Vaginite batterica: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

Emorragia

Le donne sperimentano periodicamente varie patologie ginecologiche. Le statistiche mostrano che la vaginite batterica è al secondo posto dopo la vaginosi batterica. Nessuno è al sicuro da questa malattia. Spesso si verifica nelle donne in età riproduttiva. Esistono alcuni fattori di rischio che aumentano la probabilità di vaginite. Devi conoscerli per cercare di prevenire l'insorgenza di patologie.

Qualche parola sulla malattia

La vaginite batterica è una malattia infettiva e infiammatoria che progredisce verso la vagina. Come altre malattie, questa patologia ha una forma acuta e cronica. Il processo infiammatorio nella vaginite è causato da microrganismi a trasmissione sessuale, ma allo stesso tempo possono abitare nella vagina di una donna in buona salute. Spesso, i sintomi della vaginite compaiono pochi giorni dopo un rapporto non protetto con un nuovo partner. Pertanto, molte donne pensano di aver acquisito la patologia in questo modo particolare, ma questa conclusione è un errore. Per capire quali sono esattamente le cause della vaginite batterica e quali sono le sue caratteristiche, è necessario scoprire la natura dell'origine della malattia.

Vaginosi o vaginite batterica?

Poche donne sanno qual è la differenza tra queste patologie. Molti sono confusi, chiamano vaginosi vaginite e viceversa. Nell'ufficio del ginecologo puoi anche sentire la parola "colpite", che si riferisce anche a queste malattie. Proviamo a capirli.

  • La vaginosi è una malattia non infettiva della vagina causata da uno squilibrio di batteri opportunistici e lattobacilli.
  • La vaginite è una patologia infettiva e infiammatoria causata dalla crescita di batteri opportunistici a causa dello sviluppo della vaginosi.
  • La colpite è la vaginite causata dalla moltiplicazione dei batteri nella vagina (tricomonas, streptococchi, stafilococchi e altri).

Sulla base di questo, possiamo dire che la vaginosi batterica è la causa della vaginite. È possibile distinguere i dati della patologia studiando i sintomi e conducendo la diagnostica di laboratorio. Solo uno specialista qualificato può determinare in modo affidabile una malattia femminile.

Ragioni per lo sviluppo della patologia

Quali sono le cause della vaginite batterica? Le ragioni per la progressione della patologia possono essere diverse. Ma tutti possono essere messi insieme e chiamati vaginosi batterica. Quindi, la ragione per lo sviluppo della vaginite batterica è uno squilibrio di microrganismi benefici e opportunistici con la rapida crescita di questi ultimi. Inoltre, altri batteri e funghi possono unirsi. In questo caso, la vaginite batterica avrà una caratteristica aggiuntiva, ad esempio la vaginite candidosa.

I fattori di rischio per lo sviluppo della malattia includono le seguenti circostanze:

  • frequente cambio di partner sessuale o vita intima promiscua;
  • riduzione della resistenza corporea dovuta a raffreddori frequenti;
  • assunzione di farmaci: antibiotici, glucocorticoidi o farmaci ormonali;
  • disturbi ormonali (ipofunzione ovarica, gravidanza, allattamento);
  • Malattie autoimmuni;
  • mancanza di igiene;
  • indossare biancheria intima e abbigliamento attillati;
  • uso di detergenti irritanti, bagni nei bacini pubblici, bagni con schiuma.

Vaginite durante la gravidanza

Durante il periodo di gravidanza, aumenta la probabilità di sviluppare vaginite batterica a causa di una diminuzione della difesa immunitaria e dell'aggiustamento ormonale. La malattia può influire negativamente non solo sul benessere di una donna, ma anche causare alcune complicazioni:

  • aborto spontaneo;
  • attaccamento del feto fuori dall'utero;
  • infezione da liquido amniotico;
  • nascita prematura;
  • infezione dell'embrione;
  • lungo periodo di recupero dopo il parto.

L'aborto artificiale può anche essere un fattore stimolante nella vaginite. La frequenza della sua insorgenza dopo il curettage ginecologico varia dal 30 al 50%.

Sintomatologia

I sintomi della vaginite batterica sono simili alle manifestazioni della vaginosi. La disbiosi vaginale non infiammatoria (vaginosi) è accompagnata da un'abbondante scarica grigio-biancastra, che ha un odore sgradevole di pesce. Soprattutto si intensifica dopo il contatto sessuale. Il fatto è che lo sperma ha un pH di 7, il che rende più bassa l'acidità della vagina. Per questo motivo, vengono rilasciate ammine che danno un odore sgradevole alle secrezioni. Con la vaginite sono presenti i seguenti sintomi:

  • lo scarico assume un colore giallastro e una consistenza più densa;
  • intenso prurito e bruciore;
  • il dolore nell'addome inferiore diventa più forte, specialmente durante il rapporto sessuale e le mestruazioni;
  • pareti vaginali infiammate.

La vaginite di origine batterica è spesso integrata dall'infiammazione dell'utero con appendici. Queste patologie hanno sintomi individuali che possono essere definiti una conseguenza della colpite..

Metodi diagnostici

I segni di vaginite batterica possono essere facilmente confusi con la vaginosi. Pertanto, per fare la diagnosi corretta, dovresti andare dal ginecologo. L'esame del paziente comprende diverse fasi.

  1. Intervista e presa di storia. Il medico studia le manifestazioni cliniche, le scrive sulla scheda in base al paziente. Assicurati di prendere in considerazione l'anamnesi. Forse questo non è il primo caso di vaginite, quindi possiamo parlare della forma cronica della malattia.
  2. Ispezione manuale Utilizzando specchi ginecologici, uno specialista studia le condizioni della mucosa vaginale e della cervice. Allo stesso tempo, il materiale viene prelevato per gli studi di laboratorio.
  3. L'analisi mostra la quantità minima di lattobacilli nello striscio e quelli che lo sono - non producono perossido di idrogeno. C'è anche un aumento dei globuli bianchi (che non è il caso della vaginosi batterica) e un sacco di CFU di batteri opportunistici.

Sulla base dei risultati di un esame completo, viene selezionata una tattica di trattamento specifica, individuale per ciascun paziente.

Come trattare la vaginite batterica?

La terapia dei processi infettivi e infiammatori nella vagina prevede l'uso integrato di farmaci.

  1. Antibiotici sistemici: sono prescritti in numerosi casi. Devono essere coerenti con la sensibilità dei microrganismi riproduttori..
  2. Antisettici locali, antibiotici e agenti antifungini - sempre usati, influenzano direttamente l'agente patogeno.
  3. Farmaci che ripristinano la microflora - probiotici orali o locali e prebiotici.
  4. Prodotti per il rafforzamento immunitario.

La prevenzione è importante nel trattamento della vaginite batterica e aiuta anche a prevenire la ricorrenza della malattia..

L'uso di antibiotici: farmaci sistemici e locali

Gli antibiotici per la vaginite batterica sono usati internamente e localmente. Spesso i medici prescrivono lo stesso principio attivo. Questa tecnica consente probabilmente di eliminare l'agente causale della malattia. La serie di imidazolo rimane un vantaggio: farmaci a base di metronidazolo.

  1. Supposte e gel metronidazolo vengono utilizzati in un ciclo di 10 giorni di 1-2 iniezioni al giorno. Le candele vengono posizionate preferibilmente al mattino e alla sera e il gel viene utilizzato prima di coricarsi. Un singolo dosaggio del farmaco è di 500 mg.
  2. Le supposte "Dalacin" o "Clindamicina" vengono utilizzate per tre giorni una volta. Non è consigliabile combinare questi fondi con farmaci simili nel metodo di utilizzo.
  3. Le compresse di Polygynax, Terzhinan e Makmiror Complex vengono utilizzate per 10-12 giorni prima di coricarsi. L'unicità di questi farmaci sta nel fatto che contengono ingredienti attivi combinati.
  4. Se viene diagnosticata la vaginite batterica, le compresse vengono prescritte con lo stesso metronidazolo: trichopolum o metronidazoleum. Il corso del trattamento varia da una a due settimane. Il medico può anche raccomandare le capsule di Naxojin, che vengono utilizzate per 5 giorni o assunte una volta. In alcuni casi, l'uso orale di droghe non è prescritto.

Trattamenti alternativi

Molti pazienti non riconoscono il trattamento con compresse e supposte per la vaginite batterica. Preferiscono costare rimedi popolari. Va subito detto che le conseguenze di tale auto-trattamento possono essere spiacevoli. Quindi, ad esempio, con il bagnetto, puoi trasferire l'infezione dalla vagina all'utero. All'udito nelle donne, i seguenti metodi di trattamento:

  • lavarsi con un decotto di iperico (far bollire 2 cucchiai per 2 litri di acqua per 10 minuti);
  • lavarsi con un decotto a base di corteccia di quercia, camomilla e salvia (mescolare gli ingredienti in proporzioni uguali e insistere in un litro di acqua bollente fino a completo raffreddamento;
  • bagno caldo di rami di pino (pre-bollire e insistere per un'ora).

Se hai la vaginite batterica, i rimedi popolari potrebbero non essere d'aiuto. La mancanza di miglioramento entro 5-7 giorni dovrebbe incoraggiarti a consultare un medico. Altrimenti, la patologia può assumere una forma cronica, che sarà praticamente impossibile da eliminare..

Prevenzione

La prevenzione della vaginite batterica comporta l'igiene personale, l'uso di asciugamani individuali e un frequente cambio di assorbenti igienici. Per non ammalarsi, è necessario escludere fattori che aumentano la probabilità di patologia. Non indossare biancheria intima attillata (perizoma, bikini), jeans attillati o pantaloncini. Durante le mestruazioni, è necessario cambiare regolarmente i tamponi, se li si utilizza. Una buona salute e una forte immunità ti aiuteranno a evitare la malattia. Per mantenerlo, mangiare bene, rinunciare a diete e alcol dannosi, praticare sport.

Per evitare una ricaduta precoce, al termine della terapia antibiotica, condurre un ciclo di ripristino della microflora vaginale. Per fare questo, il medico ti prescriverà i farmaci "Lactobacterin", "Acylact". Gli immunomodulatori possono essere raccomandati: Derinat, Kipferon e Vaginorm-S.

Riassumere

Il trattamento della vaginite batterica dura in media 1-2 mesi. Durante questo periodo, puoi eliminare l'agente patogeno e ripristinare le difese del corpo. I medici sconsigliano vivamente di ricorrere a metodi di trattamento alternativi. Affinché la terapia sia davvero efficace, devi prima fare dei test e scoprire cosa ha causato esattamente la malattia. Se noti sintomi di vaginite batterica, consulta il tuo ginecologo il prima possibile. Pertanto, ti proteggerai dalle spiacevoli conseguenze di questa malattia.

Vaginite durante la gravidanza

Tempo di lettura: min.

Nome di ServizioPrezzo
Azione! Consultazione iniziale di un riproduttologo e ultrasuoni0 rub.
Consultazione ripetuta del riproduttologo1 900 rub.
Consultazione iniziale di un riproduttologo, Ph.D. Osina E.A..10 000 sfregamenti.
Terapia con Pimafucin supp.vagin.100 mg n. 3370 sfregamenti.
Terapia con supposta vaginale di Terzhinan n. 10580 sfregamenti.
Screening HPV (15 + KVM) - raschiatura vaginale1 200 sfregamenti.
Screening HPV (21 + KVM) - raschiamento vaginale3 000 sfregamenti.
Screening HPV (4 + KVM) - raschiatura vaginale800 sfregamenti.
Identificazione di agenti causali di IST (7 + KVM) - raschiamento vaginale1 100 sfregamenti.
Screening della microflora del tratto urogenitale (13 + KVM) - raschiamento vaginale1 800 sfregamenti.
Femoflor-17 + KVM - raschiamento vaginale2 500 sfregamenti.
Femoflor-7 + KVM - raschiamento vaginale1 200 sfregamenti.
Femoflor-9 + KVM - raschiamento vaginale1 500 sfregamenti.
Programma per la salute delle donne dopo 40 anni31 770 rub.

Vaginite durante la gravidanza

Cos'è la vaginite nelle donne in gravidanza? "Vaginite durante la gravidanza: forum" - perché una tale richiesta appare sulla rete? Il fatto è che le madri che sono già riuscite a gestire la vaginite possono condividere preziosi consigli con coloro che ne hanno davvero bisogno. A volte lì puoi trovare tali informazioni, che non sono menzionate altrove. Ma non puoi nemmeno credere completamente alla cieca di tutto. Poiché la vaginite nelle donne in gravidanza è un problema che richiede una terapia farmacologica, risolta quando si trasporta un bambino.

Il verificarsi di vaginite durante la gravidanza non è una situazione rara. La vaginite in questo caso significa anche infiammazione della mucosa vaginale.

In gravidanza, vaginite: cause

A causa dell'esposizione al carico costante durante il periodo di gravidanza, l'immunità di una donna inizia a indebolirsi notevolmente. Ciò può portare al fatto che il corpo non può combattere autonomamente le infezioni che cercano di penetrare in essa e neutralizzarle completamente..

Molto spesso, la ragione principale per la comparsa di vaginite durante il periodo di gravidanza è considerata la penetrazione nel corpo di agenti infettivi come clamidia, micoplasmosi, gonorrea e ureaplasma, nonché mughetto e tricomoniasi. Tutte queste infezioni sono trasmesse principalmente attraverso il contatto sessuale. Possono essere a lungo nel corpo femminile e non farti sapere di te. Inoltre, in questo caso stiamo parlando dello sviluppo e dell'aspetto di vaginite specifica durante la gravidanza.

La vaginite non specifica in gravidanza si verifica per i seguenti motivi:

  • Lesione alla mucosa vaginale;
  • Disturbi del sistema endocrino;
  • Nutrizione impropria, dieta insufficientemente equilibrata e caratterizzata da un piccolo numero di calorie;
  • Allergia ai prodotti per l'igiene, unguenti e preservativi;
  • Violazione di semplici norme igieniche;
  • Assunzione di alcuni farmaci
  • Indossare biancheria intima stretta fatta di tessuti artificiali;
  • Rapporto sessuale promiscuo.
  • La vaginite durante la gravidanza può essere dovuta a una riduzione fisiologica dell'immunità caratteristica di questo stadio.

La colpite virale appare quando un herpes virus o un papillomavirus umano penetra nel corpo di una donna incinta. Se un tale virus può penetrare nel corpo umano, rimarrà lì per sempre e si manifesterà solo nei momenti in cui l'immunità umana sarà indebolita il più possibile..

Vaginite durante la gravidanza: sintomi

La vaginite durante la gestazione del bambino può manifestarsi in qualsiasi momento, la vaginite può verificarsi nel primo trimestre o può disturbare la donna incinta prima del parto. È per questo motivo che è così importante identificarlo in tempo e iniziare urgentemente a eseguire il trattamento necessario, in conformità con queste analisi. I sintomi in momenti diversi saranno gli stessi. Ma se parliamo delle ultime fasi della gravidanza, lo scarico può essere così abbondante che una donna può prenderle per l'acqua che ha iniziato a perdere. Nonostante la differenza nei sintomi, se sospetti una malattia, dovresti consultare immediatamente il medico.

Altri sintomi includono gonfiore dei genitali. Inoltre, una donna può notare una scarica bianca, putrida con un odore sgradevole. A volte in tale scarico compaiono impurità nel sangue. Inoltre, c'è gonfiore della mucosa vaginale e sanguinamento da contatto. I genitali esterni iniziano a prudere molto e una donna può provare una sensazione di bruciore in essi.

Vaginite durante la gravidanza: come trattare?

Il trattamento della vaginite durante la gravidanza inizia principalmente con la diagnosi corretta. Lo stesso vale per le donne non gravide. L'obiettivo della terapia è principalmente quello di riportare normale la microflora della vagina femminile. Per questo, il medico di solito prescrive tutti i tipi di antibiotici, anche la forma di rilascio in questo caso varia: può essere supposte, unguenti e compresse. Inoltre, ciò che questo o quel paziente prenderà specificamente dipende dalle caratteristiche individuali del suo corpo, ricevute dalle mani dei dati della ricerca e dalle decisioni del medico che la tratta e la osserva.

La vaginite è pericolosa durante la gravidanza??

Quando si chiede cos'è la vaginite durante la gravidanza, una donna dovrebbe ricordare che questa è una malattia piuttosto pericolosa. Se una donna prende misure indipendenti per quanto riguarda il trattamento della malattia, può danneggiare seriamente il bambino. Il fatto è che ci sono medicinali che possono danneggiare la salute del feto ed è per questo che è necessario consultare un medico che ha esperienza clinica in tali situazioni.

La gravidanza precoce e la vaginite sono qualcosa che può causare ansia alla donna. Considerando che la tossicosi è spesso preoccupata per le donne nella fase iniziale della gravidanza, si può immaginare cosa accadrà alle sue condizioni mentali e fisiche se ci sono due problemi allo stesso tempo. Inoltre, qui vengono aggiunti gonfiore e sonnolenza. È per questo motivo che il problema con la vaginite deve essere affrontato al più presto..

Trattamento della vaginite nelle donne in gravidanza.

Erosione e vaginite durante la gravidanza: come trattare? La prescrizione di farmaci si basa generalmente sul trimestre di gravidanza. Per esempio:

  • Se si tratta di vaginite batterica nelle donne in gravidanza, nel primo trimestre di gravidanza, i medici prescrivono solitamente eritromicina, Josamicina, se si tratta di Betadina, Nistatina, Rovamicina;
  • Per quanto riguarda il secondo trimestre di gravidanza, qui vengono generalmente prescritti Miconazole, Vagotil, Klion-D, Hexicon, Meratin-Combi;
  • Nell'ultimo trimestre di gravidanza, è possibile l'uso di farmaci come Polygynax, Pimafucin e Terzhinan. Inoltre, possono essere utilizzati fino al momento della consegna.

Tuttavia, il metodo più sicuro per il trattamento della vaginite durante la gravidanza è considerato un farmaco locale. Questi includono supposte, unguenti, creme e gel che vengono iniettati direttamente nella vagina. Tali fondi non incidono negativamente sul bambino nell'utero. Con colpite, alle donne in gravidanza verranno prescritti farmaci come Betadine (solo fino alla dodicesima settimana di gravidanza a causa del fatto che il farmaco contiene iodio, che può influenzare la ghiandola tiroidea del feto), Polygynax (una o due settimane prima del parto), Terzhinan, Hexicon, Pimafucin ( se c'è un'infezione fungina). La decisione finale sulla scelta dei fondi sarà presa dal medico.

Vaginite durante la gravidanza

A proposito: vaginite durante la gravidanza, sono stati studiati molti articoli e materiali. Poiché questo argomento è molto rilevante tra le donne in gravidanza, considereremo quindi le domande: "Che cos'è la vaginite in gravidanza", "Sintomi e trattamento della vaginite in gravidanza".

Come sapete, la vaginite è una malattia molto comune degli organi genitali femminili, caratterizzata da un processo infiammatorio all'interno della mucosa vaginale. La vaginite in gravidanza non è molto diversa dal decorso tradizionale della malattia, ma allo stesso tempo ha le sue caratteristiche.

"Vaginite durante la gravidanza: un forum" - a tale richiesta, spesso le donne in gravidanza con sospetta vaginite iniziano a cercare risposte a numerose domande. Inoltre, dovrebbe essere chiaro che nessuno, tranne uno specialista esperto, ti darà risposte esatte a domande interessanti nel tuo caso particolare.

La gravidanza stessa implica un aumento del carico sul corpo femminile e, pertanto, il suo sistema immunitario si indebolisce. Pertanto, il corpo non sarà in grado di combattere autonomamente le infezioni, per non parlare della loro neutralizzazione..

Si distinguono le principali infezioni infiammatorie che causano la diagnosi di vaginite durante la gravidanza. It:

  • gonorrea e ureaplasma;
  • tricomoniasi;
  • clamidia
  • tordo;
  • micoplasmosi.

La maggior parte di queste infezioni viene trasmessa durante i rapporti sessuali. Tali agenti infettivi penetrano nel corpo femminile e potrebbero non mostrare il loro effetto per un lungo periodo di tempo. Questo punto riguarda la manifestazione specifica e lo sviluppo della vaginite nelle donne in gravidanza..

La vaginite non specifica durante la gravidanza si manifesta per i seguenti motivi:

  • Cattiva igiene genitale.
  • L'uso di medicinali specifici.
  • L'effetto dei cambiamenti endocrini nel corpo di una donna incinta.
  • Indossa biancheria intima sintetica aderente.
  • Lesioni della mucosa vaginale.
  • Reazioni allergiche alla composizione di preservativi, creme e gel per l'igiene intima.
  • Rapporti sessuali con partner non verificati.
  • Nutrizione ipocalorica squilibrata di una donna incinta.

Il papillomavirus umano e il virus dell'herpes, una volta ingeriti da una donna incinta, rimangono lì per sempre. E nel momento in cui l'immunità del corpo si indebolisce, questi virus iniziano la loro manifestazione e sviluppo. In questo caso, si verifica lo sviluppo della vaginite in un corpo in gravidanza.

Vaginite durante la gravidanza: sintomi.

Vale la pena notare che durante la gravidanza, la vaginite può verificarsi in qualsiasi momento, indipendentemente dall'età gestazionale. Pertanto, è importante rilevare i primi segni di vaginite nelle prime fasi del suo sviluppo ai fini del trattamento istantaneo in base ai risultati delle analisi e delle procedure diagnostiche.

La vaginite batterica nelle donne in gravidanza si manifesta in una violazione della microflora vaginale senza supporto infiammatorio.

La vaginite acuta durante la gravidanza si distingue per sintomi pronunciati.

La manifestazione della vaginite nelle donne in gravidanza si verifica in momenti diversi uguali. I sintomi della vaginite solo nella tarda gravidanza sono caratterizzati da secrezioni così abbondanti che possono essere confusi con l'inizio del travaglio (perdite d'acqua). In ogni caso, in questo caso è necessario rivolgersi immediatamente a un medico.

I principali sintomi della malattia in una donna incinta possono essere:

  • si osserva una scarica bianca putrefattiva con un odore pungente spiacevole;
  • in alcuni casi, la presenza di impurità del sangue nello scarico;
  • gonfiore della mucosa vaginale e gonfiore degli organi genitali esterni;
  • sensazione di forte prurito e bruciore nell'area genitale esterna.

Vaginite durante la gravidanza: come trattare?

La principale e prima fase nel trattamento della vaginite nelle donne in gravidanza e non in gravidanza è la sua diagnosi. Il trattamento della vaginite nelle donne in gravidanza ha lo scopo di ripristinare la microflora vaginale. Per questo, vengono prescritti antibiotici di varie forme di rilascio: crema, unguento, compresse. Lo stesso medico curante prende una decisione sulla selezione della varietà di antibiotici prescritti per il trattamento della vaginite in gravidanza, tenendo conto delle caratteristiche del corpo e dei risultati delle analisi.

Quali sono le conseguenze della vaginite in gravidanza:

  • l'infezione può penetrare nel feto e influire sul suo sviluppo;
  • esiste la possibilità di parto prematuro o rischio di aborto spontaneo;
  • se si verifica un'infezione delle membrane dell'embrione, si verifica la perdita di liquido amniotico;
  • in assenza di trattamento, la vaginite è in grado di influenzare l'intera superficie dell'utero e passare nell'endometrite della malattia. In questo caso, puoi osservare uno shock infettivo - tossico e qui parleremo del salvataggio della vita della madre e del trattamento urgente nell'unità di terapia intensiva.

Sull'argomento "Vaginite durante la gravidanza: recensioni di specialisti" ci sono molti forum su Internet in cui le persone affini non discutono di problemi.

La vaginite all'inizio della gravidanza richiede un approccio speciale nella nomina di farmaci per il trattamento della vaginite. La vaginite nel primo trimestre di gravidanza deve essere trattata immediatamente dopo il rilevamento. Data la tossicosi e altre caratteristiche della fase iniziale della gravidanza, l'eliminazione della vaginite deve essere eseguita con urgenza e con estrema cautela.

Erosione, vaginite durante la gravidanza, vaginite durante l'allattamento: come trattare? La selezione della terapia farmacologica avviene in base al trimestre di gravidanza. Si ritiene che i più sicuri siano preparati topici a causa del fatto che non hanno alcun effetto negativo sul feto..

Dato che si verificano fino a 12 settimane di gravidanza la formazione dei principali organi dell'attività vitale del feto, gli antibiotici cercano di non prescrivere antibiotici nel trattamento della vaginite.

In conformità con il trimestre di gravidanza, il medico prescrive farmaci, ad esempio:

  • nel primo trimestre, la vaginite è di solito trattata con farmaci come Betadine, Eritromicina, Rovamicina e altri. Tali antibiotici non influenzano il feto e il suo sviluppo..
  • nel secondo trimestre di gravidanza, vengono generalmente prescritti antibiotici: esicio, miconazolo, vagotil e altri antimicrobici.
  • nell'ultimo trimestre di gravidanza possono essere usati Pimafucin, Terzhinan e Polygynax. La vaginite durante la gravidanza di 33 settimane viene trattata con i suddetti farmaci, poiché possono essere utilizzati prima della nascita stessa. Tali farmaci sono prescritti per la vaginite fungina e batterica. Nel caso in cui venga rilevata la vaginite: 35 settimane di gravidanza - un forum per gestanti ti aiuterà a gestire i sintomi e a studiare l'esperienza nel trattamento di questa malattia.

La decisione finale sullo sviluppo di un piano di trattamento efficace e la prescrizione alle donne in gravidanza viene presa solo dal medico. Allo stesso tempo, tiene conto del quadro generale dello stato di salute di una donna incinta e del corso della gravidanza in generale.

Se la terapia è sviluppata correttamente, la malattia può essere curata negli ultimi 14 giorni. In questo caso, durante il trattamento, è necessario escludere i contatti sessuali e osservare una corretta alimentazione, nonché seguire rigorosamente le istruzioni e le raccomandazioni del medico curante.

Trattamento di vaginite in gravidanza

Vaginite candidica batterica o colpite in donne in gravidanza: cause, sintomi, metodi di trattamento e prevenzione

Durante la gravidanza, una donna è più vulnerabile a malattie e infezioni. Ciò è dovuto al fatto che il corpo subisce un carico enorme e subisce cambiamenti. Ma, sfortunatamente, il trattamento è complicato dal fatto che la maggior parte dei farmaci è vietata. Pertanto, è importante monitorare attentamente la tua salute quando aspetti un bambino.

Ciò che minaccia ha rivelato colpite durante la gravidanza

La diminuzione dell'immunità e i cambiamenti ormonali contribuiscono al verificarsi di malattie infiammatorie - vaginite (colpite).

Questo è attualmente un problema comune, anche se solo il 20% delle donne che lavorano ha visto un paio di decenni.

Che cos'è? Quali sono le cause e i sintomi? Come va il trattamento?

Cos'è la vaginite durante la gravidanza

La vaginite durante la gravidanza è un folto gruppo di malattie infiammatorie della mucosa vaginale, di natura polietlogica.

Ce ne sono di diversi tipi:

  1. batterico.
  2. Candidosi.
  3. Trichomonas non specifico.

batterico

La vaginite batterica è un processo infettivo e infiammatorio patologico della mucosa vaginale. Si verifica a causa di una violazione della microflora, ma non è associato a infezioni a trasmissione sessuale, a microrganismi semplici e infezione fungina.

Nella vagina, c'è una diminuzione dei lattobacilli, la quantità di acido lattico diminuisce drasticamente, a causa della quale c'è una moltiplicazione della microflora condizionatamente patogena. Ciò contribuisce a una ancora maggiore inibizione dei batteri dell'acido lattico. Di conseguenza, i lattobacilli muoiono o rimangono in quantità minima, il che rende possibile lo sviluppo di microrganismi.

Nonostante l'alto livello di sviluppo della medicina, il trattamento della colpite non è facile.

  • immunità ridotta;
  • malattie del sistema endocrino;
  • malattie genitali;
  • igiene inadeguata;
  • anemia.
  • grigio sbiancato o addirittura verde dalla vagina. Spumoso e appiccicoso;
  • odore di pesce, si intensifica durante il rapporto;
  • dolore nell'addome inferiore senza motivo;
  • ipertonicità uterina;
  • con una malattia avanzata, il bruciore si verifica durante la minzione;
  • dolore durante il rapporto.

Durante la gravidanza, può verificarsi il decorso della malattia:

  1. asintomatico, che rende difficile identificare la malattia;
  2. con abbondante scarica. È difficile da diagnosticare perché durante la gravidanza, a causa di cause naturali, aumenta la quantità di secrezione.

Quando viene rilevata una malattia, il medico monitora le dinamiche e, se necessario, prescrive il trattamento.

Candidosi

La candidosi vaginale o il mughetto si verificano spesso nelle donne. La fonte della malattia è un fungo del genere Candida. Nelle donne in gravidanza, il rischio di sviluppare patologie aumenta più volte. Le principali cause del mughetto:

  • microflora vaginale avversa;
  • stress costante;
  • disturbi ormonali;
  • trattamento antibiotico improprio;
  • riduzione dell'immunità.
  • scarico bianco, cagliato;
  • prurito nella vagina;
  • dolore durante il rapporto (non sempre).

Il pericolo di mughetto è che è asintomatico più spesso. La forma grave è accompagnata da leucorrea e quindi viene rilevata la malattia. Durante la gravidanza, la candidosi è pericolosa per le donne in travaglio e il bambino, fino a provocare un aborto spontaneo. Pertanto, è importante monitorare e notare eventuali cambiamenti di stato..

Trichomonas non specifico

La colpite da Trichomonas è una forma acuta di infiammazione vaginale dovuta ai microrganismi unicellulari più semplici. L'infezione mista è più comune.

Esistono due forme:

  1. Acuto. Procede rapidamente con sintomi vividi.
  2. cronico Forma asintomatica, interrompendo gradualmente la funzione degli organi del reggimento, colpendo l'utero e le appendici e causando spesso infertilità.
  • rapporto non protetto;
  • infezione attraverso gli effetti personali della persona interessata (asciugamano, asciugamano, spazzola);
  • immunità ridotta;
  • frequente cambio di partner sessuali;
  • gravidanza;
  • abbandono dell'igiene;
  • la presenza di infezioni genitali.
  1. Scarico regolare dal tratto genitale. Schiumoso giallo o verde. Nella forma cronica, lo scarico è scarso, grigio.
  2. Bruciore e prurito, dolore durante il rapporto sessuale.
  3. Puzza.
  4. Disagio genitale.

Con la colpite da trichomonas, spesso si sviluppa vulvovaginite. C'è una sensazione di bruciore e arrossamento della vagina.

Questa forma di malattia è la più pericolosa. Una donna può diventare sterile ed essere portatrice di infezione infettando i suoi partner sessuali. Se la patologia si è manifestata durante la gravidanza, c'è un alto rischio di aborto spontaneo, infezione del bambino, parto prematuro o parto morto.

Sintomi e manifestazioni

La colite è spesso asintomatica e il dolore nell'addome inferiore inizia a comparire nelle fasi successive con il coito.

I principali segni della malattia:

  • disagio nella vagina;
  • scarico dai genitali. Schiumoso, cagliata, a seconda del tipo di vaginite. Una tonalità diversa dal grigio al verde, con mughetto - bianco;
  • odore sgradevole dalla vagina, che si intensifica durante il rapporto;
  • disagio nell'addome inferiore;
  • bruciore, prurito;
  • dolore al coito.

Pericolo e conseguenze per il feto

Le malattie dei genitali rappresentano una minaccia non solo per la donna, ma anche per il bambino che trasporta.

Nelle prime fasi

Il primo trimestre è un momento importante. La formazione e lo sviluppo del feto, della placenta. Durante questo periodo, qualsiasi impatto negativo può influire negativamente sul bambino.

La minaccia della vaginite per il bambino:

  • ipossia;
  • malformazioni e disabilità dello sviluppo;
  • mancanza di nutrienti;
  • formazione anormale della placenta;
  • aborto spontaneo;
  • infezione da liquido amniotico;
  • infezione del bambino.

In ritardo

Nella tarda gravidanza, la colpite comporta i seguenti rischi per il bambino:

  • nascita prematura;
  • distacco della placenta;
  • ipossia;
  • infezione fetale;
  • nati morti;
  • mancanza di liquido amniotico;
  • cavo impigliato a causa di polidramnios;
  • ipossia.

Trattamento della vaginite

Il trattamento della colite deve avvenire solo sotto la guida di un medico. La forma di Trichomonas richiede un monitoraggio stazionario. L'automedicazione può innescare progressi colpiti.

Cosa trattare

Durante la gravidanza, molti farmaci sono vietati, il che complica il trattamento. Per combattere la colpite usare:

  • antibiotici
  • unguenti;
  • fisioterapia;
  • decotti alle erbe;
  • bagni acidi.

A una donna viene prescritta una certa dieta. Il trattamento con l'uso di rimedi popolari è prescritto perché i farmaci consentiti non sono abbastanza efficaci e quindi è necessaria una serie di misure. Dei farmaci più spesso prescritti sono la pimafucina e la nistatina, supposte vaginali e rettali.

Tattica della lotta con la vaginite:

  1. Terapia antibatterica se la forma batterica.
  2. L'eliminazione di funghi con mughetto.
  3. Eliminazione di virus in seguito a infezione da parte di essi.
  4. Dieta speciale: non può essere fritto, affumicato, salato e speziato.
  5. Esclusione dei rapporti sessuali fino al completo recupero.
  6. Trattamento per entrambi i partner.
  7. La routine quotidiana rigorosa, la forte attività fisica e la fatica non sono consentite.
  8. Assunzione di vitamine per rafforzare l'immunità.

È possibile sostituire i rimedi popolari

È impossibile sostituire completamente il trattamento solo con rimedi popolari!

È consentita la combinazione di misure: assunzione di droghe e utilizzo di bagni alle erbe.

Ricette per brodi per fare il bagno:

  1. Versare un paio di cucchiai di camomilla e calendula da farmacia con un litro d'acqua, cuocere a bagnomaria per 15-20 minuti, quindi raffreddare.
  2. Coltsfoot versa una lettera di acqua bollente e insisti per circa un'ora, quindi puoi usarlo.
  3. Decotto di corteccia di quercia - versare due cucchiai di acqua e cuocere a bagnomaria per mezz'ora, dopo un po 'di fresco e usare.

Durata del trattamento

La durata del trattamento dipende dalla forma della malattia. In media, si tratta di almeno due o tre settimane e quindi un periodo di prevenzione. A volte il termine raggiunge diversi mesi fino al completo recupero.

Ragioni per il ripetersi

Spesso c'è una ricorrenza di colpite. Questo perché, dopo l'eliminazione, la donna è stata la portatrice dell'infezione per qualche tempo. Se i metodi di prevenzione non vengono seguiti, la malattia si sviluppa di nuovo. Ecco perché è importante monitorare attentamente l'igiene dei genitali e seguire le regole raccomandate dal medico.

Come vengono fatte le nascite?

Il parto avviene con mezzi naturali o con taglio cesareo se indicato o in forma grave di vaginite che richiede un parto urgente. Assicurati che il medico esegua la riorganizzazione del canale del parto in modo che il bambino non si infetti quando nato.

Nel campo del lavoro c'è ancora il rischio di colpite a causa di un forte rilascio di ormoni, pertanto è obbligatoria la supervisione medica.

Una delle regole d'oro della salute è l'igiene. Ciò è particolarmente vero per i genitali. La colite è una malattia che può causare aborto spontaneo, infertilità o parto morto, nonché molti problemi nella parte ginecologica. Pertanto, una donna deve monitorare attentamente la sua salute, specialmente durante la gravidanza.

Video utile

Vaginosi batterica durante la gravidanza. Come è lui?

La vaginosi batterica è una violazione del microecosistema vaginale con una forte diminuzione o completa scomparsa dei batteri dell'acido lattico e un marcato aumento (centinaia o migliaia di volte) del numero di microflora condizionatamente patogena. Raramente si manifesta con un'infiammazione. Una delle malattie più comuni tra le donne in età riproduttiva. Viene diagnosticato casualmente nel 17-37% dei casi, nelle donne con leucorrea abbondante e prolungata - nel 95% dei casi, e nelle donne in gravidanza nel 15-37% dei casi.

Quali batteri popolano normalmente la vagina?

95-98% - lattobacilli. La stragrande maggioranza sono lactobacilli o bastoncini di Dederlein, ma oltre a loro ci sono circa 40 tipi di batteri acidofili che svolgono anche la funzione di protezione.

Il 2-5% 2, 3 è una flora condizionatamente patogena, che normalmente non danneggia assolutamente il corpo femminile. Il numero di specie legate alla microflora opportunistica è enorme, e ogni donna ha il suo "set", ma ci sono circa una dozzina di microrganismi presenti in ognuna e si manifestano necessariamente con disbiosi. Il batterio principale è la Gardnerella vaginale - appare necessariamente con tutta la vaginosi in tutte le donne. È considerato una specie di marker ed è su questo che si basano molti test di laboratorio..

Come dovrebbe essere normale?

Normalmente, i lattobacilli scompongono il glicogeno dalle cellule squamose che rivestono la vagina con acido lattico e perossido di idrogeno, creando un ambiente a pH acido di 3,8 - 4,5. Un ambiente acido è ottimale per la crescita di batteri lattici e fatale per la flora condizionatamente patogena. Il livello di pH costantemente mantenuto è la chiave per la pulizia vaginale.

Le colonie di lattobacilli insieme ai prodotti della loro attività vitale formano un biofilm - glicocalice, che riveste la vagina dall'interno e la protegge.

Come cambia il rapporto tra batteri benefici e nocivi durante la gravidanza

Come descritto sopra, i lattobacilli scompongono il glicogeno dalle cellule squamose della vagina, che svolge una funzione barriera. Ma queste cellule hanno una certa aspettativa di vita associata a cambiamenti ormonali nel corpo di una donna.

Durante la gravidanza, le cellule squamose diventano particolarmente abbondanti sotto l'influenza degli ormoni del corpo luteo. Quasi infinita fornitura di glicogeno, il numero di lattobacilli aumenta, il numero di microflora condizionatamente patogena diminuisce e il livello di pH diventa ancora più basso. Il corpo sta cercando di fare tutto il possibile in modo che, al momento della nascita del bambino, il canale del parto sia il più pulito possibile e conosca una sana flora di acido lattico, che si depositerà nel suo intestino.

Sembrerebbe che tutto dovrebbe andare bene, ma in realtà un ambiente fortemente acido stimola la crescita di alcune forme di infezioni transitorie (condizionatamente patogene) nel 30% dei casi, come funghi simili a lieviti di candida, micoplasma, ureaplasma, ecc. 4, 5.

Cosa succede con la vaginosi batterica??

Se esposto a uno dei fattori scatenanti, il numero di lattobacilli diminuisce nella vagina. Il livello di acido lattico diminuisce rapidamente, il pH aumenta, la microflora condizionatamente patogena inizia a moltiplicarsi, principalmente la gardnerella, che inibisce ulteriormente l'attività vitale dei batteri dell'acido lattico. Si scopre un "circolo vizioso", il cui risultato è la morte completa dei lattobacilli o la loro presenza non supera il 30%. Il rapido sviluppo di Gardnerella vaginalis crea condizioni favorevoli per la crescita della massa di altri microrganismi patogeni, ciascuno dei quali presenta i propri sintomi specifici.

Pertanto, la vaginosi batterica è una malattia causata da molte forme di microbi e non solo dalla gardnerella, come si pensava fino a poco tempo fa. Sebbene Gardnerella vaginalis sia l'agente infettivo dominante. Di per sé, la vaginosi batterica non rappresenta una minaccia per la salute delle donne, ma nel corso degli anni, accumulando un gran numero di microflora condizionatamente patogena, crea le condizioni per lo sviluppo di processi infiammatori negli organi pelvici. Le donne con vaginosi sono più facilmente infettate da malattie a trasmissione sessuale, compresa l'infezione da HIV, hanno una gravidanza difficile e spesso https://amnisure.ru/bitrix/urlrewrite.php? >

Sintomi di vaginosi batterica in donne in gravidanza

· Leucorrea profusa, a volte grigia. Se la malattia dura per anni, può acquisire un colore giallo verdastro. Schiumoso, appiccicoso e viscoso.

· Un caratteristico odore di pesce che si intensifica dopo il rapporto, in particolare dopo il contatto con lo sperma.

Dispareunia - dolore durante il rapporto sessuale.

Dolore nell'addome inferiore, in assenza di altri processi infiammatori negli organi pelvici e ipertonicità uterina.

· I disturbi da prurito, bruciore e minzione sono estremamente rari, quindi la malattia viene diagnosticata in ritardo e riesce a fornire un numero di momenti spiacevoli.

Cosa porta allo sviluppo della vaginosi batterica

· Terapia antibiotica sistemica e locale

Malattie endocrine, molto spesso diabete mellito

· Trattamento con farmaci ormonali e citostatici

Malformazioni genitali

Anemia di varie origini

· Trascuratezza delle norme igieniche di base

· L'ipotesi della trasmissione della vaginosi batterica da parte dei partner sessuali non è confermata clinicamente e non è comprovata.

Caratteristiche del decorso della vaginosi batterica nelle donne in gravidanza

La vaginosi batterica durante la gravidanza è molto insidiosa e piena di molte insidie. Nello striscio della secrezione vaginale, possono essere rilevati microrganismi patogeni che superano il livello consentito, ma allo stesso tempo, una donna potrebbe non avere assolutamente alcuna lamentela caratteristica della vaginosi. Recentemente, è generalmente accettato che non vale la pena trattare tali donne, ma semplicemente osservare le dinamiche di sviluppo. È probabile che il microecosistema della vagina con l'aiuto degli ormoni della gravidanza si riprenda senza l'intervento dei medici. Ma queste donne appartengono temporaneamente al gruppo ad alto rischio a causa del possibile https://amnisure.ru/bitrix/urlrewrite.php? >

La seconda categoria di donne è con abbondante secrezione vaginale. Il più difficile in termini di diagnosi. Prima di tutto, perché durante la gravidanza aumentano le dimissioni fisiologiche, che possono causare ansia e trattamento indebiti. Con la leucorrea profusa durante la gravidanza, dovrebbe essere fatta una diagnosi differenziale tra vaginosi batterica, candidosi e https://amnisure.ru/bitrix/urlrewrite.php? >

Complicanze della gravidanza con vaginosi batterica

Complicanze infettive infiammatorie dopo il parto. Con la vaginosi batterica si verificano 3-6 volte più spesso.

· Nascita prematura. Normalmente, il guscio interno dell'amnione prima della nascita emana speciali fosfolipasi che innescano il processo di nascita. Una flora condizionatamente patogena, che si riproduce attivamente durante la vaginosi batterica, rilascia quasi le stesse fosfolipasi che sono percepite dal corpo come un segnale che l'utero è pronto per il parto. Pertanto, il parto può iniziare in qualsiasi momento.

· Infezione intrauterina del feto. L'infezione del feto può verificarsi anche attraverso membrane fetali intatte. Ciò è dovuto al fatto che il potenziale redox dei tessuti è significativamente ridotto e il pH della vagina è aumentato, in modo che i batteri "fuoriescano facilmente" attraverso le membrane. Questo è irto di sindrome da angoscia del neonato (l'infezione distrugge il tensioattivo polmonare), basso peso fetale e altre complicazioni fino alla sepsi.

Diagnosi di vaginosi batterica

Se visto negli specchi - scarico schiumoso e abbondante che si attacca alle pareti della vagina.

· Test amminico positivo. Quando KOH viene aggiunto alle perdite vaginali, appare un forte odore di pesce marcio

· Determinazione dell'acidità vaginale. pH superiore a 4,5

· Con colposcopia: focolai di infiammazione della mucosa vaginale

· Semina su terreni nutritivi con identificazione dell'agente patogeno.

· Un test di sbavatura. Il punto principale è il rilevamento di un gran numero di cellule chiave, un numero nettamente ridotto di lattobacilli e la presenza di microflora transitoria.

La tricomoniasi è una malattia a trasmissione sessuale trasmessa per via sessuale ed è spesso diagnosticata in donne in gravidanza. Ciò è dovuto al fatto che la tricomoniasi è difficile da trattare e diventa rapidamente cronica. L'insidiosità della tricomoniasi risiede nel fatto che l'agente causale della malattia sono i protozoi, che possono "ingoiare" gonococchi, ureaplasmi, clamidia e altra flora, "preservandola" per anni.

Una donna potrebbe non sospettare da anni di soffrire di tricomoniasi, avendo dimenticato con sicurezza di averlo trattato una volta. E durante la gravidanza, sullo sfondo di un'ondata ormonale e una generale riduzione dell'immunità, il processo cronico diventa acuto. I Trichomonad tornano in vita con tutti i loro reparti. Di norma, le manifestazioni cliniche di tale vaginite vengono cancellate, spesso assomigliando alla normale vaginosi batterica e, senza una diagnosi differenziale e il trattamento corretto, possono portare a gravi complicazioni.

Come distinguere dalla vaginosi batterica. Lo scarico è schiumoso, ma non appiccicoso, scorre liberamente dalla vagina e ha una tinta giallastra. A differenza della vaginosi, c'è un prurito dei genitali esterni, potrebbe esserci una sensazione di bruciore durante la minzione. Il prurito non è associato all'ora del giorno. Le verruche genitali possono apparire intorno all'ingresso della vagina..

Vaginite da candidosi in donne in gravidanza

Si sviluppa nel 30% delle donne in gravidanza su uno sfondo di immunità ridotta e pH della vagina nettamente ridotto. Chiamato da Candida albicans simile a un lievito. Spesso confuso con vaginosi batterica, a volte identificando queste due malattie. Durante la gravidanza può ripresentarsi ripetutamente. Ogni volta richiede un trattamento.

Come distinguere dalla vaginosi batterica. Lo scarico è bianco, cagliato con un odore aspro (con vaginosi, odore di pesce marcio). C'è un prurito, soprattutto di sera e di notte, peggio dopo i rapporti o facendo un bagno caldo.

Trattamento della vaginosi batterica

Il trattamento è individuale. Dovrebbe essere prescritto solo da un medico dopo aver eseguito tutte le misure diagnostiche. Non usare farmaci da soli per trattare la vaginosi batterica, poiché ciò può solo aggravare la situazione, prolungare il trattamento in futuro e aumentare il numero di complicanze.

Sintomi e trattamento della vaginite durante la gravidanza

Il periodo di gravidanza è il più magico, riverente nella vita della maggior parte delle donne. Le emozioni positive di una futura madre possono oscurare alcune malattie che si verificano in un contesto di ridotta immunità. La vaginite durante la gravidanza viene diagnosticata nella maggior parte delle donne. La malattia richiede un trattamento immediato e adeguato, nonché un controllo, poiché può avere un effetto negativo sul decorso della gravidanza, del travaglio.

L'essenza della patologia

Vaginite (vaginosi, colpite) - infiammazione della mucosa vaginale. Spesso si sviluppa contemporaneamente alla vulvite - infiammazione dei genitali esterni. È una conseguenza di una violazione della microflora della vagina, può disturbare una donna a qualsiasi età.

La vaginite nelle donne in gravidanza è un evento comune. Nella pratica ginecologica, la maggior parte delle donne in gravidanza (oltre il 70%) tratta i sintomi della patologia in momenti diversi. Tuttavia, è anche possibile un decorso asintomatico della malattia: viene rilevato per caso durante un esame di routine. La mancanza di terapia può portare a conseguenze irreversibili.

Le cause

Distingua la vaginite non specifica, specifica, che ha varie cause.

Il motivo principale per lo sviluppo di un tipo non specifico di malattia è la gravidanza stessa. La natura è così organizzata che per proteggere il feto dal rifiuto, l'immunità viene temporaneamente ridotta. In questo contesto, i microrganismi opportunisti, che sono parte integrante della microflora, iniziano a crescere rapidamente, si moltiplicano, diventando potenzialmente pericolosi.

Le donne si preoccupano del corso della gravidanza (soprattutto nelle prime fasi), il corpo è in uno stato di stress, che può anche scatenare una malattia.

Inoltre, cambia lo sfondo ormonale, rispettivamente, cambia anche la microflora della vagina. Aumenta la produzione di progesterone, che migliora la formazione di glicogeno, che i lattobacilli non sono in grado di elaborare.

Viene rilevata una rapida propagazione di funghi candida simili a lieviti (candida vaginite), abbassando il livello di pH - il mezzo acido viene sostituito da alcalino.

La colpite atrofica si sviluppa con una diminuzione di progesterone, testosterone, estrogeni. È una conseguenza naturale dell'estinzione fisiologica della funzione ovarica..

Uno squilibrio nella microflora vaginale senza processo infiammatorio si chiama "vaginosi batterica". L'assenza di infiammazione è indicata dalla mancata rilevazione dei globuli bianchi nello striscio. Tutti i cambiamenti sono di natura funzionale. Con microflora bilanciata prevalgono normalmente i lattobacilli (bastoncini di Doderlein), durante la violazione vengono sostituiti da associazioni polimicrobiche di gardinella, anaerobi.

I fattori per lo sviluppo della vaginite non specifica possono anche servire:

  • inosservanza dell'igiene personale;
  • sesso illeggibile;
  • prendendo alcuni farmaci;
  • malnutrizione;
  • biancheria intima aderente realizzata con tessuti artificiali;
  • reazioni allergiche (a prodotti per l'igiene, preservativi, unguenti);
  • microtrauma della mucosa;
  • patologia del sistema endocrino.

La colpite specifica porta all'infezione con infezioni a trasmissione sessuale (IST). I patogeni entrano nel corpo attraverso un contatto intimo non protetto con un partner infetto. La malattia si sviluppa a causa dell'introduzione di gonococco, clamidia, Trichomonas, micoplasma, ureaplasma, treponema pallido. Un bacillo tubercolare può fungere da provocatore della malattia..

La colite è di origine virale. Si sviluppano sullo sfondo dell'introduzione del virus dell'herpes, il papilloma nel corpo. Una volta nel corpo, rimangono in esso per sempre, si attivano nel periodo di indebolimento della difesa immunitaria.

Quadro clinico

Il decorso della colpite dipende direttamente dalla durata dell'occorrenza, dalla natura del processo infiammatorio. Esistono tre forme di vaginite: acuta, subacuta, cronica.

Vaginite acuta - infiammazione della mucosa vaginale, accompagnata da sintomi gravi. Può avere una natura infettiva, non infettiva. L'essenza della malattia è una reazione a uno stimolo aggressivo (infezione, allergeni, sostanze chimiche, alte temperature).

La durata del decorso acuto della malattia dura entro 14 giorni.

La colpite infettiva è sintomatica a seconda del patogeno causato. La forma acuta di trichomonas della malattia è accompagnata da un gran numero di secrezioni schiumose, gonorrea - leucorrea purulenta, candida - leggera, secrezione cagliata, placca sulla mucosa, erosione vulvare, herpetic - ulcere dolorose.

Leggi anche sull'argomento.

Il quadro clinico generale è pronunciato:

  • scarico pesante con una miscela di pus, con un odore sgradevole;
  • dolore nel perineo durante l'intimità;
  • prurito, bruciore, disagio nel perineo;
  • una sensazione di pesantezza nell'addome inferiore;
  • minzione non confortevole;
  • gonfiore degli organi genitali;
  • febbre.

Con un trattamento immediato e adeguato, la prognosi per i pazienti è positiva..

La vaginite subacuta è una malattia che si trova all'intersezione di forme acute e croniche con un'alta probabilità di guarigione. La durata del corso in questa forma è di 2-6 mesi dopo la fine della fase acuta. La clinica non è così pronunciata rispetto allo stadio precedente. A volte possono verificarsi focolai della malattia. I sintomi principali sono perdite vaginali, la cui natura dipende dal tipo di agente patogeno; è possibile il muco sanguinante dopo il rapporto sessuale.

Con la vaginite cronica, aumenta il rischio per la salute. Ci vuole molto tempo (da diversi mesi a diversi anni), le ricadute sono sostituite da fasi di remissione. La ricaduta si verifica spesso durante la gravidanza. Cause dell'evento:

  • il paziente non ha curato (non ha guarito) la forma acuta;
  • caratteristiche di un agente patogeno particolare;
  • condizioni generali - sistema immunitario debole, squilibrio ormonale.

Può essere accompagnato da sintomi non specifici, il quadro clinico è scarso - abbondante scarica vaginale, disagio perineale.

Misure diagnostiche e terapia

Spesso trattiamo le malattie senza prima consultare un medico, che può influire negativamente sul decorso della patologia e provocare lo sviluppo di complicanze. In questo caso, non solo la salute delle donne, ma anche il bambino stesso possono soffrire. Ecco perché è importante consultare uno specialista ai primi sintomi e iniziare a trattare la vaginite.

Le misure diagnostiche iniziano con un esame visivo del paziente (se l'età gestazionale lo consente). Nella fase acuta, è difficile valutare le condizioni delle pareti della vagina, poiché i muscoli sono tesi dal dolore. Esternamente, mucosa rossa, gonfia con abbondante scarica.

Successivamente, vengono prescritti esami del sangue, uno striscio. Uno striscio fornisce informazioni sullo stato della microflora, sui tipi di batteri patogeni. Un esame del sangue (solo nella fase acuta) mostra il numero di leucociti, il tasso di sedimentazione degli eritrociti. La cultura batteriologica determina il rapporto tra le specie di organismi, la loro sensibilità agli antimicrobici.

Dopo aver confermato la diagnosi preliminare, identificando un agente patogeno specifico, il medico decide come trattare la malattia. Se vengono rilevate malattie sessualmente trasmissibili, entrambi i partner devono essere trattati..

Importante! Una terapia adeguata per la vaginite durante la gravidanza è la chiave per la salute del bambino.

Trattamento

Il trattamento della vaginite durante la gravidanza è complicato dal fatto che alcuni farmaci efficaci sono controindicati.

Regime di trattamento approssimativo:

  • terapia antisettica locale (Miramistin, Clorexidina, Betadine) 1-3 giorni;
  • colpite specifica a seconda del patogeno: - clamidia, ureaplasma, micoplasma - antibiotico Josamicina 7-10 giorni; - Trichomonas, gonococcus - Metronidazole 5-7 giorni;
  • non specifico, causato da microflora mista - supposte antinfiammatorie vaginali di azione locale (Terzhinan, Hexicon) 7-14 giorni;
  • con infezioni fungine - agenti antifungini (nistatina, pimafucina) 7-10 giorni;
  • candele con latto-, bifidobatteri per ripristinare la normale microflora (Lactogin, Vaginorm, Bifidumbacterin) 7-14 giorni.

Al fine di aumentare le difese del corpo, vengono prescritti complessi multivitaminici.

Dalla formazione degli organi fetali nel primo trimestre, gli antibiotici non sono prescritti fino a 12 settimane di gestazione.

Con l'aiuto di una terapia correttamente selezionata, la malattia può essere eliminata entro 14 giorni. Allo stesso tempo, non è importante per il corso del trattamento abbandonare i contatti sessuali, mangiare bene, rafforzare l'immunità.

La vaginosi batterica (senza processo infiammatorio), a condizione che non disturbi la donna incinta, non richiede un trattamento speciale, ma il monitoraggio deve essere eseguito senza fallo.

Spesso altri problemi associati al sistema genito-urinario si uniscono alla vaginite. La terapia è prescritta in base al problema specifico..

Leggi anche sull'argomento.

Il trattamento nella maggior parte dei casi avviene in regime ambulatoriale sotto la supervisione di un medico. In caso di sintomi gravi, l'attuale minaccia di aborto spontaneo, è necessario trattare la vaginite in condizioni stazionarie.

Etnoscienza

Molte donne in gravidanza che hanno riscontrato un problema sono interessate alla domanda: la vaginite è trattata con rimedi popolari?

I metodi della medicina tradizionale non devono essere sopravvalutati, in nessun caso devi auto-medicare. Il medico curante in un caso particolare può raccomandare alcune prescrizioni che vengono utilizzate insieme alla terapia farmacologica principale. Non è possibile curare la malattia con le sole erbe. Puoi solo facilitare il suo corso. Spesso, a causa del fatto che le donne usano ricette popolari, la malattia si trasforma in una forma latente, che contribuisce alla perdita di tempo. Non c'è dubbio che la vaginite si manifesterà ancora, poiché non è scomparsa, ma la forma potrebbe già essere cronica.

Come metodo popolare durante la gravidanza, puoi usare i bagni da decotti di erbe: camomilla, erba di San Giovanni, menta, calendula. Per preparare il brodo, devi prendere 20 g di erba, versare acqua bollente (1 litro), lasciar fermentare per almeno 2 ore. Lavare se necessario (non più di 3 volte al giorno).

Allevia l'infiammazione, favorisce lozioni di rigenerazione dei tessuti con corteccia di betulla, gemme di quercia. Mezzo litro di acqua bollente versa 10 g di pianta, insisti. Inumidisci la tintura con un tessuto pulito e naturale, mantieni la lozione sui genitali per 20 minuti.

Alla fine del trattamento, sarà utile trattare la vagina con liquido acido. In un litro di acqua bollita raffreddata, mescolare 15 ml di succo di limone. Igiene prima di coricarsi.

Importante! Il douching è severamente vietato, poiché è irto di lesioni o disbiosi della vagina.

Durante l'applicazione di ricette popolari, si raccomanda di monitorare la reazione del corpo. Se si verificano effetti indesiderati, interrompere l'uso..

effetti

La vaginite durante la gravidanza è una grave minaccia per il bambino. I primi sintomi non dovrebbero essere ignorati.

La malattia non trattata in tempo può portare a conseguenze disastrose:

  • infezione infettiva di liquido amniotico, placenta;
  • infezione intrauterina del feto;
  • formazione di difetti;
  • polidramnios;
  • nascita prematura;
  • aborto;
  • insufficienza fetoplacentare;
  • avvelenamento del sangue;
  • lacune durante il travaglio;
  • endometrite postpartum, erosione;
  • infertilità.

Anche se una donna ha sofferto di vaginite all'inizio della gravidanza, i rischi di sviluppare complicanze rimangono fino alla nascita, poiché non è noto se l'infezione sia penetrata nel bambino. Pertanto, le donne in gravidanza con vaginite sono sotto la speciale supervisione di un medico per l'intero periodo di portamento del feto, che, più spesso di altre, vengono sottoposte a un'analisi dello striscio.

Prevenzione

Il rispetto delle misure preventive aiuterà a prevenire le ricadute. Prima di tutto, si consiglia di pianificare una gravidanza: passare tutti gli esami, superare tutti i test. Quando si identificano le malattie, è necessario trattarle.

Un tipo di malattia non specifico può essere prevenuto da:

  • rigoroso rispetto delle norme di igiene personale;
  • mantenere l'immunità;
  • trattamento tempestivo delle malattie croniche;
  • preferenze per la biancheria intima realizzata con tessuti naturali;
  • mantenere uno stile di vita sano;
  • nutrizione appropriata;
  • evitare lo stress.

Misure per la prevenzione della vaginite specifica - rispetto dell'etica intima. È consigliabile avere un partner regolare, usare il preservativo ed essere regolarmente testato per le infezioni.

La vaginite per una donna incinta è una patologia grave. Non solo influenza in modo significativo la qualità della vita, ma può anche provocare conseguenze irreversibili, fino alla morte del bambino. Pertanto, è importante monitorare attentamente la tua salute, ai primi sintomi consultare un medico, sottoporsi a un esame completo e alla terapia necessaria, non dimenticare le misure preventive.

Vaginite durante la gravidanza

Tempo di lettura: min.

Vaginite durante la gravidanza

Cos'è la vaginite nelle donne in gravidanza? "Vaginite durante la gravidanza: forum" - perché una tale richiesta appare sulla rete? Il fatto è che le madri che sono già riuscite a gestire la vaginite possono condividere preziosi consigli con coloro che ne hanno davvero bisogno. A volte lì puoi trovare tali informazioni, che non sono menzionate altrove. Ma non puoi nemmeno credere completamente alla cieca di tutto. Poiché la vaginite nelle donne in gravidanza è un problema che richiede una terapia farmacologica, risolta quando si trasporta un bambino.

Il verificarsi di vaginite durante la gravidanza non è una situazione rara. La vaginite in questo caso significa anche infiammazione della mucosa vaginale.

In gravidanza, vaginite: cause

A causa dell'esposizione al carico costante durante il periodo di gravidanza, l'immunità di una donna inizia a indebolirsi notevolmente. Ciò può portare al fatto che il corpo non può combattere autonomamente le infezioni che cercano di penetrare in essa e neutralizzarle completamente..

Molto spesso, la ragione principale per la comparsa di vaginite durante il periodo di gravidanza è considerata la penetrazione nel corpo di agenti infettivi come clamidia, micoplasmosi, gonorrea e ureaplasma, nonché mughetto e tricomoniasi. Tutte queste infezioni sono trasmesse principalmente attraverso il contatto sessuale. Possono essere a lungo nel corpo femminile e non farti sapere di te. Inoltre, in questo caso stiamo parlando dello sviluppo e dell'aspetto di vaginite specifica durante la gravidanza.

La vaginite non specifica in gravidanza si verifica per i seguenti motivi:

  • Lesione alla mucosa vaginale;
  • Disturbi del sistema endocrino;
  • Nutrizione impropria, dieta insufficientemente equilibrata e caratterizzata da un piccolo numero di calorie;
  • Allergia ai prodotti per l'igiene, unguenti e preservativi;
  • Violazione di semplici norme igieniche;
  • Assunzione di alcuni farmaci
  • Indossare biancheria intima stretta fatta di tessuti artificiali;
  • Rapporto sessuale promiscuo.
  • La vaginite durante la gravidanza può essere dovuta a una riduzione fisiologica dell'immunità caratteristica di questo stadio.

La colpite virale appare quando un herpes virus o un papillomavirus umano penetra nel corpo di una donna incinta. Se un tale virus può penetrare nel corpo umano, rimarrà lì per sempre e si manifesterà solo nei momenti in cui l'immunità umana sarà indebolita il più possibile..

Vaginite durante la gravidanza: sintomi

La vaginite durante la gestazione del bambino può manifestarsi in qualsiasi momento, la vaginite può verificarsi nel primo trimestre o può disturbare la donna incinta prima del parto. È per questo motivo che è così importante identificarlo in tempo e iniziare urgentemente a eseguire il trattamento necessario, in conformità con queste analisi. I sintomi in momenti diversi saranno gli stessi. Ma se parliamo delle ultime fasi della gravidanza, lo scarico può essere così abbondante che una donna può prenderle per l'acqua che ha iniziato a perdere. Nonostante la differenza nei sintomi, se sospetti una malattia, dovresti consultare immediatamente il medico.

Altri sintomi includono gonfiore dei genitali. Inoltre, una donna può notare una scarica bianca, putrida con un odore sgradevole. A volte in tale scarico compaiono impurità nel sangue. Inoltre, c'è gonfiore della mucosa vaginale e sanguinamento da contatto. I genitali esterni iniziano a prudere molto e una donna può provare una sensazione di bruciore in essi.

Vaginite durante la gravidanza: come trattare?

Il trattamento della vaginite durante la gravidanza inizia principalmente con la diagnosi corretta. Lo stesso vale per le donne non gravide. L'obiettivo della terapia è principalmente quello di riportare normale la microflora della vagina femminile. Per questo, il medico di solito prescrive tutti i tipi di antibiotici, anche la forma di rilascio in questo caso varia: può essere supposte, unguenti e compresse. Inoltre, ciò che questo o quel paziente prenderà specificamente dipende dalle caratteristiche individuali del suo corpo, ricevute dalle mani dei dati della ricerca e dalle decisioni del medico che la tratta e la osserva.

La vaginite è pericolosa durante la gravidanza??

Quando si chiede cos'è la vaginite durante la gravidanza, una donna dovrebbe ricordare che questa è una malattia piuttosto pericolosa. Se una donna prende misure indipendenti per quanto riguarda il trattamento della malattia, può danneggiare seriamente il bambino. Il fatto è che ci sono medicinali che possono danneggiare la salute del feto ed è per questo che è necessario consultare un medico che ha esperienza clinica in tali situazioni.

La gravidanza precoce e la vaginite sono qualcosa che può causare ansia alla donna. Considerando che la tossicosi è spesso preoccupata per le donne nella fase iniziale della gravidanza, si può immaginare cosa accadrà alle sue condizioni mentali e fisiche se ci sono due problemi allo stesso tempo. Inoltre, qui vengono aggiunti gonfiore e sonnolenza. È per questo motivo che il problema con la vaginite deve essere affrontato al più presto..

Trattamento della vaginite nelle donne in gravidanza.

Erosione e vaginite durante la gravidanza: come trattare? La prescrizione di farmaci si basa generalmente sul trimestre di gravidanza. Per esempio:

  • Se si tratta di vaginite batterica nelle donne in gravidanza, nel primo trimestre di gravidanza, i medici prescrivono solitamente eritromicina, Josamicina, se si tratta di Betadina, Nistatina, Rovamicina;
  • Per quanto riguarda il secondo trimestre di gravidanza, qui vengono generalmente prescritti Miconazole, Vagotil, Klion-D, Hexicon, Meratin-Combi;
  • Nell'ultimo trimestre di gravidanza, è possibile l'uso di farmaci come Polygynax, Pimafucin e Terzhinan. Inoltre, possono essere utilizzati fino al momento della consegna.

Tuttavia, il metodo più sicuro per il trattamento della vaginite durante la gravidanza è considerato un farmaco locale. Questi includono supposte, unguenti, creme e gel che vengono iniettati direttamente nella vagina. Tali fondi non incidono negativamente sul bambino nell'utero. Con colpite, alle donne in gravidanza verranno prescritti farmaci come Betadine (solo fino alla dodicesima settimana di gravidanza a causa del fatto che il farmaco contiene iodio, che può influenzare la ghiandola tiroidea del feto), Polygynax (una o due settimane prima del parto), Terzhinan, Hexicon, Pimafucin ( se c'è un'infezione fungina). La decisione finale sulla scelta dei fondi sarà presa dal medico.

Vaginite durante la gravidanza

L'infiammazione degli organi interni durante il periodo di gestazione indica cambiamenti in corso nel funzionamento del corpo. Una donna incinta è sensibile all'immunodeficienza - a causa di ciò, i patogeni virali influenzano la diffusione della malattia, come la vaginite? Cos'è questa patologia? Cosa è pericoloso per il bambino e la madre? Quali sono i sintomi dell'infiammazione vaginale durante la gravidanza? Come diagnosticare e curare la malattia? Leggi di più nell'articolo..

Che cos'è

La vaginite durante la gravidanza è una malattia patologica causata dall'infiammazione delle mucose della vagina. In casi specifici, il problema è accompagnato da gonfiore e gonfiore degli organi genitali esterni: vulvite.

La vulvovaginite durante la gravidanza viene trasmessa sessualmente, attraverso danni meccanici alla pelle, assumendo farmaci ormonali.

Anche cause mediche, fisiologiche, meccaniche e igieniche causano problemi..

Le cause

La vaginite nelle donne in gravidanza si verifica in un contesto di fluttuazioni ormonali e indebolita a causa dell'inizio dello sviluppo dell'immunità dell'embrione. Oltre a questi fattori, il processo infiammatorio è dovuto a:

  • insufficiente igiene genitale;
  • infezione attraverso il contatto sessuale con un partner che ha malattie a trasmissione sessuale;
  • passare un corso di medicina;
  • violazione del sistema endocrino;
  • reazioni allergiche;
  • l'uso di agenti antimicrobici.

La diffusione di microrganismi patologici è influenzata dalla presenza di clamidia, gonorrea, tricomoniasi e altri problemi a trasmissione sessuale.

Vale la pena capire come compaiono i segni della malattia in specifiche fasi della gestazione.

Primo stadio

La vaginosi batterica nelle prime settimane è dovuta alla produzione dell'ormone progesterone, nonché alla formazione degli organi interni del feto. Fatti salvi gli effetti della tossicosi e delle interruzioni, una donna rischia di essere infettata da questa malattia.

L'infiammazione si verifica anche a causa di rapporti sessuali non protetti..

Fase finale

Il fattore determinante nel periodo prenatale sono i disturbi fisiologici nel corpo. In questa fase, è importante riconoscere la malattia e iniziare immediatamente il trattamento. Il processo provoca lo sviluppo di un'infezione che si diffonde in tutto il corpo.

In futuro, ciò porta a un danno fetale, alla nascita con patologie dello sviluppo, in casi estremi, aumenta il rischio di aborto spontaneo. La vaginite postpartum è causata da un danno meccanico alle mucose durante il processo di nascita.

Classificazione

La violazione è divisa in tipi specifici, consentendo di determinare la gravità della patologia e lo schema di ulteriore trattamento.

  • dalla natura dell'infiammazione, dalla durata e dal decorso della malattia - forme acute e croniche;
  • per età dei pazienti - adolescenti, donne in gravidanza e persone in età fertile;
  • post-aborto, postpartum;
  • sieroso, purulento, cancrenoso;
  • manifestazioni specifiche della malattia.

Sintomi

I segni di infiammazione differiscono l'uno dall'altro, tuttavia, indipendentemente dal tipo di malattia, inerente:

  • scarico vescicolare viscoso di colore grigiastro, bianco o trasparente;
  • odore sgradevole nella zona genitale;
  • sanguinamento da contatto debole;
  • minzione dolorosa.

Le complicazioni sotto forma di vaginite gonorrea si distinguono per una scarica densa di una tonalità giallo-bianca e la loro frequenza. Il tipo di Trichomonas ha tratti giallo-verdastri con una caratteristica struttura a bolle. Candidosi - scarico viscoso bianco con un sedimento cagliato.

Nel caso dello sviluppo di una manifestazione acuta della malattia, aumenta l'abbondanza di secrezioni, compaiono dolore, prurito, un aumento della temperatura della vulva e della vagina.

Il decorso cronico del problema dura da un mese a diversi anni, esacerbando a causa di agenti virali, gravi situazioni stressanti, ipotermia e periodo gestazionale.

Pericolo

Qual è la vaginite pericolosa? Per la madre, ignorare i sintomi sorprendenti e la loro progressione è irto delle seguenti conseguenze:

  • minacciato aborto spontaneo durante le prime 23 settimane;
  • gravidanza congelata;
  • parto prematuro, a partire da 37 settimane di gestazione;
  • infezione delle membrane dello strato placentare e del liquido che circonda l'embrione (corioamnionite)
  • infiammazione del tessuto uterino nel periodo postpartum;
  • rischio di contrarre malattie a trasmissione sessuale e AIDS.

Oltre alle conseguenze potenzialmente letali per un bambino non ancora nato, la presenza di sensazioni spiacevoli e un deterioramento del benessere danno alla futura madre disagio igienico e psicologico.

Per un bambino

La formazione del bambino quando una madre rileva una patologia virale viene violata, essendo esposta a fattori negativi:

  • dopo la nascita - prematurità, deviazioni dalla norma del peso;
  • sufrattante polmonare alterato;
  • sepsi;
  • sindrome di angoscia.

La patologia non è ereditata. Tuttavia, l'effetto dannoso sul corpo del bambino è nel periodo di gestazione e dopo la nascita.

Chi contattare

Le sensazioni spiacevoli che allertano la donna incinta non dovrebbero essere ignorate. Prima di iniziare a cercare problemi, cause e soluzioni, è necessario visitare l'ufficio del ginecologo.

Diagnostica

La diagnosi della malattia inizia con la storia del paziente. Il medico raccoglie un elenco di lamentele e sentimenti della futura madre, dopo di che viene effettuato un esame. Tenendolo premuto si otterrà un quadro accurato del problema.

Una macchia viene prelevata dalle pareti della vagina della donna incinta e inviata al laboratorio per l'analisi. I medici confermano la diagnosi, controllano la presenza di microrganismi e funghi dannosi nel materiale biologico.

Se uno specialista dubita delle condizioni del paziente, quest'ultimo viene inviato per ulteriori esami del sangue e delle urine. La vaginite è associata al funzionamento del sistema genito-urinario, in connessione con la violazione della quale appare una fonte di patologia.

Urologo e nefrologo partecipano alla consulenza.

Trattamento

Qual è il trattamento per la vaginite durante la gravidanza? Per risolvere il problema, viene utilizzata la terapia farmacologica. Le medicine sono rilevanti solo quando si considerano i patogeni che predispongono alla diffusione della malattia.

La vaginite batterica viene eliminata attraverso antibiotici o agenti aggiuntivi che trattano le aree colpite.

La forma fungina viene trattata con supposte e compresse antifungine, come il fluconazolo.

Per eliminare le lesioni da trichomonas, i medici prescrivono trichopol e metronidazolo sotto forma di compresse ai pazienti.

I patogeni non infettivi vengono escreti con l'aiuto di prodotti per l'igiene intima, pomate medicinali, spray.

È importante non automedicare! La mancanza di conoscenza sull'azione di un particolare farmaco porterà a complicazioni e aggraverà il decorso della malattia.

Prevenzione

L'infezione e la progressione della patologia possono essere evitate con consapevolezza e l'uso di misure preventive. La futura mamma deve osservare i seguenti punti:

  • evitare situazioni stressanti;
  • monitorare attentamente l'igiene intima;
  • visitare l'ufficio del ginecologo;
  • superare un esame aggiuntivo per la presenza di altre malattie;
  • affrontare attentamente la scelta della biancheria intima che non limita i movimenti;
  • limitare l'assunzione di dolci;
  • attenersi a una corretta alimentazione.

Avendo trovato segni di problemi nel tempo, sarà possibile escluderne l'ulteriore sviluppo, per proteggere la vita della madre e del bambino dalle complicazioni patologiche.

Salute delle donne

Malattie delle donne, metodi di diagnosi e trattamento, infertilità e gravidanza

Caratteristiche del trattamento della vaginite nelle diverse fasi della gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo della donna viene ricostruito, il che comporta una serie di problemi. Uno di questi è una diminuzione dell'efficienza del sistema immunitario, che si manifesta in alcune malattie di natura infettiva. La vaginite è una di queste, quindi viene rilevata in molte donne in gravidanza.

Qual è il pericolo di questa malattia? Quali sono i sintomi della sua presenza? Come trattare la malattia, soprattutto nelle prime fasi della gravidanza? Troverai le risposte a queste domande nel nostro articolo..

Tipi di vaginite nelle donne in gravidanza

In ginecologia si distinguono diversi tipi di vaginite, ma nelle donne in gravidanza la forma batterica più comune, così come la vaginite batterica non specifica. Hanno sintomi simili, cambia solo la natura della scarica. Anche le tattiche di trattamento saranno leggermente diverse..

batterico

Ci sono molti fattori che possono causare infiammazione. In alcuni casi, una donna non è infettata da batteri o virus, quindi i ginecologi dicono della forma batterica della vaginite. Una tale malattia può verificarsi durante la gravidanza a causa di una diminuzione delle difese del corpo.

Le cause secondarie della vaginite acuta non batterica sono:

  • maggiore sensibilità ai prodotti chimici domestici o ai prodotti per l'igiene intima;
  • installazione di un pessario in caso di minaccia di aborto spontaneo;
  • trattamento incontrollato con farmaci antibatterici o loro selezione impropria;
  • irrigidimento improprio o utilizzo di soluzioni non previste per questa procedura;
  • diabete;
  • aumento dell'indice di massa corporea;
  • deviazione nel lavoro di varie ghiandole.

Inoltre, la causa della vaginite nelle donne in gravidanza può essere un trauma alla mucosa durante qualsiasi misura diagnostica e, in alcuni casi, l'omissione del sistema genito-urinario.

Candidosi

Una diminuzione delle funzioni del sistema immunitario, in particolare di quelle barriera, non è una deviazione durante la gravidanza, ma comporta un cambiamento nell'equilibrio della microflora nella vagina. La situazione è aggravata dall'insufficienza ormonale, un altro "compagno" costante di una donna incinta. Il corpo della futura mamma produce più progesterone del necessario. Questo ormone influisce sulla quantità di glicogeno, un prodotto alimentare di lattobacilli che vivono nella mucosa vaginale.

Se l'equilibrio della microflora è cambiato e questi batteri si riducono, il livello di glicogeno aumenta e l'ambiente acido-base cambia. Di conseguenza, vengono create condizioni favorevoli per la crescita della microflora opportunistica e di alcuni funghi che possono rimanere nascosti nei tessuti per diversi anni. Quindi c'è una vaginite candidale in una donna incinta.

batterico

La vaginite batterica può essere aspecifica e specifica. Nel primo caso, il meccanismo di sviluppo è lo stesso della vaginite candidale, ma la malattia è causata da microflora condizionatamente patogena - alcuni stafilococchi e streptococchi, Escherichia coli e altri batteri. Vivono costantemente sulle mucose della vagina e possono anche entrare nel retto se non si osserva l'igiene personale. Una volta in condizioni favorevoli, i microrganismi iniziano a moltiplicarsi intensamente, danneggiando la mucosa, causando il processo infiammatorio.

La vaginite batterica specifica nelle donne in gravidanza è sempre causata da infezioni a trasmissione sessuale. Questi includono:

Una donna può essere infettata attraverso rapporti non protetti, nonché durante l'uso di prodotti per la cura personale di altre persone.

Nei casi più gravi è possibile la vaginite mista. Questa è una malattia in cui ci sono diversi agenti patogeni del processo infiammatorio. Ad esempio, Trichomonas è "potenziato" dalla propagazione di funghi del genere Candida. La vaginite batterica mista è la più difficile da trattare, specialmente quando si tratta delle fasi iniziali della gravidanza.

Sintomi della malattia

Vedendo dimissioni insolitamente abbondanti, le donne con la loro prima gravidanza possono farsi prendere dal panico. Ma un tale fenomeno non indica necessariamente processi patologici nel corpo. Un cambiamento nella natura della dimissione è un fenomeno inevitabile che accompagna una donna durante la sua gravidanza. Ciò è dovuto a un cambiamento nell'equilibrio ormonale..

Attenzione dovrebbe essere il cambiamento di colore o la comparsa di un odore estraneo dai genitali. Vedere la tabella seguente per i problemi più comuni e la loro spiegazione..

Che tipo di vaginite è caratteristica

Fiocchi acidi densiFunghi, molto spesso candidosiGiallo pusIn caso di infezione da streptococchiAppiccicoso, pesceBatterico (infezione da gardnerella.Colore spumoso, giallo-verde o verde chiaroVaginite da TrichomonasGiallo pallido, viscosoVaginite gonococcica

Insieme ai cambiamenti nella natura della dimissione, una donna incinta lamenta altri sintomi:

  • dolore del basso addome;
  • minzione dolorosa;
  • arrossamento della vulva (con vulvovaginite);
  • prurito e bruciore nella vagina;
  • dolore durante il sesso.

Se si verifica vaginite cronica, i sintomi non sono così pronunciati e durante la gravidanza alcune donne potrebbero essere del tutto assenti. Questo mette a repentaglio la salute e la vita del nascituro..

Come trattare la vaginite durante la gravidanza

Il trattamento della vaginite nelle donne in gravidanza è sempre complesso, mentre bisogna tenere presente che alcuni farmaci possono danneggiare il bambino. Gli antibiotici sono usati solo in casi particolarmente gravi. Fondamentalmente, il medico prescrive rimedi locali, soluzioni per l'irrigazione e medicinali in compresse e capsule. Considera le caratteristiche del trattamento nelle diverse fasi della gravidanza.

Primo trimestre di trattamento

Il pericolo di esposizione a farmaci all'inizio della gravidanza è che il feto può essere sensibile al principio attivo dei farmaci. Ciò può causare aborti spontanei o anomalie in gravidanza. Tuttavia, la presenza nella vagina del focus del processo infiammatorio non è meno pericolosa, specialmente se la patologia è causata da agenti patogeni specifici. Pertanto, il medico, quando prescrive tattiche di trattamento, deve scegliere costantemente una via di mezzo e monitorare lo stato di salute di una donna malata.

Nel primo trimestre, la maggior parte dei farmaci antibatterici è vietata per l'uso, quindi l'accento è posto su alcuni rimedi locali, soluzioni di irrigazione e simili. Con l'approvazione di un medico, è possibile utilizzare anche metodi di medicina tradizionale, mentre è importante non applicare commissioni.

La vaginite all'inizio della gravidanza può essere trattata con i seguenti metodi:

  1. Bagni con infuso di camomilla o calendula. È anche bene lavare con queste soluzioni 2-3 volte al giorno. Per la preparazione, le materie prime medicinali vengono versate con acqua in una proporzione di 1:10 e mantenute a bagnomaria per 20 minuti. Quindi si raffredda e filtra.
  2. Candele Hexicon. Secondo il produttore, è completamente sicuro per una donna e suo figlio. È prescritto in un dosaggio di 1-2 candele al giorno, la durata del corso è negoziata individualmente.
  3. Candele Betadine. Contiene iodio povidone. Nelle prime fasi sono prescritti come antisettici secondo le istruzioni allegate.

Inoltre, una donna deve monitorare la purezza dei genitali, rifiutare di indossare biancheria intima sintetica, escludere i rapporti sessuali. Non ci sono istruzioni speciali per la dieta, ma è necessario escludere piatti e prodotti affumicati, dolci e salati. Lo stesso vale per i prodotti che contengono coloranti e aromi..

Trattamento del secondo trimestre

La terapia della vaginite nel secondo trimestre di gravidanza differisce dalle tattiche del primo trimestre nell'inclusione di farmaci il cui principio attivo è il miconazolo o il metronidazolo. Nella moderna pratica ostetrica e ginecologica, due farmaci di questo tipo sono ampiamente usati:

  1. Klion-D-100. Il principale ingrediente attivo è il metronidazolo. Il farmaco è dannoso per la Candida e diversi batteri. Le supposte vengono somministrate per via vaginale, una al giorno. Il corso massimo di trattamento è di 10 giorni..
  2. Metromicon Neo. Contiene metronidazolo e miconazolo, quindi è un potente farmaco combinato. Secondo le istruzioni, una supposta vaginale viene posizionata di notte, ma la durata della terapia dipende dal decorso della malattia..

Nonostante il fatto che questi farmaci possano essere utilizzati nel secondo trimestre di gravidanza, hanno una serie di controindicazioni ed effetti collaterali. È meglio se il tuo ostetrico-ginecologo approva il trattamento della vaginite nelle donne in gravidanza con questi agenti..

Terzo trimestre di trattamento

Il terzo trimestre di gravidanza consente l'uso di una varietà di farmaci per il trattamento della vaginite. In questo periodo, la placenta è già sufficientemente sviluppata per proteggere in modo affidabile il bambino da fattori avversi esterni, quindi possono essere prescritte supposte vaginali più potenti:

  1. Pimafucin. È prescritto per la vaginite da Candida e altri funghi, ha un forte effetto fungicida. Dosaggio: 1 candela immediatamente prima di coricarsi per 6-7 giorni.
  2. Terzhinan. Supposte vaginali francesi con un effetto complesso. Distruggi alcuni funghi, batteri, Trichomonas e aiuta anche a combattere l'infiammazione. 1 candela viene introdotta di notte, il corso del trattamento è di 10 giorni. Prima di introdurre nella vagina, si consiglia di inumidire la supposta per 30 secondi.

Allo stesso tempo, possono essere prescritte supposte vaginali Hexicon. Anche la dieta è adeguata, si consiglia di non indossare biancheria intima sintetica. Il sesso durante il trattamento rimane proibito.

Qual è la vaginite pericolosa per una donna incinta e un bambino?

La vaginite batterica (colpite) è pericolosa per una donna e il suo bambino non ancora nato. È impossibile dire esattamente quale sarà la malattia, ma è del tutto possibile prevedere le possibili conseguenze.

La vaginite può causare i seguenti problemi durante la gravidanza:

  • infezione del feto con un'infezione che lo penetra attraverso la cervice;
  • sviluppo fetale compromesso;
  • parto prematuro e aborto spontaneo.

Un bambino può essere infettato durante il parto, quindi si verifica un fenomeno come la vaginite in una neonata. È anche possibile l'introduzione dell'agente patogeno in altri organi e sistemi e lo sviluppo di malattie congenite.

La vaginite è pericolosa, specialmente con un decorso prolungato, e per la madre stessa. Il processo infiammatorio dalla mucosa vaginale può diffondersi alla cervice, quindi alla mucosa dell'utero stesso e alle membrane. Se non si fornisce aiuto alla donna, si può sviluppare uno shock tossico infettivo e questa condizione può essere fatale anche con l'assistenza medica in unità di terapia intensiva. Pertanto, sperare che i sintomi spiacevoli scompaiano da soli è stupido e sconsiderato: la vaginite colpisce la gravidanza nel modo più negativo.

Conclusione

La vaginite durante la gravidanza, specialmente nelle prime fasi, deve essere trattata sotto la supervisione di un medico. È vietato prescrivere farmaci da soli, è vietato l'uso di dubbia medicina popolare. Il mancato rispetto delle istruzioni del medico può portare alla morte del bambino, e in casi particolarmente difficili, alla madre stessa. Al contrario, se aderisci alle tattiche di trattamento, escludi i rapporti sessuali e regola la dieta, puoi sconfiggere la malattia con rischi minimi per il nascituro.

Articoli Sul Ciclo Di Abusi

Iniezioni di progesterone per le mestruazioni: indicazioni per l'uso, recensioni di farmaci

Una condizione importante per una piena funzione mestruale è una quantità sufficiente di progesterone. La sua carenza interrompe le ovaie e lo sviluppo dell'endometrio e provoca anche infertilità....

La menopausa nelle donne: sintomi e cause, durata, trattamento

Il climax è un normale processo fisiologico causato da cambiamenti naturali nel background ormonale associati alla transizione del corpo dal periodo riproduttivo, che è caratterizzato da mestruazioni regolari, alla loro completa cessazione....

Allattamento al seno mensile

Quando una madre che allatta può riprendere le mestruazioni dopo il parto?Il momento del ripristino del ciclo mestruale in ogni donna è puramente individuale. Il ripristino delle mestruazioni dipende direttamente dallo sfondo ormonale di una donna, quindi la norma temporale può variare in modo significativo....