Dolore durante le mestruazioni

Armonie

I crampi durante le mestruazioni sono una cosa cattiva, ma almeno familiare. Ecco perché vale la pena prestare particolare attenzione a eventuali cambiamenti, ad esempio se il disagio di solito abbastanza tollerabile si è trasformato in vera sofferenza. O il dolore non ti lascia nemmeno pochi giorni dopo la fine delle mestruazioni. Infine, lo scarico è insolitamente abbondante e dura in modo anormalmente lungo. Qualunque sia il cambiamento espresso, segnala che qualcosa potrebbe essere sbagliato nel corpo. "E non puoi ignorarlo", conclude Alice Duque, ostetrico-ginecologa presso la Mount Kisco Clinic di New York.

Per avere un'idea dei possibili problemi, continua a leggere..

Dolore molto grave e scarico pesante

Possibile causa: fibromi uterini. Questo è un tumore benigno sulla parete interna o esterna dell'utero. Perché compaiono i fibromi non è del tutto chiaro, ma il problema è molto comune tra le donne di età compresa tra 30 e 40 anni. Il dolore, il livello che Duque descrive come "fuori scala", di solito si verifica a causa della pressione meccanica del tumore sull'utero o a causa dell'infiammazione.

Cosa fare: fissa un appuntamento con il tuo ginecologo e parla dei sintomi. È probabile che il medico effettui diversi esami, a seguito dei quali risulterà chiaro se si dispone di fibroma e se è necessario rimuoverlo. Quest'ultimo dipende da molti fattori, tra cui la posizione del tumore e le sue dimensioni (varia da pulsante a pompelmo medio). Poiché i fibromi sono sensibili ai livelli di estrogeni, è possibile prescrivere COC come anestetico..

Dolore tirante costante

Possibile causa: processo infiammatorio negli organi pelvici, cioè un'infezione delle ovaie, della vescica, dell'utero e / o delle tube di Falloppio. Da dove viene l'infiammazione? Bene, per esempio, qualsiasi STI può condurlo ad uno stadio avanzato (ricorda che la clamidia e la gonorrea sono spesso asintomatiche). "Il dolore è quasi costante, di solito senza gravi attacchi, ma allo stesso tempo molto spiacevole", ha detto Alice. E durante le mestruazioni, in combinazione con gli spasmi, il dolore dell'infiammazione può intensificare.

Cosa fare: vai immediatamente dal ginecologo. "Il processo infiammatorio raramente diventa una scusa per un'azione molto urgente, ma non è possibile avviarlo", afferma Duke. - Prima il medico ti esamina e determina il motivo, più velocemente può prescrivere antibiotici. Se ignori l'infiammazione per lungo tempo, può causare tessuto cicatriziale, che alla fine influisce sulla tua capacità di concepire un bambino..

Dolore acuto in un lato

Possibile causa: torsione ovarica. "Questo accade quando un fenomeno (ad esempio la formazione di una cisti) provoca la rotazione dell'ovaio, rendendo più difficile il flusso del sangue", afferma Duque. "Questo è un dolore molto forte, quasi insopportabile che richiede cure mediche immediate." Una delle conseguenze è l'estinzione della funzione ovarica..

Cosa fare: chiama un'ambulanza. Molto probabilmente saranno necessari gli ultrasuoni e altri studi. Quando si conferma la diagnosi di torsione, è necessaria un'operazione laparoscopica immediata (cioè con un livello minimo di intervento) per riportare l'organo in una posizione normale. “A volte, con un intervento tempestivo, l'ovaio può essere salvato. Ma se sembra già non praticabile, dovrà essere rimosso. Fortunatamente, questo organo è accoppiato e l'ovaio rimanente assumerà la produzione di estrogeni e ovuli ".

Gravi crampi che i normali antidolorifici non aiutano

Possibile causa: l'endometriosi è una malattia in cui i tessuti uterini si spostano in altri organi (ad esempio, nelle ovaie o nelle tube di Falloppio) e vi mettono radici. Secondo l'American Center for Obstetrics and Gynecology, l'endometriosi si trova in quasi il 10 percento delle donne. Ma il fatto è che possono essere necessari anni per stabilire la diagnosi corretta. Prima che ciò accada, la maggior parte dei pazienti crede che un forte dolore durante le mestruazioni sia un fenomeno comune e soffrono. Inoltre si sentono spesso a disagio durante il sesso.

Cosa fare: di nuovo, vai dal medico e descrivi i tuoi sintomi. Vengono prescritti numerosi test e studi per determinare le opzioni di trattamento. Poiché i tessuti endometriali sono sensibili ai livelli ormonali, l'assunzione di contraccettivi ormonali aiuterà a ridurre il dolore. Ma l'unico modo per confermare l'endometriosi è ancora la laparoscopia, durante la quale il medico può provare a rimuovere quanto più tessuto in eccesso possibile.

Gravi crampi dopo l'installazione di contraccettivi intrauterini

Possibile causa: dispositivo intrauterino di rame (non ormonale). Entro tre mesi dall'installazione di questo minuscolo dispositivo a forma di T, è possibile intensificare il dolore, perché le spirali hanno bisogno di tempo per "mettere radici" nel corpo.

Cosa fare: "se il dolore persiste per molto tempo o si verifica improvvisamente dopo un lungo periodo di normale funzionamento dello IUD, è necessario registrarsi per un'ecografia che ti aiuterà a scoprire in che condizioni si trova la spirale", consiglia Duque. Il medico può controllare e correggere leggermente la posizione dello IUD, dopo di che il dolore dovrebbe scomparire.

Perché il dolore si verifica durante le mestruazioni: cause di malessere

Circa il 70% della metà femminile della popolazione ha dolore durante le mestruazioni. In ogni caso, il disagio ha un'intensità diversa e sintomi associati. L'articolo aiuterà a capire in quali casi il disagio è considerato normale e quando sono necessari la diagnosi e il successivo trattamento..

dismenorrea

La dismenorrea (algomenorrea, algomenorrea) è caratterizzata da mestruazioni dolorose, che possono essere presenti tutto il giorno o l'intero periodo delle mestruazioni. In alcuni pazienti, il malessere inizia pochi giorni prima delle mestruazioni, ma non è un sintomo di sindrome premestruale.

Il gruppo a rischio è costituito da ragazze e donne dai 13 ai 45 anni. A causa delle caratteristiche individuali del corpo, le sensazioni si manifestano in modi diversi. In base alla loro localizzazione e ai sintomi aggiuntivi, è possibile identificare la causa della violazione. Ma il trattamento è selezionato solo dopo un esame completo.

È importante consultare uno specialista in modo tempestivo, perché le contrazioni dolorose nell'addome inferiore, il formicolio della parte bassa della schiena possono indicare gravi malattie ginecologiche. E tali violazioni sono più facili da eliminare nelle prime fasi di sviluppo..

Classificazione della dismenorrea

Si distinguono due forme di malattia: primaria (funzionale) e secondaria (acquisita). Se la forma funzionale del disturbo non è quasi mai associata a patologie ginecologiche, la dismenorrea acquisita indica cambiamenti negativi negli organi pelvici e malattie non solo del sistema riproduttivo, ma anche di altri organi.

Forma primaria

La sindrome del dolore si osserva in una ragazza adolescente nei primi tre anni di formazione del ciclo mestruale. I periodi dolorosi non sono intrinsecamente pericolosi e non indicano una malattia ginecologica indipendente.

L'algodismenorea primaria non si verifica sempre con la prima mestruazione. A volte i sintomi gravi iniziano ad apparire solo con l'inizio dei cicli ovulatori. Queste sensazioni non influiscono sulle prestazioni e non destano molta preoccupazione. Si nota il seguente quadro clinico:

  • le mestruazioni vanno in modalità normale (lievi ritardi);
  • i dolori sono deboli, spesso doloranti, ma non taglienti;
  • non è necessario assumere antidolorifici;
  • nessun sintomo aggiuntivo.

Tra le cause del dolore durante le mestruazioni nella dismenorrea primaria, vale la pena sottolineare:

  • malformazioni genitali;
  • squilibrio ormonale;
  • aumento della produzione di prostaglandine e trombossani;
  • disordini neurologici.

Con le mestruazioni, i dolori gravi non sono le uniche lamentele dei pazienti con algomenorrea funzionale. Altri problemi completano il quadro:

  • prolasso della valvola mitrale;
  • distonia vegetativa-vascolare;
  • miopia;
  • scoliosi;
  • piedi piatti.

Forma secondaria

La diagnosi di dismenorrea secondaria viene spesso effettuata nelle donne di età compresa tra 25 e 30 anni, quando l'insorgenza di un sintomo nei giorni critici è provocata da malattie o cambiamenti patologici nella struttura degli organi del sistema riproduttivo..

Nella maggior parte dei casi, le donne e le ragazze che non hanno dato alla luce donne che hanno interrotto la gravidanza più volte sono a rischio. Ma dopo la nascita, la situazione spesso migliora e i problemi con le mestruazioni passano da soli.

La dismenorrea acquisita è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  1. Dolore doloroso prima delle mestruazioni, quasi non sentito.
  2. L'intensità massima scende al secondo o terzo giorno del ciclo.
  3. I crampi si osservano sistematicamente, lo stomaco è sufficiente.
  4. Improvvisamente inizia a tirare e gemere durante l'esercizio.

Tra i sintomi aggiuntivi possono essere identificati:

  • debolezza generale e vertigini;
  • mal di testa con le mestruazioni;
  • nausea e vomito
  • feci molli;
  • problemi del ritmo cardiaco;
  • aumento della sudorazione;
  • dolori articolari e muscolari di tutto il corpo;
  • problemi psico-emotivi;
  • aumento della temperatura corporea;
  • periodi scarsi o abbondanti.

Se nel corso degli anni, un lieve disagio si trasforma in mestruazioni molto dolorose, la malattia si chiama scompensata. Con un quadro clinico stabile (dolore con la stessa intensità), la dismenorrea è compensata.

Quando il dolore durante le mestruazioni non è pericoloso

Il dolore è considerato un normale fenomeno fisiologico nelle seguenti situazioni:

  • la formazione del ciclo femminile (1-2 anni dopo il primo sanguinamento);
  • singole sensazioni dolorose (diversi giorni non ogni mese);
  • disagio causato da fattori esterni.

Tra le cause relativamente innocue di dolore durante le mestruazioni si possono identificare:

  • malnutrizione (mancanza di vitamine);
  • grande sforzo fisico;
  • sovraccarico emotivo;
  • diminuzione del tono dei muscoli uterini;
  • stile di vita inattivo;
  • recupero postpartum.

Il dolore spesso scompare se una donna migliora la sua dieta, evita situazioni stressanti e inizia a praticare sport. Tuttavia, un normale esame ginecologico e un'ecografia non interferiranno. A causa di stress sistematici, l'affaticamento costante spesso diventa la base per lo sviluppo di disturbi ormonali.

L'intensità e la natura del dolore

Sensazioni spiacevoli possono essere localizzate ovunque. Spesso fa male allo stomaco, dà al perineo, alla schiena e agli organi che si trovano nel bacino. Per natura del dolore sono:

Le donne scelgono parole diverse per descrivere i loro sentimenti. Se per qualcuno il dolore durante le mestruazioni è infernale, insopportabile, inquietante, più selvaggio, quindi altri a causa dell'alta soglia del dolore notano solo lievi dolori e formicolio.

Sulla base di queste sensazioni, è molto difficile determinare autonomamente la causa che ha causato la sindrome del dolore, quindi è meglio visitare un ginecologo.

Gradi di dismenorrea

Prima di decidere cosa fare con i periodi dolorosi, è necessario determinare con precisione la gravità dell'algodismenorea:

  1. Zero Il disagio non è pronunciato, non interferisce con le attività quotidiane, leggero sforzo fisico. Si nota solo nei primi giorni del ciclo..
  2. Facile. Si verificano lievi contrazioni, che si estendono all'addome e alla parte bassa della schiena. Ci sono sintomi concomitanti sotto forma di depressione, disturbi digestivi. A volte sono necessari antidolorifici, ma in piccole quantità.
  3. Medio. Il sintomo principale è una diminuzione dell'attività quotidiana e una diminuzione del dolore a casa con l'aiuto di compresse. La condizione è talvolta accompagnata da debolezza, brividi, instabilità emotiva..
  4. Pesante. Gli antidolorifici non aiutano più. La situazione è aggravata anche prima delle mestruazioni. Durante la dimissione, oltre al forte dolore, si verifica il vomito ed è anche possibile la perdita di coscienza. In rari casi, è necessario il ricovero urgente..

Nella maggior parte dei casi, i disturbi che hanno causato dismenorrea sono esacerbati, quindi il dolore diventa più forte. Con un grado zero e lieve, le patologie sono assenti o si trovano nella fase iniziale di sviluppo. Gradi medi e gravi indicano disturbi genitali più gravi.

Quando vedere un dottore

Nel tempo, possono iniziare disagi più gravi. In questo caso, dovresti assolutamente contattare un ginecologo. Soprattutto se sono presenti i seguenti sintomi:

  • il dolore inizia prima delle mestruazioni;
  • la durata del disagio aumenta;
  • la natura di crampi di dolori è annotata;
  • il disagio si diffonde ad altri organi (ovaie, vescica);
  • i sintomi sono annotati in ogni ciclo;
  • la temperatura corporea aumenta.

Dopo aver assunto antidolorifici, dovrebbe diventare più facile, ma solo temporaneamente. Il dolore mestruale continuerà a interferire con la vita e il lavoro normali. Pertanto, nell'interesse della donna stessa, consultare un medico in modo che la situazione non peggiori.

Diagnostica

Solo dal dolore, dalla natura della scarica e dai sintomi associati è difficile diagnosticare in modo indipendente. Pertanto, una donna deve andare in ospedale, dire al dottore cosa ha bevuto e descrivere i suoi problemi.

Dopo un esame ginecologico, uno specialista prescriverà:

  • analisi generale del sangue e degli ormoni;
  • Analisi delle urine;
  • ultrasuono
  • sbavature;
  • dopplerografia vascolare.

Di solito è ancora richiesta una visita:

  • neuropathologist;
  • endocrinologo;
  • chirurgo vascolare.

Le donne malate hanno paura di una tale diagnosi. Ma più è completo il quadro di analisi ed esami, più è probabile che fornisca una spiegazione accurata dei processi..

Ciò che provoca dismenorrea

Cause di forte dolore durante le mestruazioni:

  • problemi ormonali;
  • deficit di fase luteale;
  • endometriosi;
  • fibromi uterini;
  • l'uso di un dispositivo intrauterino;
  • conseguenza dell'aborto;
  • infiammazione dell'utero e delle sue appendici;
  • malattia infettiva del sistema riproduttivo;
  • salpingitis;
  • endometrite;
  • commessure;
  • phlebeurysm;
  • rottura traumatica dei legamenti uterini;
  • anomalia nella posizione dell'utero;
  • tubercolosi genitale.

Come risolvere il problema

Il trattamento dei periodi dolorosi si basa sulle cause che hanno provocato disagio all'inizio del ciclo. Senza eliminare la malattia, la sindrome del dolore può essere soffocata per un po 'con le pillole, ma tornerà sicuramente il mese prossimo con rinnovato vigore.

Se i medici hanno scoperto che il disagio è una conseguenza dell'insufficienza ormonale, una donna deve sottoporsi a una correzione farmacologica:

  • Leggero, medio - Dufaston, Utrozhestan.
  • Grave - Lindinet 20.

Leggi come vanno le mestruazioni dopo Utrozhestan in uno dei nostri articoli.

Ma gli ormoni non possono essere assunti senza prescrizione medica..

Problemi simili sono anche trattati con metodi fisioterapici, dopo di che le funzioni corporee compensative del recupero sono accelerate:

  • azoto, bagni di conifere;
  • galvanizzazione del cervello;
  • ultratonotherapy;
  • stimolazione elettrica della cervice;
  • elioterapia.

La fisioterapia è controindicata se il paziente ha dolore a causa di processi infiammatori, neoplasie e altre malattie degli organi genitali.

Queste donne sono autorizzate a:

  • massaggio classico;
  • agopuntura;
  • può terapia;
  • L'applicatore di Kuznetsov;
  • Trattamenti spa.
  • ginnastica;
  • esercizi fisici;
  • assunzione di complessi vitaminici;
  • ricette di medicina tradizionale.

Dolori terribili e selvaggi, formicolio e crampi richiedono iniezioni speciali per alleviare la condizione. Molto probabilmente, una donna viene ricoverata in ospedale per misure diagnostiche e terapeutiche..

Eliminazione del dolore in base al giorno delle mestruazioni

Nella maggior parte dei casi, il disagio si verifica solo il primo giorno delle mestruazioni. Nei casi più gravi, il disagio inizia anche prima delle mestruazioni e si interrompe pochi giorni dopo la fine del sanguinamento mensile. E qui non puoi fare a meno di un aiuto medico.

Ma a casa, le ragazze devono sapere cosa fare con un forte dolore con le mestruazioni il primo giorno. Devi agire in base al tipo di sensazioni e alla loro intensità.

  • antidolorifici (non più di tre compresse);
  • più caldo sull'addome inferiore;
  • sedativi;
  • riposo a letto (è meglio non andare affatto);
  • massaggio rilassante;
  • tintura di erbe a base di melissa e menta;
  • aerare la stanza.

Se, durante le mestruazioni, i dolori di crampi non scompaiono dopo tali azioni, è meglio consultare un ginecologo. Non è escluso il verificarsi di shock del dolore, che è pericoloso per i sistemi nervoso, respiratorio e cardiovascolare..

Lo shock può verificarsi bruscamente e sullo sfondo di gravi emorragie. Bene, se una donna chiedesse immediatamente aiuto. In effetti, nella situazione opposta, esiste una grave minaccia per la vita.

Scopri nell'articolo al link quali altri antidolorifici per le mestruazioni prescritte durante le mestruazioni.

Prevenzione

  • visita tempestiva al ginecologo;
  • controllato più volte all'anno per le malattie infettive;
  • non utilizzare un dispositivo intrauterino;
  • evitare danni meccanici alla mucosa uterina (aborto).

Secondo le recensioni delle donne, è chiaro che la regola principale per prevenire la dismenorrea è uno stile di vita sano:

  • buon riposo;
  • routine quotidiana ottimale;
  • passeggiate attive all'aria aperta (almeno due ore al giorno);
  • lezioni di nuoto, aerobica;
  • sesso protetto;
  • diete speciali;
  • bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno;
  • rifiuto di sigarette e alcol;
  • eliminazione di situazioni stressanti;
  • tisana e aromaterapia.

Ci sono molte ragioni che causano dolori, difficoltà, dolori acuti sullo sfondo della regolamentazione. È necessario eliminare la violazione e non fermare il dolore. Pertanto, fare un esame in ospedale per ottenere una consulenza specialistica. Aiuteranno a sbarazzarsi del forte dolore durante le mestruazioni e prevenire il loro verificarsi in futuro..

Cause del dolore durante le mestruazioni, cosa fare se si verificano

Il dolore nell'addome inferiore per la maggior parte delle donne durante i giorni critici è un evento normale che vivono ogni mese. I dolori più gravi durante le mestruazioni si fanno sentire nei primi giorni e a partire dal terzo giorno la loro intensità diminuisce gradualmente. I dolori mestruali stanno tirando in natura, ma la sindrome del dolore ha la forma di coliche e dolore acuto nell'addome inferiore. Questo fenomeno si chiama dismenorrea, è più probabile che colpisca le donne giovani e nullipare, nonché le donne in sovrappeso e le dipendenze dannose.

La dismenorrea viene diagnosticata quando una donna ha una regolazione dolorosa accompagnata da una vasta gamma di sintomi patologici, tra cui mal di testa, nausea, debolezza e affaticamento. Per alcune donne, i forti dolori nell'addome inferiore durante le mestruazioni impediscono loro di svolgere le faccende domestiche e riducono significativamente la loro capacità lavorativa, quindi dovresti conoscere i motivi principali che provocano dolore ed essere in grado di affrontarli.

In questo articolo, scoprirai perché lo stomaco fa male durante le mestruazioni e cosa fare se le sensazioni si manifestano molto fortemente.

Cosa possono essere malati e sintomi correlati

I giorni critici sono un normale processo che si verifica in tutte le donne in età riproduttiva ogni mese, a partire dalla pubertà e fino alla menopausa, quando la funzione riproduttiva appassisce. Durante le mestruazioni, una donna avverte un certo disagio e vi è un'ulteriore necessità di standard di igiene.

Molto spesso, il processo di rigetto dello strato interno dell'utero è accompagnato da dolore mestruale, assomigliano a brevi crampi nell'addome inferiore, che passano il secondo giorno delle mestruazioni.

Sia i processi biologici che meccanici sono coinvolti nella pulizia del corpo durante la regolazione. Il sistema nervoso dà un segnale ai muscoli dei genitali, causando il suo spasmo. Questo è ciò che effettivamente fa male durante le mestruazioni, sono le pareti contraenti dell'utero, che spingono quindi l'endometrio esfoliato e il sangue attraverso la vagina. L'intero processo è controllato da impulsi che attraversano le cellule nervose. Il dolore si fa sentire solo quando c'è una nutrizione insufficiente delle cellule nervose, a seguito della quale fermano gli impulsi nervosi.

Di solito, il dolore inizia a farsi sentire anche alla vigilia delle mestruazioni, nel qual caso possiamo parlare della presenza di algomenorrea o dismenorrea. Quindi in medicina si chiama una condizione in cui lo stomaco è molto dolorante durante le mestruazioni. La natura del dolore è di solito dolorante, impuntura o crampi, la donna tira l'addome inferiore e il dolore può anche essere dato ai reni o alla parte bassa della schiena. Per le mestruazioni, i dolori lievi sono caratteristici, se si intensificano, dovresti assolutamente chiedere l'aiuto di un medico, poiché i periodi dolorosi sono l'unico sintomo in alcune pericolose malattie ginecologiche, tra cui l'oncologia. Ma anche in assenza di ovvi motivi, in alcuni casi un forte dolore può richiedere un trattamento medico..

Se malattie e infezioni negli organi dei sistemi genitale e urinario sono diventate la causa del dolore durante la regolazione, si possono osservare i sintomi associati:

  • dolore alla schiena e nella regione sacrale;
  • pesantezza e dolore agli arti inferiori;
  • nausea con vomito;
  • diarrea durante le mestruazioni;
  • debolezza generale e cattiva salute;
  • cambiamenti emotivi in ​​cui l'aggressività e l'irritabilità sono sostituite dalla completa apatia.

L'intensità del dolore in ogni donna è diversa e dipende dalle caratteristiche del corpo, dalle sue condizioni generali, dall'eredità e dallo stile di vita della donna. Circa il 32% delle donne di età compresa tra 18 e 25 anni manifesta dolori molto gravi che influiscono negativamente sulle loro prestazioni e interrompono il normale stile di vita. A 25-35 anni, questa percentuale diminuisce leggermente e ammonta al 28%, e all'età di 35-45 anni, quasi il 40% del gentil sesso deve affrontare dolori mensili. La scelta del trattamento per questa patologia dipenderà dal tipo di dismenorrea e dalla sua gravità.

Classificazione e gradi di deviazione

Molto spesso, lo stomaco fa molto male il primo giorno delle mestruazioni e dal secondo giorno il dolore si attenua. Se una donna ha un forte dolore alla vigilia delle mestruazioni e accompagna tutti i giorni critici, viene fatta una diagnosi di dismenorrea. A seconda delle cause, esistono due tipi di patologia:

  • dismenorrea primaria o funzionale. Viene diagnosticato quando il corpo produce una maggiore quantità di prostaglandine, che causano un'eccessiva contrazione dei muscoli uterini. In questo caso, le sensazioni dolorose compaiono alla vigilia delle mestruazioni e continuano per altri 3-4 giorni. Questo tipo di dismenorrea è caratteristico delle ragazze di età compresa tra 16 e 25 anni. I sintomi concomitanti sono mal di testa, diarrea e nausea. Poiché il dolore in questo caso non è associato ad alcuna patologia, sull'ecografia degli organi pelvici non ci saranno anomalie di sviluppo e lesioni. La situazione può migliorare con l'età o dopo la nascita del bambino;
  • algomenorrea secondaria o acquisita. Si manifesta più spesso nelle donne dopo 30 anni. La causa di tale dismenorrea può essere l'eccitabilità eccessiva delle radici nervose durante le contrazioni uterine, l'infiammazione e la patologia negli organi del sistema riproduttivo, l'endometriosi. Inoltre, le sensazioni dolorose possono essere una reazione dell'organismo al dispositivo intrauterino.

Nel caso in cui, nel corso degli anni, il dolore durante le mestruazioni rimanga allo stesso livello di intensità, allora vengono generalmente chiamati compensati, ma se aumentano ad ogni ciclo, si tratta di dolori scompensati.

A seconda dell'intensità del dolore mestruale, ci sono 4 gradi di dismenorrea:

  1. Zero gradi. I dolori sono lievi, tolleranti e non richiedono antidolorifici..
  2. Il primo grado è caratterizzato da un lieve dolore, che è accompagnato da uno stato depressivo, un sistema digestivo turbato e mal di testa. Si possono avvertire lievi malessere e sonnolenza, ma la donna non perde capacità lavorativa ed è ancora fisicamente attiva. Nel 40% delle donne, questa fase dell'algomenorrea si manifesta dalla prima mestruazione. Dopo il parto o con l'età, la situazione cambia e fino alla fine della funzione riproduttiva con periodi moderatamente dolorosi, vive circa un quarto di tutte le donne. Se i dolori sono allo stesso livello, quindi non è necessario prendere misure, 1-2 compresse di un antidolorifico in casi speciali sono sufficienti. Se crescono, è necessaria una consultazione obbligatoria di uno specialista.
  3. Il secondo grado è un forte dolore mestruale, accompagnato da nausea, brividi, vertigini, dolore simile all'emicrania, debolezza generale e irritabilità. Analgesici e sedativi aiutano a correggere la situazione..
  4. Il terzo grado di dismenorrea viene diagnosticato con dolori molto gravi nell'addome inferiore, che iniziano 2 o anche 3 giorni prima della regolazione e passano solo con la loro fine. Inoltre, la temperatura corporea può aumentare, possono verificarsi forti mal di testa che possono provocare vomito, la frequenza cardiaca può andare fuori strada e possono verificarsi problemi cardiaci. Una donna può svenire, perdere capacità lavorativa e normali antidolorifici da un gabinetto di medicina di casa non possono far fronte alla situazione. Questo è un grado molto pericoloso di algomenorrea, che può portare a un malfunzionamento del ciclo mestruale e persino causare infertilità. Spesso in questa fase, la dismenorrea viene anche diagnosticata con malattie concomitanti del sistema riproduttivo o degli organi vicini.

Perché il dolore si verifica nei giorni critici

Negli adolescenti, l'algomenorrea primaria viene spesso diagnosticata, associata a una posizione errata dell'utero o a un'anomalia nello sviluppo degli organi riproduttivi. Spesso dopo la prima nascita, il dolore durante le mestruazioni per le donne con dismenorrea primaria smette di causare disagio.

Se la dismenorrea si verifica già dopo la pubertà, allora è considerata secondaria, vari motivi possono causare tale dolore addominale:

  • contrazioni uterine. Questo è il principale fattore che causa un forte dolore durante il periodo regolare, anche durante il ciclo mestruale, che procede senza alcuna violazione. La contrazione dei muscoli lisci che compongono le pareti dell'utero provoca l'ormone prostaglandina, maggiore è il suo livello, maggiore è la contrattilità dei muscoli uterini. Normalmente, questo ormone è responsabile della pulizia tempestiva dell'utero dall'endometrio esfoliato, ma con la sua maggiore concentrazione, le contrazioni muscolari intense causano dolore alla donna. Non solo l'intensità, ma anche la natura del dolore dipende da questo ormone;
  • i giorni critici sono particolarmente dolorosi se una donna ha malattie della zona genitale. Il dolore intollerabile durante la regolazione si verifica con endometriosi, fibrosi uterina e processi infiammatori negli organi del sistema riproduttivo. La sindrome del dolore può segnalare una malattia esistente e può essere una conseguenza di un disturbo ginecologico già eliminato;
  • la carenza di alcuni oligoelementi può portare a malfunzionamenti nel ciclo mestruale, causando periodi dolorosi. Pertanto, può verificarsi una mancanza di calcio e magnesio nel corpo di una donna;
  • predisposizione genetica. Se la famiglia immediata di una donna soffriva di forti dolori mestruali, allora è a rischio. Potrebbe ereditare non solo il dolore, ma anche la causa della loro patologia;
  • uno squilibrio degli ormoni e, di conseguenza, periodi dolorosi possono causare stress e malnutrizione.

Se il dolore durante le mestruazioni non scompare anche dopo aver preso un anestetico, i seguenti fattori possono provocarli:

  • flessione e spostamento dell'utero. Se queste sono anomalie congenite, allora c'è un'alta probabilità che dopo il parto il dolore scompaia;
  • avitaminosi;
  • un forte calo dei livelli di progesterone;
  • cisti e polipi nelle ovaie;
  • aborto spontaneo;
  • sovraccarico emotivo, stato di shock;
  • processi adesivi;
  • ovaio policistico;
  • squilibrio ormonale causato da una maggiore attività della ghiandola tiroidea;
  • dispositivo intrauterino;
  • eccessiva eccitabilità del sistema nervoso;
  • sindrome da sovraccarico pelvico;
  • stenosi cervicale;
  • operazioni recenti, tra cui l'aborto, il parto;
  • stile di vita sedentario;
  • tumore maligno.

Se il dolore durante la regolazione è tollerabile e dura un breve periodo di tempo, non dovresti farti prendere dal panico, ma con un dolore grave devi consultare uno specialista.

Diagnostica

Per determinare il motivo esatto per cui una donna è preoccupata per il forte dolore durante le mestruazioni, è necessario sottoporsi a un esame completo. Deve includere le seguenti attività:

  • un sondaggio orale, durante il quale il ginecologo fa un quadro generale e fa un'ipotesi su una possibile causa del dolore mestruale;
  • esame ginecologico sulla sedia e palpazione delle ghiandole mammarie;
  • Esame ecografico degli organi del sistema riproduttivo;
  • esami del sangue ormonale;
  • spalmare su flora e citologia, quest'ultimo aiuterà a determinare la presenza di malattie a trasmissione sessuale.

In alcuni casi, può essere necessaria l'isteroscopia o la laparoscopia, nonché ulteriori consultazioni di specialisti ristretti (chirurgo, endocrinologo, psicologo, ecc.).

Quando vedere un dottore

Se l'addome fa molto male durante le mestruazioni, questo può essere uno dei segni di gravi problemi di salute della donna ed è impossibile eliminarli da soli senza l'aiuto di un ginecologo. In questi casi è necessario andare a un appuntamento con uno specialista:

  • a causa del dolore, le prestazioni diminuiscono così tanto che una donna è costretta a prendersi un giorno libero dal lavoro e sdraiarsi a letto;
  • se le mestruazioni durano 2-3 giorni e il dolore non riduce la sua intensità;
  • il sanguinamento è stato abbondante per più di 2 giorni e ci sono grossi grumi scuri nella scarica;
  • se una donna ha assunto sistematicamente contraccettivi ormonali per lungo tempo e il dolore durante la regolazione non riduce la sua intensità;
  • se i periodi dolorosi iniziassero a disturbare una donna in età matura;
  • se gli antidolorifici e gli antispasmodici non sono in grado di calmare il dolore;
  • se l'intensità di avvistamento durante la regolazione aumenta;
  • quando oltre al dolore nell'addome inferiore, fa male la testa, iniziano la nausea e la diarrea;
  • il ciclo mestruale è rotto;
  • la donna ha perso peso in modo drammatico.

Con i sintomi sopra elencati, dovresti cercare immediatamente l'aiuto di uno specialista che, dopo una diagnosi completa, può determinare la causa del dolore e prescrivere il trattamento corretto.

Modi per ridurre il dolore

Gli esperti affermano che non puoi tollerare alcun dolore, perché non solo influenza negativamente lo stato emotivo, ma può danneggiare sia la salute fisica che mentale. Se una donna avverte un forte dolore durante la regolazione, prima di tutto si consiglia di consultare un ginecologo, ma se ciò non è possibile, ci sono alcuni modi per aiutare con il dolore durante la regolazione:

  • Le procedure termiche alleviano perfettamente i crampi muscolari, ma non possono essere utilizzate per processi infiammatori o purulenti, nonché per l'infiammazione dell'appendicite. Se non si conosce la causa esatta del forte dolore mestruale, non è necessario sperimentare le procedure di riscaldamento. Se la causa è lo spasmo muscolare, l'aiuto migliore sarà un cuscinetto riscaldante caldo per il dolore durante le mestruazioni. Viene applicato sull'addome inferiore per un quarto d'ora, ma non più di due volte al giorno. Un metodo più delicato di riscaldamento è applicare un pannolino caldo, che viene stirato da più lati;
  • trattamenti dell'acqua. Un bagno caldo rilassa, ma durante la stagione regolare è meglio sostituirlo con una breve ricezione di una doccia calda. Tale procedura eliminerà la fatica e allevia il dolore, mentre puoi anche massaggiare lo stomaco con una salvietta per rilassare i muscoli e alleviare lo spasmo;
  • puoi fare un impacco con sale marino e applicarlo sull'addome inferiore, questo rimuoverà il dolore durante la regolazione;
  • massaggiare con mala caldo contenente additivi riscaldanti o olii essenziali che vengono preriscaldati a bagnomaria alla temperatura corporea. Gli oli essenziali di zafferano, bergamotto e pompelmo alleviano lo spasmo, ma puoi sostituirli con un normale olio da massaggio per bambini. Prima del massaggio, è indispensabile misurare la temperatura del riscaldamento dell'olio per prevenire ustioni termiche nell'area massaggiata. I movimenti di massaggio sull'addome e sulla parte bassa della schiena devono essere eseguiti in senso orario, questo ridurrà la pressione sulla cavità addominale. Se una donna non ha allergie, puoi strofinare una composizione di oli essenziali nell'addome inferiore e nella parte bassa della schiena in tutta la regula, che include 4 gocce di olio di salvia sclarea, 5 gocce di maggiorana e olio di achillea e 50 ml di olio di iperico;
  • se i periodi dolorosi sono causati dalla disidratazione, che spesso accompagna una grave perdita di sangue mestruale, allora come trattamento è sufficiente per normalizzare il regime alimentare. Con una mancanza di liquido nel corpo, il dolore nell'addome inferiore sarà sordo o acuto, ma in nessun caso crampi. Di solito questo tipo di dolore non è troppo intenso, ma può causare disagio alle donne con una soglia del dolore bassa. Puoi compensare la mancanza di liquido con acqua di sorgente, acqua minerale senza gas, tè e infusi di erbe, composte di bacche e decotti di frutta secca. Puoi bere succhi di frutta, ed è meglio non bere alcolici, tè forte, caffè e cacao;
  • È utile non solo durante l'intero ciclo, ma anche durante la regula impegnarsi in uno sforzo fisico non troppo intenso, che migliora il tono ed elimina gli spasmi: Pilates, ginnastica, yoga, esercizi mattutini e nuoto;
  • alcuni esperti raccomandano di applicare un impacco di ghiaccio sull'addome inferiore, ma non più di 10-15 minuti, non tutti i ginecologi supportano questo consiglio, quindi, prima di usarlo, dovresti consultare il tuo medico;
  • le procedure fisioterapiche - elettroforesi, agopuntura, auto-allenamento, terapia psicologica, ecc. possono far fronte al dolore mestruale;
  • devi migliorare il tuo stato psico-emotivo, rilassarti, puoi leggere un libro o guardare un film interessante, andare al cinema o trascorrere del tempo in compagnia di una persona cara. Le emozioni positive possono ridurre l'intensità del dolore;
  • prendi la posa dell'embrione. Questa posizione allevia lo spasmo e rilassa i muscoli. Per un effetto positivo, una donna deve sdraiarsi su un fianco, tirare le gambe sul petto e sdraiarsi, dormire ancora meglio.

Nei casi più gravi, il trattamento del dolore nei giorni critici non può fare a meno dei farmaci.

preparativi

In alcuni casi, per far fronte al dolore durante la regolazione, una dottoressa prescrive antidolorifici. Di solito, vengono prescritti farmaci di diversi gruppi con un diverso meccanismo d'azione:

  • gestageni;
  • contraccettivi ormonali sotto forma di compresse;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei.

Il primo gruppo di farmaci influenza i cambiamenti secretori nella mucosa uterina, ma non influisce sulla funzione ovulatoria. Progesterone e testosterone attivamente utilizzati. Questi ormoni artificiali riducono il tono uterino e la quantità di prostaglandine prodotte, riducono l'eccitabilità delle radici nervose situate nei muscoli uterini.

L'uso di contraccettivi ormonali ha un effetto benefico sullo sfondo ormonale di una donna e normalizza il suo ciclo mestruale. Le pillole anticoncezionali sopprimono la funzione ovulatoria, riducono l'intensità delle mestruazioni e sopprimono l'eccitabilità nervosa e il tono uterino. Pertanto, con la somministrazione sistematica della contraccezione orale, il dolore mestruale è significativamente ridotto. Progestogeni e contraccettivi orali hanno un effetto duraturo..

Se le donne hanno controindicazioni o eccessiva suscettibilità ai farmaci ormonali, per il dolore mestruale, il medico può prescrivere farmaci non steroidei che riducono il livello di prostaglandine, ma l'effetto della loro somministrazione sarà osservato per 2-6 ore. Questo gruppo di farmaci comprende Mig, Diclofenac, Ketoprofen, Nimesil, Ibuprofen, Nurofen Express, Next, Ibufen.

Esistono numerosi farmaci che gli esperti raccomandano di assumere per eliminare il dolore mestruale:

  • farmaci antispasmodici. Indeboliscono gli spasmi di muscoli lisci e vasi sanguigni. Le droghe più famose di questo gruppo sono Drotoverin, No-shpa. Per alleviare lo spasmo, è sufficiente bere 1 compressa, è possibile ripetere la ricezione 2-3 volte al giorno. Puoi anche usare iniezioni intramuscolari, fermano rapidamente la sindrome del dolore. La papaverina antispasmodica ha un effetto più lieve, viene rilasciata sotto forma di supposte rettali. Deve essere messo in 1-2 candele per 3-5 giorni, ha un effetto cumulativo, quindi non aspettare un effetto lampo;
  • se, oltre al dolore, ci sono altri sintomi spiacevoli, gli esperti raccomandano di assumere farmaci ad azione complessa che non solo anestetizzano, ma eliminano anche lo spasmo e l'infiammazione. Questo gruppo di farmaci comprende Spazmalgon e Pentalgin;
  • se il dolore durante la regolazione provoca sovraeccitazione del sistema nervoso, può essere prescritta la sedazione (Persen, Fitosed).

Separatamente, vale la pena menzionare il noto Analgin. Queste pillole sono state precedentemente utilizzate per eliminare qualsiasi dolore. La maggior parte delle donne lo usa ancora per i dolori mestruali, anche se Analgin ha troppi effetti collaterali che vengono eliminati dalle controparti moderne. Poiché questo farmaco può causare emorragie e ridurre la produzione di globuli bianchi, può essere utilizzato solo se altri farmaci sono impotenti. Con un lieve dolore, puoi usare il paracetamolo, le donne scelgono questo farmaco per la sua azione rapida, anche se con un forte dolore, è inutile.

Qualsiasi farmaco la cui azione è finalizzata all'eliminazione del dolore ha una serie di controindicazioni ed effetti collaterali, quindi dovrebbe essere prescritto solo da un medico, in base alla diagnosi e alla salute generale del paziente.

Aiuta i rimedi popolari

Esistono molti rimedi popolari che possono alleviare il dolore mestruale, che possono essere facilmente preparati a casa. È importante ricordare che l'assunzione di qualsiasi medicinale dalla medicina alternativa deve essere concordata con il medico.

Parliamo delle ricette popolari più efficaci che aiutano a far fronte al dolore mestruale:

  • Tè allo zenzero. Alla radice dello zenzero ci sono molti volatili, esteri e glicosidi che possono placare il dolore e avere un effetto antibatterico. Per preparare il tè, devi prendere 1 cucchiaino di radice di zenzero grattugiata, fresca o semi secca, versare acqua bollente, aggiungere un pizzico di cannella e lasciare per 6-7 minuti. La bevanda può essere integrata con un pezzo di melissa, una fetta di limone o dolcificata con zucchero. Una donna sarà in grado di sentire l'effetto del tè in mezz'ora. Questa ricetta non è adatta a donne con malattie digestive acute e malattie del sangue. Anche il tè allo zenzero non dovrebbe essere bevuto con periodi pesanti;
  • tè alla menta con melissa Questa miscela di erbe ha un pronunciato effetto analgesico. Per preparare la bevanda, si mescolano 2 g di foglie secche o fresche di menta piperita e melissa, si aggiungono 4-5 gocce di olio di citronella e si aggiunge un bicchiere di acqua bollente. Il tè viene preparato per 6-7 minuti. Schisandra può essere sostituito con 5 g di scorza di arancia, limone o altri agrumi. Il tè viene bevuto ogni giorno fino a quando il regolamento non è completato. Può servire come profilattico, per questo viene assunto ogni giorno al mattino e un paio d'ore prima di coricarsi;
  • camomilla con lamponi. Questa ricetta utilizza bacche di lampone, non volantini, poiché quest'ultima, al contrario, contribuisce al rafforzamento delle contrazioni uterine. Eliminare lo spasmo muscolare nell'utero e quindi rimuovere il dolore aiuterà un cucchiaio di camomilla da farmacia, inzuppato in un bicchiere di acqua bollente, a cui vengono aggiunti 15 g di lamponi secchi. La bevanda viene infusa per 10 minuti, quindi si aggiunge un po 'di cannella e miele. Tale tè non solo calmerà e allevierà lo spasmo, ma avrà anche un generale effetto di rafforzamento sul corpo femminile;
  • I decotti a base di erbe con coda di cavallo e ribes aiuteranno a liberarsi dal dolore, ma hanno un effetto diuretico. Devi bere un tale farmaco prima delle mestruazioni;
  • il tè alla catnip aiuterà a calmare e rilassare i muscoli uterini;
  • un'infusione di origano aiuterà a sbarazzarsi degli spasmi non solo nell'utero, ma anche nell'intestino, ciò facilita notevolmente le condizioni di una donna durante le mestruazioni. Un cucchiaio di materia prima secca viene versato in un bicchiere di acqua bollita e infuso per un po ', preso tre volte al giorno prima dei pasti;
  • un buon decotto per il dolore mestruale mostra un decotto di corteccia di viburno. 4 cucchiaini corteccia secca, versare 0,25 litri di acqua e far bollire per mezz'ora. Bevi un cucchiaio prima dei pasti;
  • buon effetto di prezzemolo e infuso di fragoline di bosco.

Esercizi fisici

Gli specialisti hanno sviluppato tutta una serie di esercizi fisici che ti consentono di eliminare non solo i dolori mestruali gravi, ma anche i sintomi associati senza l'uso di farmaci. I seguenti esercizi possono essere eseguiti ogni giorno per la prevenzione e durante le mestruazioni per alleviare il dolore:

  • sdraiato sulla schiena, le gambe si piegano sulle ginocchia e poggiano i piedi sul pavimento. Le mani sono posizionate lungo il corpo con i palmi delle mani sul pavimento. A una breve espirazione, una flessione regolare dell'addome dura diversi minuti. I muscoli sono completamente rilassati. Ripeti 4 volte;
  • devi sdraiarti sulla schiena mentre i glutei devono essere posizionati il ​​più vicino possibile al muro e le gambe sollevate perpendicolarmente al pavimento, quindi le gambe si piegano sulle ginocchia. In questa posizione, è necessario rimanere per 4-5 minuti;
  • devi sdraiarti sulla schiena, raddrizzare le gambe, tirare una gamba sul mento e lasciare l'altra sul pavimento. In questa posizione, devi trascorrere 2-3 minuti, quindi eseguire l'esercizio sull'altra gamba;
  • devi metterti a quattro zampe e appoggiarti al pavimento con i gomiti, devi tenere la testa tra le mani. In questa posizione è necessario rimanere per 2-3 minuti. Un esercizio simile può essere fatto sdraiato sulla schiena;
  • devi sdraiarti a faccia in giù sul pavimento, unire i piedi e sforzare le ginocchia. All'espirazione, il corpo si alza, la testa si getta all'indietro e le natiche si contraggono. In questa posizione, devi soffermarti per mezzo minuto. All'espirazione, tornare alla posizione iniziale.

Questi esercizi sono adatti a coloro che sono controindicati nel trattamento medico, ma devono essere eseguiti solo come prescritto dal medico nei casi in cui la donna ha una colonna vertebrale rotta e gli viene diagnosticata l'ipertensione arteriosa..

Prevenzione

Per non dover trattare la dismenorrea, è meglio seguire inizialmente semplici raccomandazioni preventive:

  • non bere alcolici, specialmente durante i giorni critici;
  • smettere di fumare;
  • evitare l'ipotermia, il surriscaldamento e qualsiasi situazione stressante per il corpo;
  • Non mangiare cibo spazzatura, piatti piccanti e molto piccanti, non bere più di 2 tazze di caffè al giorno;
  • consumare quotidianamente prodotti lattiero-caseari fermentati ricchi di calcio (yogurt, latte fermentato fermentato, kefir);
  • condurre una vita sessuale attiva. Questo aiuta a normalizzare la circolazione sanguigna e rilassa i muscoli dei genitali;
  • dovrebbe muoversi di più, camminare all'aria aperta, se possibile fare yoga, nuoto o ginnastica;
  • i bagni quotidiani con sale marino, che si alternano a una doccia fredda, aiuteranno a migliorare la circolazione sanguigna negli organi pelvici;
  • consumare complessi vitaminici contenenti calcio e magnesio;
  • rimuovere gli alimenti dalla dieta che causano fermentazione e gonfiore;
  • dovresti visitare regolarmente un ginecologo almeno una volta all'anno e per eventuali sintomi spiacevoli devi cercare urgentemente un aiuto medico.

Una tavoletta di cioccolato che contiene calcio e magnesio e stimola la produzione di endorfine, l'ormone della felicità, contribuirà a migliorare l'umore durante le mestruazioni..

Periodi dolorosi

Il dolore durante le mestruazioni può essere sia un tipo di norma che un sintomo di patologie ginecologiche. Determinare da soli quale opzione è in questione è abbastanza difficile. Pertanto, se si hanno periodi molto dolorosi, consultare il medico.

La nostra clinica è ospitata da specialisti con una vasta esperienza e la base diagnostica della nostra clinica consente di sottoporsi all'esame senza lasciare l'edificio. Ciò determinerà rapidamente la causa della malattia e prescriverà un trattamento efficace..

Gravità del dolore

Il dolore durante le mestruazioni si chiama dismenorrea (i nomi obsoleti sono algodismenorrea e algomenorrea). Secondo le statistiche, circa l'80% delle donne soffre di dolori mestruali di varia gravità.

Di solito, il disagio si sviluppa durante le prime 4 ore dopo l'inizio delle mestruazioni e dura 1-2 giorni. Tuttavia, nei casi più gravi, il dolore può verificarsi diversi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e continuare per diversi giorni o fino alla fine delle mestruazioni.

La dismenorrea ha 3 gradi:

  1. Lieve - tali dolori sono insignificanti, osservati solo il primo giorno delle mestruazioni, non sono accompagnati da altri sintomi e non interferiscono con il solito stile di vita.
  2. Moderato: il dolore può durare fino a 2-3 giorni di mestruazioni, compaiono anche altri segni di malessere (nausea, debolezza, mal di testa) e sebbene il disagio porti l'interruzione del normale ritmo della vita, il paziente non perde la sua capacità di lavorare e può andare a lavorare o studiare.
  3. Grave: il dolore si sviluppa anche prima dell'inizio delle mestruazioni ed è in grado di continuare fino alla fine, la disabilità è significativamente ridotta o completamente persa, i sintomi associati sono anche molto pronunciati.

Sintomi associati

I periodi dolorosi possono essere accompagnati da altre manifestazioni:

  • Compromissione della funzione vascolare: manifestata da gonfiore del viso, intorpidimento delle estremità, aritmie, mal di testa e vertigini.
  • Disturbi emotivo-mentali: insonnia, sonnolenza, irritabilità, sensibilità agli odori, cambiamenti nelle abitudini alimentari, depressione, bulimia, ansia.
  • Sintomi di un disturbo del sistema nervoso autonomo: problemi digestivi, gonfiore, secchezza delle fauci, febbre, brividi, nausea, vomito, eruttazione, minzione frequente, sudorazione eccessiva, svenimento.
  • Segni di disturbi metabolici: prurito, debolezza, sensazione di zampe di cotone, edema di diversa localizzazione.

Classificazione e cause della dismenorrea

Perché le mestruazioni sono dolorose dipende dal tipo di dismenorrea. Potrebbe essere:

  1. Primario (funzionale spasmodico) - si sviluppa senza precedenti cambiamenti patologici negli organi pelvici.
  2. Secondario (organico) - a causa di malattie congenite o acquisite.

La dismenorrea primaria preoccupa spesso adolescenti e giovani donne. Dopo il parto, è in grado di scomparire. In molti pazienti, il dolore si attenua dopo 25 anni. Di norma, la dismenorrea primaria si sviluppa 1,5-2 anni dopo l'inizio del primo periodo mestruale, quando viene stabilito il ciclo mestruale.

Le cause della dismenorrea primaria sono state stabilite solo nella seconda metà del 20 ° secolo. Precedentemente aderito alla versione espressa da Ippocrate. Credeva che il dolore fosse causato da un restringimento patologico del canale cervicale (cervicale), a causa del quale il deflusso del sangue mestruale è disturbato. Tuttavia, nel 20 ° secolo è stato dimostrato che l'espansione chirurgica del canale cervicale non influenza né la presenza né l'intensità del dolore. Quindi è emersa la teoria secondo cui la dismenorrea si verifica sullo sfondo di disturbi psicosomatici.

E solo negli anni '50 del secolo scorso è stato scoperto che lo sviluppo del dolore è associato al processo di rigetto dell'endometrio (la mucosa interna dell'utero) durante le mestruazioni. Normalmente, lo strato mucoso interno dell'utero viene sostituito mensilmente con uno nuovo. Vecchio esce con sangue mestruale. L'utero si contrae per strappare l'endometrio.

Quindi sono state scoperte prostaglandine (sostanze simili agli ormoni) E2 e F2a. Sono prodotti dall'endometrio e sono necessari per l'attività contrattile dell'utero. Tuttavia, nelle donne con dismenorrea, queste prostaglandine si trovano nell'endometrio, nel miometrio (parete muscolare uterina) e nel sangue mestruale in numero elevato o si osserva un cambiamento nel loro rapporto. Un aumento del loro livello porta ad un aumento delle contrazioni miometriali e un cambiamento nel rapporto tra E2 e F2a provoca spasmi vascolari e compromissione della circolazione locale, che porta alla carenza di ossigeno delle cellule e all'attività delle terminazioni nervose. Ciò contribuisce allo sviluppo del dolore. È stato riscontrato che nelle donne con dismenorrea, la frequenza delle contrazioni miometriali e della pressione intrauterina sono almeno 2 volte superiori rispetto ai pazienti che non presentano dolore mestruale.

Perché la produzione di prostaglandine è in aumento non è ancora esattamente stabilito. La versione più popolare è che la causa di questo processo è un aumento della quantità di ormoni sessuali femminili progesterone ed estradiolo (estrogeno). I livelli di estrogeni aumentano durante l'ovulazione e dopo il progesterone.

Esiste un gruppo a rischio che comprende donne con una maggiore probabilità di sviluppare dismenorrea primaria:

  • Atleti professionisti, rappresentanti di professioni associate al duro lavoro fisico (questo tipo di attività influisce anche sull'intensità del dolore).
  • Pazienti con una predisposizione genetica: se la mamma o la nonna soffrono di dolore mestruale, il rischio di dismenorrea aumenta al 30%.
  • Donne nullipare.
  • Pazienti in sovrappeso.

Inoltre, lo sviluppo di dismenorrea primaria può provocare:

  • Malattie infettive (comprese le infezioni a trasmissione sessuale).
  • Ipotermia o surriscaldamento del corpo.
  • Fatica.
  • Sovraccarico emotivo e mentale.

La dismenorrea secondaria si sviluppa su uno sfondo di malattie: il più delle volte ginecologiche. Questi includono:

  • Malformazioni congenite dell'utero: sottosviluppo, posizione patologica (curva).
  • Infiammazione degli organi genitali interni (ad es. Infiammazione delle appendici).
  • Endometriosi e adenomiosi - proliferazione delle cellule della mucosa interna dell'utero.
  • Gravidanza extrauterina.
  • Polipi, fibromi uterini - neoplasie benigne.
  • Stasi del sangue negli organi pelvici.

La dismenorrea può anche essere causata da malattie non ginecologiche:

  • Disturbi del tratto digestivo (il più delle volte - sindrome dell'intestino irritabile).
  • Processi infiammatori negli organi del sistema urinario.

Riferimento! Il dolore durante le mestruazioni può anche svilupparsi dopo operazioni sugli organi pelvici o dopo l'installazione di un dispositivo intrauterino.

Diagnosi di dismenorrea

Dovresti consultare un medico se il dolore durante le mestruazioni è grave e riduce significativamente la qualità della tua vita. E prendere immediatamente un appuntamento nei seguenti casi:

  • Dismenorrea sviluppata per te per la prima volta.
  • Il dolore dura più di una settimana.
  • Il dolore è insopportabile.
  • La dismenorrea è accompagnata da un aumento della temperatura corporea o da un aumento del flusso mestruale.

Il ginecologo raccoglierà un'anamnesi, condurrà un esame e prescriverà ulteriori studi, che possono includere:

  • Ultrasuoni pelvici.
  • Test di infezione a trasmissione sessuale.
  • Test di gravidanza.
  • Isteroscopia (con sospetta presenza di neoplasie) - esame del canale cervicale e della cavità uterina dall'interno mediante attrezzatura ottica.

Sulla base dei risultati dell'esame e della ricerca, il medico scoprirà perché le mestruazioni sono dolorose e prescriverà la terapia appropriata.

Dismenorrea

Se la dismenorrea è secondaria, cioè causata da altre patologie, viene eseguito il trattamento di queste malattie. Nella dismenorrea primaria viene eseguita una terapia complessa. Assegnato:

  • farmaci.
  • Fisioterapia.
  • riflessologia.
  • Dieta (per sovrappeso).

I principali farmaci utilizzati nel trattamento della dismenorrea possono essere suddivisi in 5 gruppi:

  1. Gestageni - analoghi sintetici degli ormoni sessuali femminili: aiutano a liberarsi delle fluttuazioni ormonali e riducono l'attività contrattile del miometrio.
  2. Farmaci antinfiammatori non steroidei: riducono le prostaglandine e riducono il dolore.
  3. Contraccettivi ormonali orali: riducono la quantità di flusso mestruale e le contrazioni uterine.
  4. Analgesici - antidolorifici.
  5. Antispasmodici: elimina gli spasmi dei vasi sanguigni e della muscolatura liscia.

Inoltre, i sonniferi e i tranquillanti possono essere prescritti al paziente per eliminare i segni di disturbi emotivi e mentali..

Prevenzione del dolore durante le mestruazioni

Il dolore mestruale moderato che si verifica in una donna in buona salute può essere prevenuto con misure preventive. Questi includono:

  • Dieta - 15 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni, è necessario abbandonare cibi salati, eccessivamente grassi, piccanti e bevande gassate, e in pochi giorni - dal caffè; la dieta dovrebbe consistere in verdure, frutta, carne magra, pesce e frutti di mare (gli acidi omega-3 che contengono hanno un effetto antinfiammatorio).
  • Assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei 2-4 giorni prima delle mestruazioni (ibuprofene, aspirina, ecc.): Aiutano a ridurre le prostaglandine, ma dovresti sempre consultare un medico in merito alla loro assunzione, poiché possono avere un effetto negativo sulla mucosa gastrica e per alcune malattie non possono essere utilizzate o devono essere utilizzate con cautela.
  • Un'attività fisica ragionevole, come lo yoga, i dolori diventano meno pronunciati.
  • Medicina di erbe - la produzione di prostaglandine diminuisce con l'uso di ribes nero e oli di enotera, finocchio o tè da esso può ridurre il numero di contrazioni uterine, il tè allo zenzero allevia gli spasmi vascolari (le fitopreparazioni sono prese anche dopo aver consultato un medico).
  • Evitare lo stress e dormire bene.

Se il dolore si è ancora verificato, il massaggio della regione lombare e sacrale aiuterà a ridurli..

Articoli Sul Ciclo Di Abusi

Vero chiromante mensile per amore: scopri il tuo destino!

Le mestruazioni sono una parte indispensabile della vita di ogni corpo femminile sano. Tra i nostri antenati si credeva che una donna durante le mestruazioni sia dotata di uno speciale potere magico ed è intuitivamente incline a prendere il consiglio dei poteri superiori....

Durante le mestruazioni è possibile andare in chiesa

Ci sono molte opinioni diverse su questo argomento. Alcuni sacerdoti sostengono che puoi andare in chiesa durante le mestruazioni. Ma la maggior parte di loro sostiene che questo è proibito....

In che modo l'aspirina aiuta con il dolore mestruale e per chiamare le mestruazioni

Il dolore nei giorni critici è un problema abbastanza comune tra il gentil sesso. Per eliminare il dolore, le donne nella maggior parte dei casi usano vari farmaci, incluso l'acido acetilsalicilico....