Cause di scarico marrone dopo il parto

Climax

Il parto è uno dei momenti più indimenticabili nella vita di ogni donna. Porta non solo momenti positivi, ma anche una serie di momenti spiacevoli. Il corpo è sottoposto a stress dopo il parto; in esso si verificano riaggiustamenti cardinali. Uno dei momenti spiacevoli che una donna dovrà affrontare è la scarica marrone dopo il parto.

Periodo postpartum

Il periodo postpartum per una donna è piuttosto difficile, perché ha appena vissuto un evento molto traumatico con grande perdita di sangue. Immediatamente dopo la nascita e lo scarico della placenta, l'utero ha una grande superficie della ferita che guarirà a lungo. Nella pratica ostetrica si distinguono i periodi post-partum precoci (8-12 giorni dopo la nascita) e tardivi (6-8 settimane dopo la nascita).

In questo momento, il corpo della donna è molto indebolito e sensibile alle infezioni: da un lato, l'immunosoppressione fisiologica del periodo di gravidanza è ancora preservata, e dall'altro ci sono porte di accesso accessibili per potenziali infezioni sotto forma di una ferita sull'utero e rotture della vagina e del perineo, che spesso si verificano durante il parto. Per questo motivo, in un ospedale tutte le regole di asepsi e antisettici sono rigorosamente osservate. Di grande importanza viene dato all'allattamento al seno precoce, che stimola la contrazione dell'utero, portando al restringimento dei vasi sanguigni e una cessazione più efficace dell'emorragia.

Il periodo postpartum caratterizza lo sviluppo inverso dei processi nell'utero che si è verificato durante la gravidanza: le sue dimensioni diminuiscono, il tono aumenta, l'utero diventa più elastico. Raggiungendo un peso di 1 kg durante la gravidanza, dopo la gravidanza ritorna ad un peso di 70-80 grammi. La violazione dell'involuzione fisiologica postpartum può essere associata all'età "rispettabile" della donna durante il parto, la presenza di una storia di aborto, aborto spontaneo, un gran numero di nascite, presenza di fibromi, fibromi, patologia extragenitale.

La durata del sanguinamento nel periodo postpartum è determinata dalla struttura dello strato supervascolare del miometrio, che può variare: se vi è una striscia mediana del muscolo longitudinale, la perdita di sangue è minima. Nel periodo in esame, le ghiandole mammarie si allargano e inizia l'allattamento. Poco dopo riprendono i cambiamenti ciclici ipotalamo-ipofisi-ovaio, che ripristinano gradualmente il ciclo mestruale.

Scarico normale dopo il parto

Dopo la nascita, si osserva una secrezione vaginale prolungata, chiamata lochia. Dopo la nascita, l'utero viene liberato dai resti del lavoro, dai contenuti dell'amnione. La dimissione dura in media 6-8 settimane. È consentita una diffusione di 5-9 settimane. La rapida cessazione delle secrezioni non dovrebbe piacere alla donna, poiché ciò può significare che l'utero non è completamente eliminato e spesso tali donne sono ricoverate in ospedale con sanguinamento ripetuto.

A volte i prodotti uterini lasciati nell'utero possono causare infiammazione ed endometrite: in questo caso vengono eseguiti il ​​curettage e la terapia antibiotica.

Anche il sanguinamento prolungato è sfavorevole. Possono indicare che l'attività contrattile del miometrio è ridotta: questo fenomeno può essere osservato con:

  • fibromi uterini;
  • endometriosi;
  • infiammazione nel tratto genitale;
  • ridotta coagulazione del sangue.

In questo caso, è necessario consultare un medico per stabilire una diagnosi accurata..

Immediatamente dopo il parto e i primi tre giorni c'è sangue rosso, che è il risultato di rotture di un gran numero di vasi sanguigni e della superficie della ferita sull'utero nel luogo in cui si trovava la placenta. La natura dello scarico nella prima settimana dopo la nascita può essere sotto forma di muco con coaguli. Lo scarico mucoso dopo il parto è assolutamente normale, poiché l'utero si libera del tessuto deciduo, dei residui di amnione e del suo contenuto.

I coaguli indicano un processo di guarigione della ferita e meccanismi di coagulazione del sangue ben funzionanti. Una settimana dopo la nascita, i coaguli si fermano e lo scarico diventa marrone, mentre l'emorragia si attenua. 1-2 settimane sono dimissione marrone dopo il parto. Entro la terza settimana dopo il parto, lochia è contrassegnata dal tipo di flusso mestruale, cioè, stanno imbrattando e la loro intensità diminuisce sensibilmente. A poco a poco, la lochia diventa trasparente con una leggera tinta giallastra. Entro 6-8 settimane, lo scarico si interrompe completamente.

La presenza di secrezione scura 2 mesi dopo la nascita può indicare disturbi ormonali o le prime mestruazioni dopo il parto, la cui natura differisce da quella prenatale, ma si normalizzano gradualmente. Se una tale scarica è apparsa dopo 3 mesi, sono indolori e non hanno odore e impurità, allora questo è un segno di stabilire un ciclo mestruale.

Scarico patologico dopo il parto

Varie sfumature di rosso e marrone nella scarica postpartum sono una variazione della norma. Il giallo, il verde, i densi colori bianchi dell'oca, l'aspetto di un odore insolito dovrebbero allertare. Fenomeni simili possono indicare un'infiammazione nella cavità uterina.

Le malattie infettive e infiammatorie nel periodo postpartum sono una delle principali cause di morbilità e mortalità materna. Anche tenendo conto di tutte le regole di asepsi e antisettici nel reparto di maternità dell'ospedale, la frequenza delle infezioni postpartum è del 3-8% del numero totale di donne durante il parto, con un parto patologico sale al 10-12% e, se esiste un rischio infettivo noto, può raggiungere il 54,3 %.

L'aumentata probabilità di infezioni postpartum è dovuta ai seguenti fattori:

  • patologia extragenitale;
  • infezione cronica nel tratto genitale;
  • trattamento ormonale per aborto minacciato;
  • correzione chirurgica dell'aborto spontaneo;
  • parto addominale;
  • induzione ormonale della gravidanza;
  • terapia antibiotica non ottimale;
  • metodi di esame invasivo per le donne.

È anche necessario ricordare che nelle persone moderne c'è un aumento delle allergie e un aumento delle immunodeficienze, che è probabilmente associato a un deterioramento dell'ecologia, una diminuzione della qualità del cibo, un aumento del carico di conservanti, aromi, stabilizzanti, antibiotici dei prodotti alimentari, è anche associato allo stress e ad altri motivi. In questo contesto, le citochine infiammatorie nel sangue vengono spesso attivate, il che porta a cambiamenti nel sistema di coagulazione del sangue con successiva violazione del trofismo e della nutrizione dei tessuti. Lungo la strada vengono attivati ​​neutrofili e fagociti, che sono attratti dalle chemochine nell'area danneggiata.

Deviazioni significative nella natura della scarica postpartum possono essere associate sia a processi infiammatori che a involuzione patologica dell'utero dopo il parto. Le ragioni di tali cambiamenti sono associate ai seguenti fattori:

  • età da parto superiore a 30 anni;
  • infiammazione cronica delle appendici;
  • pielonefrite cronica;
  • infezione genitale da virus herpes simplex e citomegalovirus;
  • scarico prematuro di liquido amniotico;
  • difetto della placenta con una revisione manuale delle pareti dell'utero;
  • rottura perineale;

I motivi elencati creano i presupposti per l'infezione di una donna al momento del parto e possono portare a secrezioni di natura infiammatoria. Anche le infezioni dovute a rapporti sessuali durante la gravidanza non possono essere escluse. Se la scarica acquisisce un colore giallo-verde, si può pensare a una malattia a trasmissione sessuale: gonorrea, tricomoniasi e altre patologie. Con la tricomoniasi, la consistenza dello scarico diventa spumosa e con la gonorrea è purulenta.

È necessario ricordare la possibilità della presenza di un'infezione curata nel corpo femminile, che si verifica a causa di una terapia antibiotica impropria.

Se si sospetta una malattia a trasmissione sessuale, prendono una macchia vaginale da tre punti, a volte richiede l'uso di metodi di provocazione, quando, ad esempio, usando metodi nutrizionali, è possibile ridurre l'immunità e provocare una esacerbazione dell'infezione. Fare una sbavatura in questa situazione è più istruttivo che nel caso di un decorso asintomatico..

L'infezione gonococcica viene trattata con antibiotici ad ampio spettro, spesso è necessario un secondo corso. La cura viene monitorata per tre mesi e se durante tutto questo tempo non è possibile rilevare i gonococchi, la donna viene considerata guarita. Parallelamente, è necessario trattare il suo partner sessuale per evitare la reinfezione. Entrambi i partner non bevono alcolici durante il trattamento. Se una donna sta allattando, durante la terapia antibiotica il bambino viene trasferito a formule adattate per neonati.

Nel caso dell'infezione da Trichomonas, una donna viene trattata (con un partner) con farmaci antiprotozoari. Condurre 2-3 corsi di terapia.

Tordo

Nel periodo postpartum, l'immunità di una donna è bassa: ciò è dovuto alla perdita di sangue, allo stress grave dovuto al parto e alla riduzione fisiologica dell'immunità durante la gravidanza. Spesso a una donna viene prescritta l'installazione di un pessario in caso di grave indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico. Tutti questi eventi provocano patologie fungine nel tratto genitale femminile. In questo caso, lo scarico sarà denso, bianco, con una consistenza cagliata, con grandi fiocchi e pellicole, un odore fortemente aspro. Allo stesso tempo, si notano prurito e bruciore degli organi genitali esterni e della vagina.

I sintomi non lasciano dubbi sul fatto che la donna sia malata di candidosi. La microscopia di uno striscio vaginale rivela spore e fili di micelio. In tali casi, vengono prescritti farmaci antimicotici. Flucostat si è dimostrato efficace, il che anche dopo una singola dose consente di livellare rapidamente i sintomi spiacevoli.

vaginosi

La comparsa di abbondante scarico trasparente o giallo con un odore sgradevole di pesce indica vaginosi batterica (disbiosi vaginale). Questa malattia si sviluppa a causa della soppressione della normale microflora, rappresentata dai lattobacilli, che normalmente colonizzano l'epitelio vaginale, creando un ambiente fortemente acido. Nel processo di sviluppo di questa patologia, i lattobacilli vengono sostituiti da un'altra microflora, molto spesso gardnerella.

Microscopicamente, la disbiosi si manifesta come "cellule chiave" e un quadro della sostituzione della microflora. La fonte della gardnerella può essere il partner sessuale di una donna, ma, dato che in gran parte dei casi la gardnerella viene seminata dal contenuto del retto, non si deve perdere la possibilità di ricolonizzazione vaginale da parte della gardnerella di origine rettale. È per questo motivo che l'insistente raccomandazione alle donne di assumere un bicchiere di yogurt ogni giorno durante la gravidanza diventa comprensibile: ciò inibisce lo sviluppo della disbiosi intestinale e ripristina il profilo normale alla microflora. A seconda della gravità della gardnerellosi, il suo trattamento può iniziare con la terapia antibiotica, ma di solito l'accento è posto sul ripristino della normale microflora della vagina e dell'intestino (Linnex, Bifidumbacterin, ecc.).

endometrite

Varie microflora patogene e condizionatamente patogene possono portare a endometrite postpartum, i cui sintomi saranno: secrezione vaginale mucopurulenta, dolore alla parte inferiore dell'addome, temperatura, febbre. Esiste una correlazione tra la gravità dell'endometrite e il contenuto dei prodotti di distruzione dei tessuti in lochia. Allo stesso tempo, è indicato il curettage, poiché è probabile che i prodotti del lavoro rimangano nell'utero. Successivamente, viene prescritto un ciclo di terapia antibiotica, immunostimolanti, vitamine, agenti riparatori.

Il periodo postpartum è spesso accompagnato da complicanze infettive e infiammatorie, la cui fonte risiede nella regione genitale ed extragenitale ed è spesso rappresentata da focolai cronici di infezione non trattata.

Ecco perché quando si pianifica il parto è così importante condurre un controllo completo del corpo della donna e curare tutti i processi infiammatori cronici. Ciò ridurrà la probabilità di complicanze nel periodo postpartum e consentirà alla donna di mantenere la salute riproduttiva per molti anni a venire..

Un appunto di una giovane madre. Lo scarico postpartum è normale e patologico.

Gravidanza e parto: provocano gravi cambiamenti nel corpo di una donna. Pertanto, non essere sorpreso dal fatto che ci vorrà del tempo per tornare a uno stato familiare. A causa del fatto che i meccanismi di recupero sono attivamente coinvolti nel processo, ci sono dimissioni dopo il parto - lochia.

Spesso alle nuove mamme vengono poste molte domande. Uno dei più comuni è quanto durerà lo scarico? Inoltre, la domanda è se ci sono segni che indicano un processo di recupero patologico. Ogni donna ha il suo mandato, ma sicuramente non dovrai aspettare 3 mesi dopo il parto per interrompere la dimissione.

Allocazioni dopo il parto: norme e deviazioni

Immediatamente dopo la nascita, le secrezioni di sangue sono abbondanti, ma nonostante ciò, non dovresti usare i cuscinetti convenzionali, l'opzione migliore è i pannolini assorbenti. Questo può sembrare scomodo per una donna ed è meglio per un medico valutare la condizione.

Dopo alcune ore, e poi giorni dopo la nascita, lo scarico rosso ha un odore leggermente dolce, perché la loro composizione principale è il sangue invariabile. Inoltre, viene attivato il segreto delle ghiandole uterine, che viene attivato dopo il parto. Il volume di scarico diminuisce gradualmente.

Una deviazione dalla norma è considerata una diminuzione improvvisa del numero di secrezioni marroni dopo il parto, che indica uno spasmo cervicale. È anche anormale se lo scarico diventa eccessivamente abbondante, il che significa che l'attività contrattile dell'utero è compromessa.

Il medico può decidere che la nuova mummia abbia problemi di coagulazione del sangue. Nel caso dello sviluppo di DIC, sono necessarie procedure di trattamento, poiché una tale complicazione è pericolosa per la vita.

Se una donna ha subito un taglio cesareo, l'immagine sarà leggermente diversa, vale a dire per quanto tempo si osserva la dimissione dopo il parto. La durata è ritardata, perché l'utero non può contrarsi così rapidamente. Ma è importante considerare che la dimissione dopo un taglio cesareo non dovrebbe durare più di due settimane.

Perché si verificano escrezioni?

Indipendentemente da come è avvenuta la nascita, da molto tempo le donne hanno avuto dimissioni. Ciò è dovuto al fatto che la superficie dell'utero dopo la separazione della placenta è in realtà una ferita aperta.

Nel terzo periodo di parto normale, lo strato funzionale dell'endometrio viene respinto, che si è ispessito durante la gravidanza. In questo momento, l'utero inizia a contrarsi..

Dopo essere stato dimesso dall'ospedale, è necessario monitorare in modo indipendente il volume, l'odore e il colore delle dimissioni dopo il parto.

Cosa determina la durata del periodo di recupero

Una donna vuole sbarazzarsi della necessità di cambiare costantemente i cuscinetti il ​​più presto possibile, inoltre, una scarica abbondante interferisce con il ripristino del sesso dopo il parto.

La domanda è quanto dura la dimissione dopo il parto, la donna è particolarmente preoccupata. I periodi di involuzione uterina sono diversi, la loro durata dipende dal decorso del parto e dalle caratteristiche del corpo. Di solito il processo dura un mese, ma succede che dopo 5-6 settimane, la scarica rosa rimane.

La quantità di dimissione che seguirà dopo il parto dipende anche dall'allattamento. Con un'alimentazione frequente, l'utero si contraerà più velocemente.


Se dopo un tale periodo la donna è ancora preoccupata per il sangue, dovresti consultare un medico. Un processo di recupero così lungo ha le sue ragioni che devono essere determinate al più presto..

La perdita di sangue per lungo tempo di per sé danneggia una donna. Un forte aumento del numero di lochia è un sintomo allarmante: il medico dovrebbe esaminare immediatamente la donna. 2 mesi dopo la nascita, la dimissione deve rimanere definitivamente nel passato. Pertanto, con un processo di recupero eccessivamente lungo, è importante agire con urgenza.

Tuttavia, un arresto troppo rapido dello spotting dopo il parto è un'altra buona ragione per sembrare a uno specialista. Molto probabilmente, il corpo è tornato rapidamente alla normalità, ma c'è un'altra opzione. Il sangue può accumularsi nell'utero senza uscire.

Le statistiche mostrano che il 98% dei casi di cessazione rapida delle dimissioni termina con il ricovero in ospedale per una donna. Il corpo femminile non si pulisce da solo e i residui in eccesso provocano lo sviluppo dell'infiammazione.

Composizione di Loch

Per valutare le sue condizioni, una donna deve non solo osservare la durata delle secrezioni oscure, ma anche la composizione.

Immagine normale

  • Alcuni giorni dopo la nascita, si nota lo scarico del sangue.
  • Le allocazioni una settimana dopo la nascita sono coaguli di sangue che appaiono a causa del rilascio dell'endometrio e della placenta. Tra una settimana non ci saranno coaguli, lochia diventerà liquida.
  • Se c'è secrezione di muco, questo non significa patologia. Quindi vengono derivati ​​i prodotti della vita intrauterina del bambino. Entro una settimana, lo scarico mucoso che è apparso dopo il parto scomparirà.
  • Un mese dopo la nascita, lo spotting assomiglia alle macchie alla fine delle mestruazioni.

Tutti questi segni non dovrebbero eccitare le madri appena mummificate, perché sono il normale corso del processo di recupero. Ma se la dimissione un mese dopo la nascita o prima è purulenta. Questo è un motivo per suonare l'allarme.

Segni patologici

  • Il pus viene escreto in caso di infiammazione. La causa può essere l'infezione accompagnata da febbre, che provoca dolore al basso ventre. Esternamente, i loch sembrano mocciosi.
  • Il muco e i coaguli dovrebbero comparire non prima di una settimana dopo la nascita del bambino.
  • Lo scarico trasparente come l'acqua è considerato un'anomalia. Ciò può indicare gardnerellosi o separazione dei fluidi dai vasi linfatici e sanguigni..

È importante che la giovane madre sappia quale dimissione dopo il parto è normale e quale no, al fine di consultare uno specialista in tempo.

Colore e quantità di scarico postpartum

  • Entro due o tre giorni dal momento della nascita, si osserva una scarica scarlatta brillante. A questo punto, il sangue non si è ancora coagulato.
  • Due settimane dopo, appare una scarica marrone, che indica il corretto restauro.
  • Alla fine della lochia è un colore trasparente o con una leggera tinta giallastra.

Patologia:

  • Lo scarico giallo pallido e mite non dovrebbe eccitare una donna. Lo scarico giallo brillante con una miscela verde e un odore putrefattivo il quinto giorno indica un'infiammazione della mucosa uterina. Se tale lochia è comparsa dopo 2 settimane, ciò indica un'endometrite nascosta.
  • Con la comparsa di secrezione verde, si può anche sospettare l'endometrite, ma sono più pericolosi di quelli gialli, perché parlano di un processo già in corso. Per evitare ciò, è necessario contattare uno specialista quando compaiono le prime tracce di pus. Se lo fai in tempo, puoi evitare lo scarico verdastro.
  • Vale la pena preoccuparti se vai a lochia con un odore aspro sgradevole, una consistenza cagliata. Tale scarico bianco è accompagnato da prurito e arrossamento. Questo indica un'infezione o mughetto..
  • Dopo la nascita, la scarica nera senza altri sintomi è considerata normale ed è una conseguenza dell'insufficienza ormonale. Le donne trattano tale scarico più spesso a causa del colore..

Odore

Le secrezioni hanno un odore particolare. Aiuterà anche a determinare se tutto è in ordine..

In primo luogo, dovrebbe esserci un odore di sangue fresco e umidità, e dopo un po 'appariranno muffa e fascino. Non c'è nulla di patologico in questo..

Se, dopo il parto, c'è uno scarico con un odore sgradevole - putrido, acido, acuto, dovresti essere cauto. Insieme ad altri cambiamenti (colore e profusione), questo sintomo può indicare infiammazione o infezione..

Segni di secrezioni infiammatorie

Se il processo infiammatorio inizia nell'utero, la giovane madre noterà i seguenti segni:

  • Sensazioni spiacevoli e dolorose nell'addome inferiore.
  • Debolezza, vertigini, dolori muscolari, ecc..
  • Febbre non lattostasi.
  • Cambiamenti di colore, odore e scarico abbondante.

Regole di igiene postpartum

L'escrezione postpartum è un terreno fertile ideale per i batteri. Durante questo periodo, è importante monitorare attentamente l'igiene intima:

  • È necessario scegliere i tovaglioli sanitari giusti: ce ne sono di speciali dopo il parto, ma puoi usare pannolini assorbenti. A casa, dopo lo scarico, puoi andare alle solite guarnizioni. È necessario cambiarli in modo tempestivo - ogni 4-6 ore. Dipende da quanto intenso scarico marrone.
  • Non usare i tamponi.
  • È necessario condurre regolarmente una toilette dei genitali. Il getto d'acqua è diretto solo dalla parte anteriore a quella posteriore.
  • Se una donna ha bisogno di elaborare le cuciture sul perineo, è necessario utilizzare antisettici: una soluzione di permanganato di potassio o furatsilina.

Ogni madre dovrebbe essere consapevole di quanto sia importante la sua salute. Puoi determinare autonomamente se il recupero è corretto in base a quanti giorni dura la dimissione dopo il parto, dal loro colore e abbondanza. Non sperare che i sintomi spiacevoli scompaiano e attendere 4 mesi, quindi consultare un medico dalla disperazione. È meglio eliminare immediatamente i sintomi spiacevoli per poter godere appieno della maternità.

Autore: Irina Levchenko, dottore,
appositamente per Mama66.ru

Allocazioni dopo il parto (lochia): norma e patologia

Il primo giorno dopo la nascita, la maggior parte delle madri percepisce il sanguinamento uterino come una cosa ovvia, ma passano una o due settimane e iniziano a sorgere domande. E perché è una specie di giallo? È normale quando ha un odore simile? Quando finirà tutto? È ancora dimissione dopo il parto o è già le mestruazioni? Risolto insieme!

Che cos'è lochia

Lochia ha preso il nome, un po 'divertente per l'orecchio russo, dal greco λοχεια - parto. Esternamente, a volte assomigliano al flusso mestruale, ma in realtà non è così: tutto ciò che potrebbe indugiare lì dal momento della gravidanza viene “evacuato” dall'utero. Cioè, non è solo il sangue e il rivestimento (strato interno) dell'utero, ma anche le cellule della placenta, i resti delle membrane e il liquido amniotico e così via.

Avvistamento: fino a cinque giorni dopo la nascita

Durante la gravidanza, l'utero è pieno di sangue, come una spugna. Durante il parto, inizia a contrarsi (è necessario "spingere" fuori il bambino) e questo processo di compressione continua dopo il parto. Il sangue scorre da esso, come l'acqua di una spugna bagnata, se lo stringi in un pugno.

Certo, è importante ridurre la perdita di sangue: a questo scopo, una vescica con ghiaccio viene posizionata sul ventre di una donna appena nata (sotto l'influenza del freddo, i capillari si contraggono, si fermano le emorragie), se questa misura non aiuta, iniettano un ormone ossitocinico (provoca uno spasmo uterino che ricorda uno scramble, e i vasi sanguigni sono pizzicati). Un tale intervento non deve essere considerato eccessivo e innaturale: l'ossitocina è il nostro ormone, che viene attivamente rilasciato durante il travaglio e durante l'allattamento. Ma se c'è un fallimento e c'è poca ossitocina "interna", è del tutto possibile ricostituire le sue riserve "dall'esterno".

I fan del parto naturale dovrebbero prestare attenzione al fatto che nella ciarlataneria erano molto comuni vari preparati a base di erbe per ridurre l'utero e ridurre il sanguinamento uterino, in modo che i nostri antenati non rinunciassero a tutto alla natura. Ma, naturalmente, i farmaci moderni sono più accurati ed efficaci..

Che aspetto ha la lochia: scarica sanguinolenta di coaguli, il primo giorno - scarlatto brillante.

Qual è la quantità di dimissione: immediatamente dopo la nascita, una donna può perdere fino a mezzo litro di sangue.

Quando iniziare a preoccuparti: se devi cambiare più di un maxi pad all'ora, devi informare il tuo medico o, se sei già a casa, chiamare un'ambulanza. Dovresti anche consultare un medico se lo scarico si interrompe improvvisamente (questo significa che un grosso coagulo di sangue ha ostruito la cervice e tutto lo scarico rimane all'interno).

Cosa fare: osservare l'igiene personale e monitorare lo svuotamento tempestivo dell'intestino e della vescica. Quando l'utero diminuisce drasticamente dopo il parto, sia l'intestino che la vescica hanno un volume "insolitamente" di grandi dimensioni, e una donna potrebbe non sentirsi piena. Nel frattempo, una vescica traboccante può spremere l'utero e interferire con la sua efficace pulizia..

Scarico brunastro (marrone): fino a due settimane dopo la nascita

A poco a poco, la natura dello scarico cambia: da scarlatta, insanguinata, diventa brunastra. In generale, questo periodo, in termini di profusione e natura della dimissione, è simile alle mestruazioni, e questo non è casuale. C'è un restauro dello strato interno dell'utero, come alla fine del ciclo mestruale, in modo che la scarica sia principalmente cellule morenti dell'endometrio uterino.

Come appare lochia: secrezione marrone o brunastra, a volte con coaguli simili a mestruali.

Quanta scarica: come durante le mestruazioni regolari.

Quando iniziare a preoccuparsi: se improvvisamente la natura dello scarico cambia - diventano di nuovo abbondanti e sanguinanti o causano prurito, bruciore e odore sgradevole. Anche arrestare lo scarico in questa fase non è la norma! Molto probabilmente, un grosso coagulo di sangue ha ostruito la cervice e le ventose si decompongono nella sua cavità.

Cosa fare: osservare l'igiene personale e, come se ciò non fosse desiderabile, dare la preferenza ai tamponi, piuttosto che ai tamponi. La superficie dell'utero è ora molto vulnerabile e aperta alle infezioni, la creazione di un ambiente chiuso può contribuire all'infiammazione..

Scarico giallastro: fino a quattro settimane dopo la nascita

Lo scarico si illumina gradualmente e diventa giallastro. Sono meno abbondanti rispetto alle mestruazioni, ma più abbondanti della dimissione giornaliera di una donna in buona salute. Esistono pochi globuli rossi (globuli rossi) in queste secrezioni, principalmente globuli bianchi: la superficie dell'utero guarisce, quindi la composizione delle secrezioni è simile alla gomma sierosa.

Come appare la lochia: scarico mucoso viscoso giallastro.

Qual è la quantità di scarico: usi le guarnizioni di capacità minima.

Quando iniziare a preoccuparsi: se improvvisamente la natura dello scarico cambia - causano prurito, bruciore, odore sgradevole.

Cosa fare: osservare l'igiene personale.

Scarico biancastro: fino a 40 giorni dopo la nascita

A poco a poco, lo scarico diventa più leggero, trasparente e scarso e nella quinta o sesta settimana dopo il parto assomigliano al muco trasparente. La composizione delle secrezioni è costituita da globuli bianchi, cellule epiteliali e persino grasso. Una graduale riduzione del volume indica che. Che il processo di recupero uterino si concluda con successo.

Come appare lochia: muco trasparente, a volte leggermente giallastro.

Qual è la quantità di scarica: usi i cuscinetti giornalieri (non dimenticare che devono essere cambiati ogni due ore, anche se sembrano asciutti!)

Quando iniziare a preoccuparsi: se all'improvviso la natura dello scarico cambia, diventano di nuovo abbondanti e brunastre. No, non si tratta di sanguinamento, ma molto probabilmente il ciclo mestruale si è ripreso. Forse la prima mestruazione dopo il parto non sarà come le mestruazioni regolari: sarà più povera, più corta (o, al contrario, più lunga) del solito, ma devi capire che puoi rimanere di nuovo incinta e, se questo è uno sviluppo indesiderato di eventi, prenditi cura della contraccezione.

Cosa fare: se qualcosa va "fuori programma", assicurati di contattare il medico!

Lochia dopo taglio cesareo

Dopo un taglio cesareo, lo scarico è simile a quello dopo una nascita naturale, con un'eccezione: durano più a lungo. Poiché l'utero non ha attraversato un ciclo di contrazioni che interrompono naturalmente l'afflusso di sangue capillare, lochia può distinguersi per sei o anche dieci settimane. Dopo il parto chirurgico, alle donne in travaglio viene più spesso prescritta l'ossitocina e varie procedure di fisioterapia che contribuiscono alla contrazione uterina postpartum.

Assicurati che lo spotting non duri più di una settimana. Segni indiretti di eccessiva perdita di sangue: debolezza, vertigini, sensazione di imminente svenimento.

Che aspetto ha la lochia: il periodo di scarico brunastro dura più a lungo - tre o anche quattro settimane.

Qual è la quantità di scarico: lo scarico brunastro è meno abbondante che durante le normali mestruazioni.

Quando iniziare a preoccuparsi: se lo spotting dura più di una settimana dopo il parto o si avvertono sintomi di aumento della perdita di sangue - debolezza, vertigini.

Cosa fare: osservare l'igiene personale.

Allocazioni dopo il parto - norme e deviazioni

Lo scarico dopo il parto è normale. Succede nelle prime settimane dopo la nascita del bambino. L'articolo discuterà cosa sono la lochia normale e quali sono i segni della patologia..

Cos'è

Dopo la nascita del bambino, la placenta esfolia. Ha servito come fonte di sostanze necessarie per il bambino e protezione per lui. Una grande ferita rimane al posto della placenta. Il sangue e il plasma ne escono..

Lochia - questa è la secrezione uterina postpartum.

La composizione delle ventose, il loro colore e volume variano a seconda di quanto tempo è trascorso dalla nascita del bambino. Una donna dovrebbe sapere quanta scarica segue il parto, quale dovrebbe essere il suo volume, il colore.

norme

Il tasso di Lochia dopo il parto varia in base al giorno e alla settimana..

Prime ore

In questo momento, la giovane madre è sotto la supervisione del personale medico. Normalmente, lochia è sanguinante e abbondante. È normale che una media di 400 millilitri di sangue venga versata 2 ore dopo la nascita del bambino.

In questo momento, esiste il rischio di sanguinamento uterino. Ciò si verifica in assenza di attività contrattile dell'utero. Al fine di prevenire il sanguinamento, l'ossitocina viene somministrata per via endovenosa.

Primi giorni

Lochia in questo momento risalta di meno. Per 3 giorni, un totale di circa 300 ml di foglie di sangue. In esso si trovano coaguli e sangue. Le anomalie sono troppo abbondanti o scarse.

Dovrebbero avere un odore di sangue fresco. Quindi cambia in acido.

Dopo la dimissione

Le espressioni si stanno ancora allontanando per circa un mese e mezzo. Per tutto questo tempo, ci vorranno da 500 a 1500 ml di liquido. Ogni giorno sarà sempre meno.

Anche il colore cambia: diventa giallo a causa di una quantità significativa di muco. Questa è una variante della norma. Quindi la lochia diventerà scarsa e imbrattata.

Durata

Lochia dopo il parto parte da 5 a 7 settimane. Dopo questo, l'utero viene ripristinato e la donna nota la solita secrezione vaginale. I seguenti fattori influenzano la durata della secrezione di lochia:

  • caratteristiche della gravidanza;
  • caratteristiche della nascita di un bambino (con mezzi naturali o con taglio cesareo);
  • l'intensità del sanguinamento uterino;
  • complicanze postpartum;
  • frequenza dell'allattamento al seno.

Più spesso la madre allatta al seno il bambino, più gli organi genitali si contraggono e meno tempo apparirà la lochia.

deviazioni

I segni di una condizione patologica sono i seguenti.

  1. Un piccolo numero di secrezioni o la loro completa assenza. Questo si chiama lohiometro. Il suo aspetto è associato a una contrazione anormale del collo uterino. Altri sintomi di questa condizione sono dolore nell'addome inferiore, ingrossamento dell'utero e febbre..
  2. Sanguinamento pesante Più sangue indica problemi di coagulazione.
  3. Sanguinamento da incisioni postoperatorie cablate.

Il sanguinamento dalle suture posizionate sul canale del parto si verifica a causa della non conformità con il riposo postpartum. La rottura della cucitura si verifica anche durante i movimenti intestinali.

Se l'epitelio uterino si è ripreso, lo scarico dovrebbe essere leggero o giallastro..

I seguenti sintomi indicano lo sviluppo di malattie:

  • la comparsa di un odore sgradevole;
  • prurito e bruciore nel perineo;
  • aumento della temperatura.

La comparsa di una tonalità verde indica un'anomalia. Questo è un sintomo patologico, indipendentemente dal suo aspetto nel periodo postpartum di recupero. Tale lochia può indicare lo sviluppo di:

In tali casi, a una donna vengono prescritti antibiotici. È severamente vietato assumere farmaci antibatterici da soli.

L'odore di pesce di lochia dovrebbe allertare. Sembra a causa del mancato rispetto delle norme igieniche o dell'esacerbazione della candidosi..

L'odore putrido appare quando:

Una donna deve prestare attenzione alla natura delle ventose, che si distinguono circa un mese e mezzo dopo la nascita. Se improvvisamente il colore delle espressioni diventa brunastro e il loro volume aumenta, questo significa il ripristino del ciclo mestruale. Ciò significa che può rimanere di nuovo incinta.

La prima mestruazione può essere scarsa o viceversa, abbondante.

Casi di emergenza

Una donna ha urgentemente bisogno di contattare un cambiamento nella durata, nella norma e nel colore dello scarico dopo il parto in presenza di tali sintomi.

  1. Il salto della temperatura corporea. Non è sempre associato alla febbre. Il salto nelle letture del termometro è associato al possibile sviluppo di endometrite. Se non trattata, possono svilupparsi gravi complicazioni..
  2. La comparsa di pus con un odore sgradevole.
  3. Dolore nell'addome inferiore.
  4. La comparsa di un sacro da una sutura postoperatoria da un taglio cesareo.
  5. Improvviso aumento di lochia.
  6. Completa assenza. Ciò indica un blocco del canale cervicale.

In caso di emergenza, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

Prevenzione

Dopo un parto naturale, in assenza di lamentele, una donna ha bisogno di visitare un ginecologo dopo circa 6 settimane.

Dopo un taglio cesareo, è necessario consultare un medico circa una settimana dopo la dimissione. Il medico effettuerà un esame ginecologico, prescriverà esami del sangue e, se necessario, un'ecografia. La seconda volta è necessario visitare un medico in uno e mezzo o due mesi dopo la dimissione.

Per ridurre l'abbondanza di scarico postpartum, è necessario attenersi a tali raccomandazioni.

  1. Visita tempestiva alla toilette. Dopo il parto, devi camminare ogni 3 ore, anche se non c'è bisogno di urinare.
  2. Nutri il bambino con latte materno su richiesta. Durante l'alimentazione, viene prodotto l'ormone ossitocina, che migliora l'attività contrattile dell'utero.

Se compaiono crampi uterini durante l'alimentazione, questo è normale..

È necessario rinnovare la vita intima non prima di due mesi dopo il parto. A causa della non conformità a questa regola, un'infezione dalla vagina entra nell'utero.

Entro 10 giorni dalla consegna, si consiglia di lavare dopo ogni minzione o movimento intestinale, prima di coricarsi e ogni mattina. A tale scopo, è necessario utilizzare un sapone speciale con un indicatore di acidità neutra. Dopo la procedura, è necessario bagnare il cavallo con un asciugamano.

Le guarnizioni devono essere sostituite ogni 2 ore (o secondo necessità). È vietato toccare le cuciture con le mani. Dovresti scegliere un lino sfoderato realizzato con tessuti naturali..

  • visitare lo stabilimento balneare, la sauna;
  • fare un bagno;
  • usare tamponi;
  • douching;
  • fare sesso.

Il rispetto delle norme igieniche aiuterà a prevenire le complicazioni..

La comparsa di secrezione dall'utero dopo il parto è assolutamente normale. Normalmente, il loro volume diminuisce gradualmente. Anche la loro composizione sta cambiando: entro la fine del periodo di recupero, solo un piccolo numero di goa di colore chiaro se ne va.

Conoscere l'aspetto di lochia nei primi giorni dopo il parto e qualche tempo dopo aiuta a prestare attenzione ai problemi di salute in tempo. L'accesso tempestivo a un medico ti aiuterà a non perdere la comparsa di pericolose complicazioni.

Discarico postpartum

La dimissione nelle donne dopo il parto è un normale processo di guarigione e ripristino dell'endometrio uterino dopo la separazione e l'uscita della placenta. La nascita di un bambino porta alla formazione di una ferita sanguinante nella cavità uterina, che provoca un lungo periodo di secrezione vaginale. Con il sangue arriva l'epitelio morente, il muco e il plasma, e tutti insieme si chiama lochia.

A poco a poco, il corpo della donna viene pulito e la natura dello scarico dopo il parto cambia, mentre la ferita viene guarita e la mucosa viene ripristinata. È molto importante nel periodo postpartum essere attenti alla tua salute, poiché qualsiasi cambiamento improvviso nel processo di pulizia dell'utero può significare complicazioni sotto forma di infiammazione, infezione, ecc. È molto importante sapere come l'aspetto e la composizione dello scarico dopo il parto cambiano nel tempo per controllare questo processi.

Scarica una settimana dopo la nascita

7 giorni dopo la nascita, la donna è già a casa, quindi il medico dovrebbe spiegarle come prendersi cura dell'area intima e in quali casi vale la pena preoccuparsi della sua salute. I primi giorni dopo la comparsa del bambino, lo scarico dovrebbe essere rosso e abbondante. Possono essere accompagnati da crampi, poiché l'utero si sta attivamente contraendo per tornare alle dimensioni prenatali..

Per rendere più intensa la dimissione dopo il parto, il ginecologo fa una palpazione dell'addome, massaggiando gli organi femminili e chiede anche l'allattamento al seno attivo. Grazie a questo, dopo una settimana, l'utero viene attivamente pulito e guarisce. Se è stato eseguito un taglio cesareo, il recupero richiede più tempo e le prime settimane possono essere accompagnate da abbondante scarico di sangue dopo il parto.

È anche importante eseguire un'ecografia, mentre si è ancora in ospedale, per escludere la possibilità di residui placentare nella cavità uterina, che può portare a ristagno di endometrio esfoliato e infiammazione. Spesso questo è ciò che provoca sanguinamento, forte dolore e febbre nella madre appena coniata dopo qualche tempo dopo il ritorno a casa.

Durante il primo mese, una donna dovrebbe usare i pannolini invece degli elettrodi per determinare lo scarico con coaguli dopo il parto. Questo è normale, ma è importante tenere traccia del cambiamento di colore e della coerenza di tutto ciò che si trova sul pannolino sostituibile. Nel periodo postpartum, è molto importante osservare la più stretta igiene intima e massimizzare il rilascio dell'utero dalla lochia. Per farlo:

  • Poppata. Durante questo processo, vengono prodotti ormoni che stimolano le contrazioni uterine, il che porta a un rilascio aumentato e accelerato di secrezioni;
  • Mentire periodicamente sullo stomaco. Quando giaci sulla schiena, l'utero affonda all'indietro e la lochia non può fluire liberamente, quindi è molto utile prendersi del tempo ogni giorno per sdraiarsi sullo stomaco. È anche meglio farlo senza biancheria intima, posizionando un pannolino sotto di te;
  • Rifiutare il sesso. I primi 2 mesi dopo la nascita, dovresti astenervi dalle relazioni intime con tuo marito per evitare l'infezione, perché l'utero è aperto e il sangue in uscita contribuirà solo alla moltiplicazione dei batteri;
  • Igiene intima regolare. Questo deve essere fatto anche per evitare complicazioni infettive. Ogni 2-3 ore è necessario cambiare il pannolino e lavare a fondo i genitali. Anche se hai una scarica normale dopo il parto, il lavaggio è strettamente controindicato: l'utero si pulirà da solo. Anche i tamponi sono controindicati, anche quando lochia diventa scarsa. Un prodotto per l'igiene dovrebbe essere selezionato con cura, è meglio su consiglio di un ostetrico-ginecologo, poiché anche un gel intimo semplicemente aromatizzato può portare all'irritazione dei genitali. Nei primi 2 mesi dopo la nascita, non puoi fare il bagno, solo la doccia.

Le allocazioni dopo il parto durano almeno 1 mese, dopo di che diventano molto scarse e mucose, il che significa che la guarigione completa dell'utero e la riproduzione della mucosa.

Scarica dopo il parto in un mese

A un mese dalla nascita del tuo bambino, lo scarico rosso dopo il parto è già sostituito da una macchia marrone. Ciò significa che l'utero è quasi ripristinato: il sangue fresco non scorre, ma esce solo il sangue vecchio. Inoltre, lo scarico marrone scuro dopo il parto può essere integrato con bianco-giallo, che sono simili nella consistenza al muco. Questa è un'altra prova che l'endometrio nella cavità uterina completa il suo recupero.

In termini di quantità, queste secrezioni sono insignificanti e non causano più il disagio che si manifestava nei primi giorni del periodo postpartum. Prima del completamento dell'uscita della lochia, l'utero deve raggiungere le sue dimensioni normali e il suo strato interno è completamente coperto dalla mucosa. È abbastanza normale se, a un mese dalla nascita, lo scarico contiene ancora impurità nel sangue, la cosa principale è che non ce n'è molto e questo non è accompagnato da alcun sintomo di cattiva salute.

Scarico postpartum 2 mesi

Se dopo la nascita lo scarico dura a lungo, ciò può significare che l'utero si contrae debolmente e la guarigione è piuttosto lenta. In ogni caso, le impurità del sangue dovrebbero già scomparire. Lo scarico bianco-giallo indica lo stadio finale della guarigione dell'utero, quindi non dovresti preoccuparti. Se lochia ha sostituito la secrezione mucosa trasparente, questo è normale 2 mesi dopo la nascita.

In ogni caso, l'ostetrico-ginecologo consiglia vivamente di contattare l'ospedale di maternità con qualsiasi domanda entro 8 settimane dal periodo postpartum, poiché è lui che è responsabile di come la placenta è stata separata e l'utero è stato pulito. Se durante questo periodo nulla ti ha disturbato, allora un esame programmato da un ginecologo deve essere fatto in 2 mesi e già in clinica.

Dopo 8 settimane di recupero uterino, il colore dello scarico dopo il parto dovrebbe essere trasparente e la quantità dovrebbe essere minima. Non dovrebbero portare alcun disagio. Ciò significa che l'utero si è ripreso, è tornato alle sue dimensioni normali e la cervice si è chiusa. La giovane madre può nuovamente visitare luoghi pubblici per fare il bagno, fare un bagno e godersi una vita intima.

Scarico 3 mesi dopo la nascita

La durata della dimissione dopo il parto non deve superare le 8 settimane. Se 3 mesi dopo la nascita del bambino, si verifica una secrezione vaginale, allora può trattarsi delle mestruazioni o della manifestazione di un processo infiammatorio. È importante prestare attenzione alla natura dello scarico e ai sintomi associati..

Lo scarico di muco bianco dopo il parto può essere dovuto al mughetto. Se sono insignificanti e trasparenti, allora non c'è nulla di sbagliato in esso - un liquido naturale, come la saliva o il sudore. Anche la persistente scarica postpartum inodore è normale e spesso accompagna l'ovulazione..

Se una donna non allatta al seno, è possibile che a 3 mesi dalla nascita recuperi il suo ciclo mestruale. Ciò porterà all'insorgenza delle mestruazioni con tutti i sintomi associati, come mal di schiena e addome inferiore, aumento della sensibilità al seno. Se questo è abbondante scarico di sangue dopo il parto, accompagnato da temperatura corporea elevata e malessere generale, allora è necessario chiamare un'ambulanza, poiché solo un medico può fare una diagnosi in questo caso.

3 mesi dopo la nascita, solo la scarica incolore, inodore e priva di fastidi è considerata la norma. In tutti gli altri casi, è meglio fare dei test, eseguire un'ecografia ed essere consapevoli dello stato del proprio corpo.

Quando la dimissione dopo il travaglio termina

Con il normale recupero del corpo femminile, lo scarico dopo il parto dura non più di 8 settimane. Questo periodo è abbastanza per far diminuire la cavità uterina e il luogo di attacco della placenta deve essere coperto con endometrio sano. Dopo il ciclo mestruale inizia a riprendersi, che riprende a seconda della regolarità dell'allattamento al seno.

Se una donna sta allattando al seno, questo porta a rapide contrazioni dell'utero, che accelera l'uscita della lochia. Inoltre, la produzione di prolattina ritarda il lavoro delle ovaie, che interrompe la ripresa delle mestruazioni. Quindi il ciclo può riprendersi sei mesi dopo la nascita e altro ancora. Tuttavia, per tutte le donne, questo processo è individuale..

Nel caso in cui la dimissione si sia interrotta bruscamente dopo il parto, è necessario consultare urgentemente un medico, poiché ciò può avere conseguenze molto sfavorevoli. L'accumulo di Lochia nella cavità uterina si verifica per vari motivi:

  • Sovraestensione della cavità uterina, che porta alla sua flessione indietro. Per evitare questo, è necessario mentire più spesso sullo stomaco e massaggiarlo. È anche importante mantenere l'equilibrio idrico nel corpo e l'allattamento al seno;
  • Svuotamento prematuro dell'intestino e della vescica, che iniziano a fare pressione sull'utero. Al primo impulso, devi andare in bagno per prevenire complicazioni.

Se non rispondi in tempo per interrompere l'uscita di lochia nel periodo postpartum, dovrai trattare l'endometrite - infiammazione della mucosa uterina. Il sangue è un mezzo eccellente per la crescita dei batteri, pertanto, per evitare l'infezione, deve partire in modo tempestivo.

Se sai quanto segue la dimissione dopo il parto e si sono improvvisamente interrotti, chiama il medico. Il trattamento consiste nell'eliminare lo spasmo cervicale prendendo No-shpa, dopo di che viene prescritta l'ossitocina, che promuove le contrazioni uterine.

Spotting postpartum

Lo scarico sanguinante e rosa dopo il parto è la norma, poiché l'utero viene prima purificato intensamente. Tuttavia, si dovrebbe essere prudenti se il numero di lochia è aumentato bruscamente. È possibile che parti della placenta siano rimaste nell'utero, il che ha portato a gravi emorragie. Inoltre, la causa può essere disturbi nel sistema di coagulazione del sangue..

Se parti della placenta rimangono nella cavità uterina, ciò può essere diagnosticato mediante ultrasuoni o mediante esame ginecologico. Vengono rimossi in anestesia generale, dopo di che viene eseguita una terapia antibatterica endovenosa al fine di escludere il rischio di complicanze infettive. Se non si pulisce la cavità uterina in modo tempestivo, ciò porterà sicuramente a gravi infiammazioni e conseguenze potenzialmente letali.

Se una scarica abbondante e acuta dopo il parto ha provocato disturbi emorragici, il trattamento viene eseguito di conseguenza. Una donna incinta dovrebbe informare il medico di problemi di salute simili in modo da prevenire l'emorragia postpartum..

Spesso, un aumento della secrezione è dovuto al fatto che l'utero non si contrae abbastanza. Tale sanguinamento si chiama ipotonico. Sono abbastanza abbondanti, ma nulla fa male e non ci sono altri sintomi di pericolo. Tuttavia, vale la pena considerare che qualsiasi sanguinamento, se non interrotto in modo tempestivo, può portare a conseguenze critiche.

La dimissione abbondante dopo il parto è la norma solo se si verificano nella prima settimana e il medico viene informato di loro. Altrimenti, devi chiamare un'ambulanza. Verranno introdotti farmaci riducenti per fermare l'emorragia e verrà effettuata una terapia endovenosa per compensare la perdita di sangue. In alcuni casi, non puoi fare a meno dell'intervento chirurgico, quindi è molto importante cercare aiuto in modo tempestivo.

Scarico bruno dopo il parto

2-3 settimane dopo la nascita, lo scarico diventa più scuro rispetto all'inizio, poiché la ferita nell'utero guarisce e quasi non sanguina. Tuttavia, il vecchio sangue è ancora nella sua cavità, diventa gradualmente marrone e lascia anche come parte del goof. Lo scarico oscuro dopo il parto non è altro che sangue vecchio che non ha rilasciato l'utero in modo tempestivo..

La comparsa di polloni scuri inizia nel mezzo della prima carne dopo il parto e può durare 4-6 settimane. È importante che lo scarico non sia abbondante e non aumenti drammaticamente. In tal caso, dovresti assolutamente consultare un medico, poiché la pulizia tempestiva e completa dell'utero è la chiave della tua salute femminile.

Scarico giallo dopo il parto

Tale scarico è la norma nella fase finale dell'uscita di lochia. Possono anche segnalare la ripresa del ciclo mestruale. Se, 4 mesi dopo la nascita, lo scarico dall'incolore è diventato giallo, senza un forte odore, allora questo indica l'ovulazione.

Vale la pena considerare le situazioni in cui sarà necessario consultare un medico:

  • Lo scarico giallo dopo il parto è accompagnato da un odore sgradevole. Un forte odore putrido, che indica la moltiplicazione dell'infezione, è particolarmente pericoloso;
  • Oltre alle secrezioni, il prurito, il bruciore dei genitali sono preoccupanti. È anche un segno di infezione che può entrare nell'utero e provocare infiammazione;

La maggior parte di queste situazioni si verificano nell'endometrite, un'infiammazione della mucosa uterina. Provoca una debole pulizia della sua cavità, che porta all'accumulo di lochia. Se la scarica ha un odore dopo il parto, allora devi assolutamente vedere un ostetrico-ginecologo.

Scarico mucoso dopo il parto

Lo scarico trasparente dopo il parto appare dopo la completa uscita della lochia dalla cavità uterina. Nella maggior parte dei casi, questo non è altro che il segreto del lavoro degli organi pelvici. Possono anche precedere e accompagnare l'ovulazione o distinguersi dopo il sesso. Anche il riarrangiamento ormonale nel corpo che si verifica dopo il parto si manifesta in questo modo.

Se sei preoccupato per lo scarico dopo il parto, che sembra coaguli di muco trasparente, quindi esegui dei test per assicurarti che siano la norma. Dovresti essere attento se compaiono altri sintomi, come febbre, prurito o odore. Tale scarico può essere una manifestazione dell'erosione cervicale, quindi può valere una colposcopia..

Scarico verde dopo il parto

La lochia verde è un chiaro segno di infiammazione nella cavità uterina. Di norma, sono accompagnati da febbre, dolore nell'addome inferiore. Inoltre, il sanguinamento può iniziare improvvisamente, poiché la scarica verde può essere innescata da parti della placenta che rimangono nell'utero. Un'altra causa può essere un ritardo nella lochia o lacrime e crepe scarsamente curative nel canale del parto.

Inoltre, lo scarico verde dopo il parto con un odore è spesso causato da infezioni, quindi è necessario osservare regole speciali di igiene intima durante questo periodo e astenersi dal sesso. Inoltre, per prevenire tali complicazioni dopo il parto, è necessario evitare l'aborto, le malattie sessualmente trasmissibili e rafforzare l'immunità.

Se hai una scarica verde, allora devi vedere un medico, passare una macchia sulla flora e sottoporsi a un'ecografia. In questi casi vengono trattati con antibiotici e procedure fisioterapiche. A volte è necessario raschiare l'endometrio sfregiato. È anche molto importante rafforzare il tuo corpo nel suo insieme.

Scarico bianco postpartum

Lo scarico bianco non è sempre mughetto, come pensano molte donne. Il tordo è facilmente diagnosticato dalla consistenza cagliata di queste secrezioni, dall'odore acido, dalla secchezza e dal prurito nella vagina. Inoltre, uno striscio regolare aiuterà a fare una diagnosi ed è facile curare la colpite..

Tuttavia, lo scarico bianco può essere il segreto naturale del tuo sistema riproduttivo. Se alcuni hanno una consistenza uniforme e non ci sono altri sintomi spiacevoli, non dovresti preoccuparti. Tuttavia, vale la pena sapere che la scarica bianca può segnalare:

  • Infiammazione delle tube di Falloppio;
  • Patologie dell'utero;
  • Infiammazione della mucosa vaginale;
  • Disturbi delle ghiandole cervicali.

Per prevenire questi problemi, è necessario sottoporsi a un esame tempestivo da un ginecologo e fare dei test. È anche importante evitare douching, contraccettivi chimici, violazioni delle regole di igiene intima e uno stile di vita sedentario. Ciò è particolarmente importante nel periodo postpartum..

Una donna dopo il parto deve essere molto attenta alla sua salute e controllare pienamente il processo di pulizia dell'utero. Deve anche essere in grado di distinguere tra situazioni pericolose e normali; per questo motivo, tutto ciò dovrebbe essere discusso in anticipo con un medico. Lo scarico normale dopo il parto dura circa 2 mesi, diminuendo gradualmente e non accompagnato da dolore.

Articoli Sul Ciclo Di Abusi

Temperatura prima delle mestruazioni

Naturalmente, varie malattie croniche possono peggiorare prima delle mestruazioni ed è spesso difficile determinare dove si trova la norma e dove si trova la deviazione da essa senza l'aiuto di uno specialista....

Menopausa nausea: precursori della menopausa nelle donne


Con l'inizio della menopausa nel corpo di una donna, ci sono molti cambiamenti associati principalmente a una violazione della produzione di ormoni sessuali femminili....

Come inserire un tampone (video)

Tutto accade per la prima volta! E la prima mestruazione non fa eccezione! Le mestruazioni sono una parte naturale della tua vita ed è normale che tu abbia domande. Non preoccuparti: usare correttamente un tampone non è così difficile come potrebbe sembrare!...