Amenorrea: trattamento, diagnosi delle cause, primaria, secondaria, cosa fare

Scarico


Tutte le donne sanno che la "quota femminile" è difficile. Il sanguinamento mensile dai 12 ai 16 anni inizia a consegnare la ragazza, quindi alla ragazza un certo inconveniente. Quando le mestruazioni si verificano regolarmente, la ragazza può lamentare dolore e incapacità di andare in piscina o in palestra in questi giorni. Poche persone si rallegrano all'arrivo delle mestruazioni, ma quando non ci sono e la ragione non è chiara, allora questo non è più un disagio, ma un vero motivo per preoccuparsi.

Pertanto, l'amenorrea è l'assenza di mestruazioni in una donna in età riproduttiva. E questa non è la patologia più rara, si verifica in circa il 3,5% delle donne dai 15 ai 49 anni.

Quando l'amenorrea è normale?

  • Pubertà

Di solito, le mestruazioni iniziano a 12-16 anni, all'età di 12-13 anni, l'assenza di mestruazioni è la norma assoluta.

L'età normale della menopausa è di 49-52 anni. Sono cifre molto medie, dobbiamo concentrarci sull'età della menopausa nelle donne in famiglia.

L'assenza di mestruazioni durante il periodo di allattamento è l'amenorrea durante l'allattamento. Ecco il momento dell'amenorrea lattazionale, un equilibrio molto speciale di ormoni, un alto livello di prolattina e l'uovo non matura. Ma come metodo di contraccezione, non lo consigliamo, poiché è sufficiente fare una pausa nell'alimentazione per più di due ore e un uovo può maturare. E se la sessualità è regolare, potresti non vedere le mestruazioni, ma rimanere immediatamente incinta.

L'assenza di mestruazioni durante la gravidanza è naturale. La funzione uovo è completata, stai trasportando il bambino, altre uova non sono ancora necessarie.

Gradi di amenorrea

  1. Lieve - nessun periodo mensile per più di 1 anno. In questa fase, è più facile aiutare la ragazza e scegliere un trattamento.
  2. Il grado medio - l'assenza di mestruazioni da 1 a 3 anni.
  3. Titolo di studio severo: non mensile per più di 3 anni.

Amenorrea - diagnosi ed esame

  • Anamnesi ed esame esterno

Intervistare la paziente e i suoi parenti è sempre molto importante. Come vanno le cose con il ciclo mestruale della madre, come è avvenuta la nascita, se ci sono state gravi malattie nella ragazza durante l'infanzia, c'è stata l'esposizione a radiazioni o sostanze chimiche, quali sono altri problemi di salute (problemi cardiaci, sovrappeso, malattie articolari)?.

Anche l'esame esterno è importante, valutiamo l'altezza e il peso del paziente, il tipo di corpo, lo sviluppo della ghiandola mammaria, la presenza e il tipo di crescita dei capelli e il tipo di pelle. Spesso, le sindromi genetiche hanno segni caratteristici e possono essere sospettate già alla prima ammissione.

  • Esame di un ostetrico-ginecologo su una sedia

La condizione del bacino, i genitali esterni viene valutata, nelle ragazze - il tipo di imene.

  • Ultrasuoni dei genitali e delle ghiandole mammarie

Come risultato degli ultrasuoni, otteniamo molte informazioni utili: la presenza e le dimensioni dell'utero e delle ovaie, il funzionamento delle ovaie (maturazione dei follicoli in essi), la condizione delle pareti dell'utero, la presenza di cisti e tumori.

  • Profilo ormonale:
    • ormoni tiroidei (il minimo è privo di T4 e TSH)
    • ormoni sessuali (FSH, LH, DHEAS, testosterone, prolattina, AMH e altri secondo le indicazioni)
  • Ricerche aggiuntive:
    • consulenza genetica,
    • endocrinologo,
    • neurologo e / o neurochirurgo,
    • oncologo,
    • dietologo,
    • pediatra,
    • Ultrasuoni della tiroide e della ghiandola surrenale,
    • Radiografia del cranio,
    • imaging a risonanza magnetica o calcolata del cervello, del bacino e delle ghiandole surrenali.

Forme di amenorrea

Le forme di amenorrea sono divise in primarie e secondarie. Le forme e le cause dell'amenorrea sono di fondamentale importanza nella scelta di un metodo di trattamento. E solo uno specialista dovrebbe essere coinvolto nella diagnosi delle cause dell'amenorrea. Di norma, con lamentele per l'assenza di mestruazioni, vanno dall'ostetrico-ginecologo. Ma in alcuni casi, potresti anche aver bisogno dell'aiuto di un endocrinologo e persino della genetica.

Amenorrea primaria

L'amenorrea primaria viene chiamata quando la ragazza / donna non ha mai avuto le mestruazioni. L'assenza di un periodo fino a 16 anni non dovrebbe essere molto allarmante se, in generale, la ragazza si sviluppa armoniosamente.

Amenorrea primaria con sviluppo sessuale ritardato

Malformazioni genitali e patologie genetiche

La disgenesi delle gonadi è una condizione congenita quando il sistema riproduttivo della ragazza non si sviluppa come dovrebbe.

A volte capita che una neonata non abbia il suo set “legittimo” di cromosomi 46 XX, ma patologico. 46 XO o altri, questo è il risultato della divisione e del movimento errati dei cromosomi nel periodo prenatale.

Ciò si manifesta non solo per l'assenza delle mestruazioni, ma anche per varie patologie degli organi interni e spesso presentano manifestazioni esterne caratteristiche. Esternamente, puoi vedere la bassa statura di una ragazza (fino a 150 cm), un collo corto con pieghe della pelle dall'alto verso il basso, un morso errato, strabismo, ginocchia deformate e gomiti si trovano spesso. Dall'ecografia vediamo che le ovaie sono molto piccole e non hanno tessuto ghiandolare.

Le ovaie sono composte principalmente da tessuti simili a cicatriziali, non hanno uova. Anche l'utero è piccolo e non sviluppato, a volte non c'è nemmeno una cavità in esso, l'utero sembra un pesante.

Pertanto, tali ragazze non hanno le mestruazioni; la gravidanza è praticamente impossibile per loro. Frequenza di circa 1 su 12 mila neonati vivi.

La diagnosi finale viene fatta dopo aver consultato un genetista. Il trattamento consiste nella terapia ormonale sostitutiva per tutta la vita (il più delle volte è il farmaco femoston). A causa del lungo periodo di assunzione di ormoni, si raccomanda anche di assumere farmaci per la protezione del fegato (eptore, fegato, elementi essenziali) per 30 giorni ogni sei mesi.

Sindrome da femminilizzazione testicolare (STF)

Sotto il nome scientifico, c'è una condizione in cui il metabolismo dell'ormone fetale è disturbato nel feto. Prima di tutto, ci sono problemi con la produzione e il metabolismo del testosterone. Di conseguenza, la ragazza sembra normale esternamente, il suo aspetto è sviluppato in base al tipo femminile. Qualcuno è preoccupato per la mancanza di pigmentazione intorno ai capezzoli e la mancanza di peli nelle ascelle e nel pube, e qualcuno non ci presta attenzione.

Ma un esame approfondito rivela che ha una vagina, ma è breve e finisce alla cieca. Non ci sono utero e cervice, né ovaie. Nella pelvi ci sono testicoli sottosviluppati (organi genitali maschili) in cui le cellule riproduttive non vengono prodotte. Poiché non ci sono ovaie e utero, non ci sono mestruazioni e successivamente gravidanze. La frequenza di insorgenza è di circa 1 su 15 mila neonati.

Dopo la diagnosi, il trattamento comporta necessariamente la rimozione di organi maschili, poiché spesso sviluppano il cancro. L'operazione è indicata dopo 16 anni, dopo che il seno si è sviluppato e si è formato un fisico femminile. Quindi, gli ormoni femminili (femoston) vengono prescritti a vita e viene eseguita la chirurgia plastica per consentire alla ragazza di vivere una vita sessuale normale.

Disfunzione del sistema ipotalamo-ipofisario (GHS)

GHS è un sistema di organi regolatori nel cervello che produce ormoni e altre sostanze inibenti stimolanti che regolano non solo le funzioni mestruali, ma anche il metabolismo in generale.

La disfunzione funzionale del GHS si verifica sullo sfondo della malnutrizione nelle infezioni e intossicazioni croniche a lungo termine. L'amenorrea nelle ragazze adolescenti è spesso osservata con bassa emoglobina (anemia).

Quando una ragazza è guarita da una malattia di base, aumenta di peso, quindi la funzione mestruale è regolata da sola.

A volte possiamo incontrare una forma costituzionale di sviluppo sessuale ritardato, quando l'età sessuale è leggermente indietro rispetto al passaporto. Questo succede con le donne dei popoli del nord (Khanty, Aleut, Koryak, Nenets, Chukchi e altri, più piccoli). In questi casi, l'assenza di mestruazioni a 16 anni e leggermente più vecchia è normale con l'esclusione di altre cause di amenorrea. Di norma, in tali casi, non viene eseguito solo lo studio degli ormoni e degli ultrasuoni dei genitali, ma viene eseguita una radiografia delle ossa della mano, del polso e dell'avambraccio. Se queste ossa hanno zone di crescita normali, queste sono le caratteristiche genetiche dello sviluppo e del ritardo della pubertà..

Disturbi organici del sistema ipotalamo-ipofisario

In questo caso, una violazione della pubertà è dovuta a tumori congeniti nella ghiandola pituitaria. Di norma, i tumori sono ben diagnosticati con radiografia o tomografia computerizzata. Dopo la rimozione del tumore, le funzioni sono quasi sempre ripristinate per intero.

Amenorrea primaria senza ritardare lo sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie

In questo gruppo di condizioni, la ginatresia e l'aplasia uterina sono più comuni..

La ginatresia è l'infezione di una parte della vagina o l'infezione completa dell'imene (imene). Si forma anche in utero, ma per fortuna è abbastanza ben regolato chirurgicamente. Di solito, in questo caso, le ovaie funzionano pienamente, ma il sangue mestruale non ha alcun flusso. Dopo l'intervento chirurgico, sono possibili sia un normale ciclo mestruale che una gravidanza.

L'aplasia uterina è un'assenza congenita dell'utero. Spesso combinato con sottosviluppo della vagina e malformazioni dei reni e del tratto urinario. Le ovaie il più delle volte funzionano normalmente, anche il profilo ormonale è normale. Ma l'utero è una piccola formazione densa senza una cavità all'interno, o non è definita affatto. In questo caso, il ciclo mestruale e la gravidanza non sono possibili. Ma dopo la correzione chirurgica, la vita sessuale non ha limiti significativi.

Molte di queste patologie sono il risultato di mutazioni intrauterine, sono già state osservate negli adolescenti. Pertanto, gli interventi medici molto spesso aiutano la ragazza ad adattarsi al suo corpo e vivere una vita piena. Ma è impossibile curare completamente le condizioni congenite.

Amenorrea secondaria

Patologia intrauterina

A volte dopo interventi intrauterini, come aborto strumentale, trattamento separato e curettage diagnostico, isteroscopia, rimozione di polipi, le conseguenze rimangono.

Il tipo di danno dipende dal tipo di operazione, dagli strumenti utilizzati, dalle qualifiche del ginecologo operativo. A volte sezioni della parete interna dell'utero diventano così sottili che cessano di funzionare come dovrebbero. L'endometrio non aumenta durante il ciclo e, di conseguenza, non c'è nulla da strappare durante le mestruazioni. Di norma, una tale patologia si sviluppa gradualmente, le mestruazioni diventano più povere e più brevi, quindi si fermano completamente. Particolarmente pericolose sono tali complicazioni della procedura, che vengono eseguite sullo sfondo dell'infiammazione.

Anche in questo caso, può svilupparsi atresia (fusione) del canale cervicale. Atresia trattato chirurgicamente, ripristina la pervietà del canale.

Le aderenze intrauterine (sinechia) o la sindrome di Asherman possono anche essere il risultato dell'aborto o di qualsiasi altro curettage. L'utero all'interno è pieno di commessure, la sua cavità quasi scompare.

Entrambe queste complicanze riducono significativamente le possibilità di gravidanza..

Il trattamento consiste in isteroscopia terapeutica, separazione delle aderenze e introduzione di soluzioni per prevenire la formazione di nuove aderenze. Preparazioni spesso usate del gel dell'acido ialuronico (distaccante).

Disturbi funzionali del GHS

  • Amenorrea su uno sfondo di perdita di peso

Tale amenorrea si trova più spesso negli adolescenti. La ragazza, seguendo gli ideali inverosimili della bellezza, perde così tanto peso da non avere quasi tessuto adiposo. Le mestruazioni in questi casi sono considerate dal corpo come un'estrema perdita di sangue ed energia. E i periodi si fermano.

Il trattamento per l'amenorrea cosmetica consiste nell'ottenere un peso corporeo ottimale. Le vitamine sono anche spesso prescritte in un ciclo..

  • Amenorrea psicogena o amenorrea da stress

Sullo sfondo di un forte stress psico-emotivo, le mestruazioni possono perdere la sua regolarità e poi fermarsi completamente. Un esempio è spesso citato l'amenorrea del tempo di guerra, quando le donne che stavano aspettando i loro mariti dalla guerra smisero di avere le mestruazioni.

Il trattamento in questo caso consiste nell'arrestare una situazione stressante. Il trattamento ormonale in questo caso non è prescritto. Se non riesci a far fronte da solo a uno stato mentale, è meglio consultare uno psicoterapeuta. Non ritardare la visita di un terapeuta, perché una lunga assenza di mestruazioni può portare a una menopausa precoce.

Sindrome da ipertrofia ovarica (OHSS)

AHF è l'assenza di mestruazioni dopo un uso prolungato di alcuni farmaci ormonali. I contraccettivi orali combinati (COC), gli agonisti degli ormoni a rilascio gonadico (buserelin, goserelin), i gestageni (bizantino) inibiscono alcuni processi ormonali. Per la maggior parte dei pazienti, questo è un effetto reversibile, quando il ciclo viene regolato, il corso del trattamento viene completato, annullano le compresse / iniezioni e il ciclo si ripristina da solo. Ma in alcune ragazze, le mestruazioni non iniziano e entro 2-3 mesi dalla sospensione del farmaco. Le ragazze di fisico astenico (magra, alta, con seno piccolo) che in passato hanno un disturbo del ciclo come scarse mestruazioni rare o infertilità sono più a rischio..

Se in 3 mesi le mestruazioni non si sono riprese, dovresti consultare un ginecologo. Il medico esamina il paziente, spesso in tali casi viene prescritta un'analisi per la prolattina. Se la prolattina è normale, è possibile prescrivere clomifene citrato (un farmaco per stimolare l'ovulazione) da 1 a 4 cicli mestruali. Durante il trattamento, l'ecografia dei genitali deve essere monitorata, quando vediamo che le uova maturano e lo strato interno dell'utero cresce come dovrebbe, quindi annulliamo il farmaco.

Se il livello dell'ormone prolattina viene aumentato a 1000 mIU o più, vengono prescritti preparati di bromocriptina fino a quando i numeri di prolattina non si normalizzano (a 540 mIU o meno).

Disturbi organici del GHS

Questa è una causa abbastanza rara di amenorrea, qui stiamo parlando di tumori e cisti nel cervello. Cisti o tumori (il più delle volte benigni) schiacciano l'ipotalamo e la ghiandola pituitaria (organi nel cervello che regolano quasi tutti i processi ormonali nel corpo). Per questo motivo, un'intera catena di processi ormonali viene interrotta e le mestruazioni scompaiono. Il trattamento qui è chirurgico, dopo la rimozione della cisti / tumore entro 6-12 mesi, il ciclo mestruale viene gradualmente ripristinato.

Ci sono altre 2 condizioni che interrompono il ciclo mestruale. Molto spesso sono associati al parto. L'amenorrea si sviluppa dopo una gravidanza grave e / o un parto complicato.

La sindrome di Sheehan (Shien) è un vasospasmo o emorragia nella ghiandola pituitaria. Molto spesso, questa sindrome si sviluppa dopo la gravidanza, che si verifica sullo sfondo della preeclampsia (alta pressione sanguigna, gonfiore, proteine ​​nelle urine) e dopo il parto, complicata da sanguinamento massiccio.

All'inizio, il problema non è visibile, l'amenorrea lattazionale lo nasconde. Ma anche dopo l'interruzione dell'allattamento al seno, le mestruazioni non arrivano. In questo caso, non dovresti aspettare più di 2-3 mesi, ma consulta immediatamente un ginecologo. Il ginecologo ti chiede del corso della gravidanza e del parto (devi dire tutti i dettagli, qual è stata la pressione, se c'è stato un forte gonfiore, se c'è stata una trasfusione di sangue dopo il parto), guarda la sedia e nomina un esame aggiuntivo (ormoni sessuali, ormoni tiroidei).

Dopo un ulteriore esame, è possibile prescrivere ormoni steroidei (prednisone, metipred), ormoni tiroidei (tiroxina) e / o terapia ormonale sostitutiva con ormoni sessuali (femoston, divina, angelica). Prescrivere gli ormoni a te stesso è estremamente irragionevole, non puoi ripristinare il ciclo, ma ingrassare o sopprimere completamente i tuoi ormoni. Solo il dosaggio esatto e minimo in ciascun caso può essere utile e innocuo..

Sindrome della sella turca vuota

La sella turca è l'area del cranio umano in cui si trova la ghiandola pituitaria. Può diventare "vuoto" quando la ghiandola pituitaria è compressa e atrofia. I fattori che provocano sono gravidanze frequenti, nascite difficili. Le tattiche di gestione e trattamento sono le stesse della sindrome di Sheehan.

Amenorrea ovarica

In questo caso, il sistema ormonale nel suo complesso funziona normalmente, ma le ovaie non rispondono ai segnali ormonali o sono danneggiate.

La sindrome dell'ovaio resistente (SRI) è una malattia quando per qualche motivo le ovaie smettono di rispondere alla stimolazione con ormoni sessuali (dall'ipofisi, ipotalamo e ghiandole surrenali). Si sviluppa fino a 36 anni, capita spesso che ci siano molti casi simili in famiglia. Il trattamento qui viene effettuato utilizzando ormoni sessuali combinati (femoston). Le gravidanze indipendenti sono rare. Ma è possibile dare alla luce un bambino con l'aiuto della fecondazione in vitro con un uovo di donatore.

La sindrome da esaurimento ovarico precoce (SPIA) è una condizione in cui le ovaie smettono di produrre uova, si verifica una menopausa precoce. A differenza della menopausa precoce fisiologica (questa è geneticamente incorporata e nella famiglia di tutte le donne, la menopausa si verifica, ad esempio, all'età di 37-43 anni o 45-47 anni), la SPIA è provocata da fattori esterni. Tali fattori sono: infezioni gravi (morbillo, rosolia, parotite, influenza grave), esposizioni multiple, chemioterapia.

Trattamento

Il trattamento di ciascun tipo di amenorrea è brevemente descritto nella descrizione di questi tipi. Qui riassumiamo i metodi e i farmaci, gli ormoni e gli antormoni che usiamo per trattare l'amenorrea.

Questo include divigel, estrogeni, folliculina e altri, usati per sostituire la mancanza di estrogeni.

Duphaston, Utrozhestan o Prajisan, Norethisterone sono usati con una mancanza di ormoni della seconda fase del ciclo o progestinici.

Il citrato di clomifene è un farmaco per stimolare l'ovulazione, viene utilizzato rigorosamente sotto la supervisione di un medico..

  • Farmaci combinati per la terapia ormonale sostitutiva

Questo è femoston in vari dosaggi (1/5, 1/10, 2/10), angelica, divina. È usato quando vogliamo permettere alle ovaie di recuperare, o per la vita in alcune condizioni congenite..

  • Ormoni tiroidei

La levotiroxina (L - tiroxina, eutirox) è necessaria per sostituire l'insufficienza della funzione tiroidea.

  • Ormoni steroidei (glucocorticoidi)

Prednisolone, metipred sono prescritti per insufficienza delle funzioni della ghiandola surrenale, che può essere in caso di alterata funzionalità ipofisaria e ipotalamica.

La bromocriptina riduce la prolattina. Un alto livello di prolattina provoca una condizione simile all'alimentazione di un bambino nel corpo e il ciclo si interrompe.

In questo gruppo, operazioni ginecologiche (rimozione degli organi embrionali maschili, separazione delle aderenze, ecc.) E neurochirurgia (rimozione completa o parziale di tumori, cisti).

Conclusione

Quindi, vediamo che il problema dell'assenza o della cessazione delle mestruazioni non è così semplice come sembra. L'automedicazione, e in particolare il trattamento con rimedi popolari, non farà che aggravare il problema. Perderai tempo prezioso e l'amenorrea diventerà più persistente. Segui le raccomandazioni del tuo medico, abbi cura di te e sii sano!

Amenorrea secondaria - sintomi e trattamento

Cos'è l'amenorrea secondaria? Le cause, la diagnosi e i metodi di trattamento saranno discussi nell'articolo del Dr. Barkovskaya A. Yu., Un ginecologo con un'esperienza di 4 anni.

Definizione della malattia. Cause della malattia

In Russia, l'amenorrea secondaria è chiamata assenza di mestruazioni per sei mesi con un ciclo regolare e irregolare [1], in pratica straniera - l'assenza di mestruazioni per tre o più cicli di fila per sei mesi con un ciclo precedentemente regolare [2].

È necessario distinguere tra amenorrea primaria e secondaria. L'amenorrea primaria è una condizione in cui il paziente non ha mai avuto le mestruazioni. La prevalenza di amenorrea primaria e secondaria è del 3-5% senza tener conto delle ragioni fisiologiche: il periodo di gravidanza e allattamento [1] [2]. La percentuale di amenorrea secondaria rispetto alla primaria, secondo vari autori, varia dal 75% al ​​90%. È importante capire che l'amenorrea non è una patologia indipendente, ma un sintomo della malattia. Nella struttura delle malattie ginecologiche con irregolarità mestruali, la percentuale di amenorrea è del 10-15% [1] [2].

Le principali cause di amenorrea secondaria includono: [1] [3] [4]:

1. Patologia uterina:

  • Atresia ("crescita eccessiva") del canale cervicale.

2. Disturbi funzionali del sistema ipotalamo-ipofisario:

  • Amenorrea sullo sfondo di perdita di peso e amenorrea psicogena. Durante lo stress, il corpo dirige le risorse energetiche per la sopravvivenza, quindi le funzioni associate al processo di riproduzione possono essere temporaneamente disabilitate. Lo stress fisico, emotivo o la fame grave sono associati all'aumento della produzione dell'ormone corticotropina, che aumenta anche la produzione di cortisolo. La corticotropina inibisce il rilascio di gonadorelina e riduce la sensibilità dell'ormone luteinizzante ad esso. Di conseguenza, lo stress porta ad un aumento dei livelli di prolattina e il ciclo mestruale è disturbato [12].
  • Aumento dell'ormone prolattinico (iperprolattinemia).

3. Forme ovariche di amenorrea.

  • Sindrome dell'ovaio resistente (un disturbo in cui i recettori delle ovaie diventano immuni agli ormoni sessuali).
  • Sindrome da svuotamento ovarico (interruzione prematura della funzione ovarica).
  • La sindrome da ipertensione gonadotropica (una diminuzione della produzione di gonadotropina) è una patologia che si verifica in risposta all'abolizione dei contraccettivi orali che sono stati utilizzati per diversi anni o più.

Sintomi di amenorrea secondaria

Le principali lamentele dei pazienti sono l'assenza di mestruazioni per sei o più mesi. Tali donne sono caratterizzate dal normale sviluppo degli organi pelvici, dal tipo femminile di struttura corporea, dal corretto sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie.

Quadro clinico

Quando si raccoglie un'anamnesi, il medico attira l'attenzione su fattori che potrebbero provocare lo sviluppo di amenorrea. Questi includono [3] [4] [5] [7]:

  • interventi chirurgici sugli organi pelvici - conizzazione della cervice (chirurgia per rimuovere una sezione sotto forma di cono con displasia cervicale), aborto chirurgico, curettage diagnostico separato, resezione delle ovaie, rimozione delle cisti ovariche, rimozione delle tube di Falloppio, rimozione dei fibromi uterini;
  • grave stress, perdita di peso, aumento dell'attività fisica;
  • sintomi di malattie endocrinologiche - acne, alopecia (calvizie), irsutismo (crescita dei peli sul viso delle donne), secrezione da ghiandole mammarie, oligomenorrea precedente (durata del ciclo superiore a 35 giorni), mal di testa, visione offuscata, pelle secca, strie rosa (smagliature sulla pelle), aumento di peso, sonnolenza, apatia;
  • sintomi di insufficienza ovarica - vampate di calore (focolai di calore, che possono essere accompagnati da improvvisa sudorazione, arrossamento della pelle, tremore, palpitazioni), sensazione di secchezza nella vagina, disturbi del sonno, dolore muscolare;
  • assunzione di farmaci e farmaci - antipsicotici, fenotiazine, aloperidolo, metoclopramide, domperidone, pimoside, sulpiride, reserpina, inibitori delle monoaminossidasi, oppioidi, anfetamine, allucinogeni.

A volte l'amenorrea è associata all'atresia del canale cervicale, che è nata a seguito di interventi chirurgici, ad esempio con la conizzazione della cervice e il curettage. In questo caso, il canale cervicale “cresce” e il sangue mestruale non può fuoriuscire dalla cavità uterina. Tuttavia, di norma, tali situazioni sono accompagnate da forti dolori nell'addome inferiore durante il periodo delle mestruazioni ed entro sei mesi (il criterio per la diagnosi di "amenorrea secondaria"), è possibile identificare la patologia e il bougie (per espandere il lume con un'asta di metallo - bougie) canale cervicale.

Patogenesi dell'amenorrea secondaria

Per comprendere la patogenesi dell'amenorrea, è importante ricordare i principi di base della regolazione del normale ciclo mestruale:

  1. L'inizio di ogni ciclo è il primo giorno delle mestruazioni. Durante questo periodo, il livello di estrogeni nel sangue scende.
  2. I recettori dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria fissano una bassa concentrazione di estrogeni e, per aumentarlo, iniziano a produrre ormone di rilascio di gonadotropina (GnRH).
  3. Sotto l'influenza di GnRH, la ghiandola pituitaria produce ormone follicolo-stimolante (FSH).
  4. L'FSH agisce sui recettori ovarici, stimolando la crescita follicolare.
  5. I follicoli iniziano a produrre estrogeni, che con il meccanismo del feedback negativo riduce gradualmente il livello di FSH.
  6. Sotto l'influenza di una crescente concentrazione di estrogeni, le cellule endometriali (mucosa uterina) iniziano a dividersi attivamente, il sanguinamento uterino (mestruazioni) si ferma.
  7. Dopo 12-14 giorni, si forma un follicolo dominante, il livello di estrogeni raggiunge una concentrazione critica, che provoca un forte rilascio dell'ormone luteinizzante (LH) da parte dell'ipofisi.
  8. L'uovo entra nella cavità pelvica, quindi nella tuba di Falloppio e nella cavità uterina.
  9. Il tessuto che rimane dopo il rilascio dell'uovo, sotto l'influenza di LH si trasforma in un corpo giallo, che entro 10-15 giorni produce progesterone.
  10. Il progesterone stimola la crescita delle ghiandole nell'endometrio, trasformandolo in modo che sia più adatto per il successo dell'impianto di un embrione.
  11. Se la gravidanza non si è verificata, il corpo luteo è ridotto. Un calo della concentrazione di progesterone porta al rigetto dell'endometrio e si verificano le mestruazioni. Il ciclo ricomincia.

La patogenesi della malattia varia a seconda del tipo di amenorrea. Secondo la classificazione dell'OMS del 2001, [2] [8] distingue le principali categorie:

  1. Insufficienza ovarica normoprolattinemica ipogonadotropica: il normale ritmo giornaliero della produzione dell'ormone di rilascio gonadotropico nell'ipotalamo è interrotto, i livelli di FSH e LH sono ridotti. La stimolazione ovarica non si verifica, non c'è ovulazione, trasformazione fisiologica dell'endometrio e mestruazioni. Tale violazione è tipica per le donne con una forte riduzione del peso corporeo, atleti con una bassa percentuale di tessuto adiposo, con anoressia nervosa.
  2. Insufficienza ovarica normoprolattinemica normogonadotropica - viene violato il meccanismo di formazione del follicolo dominante. Allo stesso tempo, viene preservata la funzione dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria. Non esiste follicolo dominante, pertanto non si verifica l'ovulazione. Non esiste un corpo luteo che produca progesterone, a seguito del quale l'endometrio non si trasforma e non viene rifiutato, le mestruazioni non si verificano. Un classico esempio di questo tipo di disturbo è la sindrome dell'ovaio policistico..
  3. Insufficienza ovarica ipergonadotropica - i recettori ovarici diventano meno sensibili agli effetti di FSH e LH: i follicoli ovarici entrano nel pool di ovulazione in quantità sempre più piccole da ciclo a ciclo e per la crescita del follicolo dominante hanno bisogno di un livello sempre più alto di FSH. Per questo motivo, l'FSH ad ogni ciclo cresce fino a quando le ovaie smettono di rispondere alla sua concentrazione. Questo è il meccanismo dello sviluppo fisiologico della menopausa. Esempi di questo tipo sono la sindrome dell'ovaio resistente, la sindrome da esaurimento ovarico prematuro, l'insufficienza ovarica durante la chemioterapia.
  4. Amenorrea dovuta a difetti anatomici - compromissione della ricezione degli ormoni sessuali nel tessuto endometriale. In questo caso, il livello degli ormoni sessuali, la condizione delle ovaie, dell'ipofisi, dell'ipotalamo è normale, il processo patologico si verifica solo nelle cellule dell'endometrio. Questa situazione è tipica per l'amenorrea derivante da interventi chirurgici nella cavità uterina (aborto chirurgico, curettage diagnostico separato della cavità uterina), processi infettivi (tubercolosi genitale, schistomatosi da malattia parassitaria), endometrite acuta, indossando un dispositivo intrauterino.
  5. Insufficienza ovarica iperprolattinemica associata a tumore ipofisario - patologia associata a tumori che producono prolattina. Inoltre, la causa può essere l'iperplasia del tessuto ipofisario durante l'allattamento (amenorrea lattazionale).
  6. Insufficienza ovarica iperprolattinemica non tumorale - aumento della produzione di prolattina a causa di fattori esterni, come l'assunzione di antipsicotici.
  7. La disfunzione ipotalamo-ipofisaria normoprolattinemica è una violazione della funzione ipofisaria, che è causata dalla compressione e dall'ischemia (diminuzione dell'afflusso di sangue) del tessuto pituitario. La causa della compressione può essere tumori cerebrali e formazioni tumorali nella regione della sella turca (craniofaringioma, meningioma, cisti di Ratke, teratoma, ascessi, fistola del seno cavernoso artero-venoso, tumori maligni), sindrome della sella turca vuota (ernia cerebellare sporgenza liquido) e sindrome di Schenan (insufficienza ipofisaria postpartum dovuta a sanguinamento esteso).

Separatamente, vale la pena rendere l'amenorrea associata all'uso di farmaci ormonali. Quindi, ad esempio, è spesso possibile osservare l'assenza di mestruazioni sullo sfondo di modalità proliferate (senza interruzione delle mestruazioni per 3-6 cicli) di assunzione di contraccettivi orali combinati, mentre si assume dienogest (un farmaco per il trattamento dell'endometriosi) e l'uso di un dispositivo intrauterino che produce ormoni. In questo caso, l'amenorrea non è patologica, reversibile e non causa complicazioni..

Classificazione e fasi di sviluppo dell'amenorrea secondaria

L'amenorrea è divisa in primaria e secondaria:

  • Con l'amenorrea primaria, l'emorragia mestruale non è mai avvenuta;
  • Nel secondario - le mestruazioni erano, ma successivamente scomparvero. L'amenorrea secondaria è anche divisa in patologica e fisiologica. Il periodo fisiologico comprende gravidanza, allattamento, postmenopausa [1].

Complicanze dell'amenorrea secondaria

L'amenorrea è spesso accompagnata da una ridotta fertilità, a volte irreversibile. Le conseguenze a lungo termine includono l'osteoporosi (una diminuzione della densità e una violazione della struttura del tessuto osseo) e un aumento del rischio di malattie cardiovascolari e oncologiche degli organi ormono-dipendenti nelle donne in postmenopausa. Esiste una relazione tra la densità minerale ossea e il livello degli ormoni femminili, in particolare una diminuzione dei livelli di estrogeni in alcuni casi influisce sulla fragilità ossea, poiché contengono recettori sensibili agli ormoni sessuali. Tuttavia, il quadro completo di questo meccanismo non è ancora chiaro.

Un classico esempio di complicanze dell'amenorrea sono le fratture ossee con osteoporosi. Lesioni simili si verificano spesso nelle ragazze professionalmente coinvolte nella corsa, nell'atletica, nel triathlon, nel nuoto [2] [4] [6].

È importante notare che nessun tipo di amenorrea può portare a tali conseguenze. L'amenorrea fisiologica (ad eccezione del periodo postmenopausale), i disturbi associati all'uso di farmaci ormonali e con difetti anatomici non causano tali complicazioni.

Diagnosi di amenorrea secondaria

Per identificare l'amenorrea, il medico scopre dal paziente da quanto tempo non ci sono le mestruazioni, la presenza di patologie concomitanti, fattori ereditari, in particolare la storia professionale e l'uso di farmaci. All'esame obiettivo vengono valutati altezza, peso, tipo di corpo, turgore della pelle, tipo di crescita dei peli, presenza di secrezioni dalle ghiandole mammarie, acne, irsutismo, strie, iperpigmentazione nelle pieghe anatomiche naturali.

Inoltre, la diagnostica ecografica degli organi pelvici viene eseguita con la determinazione dello spessore e della struttura dell'endometrio, del volume delle ovaie e del numero di follicoli in essi.

Un passaggio obbligatorio è la valutazione dello stato ormonale. Per fare questo, misurare il livello di FSH, LH, estradiolo, testosterone, prolattina, TSH, progesterone. Per chiarire, possono essere utilizzati test per ACTH (ormone ipofisario adrenocorticotropo), DHEAS (androgeno sintetizzato dalle ghiandole surrenali), 17-OH-progesterone, cortisolo. I seguenti test saranno anche informativi:

  • test di gestagen - il paziente assume progestinici (ormoni steroidei, analoghi del progesterone) per 10-14 giorni, dopo di che viene valutata l'assenza o la presenza di una reazione mestruale.
  • test estrogeno-gestageno - nella prima fase al paziente vengono somministrati preparati estrogeni, nella seconda fase - gestagen e valutare se si è verificata una reazione mestruale;
  • test della gonadoliberina - valutazione dei livelli di FSH e LH prima e dopo la somministrazione di GnRH (analogo dell'ormone dell'ipotalamo a rilascio di gonadotropina) [1] [2] [7] [8] [9].

Per rilevare il macroprolattinoma, un tumore ipofisario benigno che produce prolattina in eccesso, viene eseguita una risonanza magnetica del cervello..

Per valutare le complicanze dell'amenorrea, viene eseguita la densitometria: una valutazione a raggi X della densità ossea.

Trattamento dell'amenorrea secondaria

Gli obiettivi del trattamento dell'amenorrea sono:

  • ripristino del ciclo mestruale;
  • prevenzione delle complicanze;
  • recupero della fertilità.

A seconda della causa dell'amenorrea, vengono utilizzati vari tipi di terapia:

  • Con insufficienza ovarica ipogonadotropica normoprolattinemica, per prima cosa normalizzare il peso corporeo e regolare lo stato psicoemotivo. La dieta dovrebbe essere ipercalorica, equilibrata, con l'aggiunta di vitamine A, E, D. Nel trattamento dell'anoressia nervosa, è necessario un corso di psicoterapia. Dopo la normalizzazione del peso corporeo, il ciclo entro sei mesi viene ripristinato nell'80% delle ragazze. Se questo approccio è inefficace, i farmaci per terapia ormonale sostitutiva con estrogeni e gestageni naturali possono essere usati per 3-6 cicli. Tipicamente, questo approccio consente di "rallentare" l'ipotalamo e riportarlo al tipo circolatorio fisiologico della produzione dell'ormone GnRH (uno stato in cui le sue emissioni di picco si verificano approssimativamente una volta all'ora). Se la paziente sta pianificando una gravidanza, è possibile stimolare l'ovulazione con antiestrogeni e gonadotropine [1].
  • Con l'insufficienza ovarica normogoladotropica normogonadotropica, il trattamento consiste nel correggere la malattia di base - sindrome dell'ovaio policistico. Inoltre, prima di tutto, regolano il peso e l'alimentazione. Una riduzione del peso corporeo con un eccesso di BMI di tre o più chilogrammi può innescare l'ovulazione spontanea. Superano la resistenza all'insulina osservando una dieta a basso contenuto di alimenti con un elevato indice glicemico e l'uso di metformina. Con peso corporeo normale o fallimento del trattamento, vengono utilizzati contraccettivi orali, che prevengono le complicanze e ripristinano il ciclo regolare. Nell'infertilità endocrina, l'ovulazione viene stimolata con antiestrogeni e gonadotropine [1] [10] [11].
  • Con insufficienza ovarica ipergonadotropica, la prevenzione delle complicanze e il ripristino della funzione mestruale consiste nella nomina della terapia ormonale sostitutiva in modo ciclico. Il recupero della fertilità è possibile utilizzando tecnologie di riproduzione assistita utilizzando un uovo di donatore.
  • In caso di amenorrea causata da difetti anatomici, il trattamento prevede un intervento chirurgico volto a ripristinare la normale anatomia degli organi, ad esempio la dissezione delle aderenze con la sinechia intrauterina. Dopo l'intervento chirurgico, viene prescritta una terapia ormonale sostitutiva per 3-6 mesi. Se non è possibile il ripristino completo della funzione riproduttiva, al paziente potrebbe essere chiesto di chiedere aiuto ai programmi di maternità surrogata [1] [10].
  • Con insufficienza ovarica iperprolattinemica associata a tumore ipofisario, il substrato anatomico dell'amenorrea viene rimosso per il trattamento. Con macroprolattinoma o altri tumori cerebrali con gravi sintomi neurologici, è indicata la rimozione chirurgica del tessuto patologico. Con microprolattinoma o macroprolattinoma asintomatico, vengono utilizzati i dopaminomimetici.
  • In caso di insufficienza ovarica iperprolattinemica non associata al tumore dell'ipofisi, la terapia farmacologica viene adattata e, se necessario, vengono prescritti dopaminomimetici [1] [10] [11].
  • Con la disfunzione ipotalamo-ipofisaria normoprolattinemica, vengono utilizzati farmaci per la terapia ormonale sostitutiva, se necessario, viene eseguita un'operazione per ripristinare la normale anatomia cerebrale.

Previsione. Prevenzione

La prognosi dipende dalla categoria di amenorrea, ma soprattutto per la vita e la salute con un trattamento tempestivo, è favorevole. Non sono stati sviluppati metodi specifici di profilassi [1]. La profilassi non specifica comprende uno stile di vita sano, il mantenimento di un peso corporeo normale, il rifiuto di irragionevoli interventi intrauterini e la tempestiva correzione delle malattie endocrinologiche.

Amenorrea secondaria è

L'amenorrea è una completa assenza di sanguinamento mestruale ciclico per lungo tempo (più di 6 mesi). Il corpo femminile è un sistema piuttosto variabile e l'impatto su di esso di vari fattori esterni e interni in determinati periodi della vita può avere un effetto significativo sull'attività delle ghiandole endocrine, il corso delle reazioni biochimiche, i processi metabolici, la sfera psico-emotiva e portare a reazioni inattese, tra cui l'amenorrea, tra cui.

L'amenorrea in una donna che ha raggiunto l'età adulta, spesso è motivo di preoccupazione. Tuttavia, è sempre giustificato? Nella maggior parte dei casi, naturalmente, l'assenza di mestruazioni segnala una malattia grave che richiede un trattamento immediato. Ma alcune manifestazioni di condizioni fisiologiche causate da cambiamenti funzionali nel corpo femminile sotto l'influenza degli ormoni - sia i propri che dall'esterno con i farmaci possono portare all'amenorrea.

Cause e tipi di amenorrea

Per motivi di occorrenza, si distinguono diversi tipi di amenorrea: falsi e veri. Falso, come suggerisce il nome, non implica una violazione della natura ciclica dello sfondo ormonale. Allo stesso tempo, le mestruazioni si verificano secondo il programma, ma non ci sono perdite. Il motivo è qualsiasi ostacolo nel loro percorso lungo il canale genitale. Molto spesso, questo tipo di amenorrea si verifica con uno sviluppo anormale congenito della vagina e dell'imene - atresia (fusione), che è abbastanza facilmente rimosso chirurgicamente. In assenza di disturbi nella sfera ormonale, nelle ovaie e in altri organi genitali, l'assenza di sanguinamento mestruale ciclico è chiamata vera amenorrea.

L'amenorrea fisiologica e patologica si distingue in base ai meccanismi di sviluppo. I processi che portano alla vera amenorrea fisiologica sono considerati completamente naturali..

Amenorrea fisiologica

Con l'amenorrea fisiologica, non ci sono cambiamenti organici nel corpo della donna, le cause del suo aspetto sono ormonali. Conoscere le caratteristiche del funzionamento del sistema endocrino femminile ti consente di non preoccuparti dell'inizio delle mestruazioni nel momento indicato nelle seguenti condizioni:

  • l'amenorrea fisiologica si nota durante la gravidanza e per diversi mesi dopo il parto durante l'allattamento. Responsabili di questo processo sono gli ormoni ovarici (progesterone) e la ghiandola pituitaria (prolattina), che sono responsabili della conservazione del feto, del suo portamento durante il tempo prescritto, della formazione di latte nelle ghiandole mammarie e dello sviluppo inverso dell'utero nel periodo postpartum.
  • le donne in menopausa mancano anche delle mestruazioni. Questo è un fenomeno fisiologico associato all'estinzione legata all'età della funzione riproduttiva e alla graduale cessazione dell'attività ormonale delle ovaie. In menopausa, il sistema riproduttivo femminile, per così dire, subisce un processo di sviluppo inverso, il cui esito logico è l'inizio dell'amenorrea.
  • l'età dei bambini prima dell'inizio del menarca (primo sanguinamento mestruale) è anche considerata una delle varietà di amenorrea fisiologica.
  • Le situazioni stressanti per il corpo possono anche portare a fluttuazioni del livello degli ormoni femminili nel sangue e alla cessazione del sanguinamento periodico per lungo tempo. Grave shock psico-emotivo, ansia, affaticamento cronico e persino un banale cambiamento nella regione climatica possono portare allo sviluppo di amenorrea psicogena.

Fattori esterni che sembrano non avere nulla a che fare con il funzionamento del sistema riproduttivo possono effettivamente avere un effetto grave sul corpo femminile. La loro azione viene svolta attraverso lo stesso cambiamento nel background ormonale e l'amenorrea da loro causata può essere definita condizionalmente fisiologica.

  • la vita moderna, con i suoi requisiti irragionevoli per la bellezza femminile, spesso costringe il gentil sesso nel senso letterale della parola a ridere del proprio corpo, facendolo svenire con diete e allenamento fisico. Nel migliore dei casi, questo è irto della cessazione delle mestruazioni. Nel peggiore dei casi, gravi disturbi mentali e cambiamenti irreversibili nelle condizioni degli organi interni. Le ragazze e le donne in costante perdita di peso dovrebbero ricordare che il grasso sottocutaneo è una sorta di deposito per gli ormoni sessuali femminili - estrogeni e con una perdita della sua massa inferiore al 22%, le mestruazioni rimarranno solo un ricordo.
  • Gli atleti professionisti, come le donne impegnate in un intenso lavoro fisico, spesso soffrono di amenorrea. Lo stress costante, l'attività fisica sproporzionata, la dieta ipocalorica, il mancato rispetto della routine quotidiana, i viaggi e i voli costanti richiedono la mobilitazione di tutte le forze. Il corpo comprende che tali condizioni di esistenza sono incompatibili con la gestazione della gravidanza e include meccanismi protettivi: il ciclo ovarico-mestruale si congela. L'amenorrea sportiva arriva.
  • i contraccettivi ormonali possono contribuire allo sviluppo dell'amenorrea, non solo durante il loro uso, ma anche qualche tempo dopo l'interruzione dell'assunzione. Ciò è dovuto all'inibizione della produzione della ghiandola pituitaria dei suoi stessi ormoni da parte dei progestinici contenuti nei contraccettivi. In assenza di patologie dell'ipofisi e dell'ovaio, il sanguinamento ciclico viene ripristinato entro pochi mesi dalla sospensione del farmaco. Se ciò non accade, è necessario contattare un ginecologo e sottoporsi a un esame dettagliato del corpo.
  • gravi malattie croniche e infettive che portano all'esaurimento del corpo, condizioni postoperatorie, disfunzione della ghiandola tiroidea possono anche causare la cessazione delle mestruazioni. In questo caso, la malattia di base dovrebbe essere trattata, che non ha nulla a che fare con il sistema riproduttivo..

Con tali cambiamenti, l'assenza di mestruazioni è una conseguenza, non una causa, e in alcuni casi richiede un esame e un trattamento dettagliati della patologia concomitante.

Amenorrea patologica

L'amenorrea patologica si sviluppa a causa di vari disturbi organici o funzionali ed è spesso dovuta alla loro combinazione, a qualsiasi livello del sistema riproduttivo della donna. Questa condizione non è già solo una violazione temporanea, ma una malattia indipendente e serve come motivo per contattare uno specialista.

La profondità della disfunzione riproduttiva distingue tra amenorrea primaria e secondaria.

Tipi di amenorrea primaria e secondaria:

  1. hypothalamic.
  2. pituitario.
  3. Ghiandola surrenale.
  4. ovarico.
  5. Uterino.

Amenorrea primaria

L'amenorrea primaria può essere discussa se una ragazza dell'età appropriata non ha un menarca. Ci sono alcune ragioni per questa condizione, ma è ancora piuttosto rara. Molto spesso, c'è un'insufficienza ovarica geneticamente determinata e le mestruazioni si verificano in età abbastanza avanzata - dopo 17 anni. Altrimenti, se le mestruazioni non sono arrivate, dovresti cercare una patologia organica a qualsiasi livello dell'area genitale.

Clinicamente, l'amenorrea primaria può manifestarsi come una completa mancanza di pubertà, il suo sottosviluppo, sullo sfondo della virilizzazione (aumento dello sviluppo dei tratti maschili) o di un normale fenotipo femminile, che suggerisce un livello di localizzazione della patologia.

La completa assenza di pubertà è associata a un profondo sottosviluppo delle ghiandole sessuali a causa di anomalie cromosomiche.

Lo sviluppo sessuale ritardato è spesso causato da danni organici alle strutture cerebrali (tumori, lesioni, meningite, encefalite, intossicazione). Una maggiore eccitabilità psicoemotiva viene alla ribalta in tali donne, sulle quali sono spesso registrate con psichiatri. I disturbi funzionali della regolazione ipotalamo-ipofisaria sono causati da una violazione della produzione di ormoni sessuali da parte dell'ipotalamo o della ghiandola pituitaria (ipogonadismo ipotalamico o ipofisario). Si manifesta come un ritardo nella pubertà sullo sfondo di caratteristiche sessuali secondarie debolmente espresse (scarsa crescita dei peli, ghiandole mammarie sottosviluppate), riduzione delle dimensioni corporee dell'utero e delle ovaie, riduzione dei livelli di estrogeni nel sangue e assenza quasi completa di ormoni luteinizzanti e stimolanti il ​​follicolo.

L'assenza di menarca sullo sfondo della pronunciata virilizzazione (aumento della crescita dei capelli, sviluppo di una figura maschile, ingrossamento della voce) è spesso associata a una violazione dell'attività funzionale della corteccia surrenale, tumori che producono ormoni nelle ovaie e ghiandole surrenali formate nel periodo prepuberale.

Le malformazioni congenite degli organi genitali femminili portano all'amenorrea primaria, in cui il fenotipo è tipicamente femminile, poiché l'attività ormonale non è compromessa. Questi includono aplasia dell'utero e della vagina (assenza totale o parziale di questi organi), così come la ginatresia (fusione lungo il canale genitale). Atresia vaginale può anche svilupparsi a causa di malattie infettive infantili (morbillo, difterite) o lesioni traumatiche nel perineo.

Amenorrea secondaria

L'amenorrea secondaria si sviluppa in donne e ragazze dopo un certo periodo di mestruazioni. La disfunzione del sistema ipotalamo-ipofisario, manifestata da una violazione del ritmo della secrezione di ormoni che regola il funzionamento ciclico delle ovaie, si sviluppa a causa di stress cronico e altre cause descritte nella sezione sull'amenorrea fisiologica. Le lesioni organiche dell'ipotalamo o della ghiandola pituitaria anteriore, la più comune delle quali è la sindrome di Sheehan (emorragia ipofisaria nel periodo postpartum), portano a persistenti disturbi del ciclo mestruale-ovarico e richiedono una terapia sostitutiva.

L'amenorrea secondaria si osserva anche quando le ovaie sono esposte a radiazioni ionizzanti, tumori ovarici ormonalmente attivi, sindrome dell'ovaio policistico, menopausa precoce e sindrome degli ormoni ipofisari ovarici insensibili. Il danno all'endometrio con la perdita della sua capacità di rispondere alla stimolazione ormonale può anche essere la ragione dell'assenza delle mestruazioni.

Diagnosi e trattamento dell'amenorrea

La diagnosi di amenorrea si basa su dati clinici, reclami dei pazienti sull'assenza di mestruazioni per almeno sei mesi e sui risultati di un esame di laboratorio e strumentale completo.

Viene eseguita una serie di test che determinano l'attività ormonale dell'ipotalamo, della ghiandola pituitaria, dello stato funzionale delle ovaie e dell'utero e è necessario esaminare un ginecologo. In alcuni casi, viene prescritta una risonanza magnetica o una radiografia della testa con la regione della sella turca in cui si trova la ghiandola pituitaria.

Dopo aver determinato la causa della violazione nell'area genitale femminile, viene prescritto un trattamento appropriato. Dovrebbero essere presi in considerazione i meccanismi di sviluppo della malattia, il livello di danno al sistema riproduttivo e la sua regolazione ormonale, l'ambiente della donna, la presenza o l'assenza di bambini. È necessario normalizzare la dieta, riposare bene, camminare all'aria aperta, moderata attività fisica, procedure di restauro, da additivi alimentari - prodotti iodati, terapia vitaminica e immunomodulatori. Con l'ipofunzione del sistema ipotalamo-ipofisario e delle ovaie, vengono prescritti farmaci ormonali appropriati per stimolare la funzione ovulatoria delle ovaie. L'iperprolattinemia dovuta all'uso prolungato di contraccettivi orali viene curata con successo assumendo bromocriptina, la dose e la durata del trattamento dipendono dal livello di prolattina nel sangue. L'amenorrea primaria è trattata con estrogeni usati in un regime ciclico per normalizzare lo sviluppo degli organi genitali.

Amenorrea secondaria

Tempo di lettura: min.

Amenorrea secondaria

Cos'è l'amenorrea secondaria e come affrontarla? Questa è una domanda che viene posta da quasi ogni terza donna che ha avuto una mancanza di mestruazioni dopo aver stabilito il proprio ciclo o almeno un episodio della propria vita, poiché spesso si presenta come sintomo di un'altra malattia.

Qual è l'amenorrea nelle donne?

Amenorrea secondaria: cos'è nelle donne, la frequenza della sua insorgenza, cause, capacità diagnostiche e opzioni di trattamento. Su questi e altri punti importanti, proveremo ulteriormente a capire e discutere.

Un'assenza secondaria di mestruazioni significa interrompere le mestruazioni in una donna in età riproduttiva per sei mesi o più quando viene stabilito il ciclo mestruale, quando il sintomo principale che indica questa patologia è l'assenza di una scarica sanguinolenta dal tratto genitale. Spesso, insieme a questo sintomo, il dolore nell'addome inferiore si trascina o fa male, problemi di salute mentale, aumento di peso e disturbi autonomi.

L'amenorrea secondaria nelle donne comporta l'esecuzione di un esame generale e ginecologico, lo studio del background ormonale, l'esame strumentale - vengono eseguiti ultrasuoni, radiografia del cranio, isteroscopia e talvolta laparoscopia.

Tra tutte le donne in età riproduttiva, l'amenorrea secondaria è di circa il 15%, mentre i motivi fisiologici per l'assenza di mestruazioni sono esclusi. Nella maggior parte dei casi, le donne con amenorrea secondaria richiedono l'infertilità come principale causa di trattamento. "Ho un'amenorrea secondaria e voglio avere figli", questo è ciò con cui le donne vengono nei centri di medicina riproduttiva o in un ginecologo, poiché i tentativi indipendenti di curare e causare le mestruazioni non hanno avuto successo.

Dovrebbe essere chiaro che la brusca cessazione delle mestruazioni in una donna con un ciclo stabilito indica una grave patologia nel corpo, che è associata sia alla patologia dal lato delle malattie ginecologiche sia alla patologia endocrinologica o psichiatrica.

Con l'amenorrea secondaria, si distinguono i principali cambiamenti in anatomia, genetica, processi biochimici, cambiamenti nel background ormonale e cause neuropsichiche che portano al suo sviluppo.

Cause di amenorrea nelle donne e nelle ragazze

In base al livello di danno, l'amenorrea secondaria è suddivisa in:

  • ipotalamico, che si verifica sotto l'azione di crono-infezioni, infezioni di eziologia virale, esposizione a un eccessivo allenamento fisico, forte sovraccarico mentale, organi riproduttivi. In questo caso, l'attivazione del sistema simpatico-surrenale si verifica con la stimolazione delle strutture cerebrali della regione ipotalamica. Sono stati osservati aumento di laboratorio dell'ormone luteinotropico e follicolo-stimolante, prolattina, adrenocorticotropo e ormoni stimolanti la tiroide, cortisolo, aldosterone e una riduzione dell'estradiolo e del progesterone. Non dimenticare l'amenorrea secondaria sullo sfondo della perdita di peso e della falsa gravidanza.
  • ipotalamo-ipofisi, può essere dovuto a iperprolatinemia sia funzionale che organica, poiché con l'aumento della produzione di prolattina, la produzione di gonadotropine diminuisce, il che spiega l'assenza di mestruazioni.
  • ghiandola surrenale, che si osserva con sindrome adrenogenitale, tumori e sindrome di Cushing.
  • ovarico, che si verifica con la sindrome dell'esaurimento ovarico prematuro, la loro resistenza, policistica, tumori, processi infiammatori, con menopausa, creati con mezzi artificiali.
  • uterino, che appare con infiammazione o danno all'endometrio
  • psicogeno, derivante da sconvolgimenti mentali o emotivi.

Cos'è l'amenorrea secondaria e come diagnosticarla? Prima di tutto, dovresti prestare attenzione alla clinica, ma la corretta definizione della sua forma e delle sue cause richiede ulteriori metodi diagnostici per ginecologi: endocrinologi, neuropatologi e psicoterapeuti. È anche importante il momento della comparsa delle prime mestruazioni, delle mestruazioni e della loro precedente natura, storia ostetrica, ginecologica e somatica, storia di traumi e interventi chirurgici, ereditarietà, dieta e stress fisico e mentale e l'effetto dello stress sul corpo della donna.

Ricorda, l'amenorrea secondaria, che una tale condizione richiede di consultare immediatamente un medico, poiché un trattamento adeguato eviterà l'insorgenza di gravi complicanze associate ad esso. A volte questo sintomo può essere corretto e adeguato dopo i corsi di terapia vitaminica e psicoterapia, la normalizzazione dello stress mentale o fisico e quindi l'uso di ormoni non è necessario per correggere lo sfondo ormonale.

Le ovaie con amenorrea secondaria in alcuni casi sono esaurite, colpite da patologie policistiche o di altra natura, a volte non funzionano o vengono rimosse.

La gravità dell'amenorrea è divisa in solo tre, a seconda del tempo della sua durata:

  1. Il primo grado di amenorrea è caratterizzato da una durata in cui il periodo di amenorrea non è più di un anno, mentre non ci sono lamentele e, dopo l'esame, viene determinato un leggero aumento delle dimensioni dell'utero.
  2. Il secondo grado - l'amenorrea dura da uno a tre anni, mentre i disturbi vegetovascolari nel corpo vengono alla ribalta e la dimensione dell'utero aumenta in modo significativo.
  3. il terzo grado è caratterizzato da una durata superiore a tre anni, mentre il quadro clinico è pronunciato, poiché si sono verificati processi irreversibili nel corpo.

Questo è solo un piccolo ingresso in una patologia così ampia e pericolosa per una donna del periodo riproduttivo, poiché con la sua presenza è impossibile svolgere la funzione riproduttiva e la qualità della vita è deteriorata a causa di disturbi autonomici, endocrini e psicogeni.

Amenorrea secondaria codice ICD 10

L'amenorrea secondaria è un concetto che caratterizza la non comparsa delle mestruazioni dopo sei mesi o più, soggetto a preesistenze.

Amenorrea secondaria secondo ICD 10.

Secondo la revisione dell'ICD X (la classificazione internazionale delle malattie è menzionata nella classe XIV - malattie del sistema genito-urinario (N00-N99)), sezione N80-N98 secondo l'ICD 10 - malattie non infiammatorie degli organi genitali femminili. Ciò include tutte le violazioni della funzione mestruale tra le donne in età riproduttiva da sei mesi in poi, o anche l'assenza di mestruazioni in una ragazza in età puberale - fino a 16 anni. Non dimenticare le condizioni fisiologiche nel corpo di una donna, quando l'amenorrea non è un sintomo patologico: gravidanza, allattamento e allo stesso tempo non richiedono alcuna diagnosi, correzione e trattamento.

Amenorrea secondaria - codice secondo ICD 10 N91.1. La frequenza della sua diffusione nella popolazione è di circa il 78 - 80%, mentre l'amenorrea primaria viene rilevata solo nel 4% delle donne. È un sintomo di disturbi policistici, metabolici ed endocrini, disfunzione surrenalica.

L'amenorrea secondaria - codice ICD 10 N91.1 - è caratterizzata dall'assenza di mestruazioni tra le donne di età compresa tra 16 e 49 anni con una durata di 6 mesi o più quando sono determinate almeno una volta nella vita o con un ciclo mestruale precedentemente normale. Le cause della sua insorgenza sono molto variabili e, a seconda del livello di danno nel corpo, sono classificate in ipotalamico, ipofisi, ovarico e uterino. La forma ipotalamica di amenorrea si verifica con malattie mentali o neurologiche, con una lesione tumorale di questa struttura cerebrale, esposizione a forti stress e sentimenti, fame, forte perdita di peso. Le cause ipofisarie sono causate da disturbi e cambiamenti nella ghiandola pituitaria - un processo tumorale o disturbi circolatori in quest'area. Nel periodo postpartum, ciò è dovuto alla perdita di sangue o allo shock batterico..

Cause e segni di amenorrea

L'amenorrea ovarica è causata dalla sindrome da esaurimento ovarico, dalla sindrome dell'ovaio policistico, dai tumori o dalla loro completa rimozione.

E la forma uterina indica la sconfitta dell'utero da parte del processo tubercolare, la presenza di sinechia nella cavità uterina, il danno all'endometrio durante l'isteroscopia o un'ustione dell'endometrio quando esposto a sostanze chimiche, nonché l'amputazione o l'estirpazione di esso.

ICD 10: l'amenorrea secondaria con patologie uterine è abbastanza comune e patologie come l'atresia del canale cervicale e la sinechia uterina (codice secondo ICD-10 N85.6) sono causate da effetti traumatici sull'endometrio o manipolazioni ruvide, curettage con danni allo strato basale dell'endocervice.

Le violazioni del sistema ipotalamo - ipofisario di natura funzionale sono associate allo sviluppo dell'amenorrea secondaria - il codice ICD X della revisione N91.1 include condizioni come:

  • l'assenza di mestruazioni dopo la loro esistenza in mezzo a una forte perdita di peso
  • amenorrea secondaria psicogena a seguito di disturbi emotivi e psicologici
  • Iperprolattinemia - amenorrea secondaria - codice ICD 10 - E22 è associata sia al danno primario alle strutture che producono prolattina che alle patologie endocrine o non endocrine femminili associate o all'uso di determinati farmaci.

L'amenorrea secondaria a 10 mcb comprende anche forme ovariche:

  • sindrome dell'ovaio resistente
  • sindrome da deplezione ovarica, che, insieme all'assenza di mestruazioni, si combina con sintomi che indicano una carenza di estrogeni e ipergonadotropinemia nella normale storia del ciclo.
  • sindrome dell'ipertrofia ovarica, che è iatrogena e il suo aspetto è associato a un trattamento errato o all'automedicazione, cioè all'automedicazione.

Amenorrea secondaria - ICD10

Categoria in classificazione:Classificazione internazionale delle malattie ICD-10
Grado:14. N00-N99. Malattie del sistema genito-urinario
Bloccare:N80-N98. Malattie non infiammatorie degli organi riproduttivi femminili
Paragrafo:N91. Mancanza di mestruazioni, oligo e opsomenorrea
Sottotitolo:N91.1. Amenorrea secondaria

Sintomi di amenorrea nelle donne

L'amenorrea secondaria (ICD 10 - codice N91.1.) Ha un classico complesso di sintomi, in cui l'assenza di mestruazioni viene alla ribalta come il sintomo più importante, e talvolta l'unico, a condizione che lo fossero prima. Ma questo non è sempre un sintomo, molto spesso è un sintomo complesso in cui ci sono:

  • un forte aumento di peso o mancanza, fino alla cachessia
  • un forte cambiamento di umore, irritabilità, pianto, confusione: tutto ciò è associato a disturbi psicoemotivi
  • diminuzione della libido
  • un cambiamento nel timbro della voce, crescita dei capelli in tutto il corpo, sudorazione: tutto ciò è dovuto ad un aumento del testosterone nel corpo della donna
  • galattorrea in assenza di gravidanza
  • sintomi della menopausa - vampate di calore, dolore toracico

Il codice ICD, l'amenorrea secondaria e la sua prevenzione mirano a osservare il regime del calendario del ciclo per la diagnosi precoce dell'amenorrea e delle cure, poiché l'accesso precoce alle cure mediche impedisce la progressione della malattia. Con l'amenorrea secondaria, è molto importante normalizzare il peso corporeo e mantenere una corretta alimentazione utilizzando alimenti arricchiti con fibre e vitamine, un gran numero di frutta e verdura.

Cause e trattamento dell'amenorrea

Il suo trattamento viene effettuato utilizzando farmaci ormonali per ripristinare i cambiamenti mensili e ciclici nelle ovaie e nell'utero, normalizzare i livelli ormonali, stimolare l'ovulazione, che aumenta la probabilità di gravidanza, soprattutto se una donna lo desidera, poiché questa è la principale lamentela quando una donna chiama un medico con amenorrea. In presenza di un tumore, qualsiasi eziologia che causa amenorrea, deve essere rimossa chirurgicamente. Con fenestrazione ovarica policistica è indicato. Con disabilità funzionali, il regime di lavoro, riposo, attività fisica e lavoro mentale dovrebbe essere regolato e quindi le mestruazioni inizieranno senza l'uso di ormoni.

Ora concentriamoci sui principali sintomi dell'amenorrea secondaria e sulla loro diagnosi.

Cause di amenorrea secondaria

Se una giovane donna non ha avuto le mestruazioni per sei mesi o più (in precedenza erano, relativamente parlando, regolari) - questa condizione è chiamata amenorrea secondaria. L'amenorrea di primo ordine comprende casi in cui una donna adulta non ha mai avuto un ciclo mestruale. Se una donna di età superiore ai quindici anni non ha mai avuto le mestruazioni, la medicina fa una diagnosi di amenorrea primaria, la cui causa principale sono patologie ormonali o anatomia (la maggior parte sono congenite).

Le cause alla radice dell'amenorrea secondaria

  • Secondo le statistiche, la causa principale della malattia è spesso la condizione patologica dell'ipotalamo. L'ipotalamo è il centro di controllo nel cervello. L'ipotalamo è responsabile del normale metabolismo, del funzionamento dei genitali e di altre ghiandole. Nell'ipotalamo viene controllata la cooperazione del sistema ormonale e nervoso.
  • L'amenorrea causata da anomalie nella ghiandola pituitaria, la principale ghiandola endocrina situata alla base del cervello, è meno comune. Il controllo dall'ipofisi garantisce il funzionamento del sistema ormonale.
  • La causa può essere disturbi ormonali sullo sfondo di malfunzionamenti nella secrezione di estrogeni - ormoni femminili. Un eccesso di androgeni - gli ormoni maschili (questa malattia è chiamata iperandrogenismo) è anche pericoloso.
  • A volte la causa della malattia sono patologie nel funzionamento della ghiandola tiroidea, delle ghiandole surrenali e di altre ghiandole endocrine.
  • L'amenorrea si manifesta in modo piuttosto acuto a causa di tumori benigni o maligni..

Disturbi ipotalamici

I disturbi ipotalamici spesso portano alla formazione di amenorrea. Uno dei compiti importanti dell'ipotalamo è la produzione dell'ormone che rilascia gonadotropina (il suo nome abbreviato è l'ormone GRH). Secondo i numerosi processi nervosi, l'ormone GRH penetra nella ghiandola pituitaria, causando la formazione e il rilascio di ormoni follicolo-stimolanti e luteinizzanti e la prolattina nel sistema circolatorio. Tutti questi ormoni ipofisari controllano il rilascio di androgeni ed estrogeni (ormoni maschili e femminili) nel corpo..

A volte una debole secrezione dell'ormone GRH nell'ipotalamo è causata da alcuni malfunzionamenti nel corpo.

  • Infezioni pericolose (come sepsi cronica).
  • Ferita alla testa.
  • Emorragia.
  • Drammatica perdita di peso, anoressia nervosa.
  • Improvviso aumento di peso che porta all'obesità.
  • Azione di medicine.
  • Patologia congenita dell'ipotalamo.

Questa amenorrea si chiama ipotalamica, viene diagnosticata da un normale livello di prolattina, FSH e androgeni con un basso contenuto di ormone LH. LH ha lo scopo di stimolare l'ovulazione quando un uovo femminile maturo viene espulso dall'ovaio all'utero. Un livello costantemente abbassato di LH provoca una mancanza di ovulazione, si sviluppa l'amenorrea..

Disturbi ipofisari

L'amenorrea secondaria appare a seguito di disturbi ipofisari. L'ormone pituitario si chiama prolattina, è responsabile dello sviluppo, dell'ingrandimento e del funzionamento delle ghiandole mammarie. Se c'è troppa prolattina, questo si chiama iperprolattinemia, che più spesso di altre patologie dell'ipofisi porta all'amenorrea secondaria.

  • La norma del contenuto di prolattina è considerata 61-512 mU / l.
  • Se c'è un aumento dell'ormone al di sopra di un livello specificato, viene fatta una diagnosi di iperprolattinemia.
  • Se la prolattina è 450-512 mU / l - sono possibili irregolarità nel ciclo mestruale.
  • Un successivo aumento della quantità di prolattina a 450-750mU / L è la causa dell'infertilità (perché non c'è ovulazione).
  • La prolattina superiore a 3.000mMU / L porta a una completa cessazione delle mestruazioni.

Disturbi metabolici ormonali

Il metabolismo è il metabolismo delle sostanze organiche, perché tutti i disturbi associati a questo processo sono chiamati metabolici.

  • L'ipotiroidismo è una ridotta attività della funzione tiroidea. I meccanismi dell'ipofisi e dell'ipotalamo controllano la ghiandola tiroidea e il sistema riproduttivo. Il rilascio dell'ormone tireotropina stimola il rilascio di TSH e prolattina, controlla la quantità di ormoni tiroidei. Se la ghiandola tiroidea produce piccoli ormoni, l'ipotalamo aumenta automaticamente il loro livello, aggiungendo TRG. Allo stesso tempo, viene prodotta la prolattina, che provoca la patologia delle mestruazioni. Per diagnosticare la malattia, il paziente viene inviato per i test dell'ormone stimolante la tiroide TSH, T4 libero e tiroxina.
  • Il diabete è caratterizzato da carenza di insulina e scarsa funzionalità ovarica. Il risultato di tali patologie è lo sviluppo dell'amenorrea secondaria. Nei pazienti con tali disturbi, manca l'ormone FSH della ghiandola pituitaria, l'ormone LH, nonché il testosterone e l'estradiolo.
  • L'obesità contribuisce ad aumentare l'attività della corteccia surrenale nelle donne obese. Le ghiandole surrenali sono piccole ghiandole situate sopra i reni e costituite da una coppia di strati (corticale e cerebrale). Il risultato è un aumento del livello di androgeni, di conseguenza si sviluppa una sindrome dell'ovaio policistico con un gran numero di manifestazioni della clinica e difetti ormonali, tra cui l'amenorrea.
  • Peso patologicamente basso a causa dell'anoressia, il rifiuto di mangiare è tipico per le donne dai tredici ai diciotto anni. Tali processi nel corpo sono associati ad alcuni disturbi mentali. Affinché il sistema genitale funzioni normalmente, è necessario mantenere un peso normale. Il tessuto adiposo costituisce normalmente almeno 1/5 del peso totale. La carenza di cellule adipose nel corpo contribuisce a un cambiamento patologico degli estrogeni. Le analisi di tali pazienti mostrano un basso livello di LH, FSH ed estradiolo..

Sindrome iperandrogenica

Se il corpo femminile ha un eccesso di androgeni (iperandrone), si sviluppa la sindrome iperandrogenica. Questa direzione ormonale è una ragione importante per lo sviluppo della malattia - amenorrea secondaria. Gli androgeni hanno origini diverse: surrenali, ovarici e ipofisari.

Sintomi

Conoscendo il concetto e i sintomi dell'amenorrea secondaria, i suoi principali sintomi clinici dovrebbero essere analizzati. Quindi, i sintomi dell'amenorrea secondaria sono sempre diversi, a seconda della sua forma, ma l'assenza di mestruazioni per più di sei mesi nelle donne in età riproduttiva è un sintomo patognomonico. Molto spesso, l'assenza di mestruazioni è accompagnata da eccesso di peso, aumento dei livelli di testosterone, che si manifesta con la sudorazione, un cambiamento nella forma del tipo maschile, la crescita dei capelli è migliorata in luoghi non tipici della crescita dei capelli nelle donne e la voce cambia.

Amenorrea secondaria: i suoi sintomi nella maggior parte dei casi sono combinati con la galattorrea sullo sfondo dell'iperprolattinemia. Possono esserci sintomi della menopausa: vampate di calore, dolore dietro lo sterno, sudorazione, mal di testa, cambiamenti dell'umore, irritabilità. Con la forma uterina, le mestruazioni cessano gradualmente, all'inizio sono scarse e vengono sostituite da una completa assenza. La forma psicogena di amenorrea, oltre ai suddetti sintomi, si combina con l'indifferenza verso se stessi e gli altri, depressione, ansia, anoressia e manifestazioni autonome. Pertanto, l'assenza di mestruazioni per più di 6 mesi richiede una diagnosi approfondita per stabilire la causa del suo verificarsi e la corretta selezione del trattamento.

Diagnosi di amenorrea secondaria

Quando una donna viene trattata con l'amenorrea, la gravidanza deve essere esclusa. Un esame del sangue per hCG aiuterà in questo nel 100% dei casi, poiché un test di gravidanza e gli ultrasuoni non sono sempre affidabili.

Dove ottenere una diagnosi di amenorrea secondaria e come trattarla correttamente? Cercheremo di rispondere a tutte queste domande in una forma accessibile..

Amenorrea secondaria: il suo esame consiste in diverse fasi:

  1. Anamnesi iniziale
  2. Esame di fase 1
  3. seconda fase della diagnosi
  4. terzo stadio
  5. diagnostica del quarto stadio.

Amenorrea secondaria: l'esame al primo trattamento dovrebbe iniziare con una storia medica: il momento in cui si è verificata la prima mestruazione, come è proceduta la funzione mestruale, la funzione riproduttiva, la presenza di operazioni sui genitali, sugli organi pelvici e sulla cavità addominale. Viene chiarita la presenza di sintomi della menopausa, quale tipo di crescita dei capelli, indipendentemente dalla presenza di galattorrea, per valutare la mancanza di peso o, al contrario, il suo eccessivo guadagno, la presenza alla vigilia di stress emotivi o esperienze significative, lo sforzo fisico e anche per scoprire se una donna sta assumendo farmaci.

Le analisi con amenorrea secondaria sono sempre mostrate, poiché solo dopo i loro risultati possiamo giudicare con grande sicurezza il livello di danno con il sistema ipofisi-ipotalamo-ovaio-utero.

Amenorrea secondaria: test eseguiti per tutte le donne senza eccezioni:

  • ormoni follicolizzanti, luteinizzanti, estradiolo, testosterone e prolattina
  • con iperprolattinemia, viene diagnosticata la ghiandola tiroidea (T3, T4, TSH), TC e RM, determinazione dei campi visivi.

Immediatamente è necessario condurre una revisione radiografica del cranio con uno studio approfondito della sella turca, per studiare i livelli di prolattina e TSH nel sangue, per rilevare l'ipotiroidismo nascosto.

Test del progesterone per l'amenorrea. Analisi, amenorrea secondaria: la sua diagnosi include fin dall'inizio un test con gestageni e per valutare il deflusso di sangue attraverso il tratto genitale. Per questo, vengono utilizzati i gestageni: norkolut, duphaston o progesterone a 10-15 mg al giorno per 5 giorni e dopo 2 a 7 giorni viene determinata una reazione mestruale. Se il test è positivo, questo indica un pieno deflusso di sangue mestruale, l'endometrio è buono, il livello di estrogeni è sufficiente, il che porta a cambiamenti proliferativi nell'endometrio.

Se una settimana dopo un test con gestageni non vi è alcuna reazione mestruale, ciò indica un deflusso incompleto di sangue dall'utero, l'assenza di un buon endometrio e una debole funzione ovarica. E poi eseguono un test con estrogeni: una donna prende 0,625 mg di premarina per 21 giorni e negli ultimi cinque giorni di assunzione prende anche 10 mg al giorno di medrossiprogesterone acetato. Il risultato viene valutato dall'endometrio: in caso contrario, ciò indica una forma uterina di amenorrea secondaria e se si verifica una diminuzione della capacità funzionale delle ovaie.

Amenorrea secondaria: le analisi a livello di gonadotropine consentono di dividerlo in forme iper, ipo e normogonadotropiche.

Con una forma ipergonadotropica, il livello di FSH e LH è ridotto, il che indica una funzione debole delle ovaie e quindi una donna simile ha una biopsia ovarica e determina il cariotipo nei centri medico-genetici, seguito da una consulenza.

L'amenorrea ipogonadotropica viene diagnosticata dopo risultati negativi del test con gestageni e positivi con estrogeni, che indica amenorrea di genesi centrale, poiché ciò accade più spesso con tumori nell'ipofisi o ipotalamo, con sindrome di Sheehan o anoressia nervosa.

L'amenorrea normogonadotropica è piuttosto mal distribuita, poiché il livello di gonadotropine è basso e non è sempre determinato con metodi di laboratorio o a causa dell'eterogeneità delle gonadotropine, di cui alcune sono biologicamente inferiori.

E infine, è necessario differenziare quale forma di amenorrea è ipofisaria o ipotalamica. A tal fine, viene mostrata la tomografia della regione diencefalico-ipofisaria, l'istituzione di una mancanza di gonadotropine e ormone stimolante la tiroide con cortisolo e altri ormoni surrenali - quindi la diagnosi di ipopituitarismo è inequivocabile. Per determinare la capacità delle cellule gonadotropiche di rispondere alla stimolazione con le liberine, viene eseguito un test con luliberina alla dose di 100 μg e la determinazione del livello degli ormoni luteinotropici al 15 °, 30 °, 60 ° e 120 ° minuto. Nel caso di un test positivo, c'è un aumento di LH cinque volte all'ora dopo la somministrazione del farmaco.

Trattamento dell'amenorrea secondaria

Quindi, il medico stabilirà la conclusione sulla presenza di amenorrea secondaria solo dopo l'esame e quindi prescriverà un certo trattamento, a seconda della sua forma. Con il giusto trattamento, l'efficacia può già essere osservata dopo un ciclo ripristinato, i processi fisiologici tornano al solito ritmo di lavoro, che porta al ripristino della fertilità.

Come trattare l'amenorrea secondaria e come trattare l'amenorrea secondaria nelle donne in età riproduttiva? Questo problema viene costantemente discusso in Conferenze e associazioni mondiali, poiché il trattamento dell'amenorrea primaria e secondaria è diverso e svolge un ruolo molto importante nella funzione riproduttiva di una donna..

Il trattamento dell'amenorrea secondaria è più spesso conservativo, ma a volte, ad esempio, con malattia policistica, trattamento chirurgico, laparoscopia, è il metodo razionale. Quando si identifica l'amenorrea della genesi secondaria, vale la pena identificare la causa che porta al suo aspetto e il modo di sradicarla.

Il trattamento di una tale patologia in una donna dovrebbe essere fatto da un ginecologo-endocrinologo che ripristinerà e normalizzerà la natura e il ritmo del ciclo mestruale.

Come trattare l'amenorrea secondaria che si è manifestata in un contesto di significativa perdita di peso e sviluppo di anoressia? Prima di tutto, è indicata la nomina di una dieta ipercalorica, sedativa e talvolta la psicoterapia. Nell'obesità, al contrario, usano un'alimentazione ipocalorica. Se i carichi fisici e atletici sono intensi o qualsiasi fattore psicogeno agisce sul corpo della donna, allora l'influenza di tali momenti sul corpo della donna dovrebbe essere esclusa, il che porterà al risultato desiderato: ripristino delle mestruazioni. A volte questo può essere raggiunto dopo la normalizzazione del regime di lavoro e riposo, e anche dopo la stabilizzazione dell'equilibrio emotivo e psicologico della donna. E solo dopo la normalizzazione del peso corporeo per il trattamento utilizzare estrogeni - progestinici per almeno tre mesi.

Come trattare l'amenorrea secondaria nella sindrome dell'ovaio resistente, quando il test della gestagena è positivo, ciò implica la stimolazione dell'ovulazione per 1-3 mesi con clomifene per normalizzare il ciclo mestruale.

Se l'amenorrea si verifica a seguito di una menopausa precoce, vengono utilizzati COC a basso dosaggio insieme a farmaci usati in menopausa per tre mesi con una pausa di un mese, e così via fino a quando si verifica la menopausa naturale, che si verifica in media a 49.

Amenorrea secondaria: come trattarla se la causa della sua insorgenza sono le formazioni tumorali delle ovaie o della ghiandola pituitaria? C'è una risposta inequivocabile a questa domanda, poiché per queste donne è indicato un trattamento chirurgico: l'isteroscopia nella sindrome di Asherman allo scopo di dissezionare le aderenze nella cavità uterina, la dilatazione del canale cervicale e l'isteroscopia vengono eseguite con atresia completa e la TOS è indicata in alcuni casi per tre mesi.

Amenorrea secondaria: come trattarla, se la causa del suo verificarsi è la patologia della ghiandola tiroidea. In tali casi, gli ormoni tireotropici vengono utilizzati per lungo tempo e se una donna ha iperprolattinemia funzionale, vengono utilizzati farmaci del gruppo parlodel.

Amenorrea secondaria: il trattamento con rimedi popolari negli ultimi anni è diventato molto diffuso. Ma non dobbiamo dimenticare che può essere utilizzato solo dopo aver consultato un ginecologo - un endocrinologo dopo una diagnosi completa e una determinazione della causa dell'amenorrea, poiché l'uso indipendente della medicina tradizionale può essere inefficace e persino più pericoloso per la salute di una donna.

Amenorrea secondaria: il trattamento con rimedi popolari è possibile solo dopo un'esclusione affidabile della gravidanza, l'eliminazione delle allergie ai preparati a base di erbe utilizzati in medicina e i consigli medici. E solo dopo aver eliminato tutte le controindicazioni sulla raccomandazione del medico curante, puoi utilizzare una delle ricette per trattarla con metodi alternativi.

Considera i suggerimenti popolari più comuni:

  • Macina 50 g di radice di Rhodiola rosea e versa mezzo litro di alcool al 40%, quindi mettilo in un luogo buio per 2 settimane, quindi prendi 15 gocce tre volte al giorno 30 minuti prima dei pasti per due settimane
  • prendere 500 ml di olio d'oliva e schiacciarvi un bicchiere di viburno, seguito da infusione per 10 giorni, filtrare e prendere 2 cucchiai a stomaco vuoto e immediatamente prima di coricarsi per tre mesi
  • Metti 100 grammi di prezzemolo in 1,5 l di acqua e fai bollire per 20 minuti, seguito da una tintura per 2 ore. dopo di che deve essere bevuto durante il giorno per due mesi, seguito da una diminuzione dell'acqua a mezzo litro e bere fino a sei mesi.
  • 20 tonsille, 20 foglie di geranio, 2 limoni con scorza, 2 cucchiai fiori di biancospino, 1 g di polvere di canfora, 1 cucchiaio. tinture di valeriana e 20 gocce di menta piperita: mescola tutto e prendilo 3 volte al giorno prima dei pasti
  • Amur velluto, ortica, borsa da pastore, radice di liquirizia e uccello alpinista in un rapporto di 1: 4, schiacciato e asciugato. Mescoli la miscela preparata e prenda 2 cucchiai ogni giorno. riempilo con 1 litro di acqua bollita e fai bollire fino a 1/3 del brodo preparato, insistiamo per almeno un'ora, seguito dalla filtrazione. Prendi 1 cucchiaio tre volte al giorno per 14 giorni.
  • per 2 litri di acqua, 0,5 kg di aghi di pino fanno bollire per 30 minuti e insistono per 2 ore. Separatamente, prendere 100 g di radice di zenzero, macinare e far bollire in un litro di acqua per 30 minuti, seguito da infusione per almeno 40 minuti. Nel bagno con acqua a una temperatura di 38 gradi versare i brodi cotti con l'aggiunta di 1 cucchiaino. Oli di thuja, fai un bagno ogni giorno per 30 minuti per due settimane.

Va ricordato che se una donna vuole ripristinare la funzione riproduttiva, in questo caso la prognosi dipende dalla sua forma. E se l'infertilità continua, allora a una donna viene mostrata una consultazione con un riproduttologo, poiché le moderne tecnologie di riproduzione assistita consentono la fecondazione in vitro e danno alla luce un bambino.

Farmaci per il trattamento dell'amenorrea secondaria

Conoscendo la diagnosi, le cause e i meccanismi della comparsa dell'amenorrea secondaria, è necessario smontare i farmaci usati per l'amenorrea secondaria

Farmaci per il trattamento dell'amenorrea secondaria. Tra questi, si distinguono diversi gruppi, a causa del fatto che la malattia stessa è una conseguenza di malattie o una violazione del background ormonale nel corpo durante il periodo riproduttivo della vita.

Per eliminare la causa dell'amenorrea secondaria, è necessario ricorrere a tali metodi:

  • stabilizzazione dell'equilibrio mentale ed emotivo nel corpo di una donna
  • terapia vitaminica
  • buona dieta
  • gestione dello stress e gestione dello stress
  • stabilizzazione del sistema nervoso e rafforzamento
  • terapia ormonale
  • a volte vale la pena ricorrere al trattamento chirurgico, poiché l'effetto dei farmaci non ha alcun senso
  • in caso di uno stile di vita sbagliato, vale la pena cambiarlo
  • il lavoro e il riposo dovrebbero essere stabilizzati
  • rinunciare alle diete per perdere peso, poiché l'anoressia è una causa comune di amenorrea

Amenorrea secondaria: trattamento, droghe e metodi del loro uso.

La terapia ormonale sostitutiva si basa sull'uso di farmaci con estrogeni, con progestinici, antiestrogeni, analoghi degli ormoni a rilascio di gonadotropina, contraccettivi orali combinati. Spesso utilizzavano anche rimedi omeopatici di origine vegetale o animale..

Tra gli estrogeni per il trattamento dei disturbi ovarici, sono diffusi divigel, folliculina e proginova. I progestinici sono conosciuti come utrozhestan, duphaston, luteina. Antiestrogeni come il clomifene sono usati per stabilizzare la funzione ovarica. Omeopatia, ampiamente usata nel nostro paese - apilak, remens, mastodinon, ciclodinone o climadinone.

Duphaston e amenorrea secondaria

Il suo sviluppo è associato a molti fattori diversi, ma la direzione del trattamento è quasi la stessa: terapia ormonale sostitutiva combinata con duphaston in combinazione con estrogeni, dopo di che viene ripristinato il ciclo mestruale e si verifica l'ovulazione, che le donne sognano con cicli anovulatori e il desiderio di rimanere incinta. Cercheremo di esaminare brevemente quale effetto ha sul corpo della donna quando viene utilizzato, quali controindicazioni da utilizzare potrebbero esserci e quali effetti collaterali sorgono sullo sfondo del suo uso.

Duphaston con amenorrea secondaria agisce a causa del fatto che contiene dydrogesterone, che nella sua struttura e proprietà è molto simile al progesterone naturale e non causa effetti collaterali inerenti a molti progestinici sintetici. Quando lo si utilizza, la mancanza di progesterone naturale viene completamente sostituita e, di conseguenza, si verificano processi caratteristici della seconda fase del ciclo, che portano all'allentamento dell'endometrio per l'impianto dell'uovo o al suo rifiuto in assenza di fecondazione.

Duphaston con amenorrea secondaria è indicato solo dopo un esame preliminare e un controllo degli indicatori di laboratorio dei livelli ormonali. Di norma, è usato per trattare l'amenorrea secondaria dall'11 ° al 25 ° giorno di un ciclo di 10 mg 2 volte al giorno contemporaneamente. Non dimenticare che è un farmaco a lunga durata d'azione e talvolta il suo risultato appare dopo diversi cicli.

Il trattamento dell'amenorrea secondaria con duphaston a volte provoca alcuni effetti collaterali, tra cui il più comune è un leggero aumento del peso corporeo e se si segue una dieta ipocalorica, questo effetto collaterale può essere eliminato. Emicrania e mal di testa sono rari, eruzioni allergiche e prurito sono molto rari.

Amenorrea secondaria: il trattamento con duphaston, lo schema e la sua dose sono selezionati individualmente solo da un medico che ha i risultati di tutti gli esami di una donna, quindi non dovresti prescrivere questo farmaco da solo o modificare le dosi prescritte da uno specialista.

Duphaston - l'amenorrea secondaria può anche avere controindicazioni al suo scopo. Questi includono la sindrome di Rotor e Dabin-Jones, il prurito in una precedente gravidanza, l'allattamento al seno e, naturalmente, l'intolleranza individuale al dydrogesterone. quindi altri progestinici nella struttura e nella struttura vengono utilizzati per il trattamento.

Eppure, come ripristinare i giorni critici e il ciclo mestruale con l'aiuto di Duphaston. In primo luogo, dovresti chiedere il parere di un medico che escluderà la gravidanza e, se è assente, l'utilizzo di una serie di metodi di laboratorio e strumentali stabilirà il motivo della loro assenza se esistessero in precedenza. In presenza di fattori sfavorevoli dall'esterno: stress, cambiamenti climatici, esperienze dopo la loro eliminazione, le stesse mestruazioni vengono ripristinate. Se, dopo aver eliminato le cause dell'amenorrea, le mestruazioni non si sono riprese dopo più di 10 giorni, sono indicati uno studio del background ormonale della donna e la nomina della terapia farmacologica. Duphaston è il farmaco di scelta ed è prescritto 1 compressa 2 volte al giorno per cinque giorni e le mestruazioni dovrebbero iniziare dopo aver interrotto l'assunzione o prima che termini, o 3-7 giorni dopo la sua cancellazione. Se il ciclo precedente era irregolare, il suo scopo viene mostrato per 3-6 mesi da 11 a 25 giorni, il che porta, nella maggior parte dei casi, al suo ripristino.

Gravidanza e amenorrea secondaria

La diagnosi di amenorrea, come abbiamo già scoperto, è un sintomo di una delle malattie del corpo della donna durante il periodo riproduttivo o è una condizione fisiologica. Prima di tutto, dopo l'istituzione o la comparsa della tua assenza di mestruazioni, dovresti consultare un medico per determinare il motivo della loro assenza, poiché il trattamento dipenderà dalla causa di questa violazione e da come inizia il processo.

Molte donne nel corso della vita, nei suoi vari periodi, pongono la domanda: posso rimanere incinta di amenorrea secondaria? È sicuramente impossibile ottenere una risposta, poiché, prima di tutto, vale la pena scoprire la sua causa di insorgenza: la presenza di patologia extragenitale o l'assunzione di alcuni farmaci che possono interrompere in modo significativo il ciclo mestruale o contribuire alla cessazione delle mestruazioni.

Con l'amenorrea secondaria, posso rimanere incinta o no? Se questa non è amenorrea durante l'allattamento, di cui parleremo più avanti, allora non può verificarsi una gravidanza con amenorrea dopo un rapporto non protetto, poiché le ovaie sono immature, le ciglia delle tube di Falloppio sono stazionarie, il che non fornisce un'adeguata consegna di sperma nelle tube di Falloppio, che e porta allo sviluppo dell'infertilità. La gravidanza può verificarsi solo se la patologia organica dell'utero o delle ovaie è completamente esclusa, nonché dopo la normalizzazione delle ghiandole endocrine del corpo, che sono in grado di regolare il ciclo mestruale.

La gravidanza con amenorrea secondaria nel 70% dei casi, secondo le statistiche, si verifica non prima di sei mesi dall'inizio del suo trattamento, e talvolta molto di più, ma solo sotto la supervisione di un medico riproduttivo che dirige l'intero trattamento al verificarsi dell'ovulazione e della maturazione delle uova.

Amenorrea secondaria: è possibile rimanere incinta durante l'allattamento? Naturalmente, non tutti sanno che la gravidanza può verificarsi durante l'allattamento, quindi le madri che allattano non sono protette da una gravidanza indesiderata. E solo nei primi mesi dopo il parto, la gravidanza non può verificarsi con l'allattamento al seno, poiché gli intervalli tra le poppate diventano non più di tre ore, mentre l'attività della prolattina è attivata e non si verifica l'ovulazione e l'endometrio uterino è costantemente desquamato, senza attendere l'inizio della gravidanza. L'Organizzazione mondiale della sanità per l'allattamento al seno ha proposto di prolungare l'alimentazione notturna e dormire insieme alla madre fino a quando il bambino non avrà due anni, il che prolungherà l'amenorrea. Secondo l'osservazione, in quasi il 90% delle donne, la gravidanza durante l'allattamento non si verifica fino a quando i periodi tra le poppate non diventano più di tre ore, poiché l'uovo non matura, e quindi non puoi tranquillamente essere protetto. Ma se i periodi tra le poppate sono più di tre ore, e anche di notte, questo metodo praticamente non funziona. Nel tempo, il tessuto della ghiandola mammaria si sviluppa di nuovo, la degenerazione dei dotti del latte e la produzione di latte diminuiscono e, di conseguenza, la prolattina viene sintetizzata nel corpo solo per mettere il bambino sul seno e, a causa dell'alimentazione rara e irregolare, il ciclo mestruale della donna si ripristina con la maturazione di un uovo intero capace di fecondazione. Non dimenticare che la gravidanza può verificarsi alla prima mestruazione dopo il parto, mentre il ciclo mestruale può essere irregolare e scarso.

Amenorrea secondaria: la gravidanza è possibile con le sue forme patologiche? Non esiste una risposta inequivocabile a questa domanda a causa del fatto che, a seconda del tipo di questa patologia, è possibile prevedere la gravidanza. Se una donna ha amenorrea a causa di malnutrizione, esposizione a situazioni stressanti o sotto l'influenza di uno sforzo fisico significativo, la prognosi della gravidanza è molto favorevole. Ciò è dovuto al fatto che l'85% delle donne, dopo aver eliminato il problema dell'amenorrea, rimane incinta entro 3-6 mesi.

Amenorrea secondaria - come rimanere incinta con varie forme di amenorrea?

Con l'amenorrea di origine centrale, è indicato un ciclo di terapia ormonale, dopo di che il 95% delle donne ha una gravidanza tanto attesa.

Sui forum e numerosi siti, puoi trovare molti consigli e suggerimenti: rimasta incinta di amenorrea secondaria, nonostante il trattamento indipendente e non cercando aiuto dai medici con l'aiuto della medicina tradizionale. Non leggere i loro consigli, poiché solo uno specialista qualificato in riproduttologia aiuterà a ripristinare un ciclo mestruale completo, a seguito del quale le possibilità di fecondazione e gravidanza aumenteranno in modo significativo.

Forum, recensioni

Amenorrea secondaria: il trattamento, le recensioni e le raccomandazioni di altre donne che soffrono di questa malattia possono essere consultate in molti forum in cui viene discusso il problema del trattamento indipendentemente dalla forma e dal grado di amenorrea, dalla presenza di patologia somatica e da altri fattori, che non sempre porta a una valutazione adeguata della condizione e della sua correzione.

Trattamento per l'amenorrea secondaria: il forum è tra le donne del nostro paese il più popolare, anche se questo non è molto corretto, perché le donne scrivono lontano dall'educazione medica e non conoscono tutte le sottigliezze del trattamento di questa patologia.

Secondo molte donne sterili affette da amenorrea secondaria, si ritiene che il forum sappia come trattare l'amenorrea secondaria e possa valutare adeguatamente le condizioni e la situazione di una donna. Smettila, adorabili donne, non essere così diffidente nei confronti dei medici e considera che conoscono meno di qualche ragazza o donna su Internet che non ha alcuna istruzione e che potrebbe non comprendere affatto l'essenza del problema, ma che fornisce raccomandazioni per il trattamento come farmaco, trattamento con rimedi popolari.

Trattamento dell'amenorrea secondaria: le recensioni sui forum spesso discutono e raccomandano l'uso della medicina tradizionale come panacea per tutte le malattie. Vorrei soffermarmi ancora una volta sul fatto che il trattamento con la medicina tradizionale non è sempre benefico nel trattamento. Vale la pena ricorrere ad esso solo dopo una consultazione preliminare con il medico, poiché solo lui può escludere tutti gli effetti collaterali dal trattamento con loro.

Amenorrea secondaria - trattamento, un forum su questo argomento è abbastanza diffuso, poiché questo problema è abbastanza diffuso negli ultimi anni. Ciò è dovuto principalmente all'uso di una grande varietà di diete, attività fisica, che è associata principalmente al desiderio delle donne di avere una figura ideale, e quindi spesso adolescenti e donne sono interessati allo sport in combinazione con le diete, che è la principale causa dello sviluppo di amenorrea di origine secondaria. Un posto importante nello sviluppo dell'amenorrea nel mondo moderno è occupato dall'influenza di stress costante e shock psicoemotivi, sovraccarico mentale e affaticamento cronico. Questi sono tutti i fattori che portano all'amenorrea nel 45% dei casi e dopo la loro eliminazione, aumenta la probabilità di ripristino del ciclo mestruale e di ovulazione, e quindi le possibilità di gravidanza nelle coppie sterili aumentano significativamente.

Puoi sempre scoprire tutto sul tuo problema nei forum, in particolare l'amenorrea secondaria, ma non dovresti diagnosticare te stesso dopo aver ricevuto informazioni in essi, per non parlare di auto-medicare, poiché ciò può danneggiare la tua salute. Naturalmente, puoi familiarizzare con le informazioni sull'argomento di interesse per i forum, ma il trattamento deve essere prescritto da un medico qualificato che ti esaminerà completamente ed escluderà tutte le controindicazioni per l'uso di qualsiasi farmaco.

Articoli Sul Ciclo Di Abusi

All'appuntamento con un ginecologo per le mestruazioni: in quali casi?

Per mantenere la salute delle donne, si consiglia di farti visitare da un ginecologo due volte l'anno, anche se non ti preoccupi. Ciò è necessario per la prevenzione di varie malattie....

Scarico durante l'ovulazione: bianco, rosa, marrone, abbondante

Quali sono le cause di scarico durante l'ovulazioneUno dei motivi principali per la comparsa di secrezioni durante l'ovulazione è l'uscita di un uovo maturo da un follicolo che esplode....

I periodi mensili sono terminati e sono ricominciati: quali sono i problemi

Quando le mestruazioni sono terminate e ricominciate, questa è una situazione non standard e insolita, che causa preoccupazione per molte donne....