando si effettua una diagnosi, tutti questi punti devono essere presi in considerazione, poiché ciò influenza direttamente le tattiche del trattamento.

A seconda di dove si è verificato il processo infiammatorio - direttamente nella vulva o negli organi adiacenti - si distinguono la vulvite primaria e secondaria. La malattia può avere un decorso acuto o cronico. Si distingue anche una forma subacuta, che è piuttosto rara nelle donne di mezza età e nelle ragazze adolescenti..

La candidosi e la vulvite batterica si distinguono per il tipo di agente patogeno, per natura - atrofico, allergico, ulcerativo, adesivo, ecc. Questi sono i tipi più comuni di infiammazione della vulva, quindi considereremo brevemente ciascuno di essi..

  1. Candida vulvite - si verifica con un'intensa riproduzione dei funghi Candida, che sono presenti in piccole quantità nel corpo di una donna in buona salute. Il segno principale è la comparsa di secrezioni, simile alla ricotta. Si forma una placca sulle mucose, si verifica una sensazione di prurito e bruciore, in forme acute è molto forte. La malattia non ha limiti di età: le donne di qualsiasi età soffrono di questa malattia.
  2. Batterico: questo tipo di malattia è provocata da microrganismi patogeni. La clamidia, i gonococchi, i batteri della tubercolosi e altri colpiscono in particolare la vulva nelle malattie del sistema endocrino e una generale riduzione dell'immunità.
  3. Atrofico: il più delle volte la malattia colpisce le donne in menopausa e nel periodo postmenopausale. Una diminuzione dei livelli di estrogeni si riflette nell'eccessiva secchezza della pelle e delle mucose. Di conseguenza, questa barriera inizia a far fronte molto peggio alla funzione protettiva. Tipico per questo tipo di malattia è il grave bruciore e la formazione di piccole ma estremamente dolorose erosioni.
  4. Allergico: a causa dell'esposizione a un allergene e non necessariamente sulla pelle o sulle mucose della vulva. Sebbene il processo più spesso infiammatorio sia una reazione alla biancheria intima (pannolini per bambine), prodotti per l'igiene, preparati cosmetici, può anche apparire come conseguenza di un'allergia a un particolare alimento.
  5. Ulcerativo: questa forma della malattia è caratterizzata da grave bruciore e danni ai tessuti durante la pettinatura. Innanzitutto, le forme di placca e successivamente le superfici danneggiate sono coperte dall'erosione.
  6. L'adesivo è una specie trovata nell'infanzia. Con questa forma, c'è una graduale fusione delle labbra. Uno dei segni principali è la difficoltà a urinare in un bambino. La malattia di solito si verifica a causa di problemi ormonali..

Si distinguono anche altri tipi di vulvite, come le radiazioni, che insorgono dopo l'uso della radioterapia, leucoplastica, che porta alla kraurosi vulvare, le cellule del plasma, il cui meccanismo di formazione non è ancora ben compreso.
Nell'adolescenza, la vulvite aspecifica viene spesso osservata su uno sfondo di infezioni croniche e disturbi igienici. Un processo infiammatorio innescato porta alla formazione di ulcere: in questo caso viene diagnosticata una forma purulenta della malattia.

Le cause

Molto spesso, l'infiammazione si verifica sotto l'influenza di microrganismi. Nel tipo secondario di infezione, i batteri invadono gli organi adiacenti. La forma primaria è caratterizzata da penetrazione esterna: infezione da pettinatura, lesioni, danni ai tessuti durante le procedure igieniche, rapporti sessuali, ecc..

Tra le cause più comuni dell'insorgenza della malattia, nonché i fattori che contribuiscono allo sviluppo del processo infiammatorio:

  • malattie acute e croniche della sfera genito-urinaria;
  • malattie endocrine;
  • disturbi del sistema immunitario;
  • infestazioni elmintiche;
  • squilibrio ormonale;
  • reazioni allergiche;
  • uso a lungo termine di antibiotici, ormoni, farmaci che sopprimono il sistema immunitario;
  • inosservanza delle norme igieniche.

Biancheria intima troppo stretta, sudorazione eccessiva con eccesso di peso, sesso orale, effetti fisici o chimici, esposizione prolungata a un ambiente umido: tutto ciò può provocare lo sviluppo di infiammazione. Ci sono casi frequenti di malattia durante la gravidanza e nelle ragazze - in transizione.

Sintomi della malattia

La sintomatologia della malattia varia, a seconda dell'eziologia. L'intensità dei sintomi dipende dalla gravità dei processi in corso. Per l'infiammazione acuta, i segni pronunciati sono caratteristici. Nella vulvite cronica, i sintomi sono sfocati e solo quando la malattia peggiora, è accompagnata da alcuni sintomi. Molto spesso, i pazienti lamentano:

  • secrezione vaginale;
  • prurito
  • bruciando;
  • dolore nell'area di entrata nella vagina;
  • placca e placche sulle mucose;
  • gonfiore delle labbra;
  • arrossamento dell'area interessata.

A volte la temperatura aumenta, i linfonodi inguinali aumentano e la salute generale peggiora. Le sensazioni dolorose e altre spiacevoli si intensificano durante il rapporto sessuale, minzione. In alcuni casi, possono formarsi erosione e sigilli sottomucosi. L'iperemia può diffondersi sulla pelle. Come risultato del graffio, spesso si formano le piaghe. Nella forma acuta, specialmente nelle ragazze, il sonno è disturbato, l'irritabilità nervosa aumenta.

La natura delle perdite vaginali varia a seconda dell'agente patogeno. Se la leucorrea ha una consistenza cagliata, si può sospettare una vulvite candidata. Con lesioni da stafilococco, si osserva una secrezione purulenta gialla. Lo scarico acquoso, dall'odore sgradevole, di colore giallo-verde è caratteristico di una specie provocata da E. coli. Nella forma cronica, la leucorrea non è così abbondante e non è sempre accompagnata da forte prurito o bruciore..

Spesso, non un patogeno è coinvolto nella malattia, ma un gruppo. Pertanto, senza test di laboratorio, è impossibile prescrivere un trattamento adeguato solo sulla base di un'anamnesi.

Diagnostica

Un esame ginecologico rivela una serie di cambiamenti tipici della vulvite, come lesioni della mucosa, gonfiore, secrezione, ecc. Oltre a esaminare la diagnosi del paziente, è necessario condurre una serie di studi che consentano di identificare la causa della malattia. Oltre agli esami del sangue e delle urine, è anche prescritto:

  • esame batteriologico e batteriologico di strisci dalla vulva, vagina, uretra;
  • analisi fecale;
  • test di zucchero nel sangue.

In alcuni casi sono necessari altri studi (ecografia degli organi pelvici, RPC, striscio per gonorrea, esami del sangue sierologici, test ormonali, ecc.). Potrebbe anche essere necessario consultare altri medici (urologo, proctologo, oncologo, endocrinologo). Quando viene rilevato un agente patogeno, viene determinata la sua sensibilità agli antibiotici.

Trattamento della vulvite

La malattia non richiede il ricovero in ospedale e può essere curata a casa. Di solito, solo con complicanze e malattie concomitanti il ​​medico decide in merito alla necessità di un trattamento ospedaliero. I migliori risultati sono forniti da un approccio integrato, tra cui:

  • terapia volta a distruggere l'agente causale dell'infezione o eliminare un'altra causa;
  • trattamento locale (unguenti, supposte, lozioni, impacchi, irrigazioni, ecc.);
  • farmaci immunostimolanti;
  • correzione della dieta, ecc..

La selezione dei regimi di trattamento in ciascun caso viene effettuata individualmente. Il rispetto del riposo a letto è dimostrato solo per i bambini. In caso di complicanze negli adulti, viene prescritto un regime di mezzo letto. Prima di recuperare, è necessario astenersi dal rapporto sessuale e dalla masturbazione..

Trattamento farmacologico

Per il trattamento medico della vaginite, uso droghe volte a distruggere l'agente causale della malattia. Di solito, vengono usati antibiotici o farmaci antimicotici per il trattamento. I primi sono prescritti per i tricomonas, la gonorrea, i tipi di infezione da clamidia, i secondi per la candida. Ma in alcuni casi è richiesto un trattamento specifico:

  • antistaminici in combinazione con una dieta, se la causa della malattia è una reazione allergica;
  • farmaci ormonali e pomata all'idrocortisone per terapia locale per vulvite causata da dermatite seborroica;
  • estrogeni con forme atrofiche;
  • farmaci antiparassitari, se la malattia è provocata dalla presenza di vermi;
  • farmaci antivirali se viene rilevato l'herpes genitale.

I farmaci più efficaci sono effetti complessi (terzhinan, polygynax, complesso Macmiror e altri). Consentono di ottenere una subsidenza più rapida dei sintomi e una cura completa (la percentuale di recidive è molto bassa). Ma i bambini di solito scelgono farmaci monocomponenti.

L'uso di procedure fisioterapiche dà risultati positivi: elettroforesi con novocaina, irradiazione ultravioletta. La formazione di fistole può richiedere un intervento chirurgico.

Etnoscienza

Tra i rimedi popolari, vengono spesso usati decotti di erbe. Sono usati per lavare, lavare, lozioni, impacchi, bagni. I più efficaci sono i decotti:

Inoltre, i decotti di erbe medicinali vengono utilizzati anche per uso interno nella vulvite cronica con portate lunghe (fino a tre mesi con una pausa mensile).

Inoltre, la medicina alternativa raccomanda il lavaggio con soluzione fisiologica (in un bicchiere d'acqua, parte di un tavolo. Un cucchiaio di sale marino). La mucosa interessata viene trattata con un batuffolo di cotone o di garza imbevuto di soluzione. Ma questa ricetta non deve essere utilizzata per gravi danni. In questi casi, è preferibile una soluzione di permanganato di potassio a concentrazione debole - rosa pallido o una soluzione di acido borico.
Ma il trattamento della patologia da solo, senza un esame preliminare e una consultazione medica non è rigorosamente raccomandato, e la possibilità di utilizzare ricette di medicina tradizionale dovrebbe essere concordata con il medico curante.

complicazioni

Vulvit non è una malattia potenzialmente letale. Tuttavia, non è necessario auto-medicare e applicare metodi esclusivamente popolari, poiché la malattia assume spesso forme croniche. La presenza di una costante fonte di infezione può provocare l'insorgenza di altre malattie della sfera genito-urinaria. Sullo sfondo di vulvite acuta o cronica, si può verificare quanto segue:

  • vulvovaginosis;
  • endometrite;
  • endocervicitis;
  • colpitis;
  • salpingitis;
  • Parametrite;
  • uretrite;
  • salpingoophoritis;
  • bartolinite.

Spesso, la malattia in questione diventa la causa di annessite. Nelle donne in età fertile, un decorso prolungato della malattia senza trattamento può portare alla sterilità. Durante la menopausa, a causa della secchezza, le mucose si feriscono più facilmente, ulcere, vesciche con forma di contenuto purulento.

Nelle ragazze, la vulvite è irta della formazione di sinechia - aderenze nelle piccole labbra. Se il processo infiammatorio cattura l'imene, viene deformato e compattato. Quando si chiude il buco dell'imene durante l'inizio delle mestruazioni, si verifica un ematocolpos (accumulo di sangue mestruale nella vagina).

Durante la gravidanza, la patologia spesso causa uretrite e cistite. L'elasticità dei tessuti diminuisce con questa malattia, quindi, durante il parto, aumenta il rischio di screpolature e lacrimazione. Inoltre, è possibile che il bambino sia infetto e successivamente sviluppi varie malattie nel neonato (polmonite, congiuntivite, ecc.) I seni possono soffrire di disbiosi, hanno maggiori probabilità di ammalarsi in generale a causa della ridotta immunità..

Il periodo postpartum nelle donne con vulvite è più prolungato e le lesioni subite durante il parto guariscono più a lungo. Pertanto, è importante curare la malattia prima del parto..

Prevenzione

Tra le misure preventive, il posto più importante appartiene alle procedure igieniche. È un basso livello di igiene che spesso diventa il "colpevole" dello sviluppo della malattia. Ma l'eccessivo entusiasmo per le misure igieniche, in particolare con l'uso di cosmetici, crea anche condizioni favorevoli per lo sviluppo della malattia.

Anche per la prevenzione è necessario:

  • scegliere attentamente la biancheria intima, evitando stretto e sintetico;
  • con un rapporto sessuale accidentale usa sempre il preservativo;
  • rafforzare l'immunità;
  • ripristinare la microflora durante l'assunzione di antibiotici;
  • prendersi cura di una dieta sana con la limitazione di cibi grassi e piccanti.

Poiché spesso questa patologia si verifica sullo sfondo di altre malattie della sfera genito-urinaria, è necessaria una visita regolare dal ginecologo (almeno una volta ogni sei mesi) anche in assenza di lamentele e sintomi. È anche importante consultare un medico in tempo per un'esacerbazione delle malattie croniche esistenti. Spesso, la vulvite “accompagna” le recidive dell'herpes genitale, pertanto dovrebbe rispondere il prima possibile quando compaiono i sintomi.

Assicurati di visitare un medico e sottoporsi a un esame dopo aver cambiato il tuo partner sessuale e aver fatto sesso occasionale senza l'uso di dispositivi di protezione.

Nel gruppo a più alto rischio - donne nel periodo postmenopausale. È particolarmente importante per loro monitorare i cambiamenti nel benessere, regolare la nutrizione e lo stile di vita. Questo vale per le persone con malattie del sistema endocrino, in particolare il diabete mellito.
Anche il rischio di sviluppare patologie nelle ragazze è relativamente elevato. È importante monitorare i genitali del bambino, cambiare regolarmente i pannolini, non abusare del sapone durante le procedure igieniche al fine di evitare l'eccessivo essiccamento delle mucose. Le ragazze anziane devono essere abituate all'igiene quotidiana e al cambio della biancheria. Avendo trovato uno qualsiasi dei sintomi della patologia, il bambino deve essere mostrato al ginecologo pediatrico.

Nella foto sotto puoi vedere come appare l'infiammazione degli organi genitali femminili..

video

Dopo aver visto il video, imparerai le caratteristiche distintive di vari tipi di vaginite, comprese le manifestazioni cliniche caratteristiche di ciascuno di essi. Vengono anche prese in considerazione le cause della recidiva della malattia e i principi di scelta dei farmaci più efficaci per il trattamento della vulvovaginite..

Cause e sintomi di vulvite nelle ragazze

I sintomi della vulvite causano grave disagio

Caratteristiche generali della patologia

L'infiammazione dei genitali esterni nelle ragazze che non hanno raggiunto il periodo della pubertà è abbastanza comune. Un fattore predisponente è la mancanza di microflora naturale della vagina, che si instaura normalmente dopo la pubertà. I casi di infiammazione genitale acuta hanno il primo posto tra tutte le malattie della sfera intima. Le piccole e grandi labbra sono solitamente coinvolte nel processo, il clitoride è interessato e l'epicentro della patologia è localizzato nell'area di ingresso nella vagina.

Spesso con vulvite nelle ragazze, viene determinata l'infiammazione concomitante della vagina. In questo caso, i medici parlano di vulvovaginite.

Molti genitori sono indifferenti all'infiammazione degli organi intimi esterni delle loro figlie, perché credono che la mancanza di sesso sia una garanzia che la malattia non porterà a complicazioni. In effetti, deve essere eseguito un trattamento per la vulvite. In assenza di terapia, la patologia passa allo stadio cronico con esacerbazioni periodiche. In futuro, il processo infiammatorio può causare una violazione della funzione mestruale, riproduttiva ed endocrina.

Gli esami preventivi di un ginecologo vengono effettuati per le ragazze al momento del ricovero in un istituto di istruzione prescolare e scolastica, anche se non ci sono lamentele. Ciò consente la prevenzione delle malattie genitali.

Classificazione

L'aspetto visivo della vulvite dipende da cosa ha innescato il processo infiammatorio e in quale fase si trova.

Per natura del corso, si distinguono tre tipi di infiammazione:

  • acuto - caratterizzato da un rapido sviluppo e un quadro clinico pronunciato, dura 4 settimane;
  • subacuto - accompagnato da un indebolimento della forza delle manifestazioni cliniche, in media 3 mesi;
  • cronico - ha sintomi lievi, può verificarsi a lungo.

In base al tipo di agente patogeno, la malattia è divisa in:

  • specifico infettivo - provocato da microrganismi che normalmente non dovrebbero essere presenti nell'uomo;
  • infettivo non specifico - si verifica sotto l'influenza di fattori endogeni ed esogeni che stimolano un aumento del numero di microrganismi condizionatamente patogeni;
  • non infettivo - provocato da allergeni, particelle estranee, lesioni.

Per prescrivere una terapia adeguata, è necessario determinare esattamente cosa è diventato il provocatore della malattia e in quale fase è il processo infiammatorio.

La causa della vulvite può essere un pannolino sporco

Le cause

Il processo infiammatorio nei genitali nelle ragazze prima della pubertà si verifica a causa di un aumento delle colonie di microrganismi specifici e non specifici. Normalmente, una ragazza appena nata ha una vagina sterile. Dopo circa una settimana, compaiono microrganismi opportunistici nel tratto genitale, di solito senza alcuna preoccupazione. Nei primi anni di vita, le femmine non hanno quasi nessuna secrezione vaginale e la flora ha una reazione neutra o leggermente alcalina.

Più vicino a 10 anni e circa 7-8 anni, la vagina è popolata da lattobacilli. Ciò è facilitato da un cambiamento nel background ormonale. Al tempo della pubertà, nella vagina si crea un ambiente acido che inibisce la crescita di microrganismi opportunistici.

Molto spesso, la vulvite acuta si sviluppa a causa della diffusione della microflora opportunistica, che è creata da funghi, virus, batteri e protozoi. Meno comunemente, il processo infiammatorio è causato da specifici microrganismi, tra cui la clamidia, il gonococco e vari bacilli. La causa dell'infezione è:

  • abbandono delle regole di igiene intima;
  • violazione della tecnica di lavaggio sicura;
  • lunga permanenza in un pannolino sporco;
  • penetrazione di un corpo estraneo nel tratto genitale - polvere, sporco, fili d'erba.

Il processo infiammatorio secondario è il risultato di disturbi endocrini, malattie autoimmuni, infezioni del sistema urinario e digestivo. Inoltre, i bambini sviluppano vulvite allergica, che può essere innescata da biancheria intima sintetica, sapone, detersivo per bucato. Nelle ragazze prima delle mestruazioni, si verifica un'infiammazione allergica quando si utilizzano cuscinetti in materiale di scarsa qualità o prodotti per l'igiene intima con profumi. Il corpo dei bambini è piuttosto vulnerabile e i genitali non fanno eccezione. La mucosa della zona intima è tenera e può essere facilmente ferita. Pertanto, anche un lavaggio frequente e un'eccessiva pulizia degli organi genitali esterni con un asciugamano possono causare infiammazioni allergiche o infettive..

Le caratteristiche anatomiche della struttura dei genitali nelle ragazze predispongono allo sviluppo del processo infiammatorio: il vestibolo della vagina è vicino all'ano e all'uretra.

Segni della malattia

La gravità dei sintomi dell'infiammazione dipende dallo stadio in cui si trova. La malattia inizia con un vivido quadro clinico:

  • aumento della temperatura corporea;
  • linfonodi inguinali ingrossati;
  • sensazione di prurito nell'area genitale;
  • bruciore e fastidio durante la minzione o durante il lavaggio;
  • gonfiore delle labbra e del clitoride;
  • la comparsa di piccole ulcere e ragadi sui genitali.

Man mano che si sviluppa il processo infiammatorio, i sintomi diminuiscono. Se l'infezione colpisce la vagina, appare una scarica caratteristica. Con l'infiammazione fungina, sono bianchi di formaggio. Con la crescita delle colonie, agenti patogeni specifici diventano giallo-verdastri e acquisiscono un odore sgradevole. Con vulvovaginite atopica, lo scarico è chiaro e abbondante.

Se la patologia si verifica nei bambini piccoli, spesso non possono esprimere correttamente le loro lamentele. Le mamme delle ragazze devono sapere come appaiono i segni caratteristici dell'infiammazione della zona intima. Il comportamento dei bambini cambia come segue:

  • la lacrimazione aumenta;
  • casi di aumento dell'irritabilità senza causa;
  • il sonno peggiora;
  • c'è la paura delle procedure igieniche e di andare in bagno;
  • c'è un forte grido durante la minzione;
  • il bambino spesso tocca i genitali o cerca di graffiarli.

Il processo infiammatorio subacuto e cronico procede con un quadro clinico meno pronunciato. Tuttavia, con tutte le forme di malattia, si verifica un cambiamento visivo nella mucosa genitale.

La vulvite nelle ragazze occupa oltre il 70% di tutte le malattie della sfera intima

Minimo diagnostico

Se la madre nota segni caratteristici di infiammazione della vulva in sua figlia, il trattamento a casa non può essere effettuato. La cura sintomatica e varie manipolazioni possono attutire i segni della malattia, a seguito della quale si trasformerà in una forma cronica. Prima di prescrivere la terapia, i medici determinano cosa ha scatenato la patologia. Per questo scopo:

  • esame visivo dei genitali esterni;
  • raschiando dalle mucose;
  • vaginoscopia e vulvoscopia;
  • esame batteriologico della microflora vaginale;
  • analisi del sangue generale;
  • Analisi delle urine;
  • analisi fecale;
  • test allergologici.

Sulla base dei risultati ottenuti, viene elaborato un piano di trattamento individuale e un'ulteriore prevenzione..

Metodi di risoluzione dei problemi

Il regime di trattamento è prescritto da un ginecologo pediatrico in base a fattori provocatori.

  1. Se viene rilevata la crescita di colonie batteriche, viene eseguito un test di sensibilità. Sono prescritti efficaci antibiotici ad ampio spettro. Quando si prescrive un dosaggio, è importante considerare l'età della ragazza.
  2. Se a seguito della diagnosi viene rilevata una forma atopica, vengono prescritti antistaminici. I farmaci ormonali per uso topico sono utilizzati anche in terapia..
  3. Le forme virali richiedono un trattamento con immunomodulatori con effetti antivirali. I farmaci vengono somministrati per via orale, topica e rettale..
  4. Se lo sviluppo dell'infiammazione subacuta è associato a un'infezione fungina, è richiesto un ciclo di terapia antimicotica..

Oltre ai metodi tradizionali, alle ragazze vengono prescritti bagni da decotti di erbe anti-infiammatorie. Si consigliano pomate emollienti e rigeneranti. Se necessario, viene eseguito il debridement vaginale. La vulvite atopica richiede una dieta.

Inoltre, un'attenzione particolare dovrebbe essere prestata alla biancheria intima, che dovrebbe essere fatta di materiali naturali. È importante mantenere l'igiene intima durante e dopo la terapia..

Casi semplici di vulvite consentono l'uso di metodi di trattamento a casa. Se la malattia è complicata, la terapia viene eseguita in ospedale.

Conclusione

La base per la prevenzione della vulvite nei bambini piccoli è un approccio responsabile all'educazione sessuale. Le donne hanno un rischio maggiore di infiammazione perché hanno già rapporti sessuali. Le madri delle ragazze dovrebbero dire alle loro figlie le regole dell'igiene intima, fornire loro accessori per il bagno individuali. Se compaiono i primi sintomi di vulvite, è necessario mostrare il bambino a un pediatra o un ginecologo pediatrico. Più velocemente si ferma l'infiammazione, meno rischi per la ragazza in futuro.

Vulvite (infiammazione delle labbra)

Informazione Generale

La vulvite è un'infiammazione acuta o cronica dei genitali esterni di una donna. Nel processo di sviluppo della malattia, si notano l'infezione e il successivo processo infiammatorio delle piccole labbra, il clitoride, l'imene, la vagina e le sue ghiandole. Malattie ICD-10 - N76 (altre malattie infiammatorie della vagina e della vulva).

L'infiammazione delle labbra e di altri genitali esterni si sviluppa a seguito dell'esposizione a una serie di fattori. Lo sviluppo della malattia è spesso associato a un deterioramento dell'immunità locale, nonché a una violazione dei tessuti della pelle e delle mucose. I processi infiammatori si sviluppano spesso sotto l'influenza di organismi opportunistici - E. coli, lievito, streptococchi e stafilococchi. In casi più rari, la malattia è causata da altri agenti patogeni. Nelle ragazze, la vulvite è spesso combinata con l'infiammazione della vagina, una condizione chiamata vulvovaginite.

Come si manifesterà la vulvite, quali metodi di trattamento, prevenzione dovrebbero essere usati, questo articolo verrà discusso.

patogenesi

La vulvite batterica si sviluppa dopo l'infezione con stafilococchi, Escherichia coli, streptococchi. La vulvite da candidosi è dovuta all'esposizione ai funghi Candida. La malattia si manifesta sullo sfondo di una diminuzione della reattività immunitaria del corpo.

Il suo sviluppo è dovuto all'eccesso del numero totale di microflora condizionatamente patogena o patogena nella vagina. Ciò porta alla progressione del processo infiammatorio nella mucosa vaginale. In casi più rari, la vulvite è di origine virale ed è causata dal virus dell'herpes simplex, dagli adenovirus, ecc..

Il processo infiammatorio può verificarsi sullo sfondo di una reazione allergica. A causa delle caratteristiche anatomiche della pelle nelle ragazze, aumenta la sensibilità ai patogeni fungini e batterici.

Classificazione

A seconda di come procede la malattia, si distinguono queste forme di vulvite:

  • Vulvite acuta: inizia improvvisamente e improvvisamente. Il tipo acuto di malattia è caratterizzato da sintomi gravi e una durata più breve della malattia, a condizione che il trattamento sia corretto e tempestivo.
  • Il subacuto è uno stato transitorio tra le forme acute e croniche della malattia. A differenza di una condizione acuta, i sintomi non sono così pronunciati. Tuttavia, la malattia non dura fino a quando la forma cronica di vulvite.
  • Cronico - caratterizzato da un decorso prolungato con sintomi persistenti. Molto spesso, nel decorso cronico della malattia, altre malattie infiammatorie del sistema riproduttivo (vaginite, cervicite, ecc.) Si uniscono ad esso.

La vulvite è divisa in tre tipi e in base ai cambiamenti patomorfologici nella mucosa della vulva:

  • Ulcerativo: si sviluppa più spesso nelle donne dai 14 ai 50 anni. Ulcere e cambiamenti erosivi compaiono dopo aver graffiato. Spesso lo sviluppo di questa forma di malattia è associato a scarsa igiene.
  • Atrofico - si sviluppa nelle donne durante la menopausa nelle donne in postmenopausa. Lo sviluppo di questa forma della malattia è associato a ridotta immunità o fluttuazioni ormonali..
  • Adesivo: si sviluppa più spesso nelle ragazze e negli adolescenti, dopo che la pubertà, di regola, passa. Ma a volte, soggetto a un prolungato decorso del processo patologico, è richiesto un trattamento chirurgico. Pertanto, è importante consultare uno specialista in modo tempestivo..

A seconda della causa dello sviluppo del processo patologico, ci sono:

  • La vulvite batterica è una conseguenza dell'esposizione alla flora batterica. Di norma, si tratta di stafilococco e streptococchi, tricomonadi e clamidia, E. coli, herpes. Può svilupparsi a qualsiasi età.
  • Vulvite da Candida - associata all'esposizione ai funghi Candida. Il tipo cadidico della malattia viene spesso diagnosticato nei bambini e nelle donne in età fertile..

A seconda dell'agente patogeno, la malattia è divisa in questi tipi:

  • Primario: il processo infiammatorio non è associato ad altre malattie. Si sviluppa principalmente a causa di igiene impropria, danni chimici e meccanici agli organi genitali esterni, diminuzione dell'immunità.
  • Secondario - una conseguenza di malattie pelviche croniche e acute.

Anche la vulvite allergica è isolata - è anche chiamata atopica. È associato alla reazione del corpo a un allergene. In questo caso, il tipo allergico della malattia può verificarsi a seguito di una reazione agli allergeni esogeni (cibo, tessuti, ecc.) E allergeni endogeni (tessuti corporei). Se questa forma di malattia viene diagnosticata in bambini di età inferiore a 3 anni, ciò può indicare un alto rischio di altre malattie allergiche. Nelle donne, questa forma di malattia può essere associata a una reazione ai farmaci..

Le cause

La vulvite nelle donne e nelle ragazze può essere associata a una serie di fattori. La malattia si sviluppa sia nelle donne di qualsiasi età, sia nelle ragazze. Nelle ragazze, la malattia si manifesta sullo sfondo di raffreddori frequenti, compromissione della funzione del sistema immunitario, trattamento antibiotico, invasione elmintica, ecc..

L'infiammazione delle piccole labbra e di altri genitali esterni si sviluppa spesso nelle donne in menopausa, poiché la mucosa si assottiglia a causa di una diminuzione della produzione di estrogeni. La vulvite da candidosi nelle donne progredisce sullo sfondo del mughetto.

Pertanto, lo sviluppo della vulvite primaria può innescare i seguenti fattori:

  • lesione genitale;
  • indossare biancheria intima troppo attillata e sintetica;
  • disbiosi intestinale;
  • cambio insufficientemente frequente di assorbenti;
  • approccio errato all'igiene personale.

L'emergere di una forma secondaria della malattia è provocata da tali fattori:

  • malattie infiammatorie del sistema genito-urinario - vaginite, cervicite, colpite, ecc.;
  • compromissione del funzionamento del sistema endocrino;
  • disturbi della microflora della vagina dovuti all'assunzione incontrollata di antibiotici;
  • chemioterapia, radioterapia;
  • infezioni parassitarie;
  • allergia;
  • immunodeficienza;
  • avitaminosi.

Sintomi di vulvite

Con lo sviluppo della malattia, si notano i seguenti sintomi principali di vulvite nelle donne:

  • irritazione degli organi genitali esterni, a seguito della quale c'è una sensazione di bruciore e dolore, peggio quando si cammina, si urina;
  • sensazione di prurito;
  • la comparsa di secrezioni - a volte sono gialle e trasparenti, in alcuni casi di colore giallo-verde e con un odore sgradevole;
  • dolore durante il rapporto sessuale;
  • edema delle labbra - si nota un forte gonfiore e infiammazione durante la forma acuta della malattia;
  • la comparsa di erosione e ulcere - in alcuni casi con un decorso acuto della malattia;
  • debolezza, febbre, aumento dei linfonodi inguinali - in rari casi.

Se si osserva irritazione sulle labbra del bambino, può dormire male, mostrare ansia e nervosismo generali.

I sintomi della vulvite nelle ragazze portano a disagio e dolore. Se questa malattia non viene trattata in modo tempestivo, può portare alla fusione nelle labbra (sinechia).

Parlando di come appare e appare la vulvite nelle donne, va notato che le condizioni del paziente dipendono in gran parte dalla gravità della malattia, nonché dall'agente causale dell'infezione. Se la malattia è stata provocata da Escherichia coli, lo scarico sarà acquoso, se lo stafilococco diventa giallo, in caso di candidosi diventa bianco e cagliato.

A causa di sintomi spiacevoli, sono possibili irritabilità, sonno scarso, riduzione del desiderio sessuale. Nelle forme gravi di vulvite, il processo infiammatorio può diffondersi alle pieghe inguinali, nell'area anale.

È importante tenere conto del fatto che i sintomi di altre malattie possono essere confusi con i sintomi della vulvite. Pertanto, se sospetti questa malattia, devi assolutamente visitare un medico che farà la diagnosi corretta.

Test e diagnostica

L'infiammazione sulle labbra e altri genitali esterni è un'occasione per consultare un ginecologo. Inizialmente, lo specialista conduce un esame e un interrogatorio, analizza l'anamnesi di precedenti malattie del sistema genito-urinario, in particolare la vita intima, la gravidanza, ecc. Successivamente, il medico prescrive ulteriori studi.

Durante l'esame, al paziente viene prescritto di condurre tali studi:

  • Analisi del sangue generale.
  • Analisi delle urine - con vulvite nelle urine c'è un eccesso della norma dei globuli rossi.
  • Studio RW e virus dell'immunodeficienza umana.
  • Viene determinata l'analisi della microflora e dei batteri dello striscio dalla vagina - la presenza di batteri e virus che hanno causato la malattia, nonché un aumento del livello di leucociti.
  • Semina da secrezione vaginale su microflora e sensibilità agli antibiotici.
  • Analisi per virus del mollusco contagioso, papillomavirus umano, Trichomonas.

È anche possibile seminare su gonococco e colposcopia..

Trattamento della vulvite

Il trattamento della vulvite nelle donne deve essere effettuato in modo che la causa della malattia venga infine eliminata. Pertanto, il medico prescrive lo schema di come trattare la vulvite a casa individualmente. Il trattamento deve essere effettuato fino alla completa scomparsa dell'infiammazione delle labbra e di altri sintomi della malattia. Per il periodo di trattamento, una donna dovrebbe astenersi dall'attività sessuale, oltre a prevenire gli effetti di fattori irritanti.

Articoli Sul Ciclo Di Abusi

Di che colore dovrebbe essere normale??

Natura del problemaNegli ultimi anni, è stata spesso osservata una situazione in cui le ragazze si sviluppano rapidamente fisicamente, provocando la pubertà precoce....

Il ciclo delle mestruazioni: calcoliamo e controlliamo correttamente la nostra salute

Le mestruazioni sono un processo fisiologico naturale quando giovani donne e ragazze sperimentano sanguinamenti vaginali mensili....

Quanti giorni prima delle mestruazioni iniziano a far male le ghiandole mammarie??

Ciao, le mestruazioni e i disturbi di accompagnamento sono di nuovo all'ordine del giorno. Oggi parleremo di quanti giorni prima delle mestruazioni, le ghiandole mammarie iniziano a ferire....