Discarico postpartum

Climax

Ultimo aggiornamento: 14/12/2019

Il contenuto dell'articolo

Al fine di evitare possibili complicazioni postpartum, è necessario prestare attenzione al proprio corpo e osservare la quantità e la composizione di secrezioni, temperatura corporea e dolore. Dopotutto, le dimissioni dopo il parto indicano che il canale del parto è aperto e che la superficie interna dell'utero è ancora in fase di guarigione, quindi qualsiasi infezione che arriva lì può causare seri problemi.

Quanto costa la dimissione dopo il parto?

Ogni giovane madre è interessata a quanto dura la dimissione dopo il parto, quanto dura e in quale situazione la durata eccessiva degli zoccoli può essere un segno di disturbi nel corpo? Ovviamente, ogni caso è individuale, ma di solito la dimissione nelle donne dopo il parto cessa entro il 42 ° giorno - tanto dura il periodo postpartum.

Durata della dimissione dopo il parto

Allocazioni dopo il parto: norma e patologia

Quale scarico postpartum è considerato normale? Hanno un odore e dovrebbero essere scuri o di colore chiaro? Sono accompagnati dal dolore? A volte si scopre che una donna non conosce la risposta a queste domande e può essere molto spaventata dal fatto che lo scarico sia comparso dopo il parto. Scopriamo quale dovrebbe essere la normale lochia e dopo quanti giorni di solito si interrompe la dimissione dopo il parto?

Normalmente, Lochia è molto abbondante nelle prime ore dopo il parto. In questo caso, è estremamente importante controllare il loro volume dal medico. Per questo, alle donne non è raccomandato l'uso di assorbenti, ma di preferire i pannolini assorbenti, che consentiranno al medico di valutare con maggiore precisione l'intensità dello scarico e di non perdere tali complicanze come il sanguinamento uterino.

Per stimare approssimativamente il volume di lochia, vale la pena considerare che il peso dell'utero immediatamente dopo la nascita è di circa 1 chilogrammo, mentre dopo lo scarico, la riduzione e la guarigione della superficie interna dell'utero, il suo peso non supera i 60 grammi.

È interessante notare che nel periodo postpartum la lochia è composta per l'80% da sangue nella sua forma invariata (piastrine, leucociti e globuli rossi), pertanto la secrezione può avere un caratteristico odore dolciastro. Il restante 20% delle dimissioni normali nelle prime ore dopo il parto è un segreto speciale delle ghiandole uterine, che sono responsabili del rapido ripristino e della guarigione della superficie dell'utero.

Nei giorni successivi, i segni di una normale scarica postpartum avranno un'intensità gradualmente decrescente. Nei primi giorni, il volume di scarico non deve essere superiore a 400 ml e si osserva una completa cessazione della lochia 6-8 settimane dopo la nascita del bambino.

I primi giorni in coaguli di sangue di Lochia possono essere evidenti. Tuttavia, dopo 7-10 giorni, tali coaguli nelle secrezioni normali non vengono osservati. Nel tempo, lo spotting dopo il parto cambia colore. All'inizio del periodo postpartum, la lochia è di colore rosso vivo, entro la metà del periodo la scarica marrone dopo il parto diventa la norma e nell'ultimo periodo di tempo sono sostituiti da secrezione mucosa trasparente. Il muco indica la guarigione uterina.

Scariche che possono essere un segno di patologia

Se hai scariche ridotte dopo il parto o si interrompono improvvisamente, questo potrebbe essere un chiaro segno di patologia: lochiometri. La causa della riduzione o della completa cessazione di Lochia può essere uno spasmo cervicale della cervice, che semplicemente "non rilascia" lo scarico verso l'esterno. Ciò vale soprattutto per i primi giorni dopo la nascita del bambino. Questa deviazione dalla norma è caratterizzata da un ritardo nell'utero della lochia, a causa del quale l'organo viene allungato. In questo caso, la donna sente pesantezza e dolore nell'addome inferiore, l'utero aumenta di dimensioni, la febbre inizia con una febbre fino a 38-40 gradi. Se non si consulta un medico in tempo, è possibile lo sviluppo di infiammazione dell'endometrite uterina. Per il trattamento, i lohiometri di solito prescrivono farmaci antispasmodici e riducenti, meno comunemente antibiotici. A volte l'eliminazione degli accumuli di lochia è possibile solo svuotando la cavità uterina.

Donna dopo il parto

Un altro motivo per consultare immediatamente un medico è l'abbondanza abbondante e forte dopo il parto. Questo sintomo può essere un segno di anomalie nel processo di contrazione uterina, nonché segnalare una violazione della coagulazione del sangue. Entrambe le condizioni rappresentano una minaccia per la vita di una donna, pertanto richiedono un'azione urgente..

Inoltre, a volte nelle prime ore dopo la nascita, si verifica sanguinamento da suture imposte a lacune nel canale del parto. Di solito ciò accade se non vengono rispettati i requisiti per garantire il massimo riposo di queste zone: esclusione dell'attività fisica, riposo sessuale, controllo dell'affaticamento e natura delle feci, mancanza di pressione sulle articolazioni. Se si verifica questa situazione, è importante consultare immediatamente un medico.

Altri segni di patologia nella natura e nella quantità di scarico

Sospensione della dimissione prima di 6 settimane dopo la nascita (40-50 giorni). L'eccezione è rappresentata dai casi di interruzione anticipata dell'allattamento al seno. In tali situazioni, la giovane madre può iniziare a ripristinare il ciclo mestruale, mentre nella donna che allatta, la prima mestruazione di solito arriva molto più tardi. Ciò è dovuto alla produzione nel corpo di una madre che allatta di un ormone speciale (prolattina), che è responsabile dell'allattamento. Un certo livello di prolattina impedisce la formazione di un nuovo uovo e può sopprimere il processo di ovulazione (ma questo non fornisce contraccezione al 100%), impedendo alle mestruazioni di iniziare fino alla cessazione dell'alimentazione.

Se si osserva sanguinamento luminoso 7-10 giorni dopo la nascita, è necessario informare urgentemente il medico. Una situazione simile può verificarsi se la guarigione dell'utero è lenta o errata..

Se la dimissione con coaguli di sangue dopo il parto è terminata e ricominciata, vale anche la pena contattare l'ospedale il prima possibile. Ciò può indicare un improvviso inizio di sanguinamento uterino..

A volte, dopo il parto, appare uno scarico purulento verdastro o giallo con un odore sgradevole. Questa situazione di solito indica un'infezione nell'utero. Spesso, questo odore è un segno dell'endometrite già iniziata, il cui trattamento richiede il ricovero in ospedale e un trattamento graduale complesso.

Una miscela di fiocchi bianchi con un odore aspro, che ricorda la consistenza di una cagliata, con prurito e arrossamento della vagina, nonché una minzione dolorosa, indicano un mughetto. Questo dovrebbe anche essere segnalato al medico, poiché l'infezione con lievito porta molti disagi per una donna..

Ulteriori segni che dovrebbero allertare nel periodo postpartum

Oltre a un brusco cambiamento nella natura e nell'intensità di dimissione, una donna dovrebbe essere vigile per altri sintomi spiacevoli. Il primo è il dolore nell'addome inferiore. Naturalmente, nei primi tempi, l'utero si contrae intensamente, causando disagio parossistico nell'addome inferiore, particolarmente intensificato dall'allattamento al seno. Tuttavia, l'intensificazione delle sensazioni dolorose, il verificarsi di spasmi acuti dovrebbe essere la ragione per una visita urgente dal ginecologo.

Un altro sintomo sicuro di un malfunzionamento nel corpo è un aumento della temperatura corporea. Qui è solo necessario escludere la comparsa di ristagno di latte nel torace - lattostasi, che provoca un forte e forte aumento della temperatura corporea. Se non c'è dolore e "pesantezza" nel torace e la temperatura corporea è superiore a 37 gradi, vale la pena pianificare una visita dal medico. Forse, un'infezione che è entrata nella cavità uterina si manifesta in questo modo. Tra i sintomi aggiuntivi di complicanze infettive, si possono distinguere malessere generale, mal di testa, vertigini, dolori nel corpo e nelle articolazioni.

Il corpo di una donna nel periodo postpartum, video

Ostetrico, ginecologo Kovaleva Irina Vladimirovna nel periodo postpartum. Fonte - Cliniche scandinave

Scarico mensile e postpartum

Come accennato in precedenza, l'inizio del ciclo mestruale nel periodo postpartum dipende dalla natura dell'alimentazione del bambino. Se è completamente allattato al seno, le mestruazioni di solito sono assenti durante l'intero periodo di allattamento. In caso di alimentazione mista, il ritorno delle mestruazioni avviene dopo 4-5 mesi. Bene, se per qualche motivo la madre non allatta (ad esempio in assenza di latte), il recupero del ciclo avviene dopo un paio di mesi.

In ogni caso, ogni volta che una donna inizia le mestruazioni, le giovani madri spesso notano la comparsa di secrezioni acicliche dopo il parto, l'instabilità del ciclo e i ritardi nei tempi della prima mestruazione. Se hai uno di questi sintomi, non preoccuparti, ma assicurati di informare il tuo medico per la tua tranquillità..

Recupero postpartum

Ogni donna nel periodo postpartum dovrebbe sapere che l'allattamento al seno è un'ottima prevenzione di tutti i tipi di complicanze. Dopotutto, quando il bambino viene applicato al torace, si verifica un rilascio immediato dell'ormone ossitocina, che provoca anche contrazioni uterine. Dopo l'alimentazione, una donna può osservare un aumento visibile delle secrezioni, che è associato a una riduzione dei muscoli dell'utero e non dovrebbe causare preoccupazione.

Per accelerare la contrazione dell'utero, la vescica dovrebbe essere svuotata in modo tempestivo. Nel periodo postpartum, è consigliabile farlo ogni tre ore, anche se la donna non ha una pronunciata sensazione di pienezza della vescica e previene la costipazione.

Entro 1-2 mesi dalla nascita, lo scarico non può essere assorbito con i tamponi e solo perché non rimuovono la lochia, ma semplicemente li assorbono. Ciò può portare alla moltiplicazione di batteri e microrganismi patogeni. Invece di tamponi, si consiglia di utilizzare pad o pannolini. Scegli prodotti non aromatizzati, in quanto devi controllare non solo il colore e la quantità delle ventose, ma anche il loro odore.

È indispensabile osservare le regole di igiene personale. È particolarmente utile monitorare l'igiene dei genitali una o due settimane dopo la nascita, quando lo scarico è ancora sanguinante. In questo momento, è vietato fare il bagno, limitato solo da una doccia. Il flusso d'acqua dalla doccia deve essere reso non molto forte e diretto nella direzione da davanti a dietro - e solo dall'esterno. Per la pulizia sicura dei genitali esterni e della mucosa vaginale, si consiglia l'uso di prodotti speciali, ad esempio gel detergenti per l'igiene intima Ginocomfort. Questi fondi sono stati sviluppati dagli specialisti della società farmaceutica VERTEX, sono caratterizzati da una composizione sicura, che include ingredienti attivi naturali e hanno anche tutti i certificati, i certificati e gli altri documenti necessari.

Il riposo sessuale dura fino a 42 giorni e le relazioni intime riprendono solo dopo un'ecografia pelvica, l'esame da un ostetrico-ginecologo e un'adeguata selezione del metodo di contraccezione.

Sport dopo il parto
fonti:

  1. DIAGNOSTICA ANTICIPATA E PREVENZIONE DELLA SOTTOVOLUZIONE DELL'UTERO POST-NASCITA. Naumkin N.N., Ivanyan A.N., Smirnova T.I. // Bollettino delle nuove tecnologie mediche. - 2008. - N. 2. - S. 46-48.
  2. CITOLOGIA DELLE SERRATURE UTERINE ALLA ENDOMETRITE DOPO LA CONSEGNA. Cupert M.A., Cupert A.F., Solodun P.V. // Acta Biomedica Scientifica. - 2004. - N. 2. - S. 172-175.

Fibrosi cistica: progressi attuali e problemi attuali. Kapranov N.I. e altri // M., - 2005.

Il valore dello studio citologico di Lochia nella valutazione dello stato dell'utero nel periodo postpartum. Z.K. Fursova. A.P. Nikonov, N.A. Lutfulaeva, E.A. Kuchuchurova // Ostetricia e ginecologia. - 1991. - N. 1. S. 45-49.

Complicanze purulente-settiche postoperatorie in ostetricia (prognosi, prevenzione, diagnosi precoce e terapia). Kryukovsky S.B. // Dis. Drs. miele. Scienze. - M., -2002. - S. 266.

Allocazioni dopo il parto (lochia): norma e patologia

Il primo giorno dopo la nascita, la maggior parte delle madri percepisce il sanguinamento uterino come una cosa ovvia, ma passano una o due settimane e iniziano a sorgere domande. E perché è una specie di giallo? È normale quando ha un odore simile? Quando finirà tutto? È ancora dimissione dopo il parto o è già le mestruazioni? Risolto insieme!

Che cos'è lochia

Lochia ha preso il nome, un po 'divertente per l'orecchio russo, dal greco λοχεια - parto. Esternamente, a volte assomigliano al flusso mestruale, ma in realtà non è così: tutto ciò che potrebbe indugiare lì dal momento della gravidanza viene “evacuato” dall'utero. Cioè, non è solo il sangue e il rivestimento (strato interno) dell'utero, ma anche le cellule della placenta, i resti delle membrane e il liquido amniotico e così via.

Avvistamento: fino a cinque giorni dopo la nascita

Durante la gravidanza, l'utero è pieno di sangue, come una spugna. Durante il parto, inizia a contrarsi (è necessario "spingere" fuori il bambino) e questo processo di compressione continua dopo il parto. Il sangue scorre da esso, come l'acqua di una spugna bagnata, se lo stringi in un pugno.

Certo, è importante ridurre la perdita di sangue: a questo scopo, una vescica con ghiaccio viene posizionata sul ventre di una donna appena nata (sotto l'influenza del freddo, i capillari si contraggono, si fermano le emorragie), se questa misura non aiuta, iniettano un ormone ossitocinico (provoca uno spasmo uterino che ricorda uno scramble, e i vasi sanguigni sono pizzicati). Un tale intervento non deve essere considerato eccessivo e innaturale: l'ossitocina è il nostro ormone, che viene attivamente rilasciato durante il travaglio e durante l'allattamento. Ma se c'è un fallimento e c'è poca ossitocina "interna", è del tutto possibile ricostituire le sue riserve "dall'esterno".

I fan del parto naturale dovrebbero prestare attenzione al fatto che nella ciarlataneria erano molto comuni vari preparati a base di erbe per ridurre l'utero e ridurre il sanguinamento uterino, in modo che i nostri antenati non rinunciassero a tutto alla natura. Ma, naturalmente, i farmaci moderni sono più accurati ed efficaci..

Che aspetto ha la lochia: scarica sanguinolenta di coaguli, il primo giorno - scarlatto brillante.

Qual è la quantità di dimissione: immediatamente dopo la nascita, una donna può perdere fino a mezzo litro di sangue.

Quando iniziare a preoccuparti: se devi cambiare più di un maxi pad all'ora, devi informare il tuo medico o, se sei già a casa, chiamare un'ambulanza. Dovresti anche consultare un medico se lo scarico si interrompe improvvisamente (questo significa che un grosso coagulo di sangue ha ostruito la cervice e tutto lo scarico rimane all'interno).

Cosa fare: osservare l'igiene personale e monitorare lo svuotamento tempestivo dell'intestino e della vescica. Quando l'utero diminuisce drasticamente dopo il parto, sia l'intestino che la vescica hanno un volume "insolitamente" di grandi dimensioni, e una donna potrebbe non sentirsi piena. Nel frattempo, una vescica traboccante può spremere l'utero e interferire con la sua efficace pulizia..

Scarico brunastro (marrone): fino a due settimane dopo la nascita

A poco a poco, la natura dello scarico cambia: da scarlatta, insanguinata, diventa brunastra. In generale, questo periodo, in termini di profusione e natura della dimissione, è simile alle mestruazioni, e questo non è casuale. C'è un restauro dello strato interno dell'utero, come alla fine del ciclo mestruale, in modo che la scarica sia principalmente cellule morenti dell'endometrio uterino.

Come appare lochia: secrezione marrone o brunastra, a volte con coaguli simili a mestruali.

Quanta scarica: come durante le mestruazioni regolari.

Quando iniziare a preoccuparsi: se improvvisamente la natura dello scarico cambia - diventano di nuovo abbondanti e sanguinanti o causano prurito, bruciore e odore sgradevole. Anche arrestare lo scarico in questa fase non è la norma! Molto probabilmente, un grosso coagulo di sangue ha ostruito la cervice e le ventose si decompongono nella sua cavità.

Cosa fare: osservare l'igiene personale e, come se ciò non fosse desiderabile, dare la preferenza ai tamponi, piuttosto che ai tamponi. La superficie dell'utero è ora molto vulnerabile e aperta alle infezioni, la creazione di un ambiente chiuso può contribuire all'infiammazione..

Scarico giallastro: fino a quattro settimane dopo la nascita

Lo scarico si illumina gradualmente e diventa giallastro. Sono meno abbondanti rispetto alle mestruazioni, ma più abbondanti della dimissione giornaliera di una donna in buona salute. Esistono pochi globuli rossi (globuli rossi) in queste secrezioni, principalmente globuli bianchi: la superficie dell'utero guarisce, quindi la composizione delle secrezioni è simile alla gomma sierosa.

Come appare la lochia: scarico mucoso viscoso giallastro.

Qual è la quantità di scarico: usi le guarnizioni di capacità minima.

Quando iniziare a preoccuparsi: se improvvisamente la natura dello scarico cambia - causano prurito, bruciore, odore sgradevole.

Cosa fare: osservare l'igiene personale.

Scarico biancastro: fino a 40 giorni dopo la nascita

A poco a poco, lo scarico diventa più leggero, trasparente e scarso e nella quinta o sesta settimana dopo il parto assomigliano al muco trasparente. La composizione delle secrezioni è costituita da globuli bianchi, cellule epiteliali e persino grasso. Una graduale riduzione del volume indica che. Che il processo di recupero uterino si concluda con successo.

Come appare lochia: muco trasparente, a volte leggermente giallastro.

Qual è la quantità di scarica: usi i cuscinetti giornalieri (non dimenticare che devono essere cambiati ogni due ore, anche se sembrano asciutti!)

Quando iniziare a preoccuparsi: se all'improvviso la natura dello scarico cambia, diventano di nuovo abbondanti e brunastre. No, non si tratta di sanguinamento, ma molto probabilmente il ciclo mestruale si è ripreso. Forse la prima mestruazione dopo il parto non sarà come le mestruazioni regolari: sarà più povera, più corta (o, al contrario, più lunga) del solito, ma devi capire che puoi rimanere di nuovo incinta e, se questo è uno sviluppo indesiderato di eventi, prenditi cura della contraccezione.

Cosa fare: se qualcosa va "fuori programma", assicurati di contattare il medico!

Lochia dopo taglio cesareo

Dopo un taglio cesareo, lo scarico è simile a quello dopo una nascita naturale, con un'eccezione: durano più a lungo. Poiché l'utero non ha attraversato un ciclo di contrazioni che interrompono naturalmente l'afflusso di sangue capillare, lochia può distinguersi per sei o anche dieci settimane. Dopo il parto chirurgico, alle donne in travaglio viene più spesso prescritta l'ossitocina e varie procedure di fisioterapia che contribuiscono alla contrazione uterina postpartum.

Assicurati che lo spotting non duri più di una settimana. Segni indiretti di eccessiva perdita di sangue: debolezza, vertigini, sensazione di imminente svenimento.

Che aspetto ha la lochia: il periodo di scarico brunastro dura più a lungo - tre o anche quattro settimane.

Qual è la quantità di scarico: lo scarico brunastro è meno abbondante che durante le normali mestruazioni.

Quando iniziare a preoccuparsi: se lo spotting dura più di una settimana dopo il parto o si avvertono sintomi di aumento della perdita di sangue - debolezza, vertigini.

Cosa fare: osservare l'igiene personale.

Lochia dopo il parto: quando termina la dimissione

In previsione del primogenito, poche madri in attesa si chiedono che cosa accada al loro corpo e per quanto tempo dura la dimissione dopo il parto durante l'allattamento. Infatti, oltre ai cambiamenti ormonali associati alla produzione di latte, il recupero è necessario anche per gli organi genitali femminili. Ciò che è considerato la norma e ciò che funge da "prima chiamata" per visitare un ginecologo?

Scarico postpartum durante le prime due ore

La dimissione precoce che una donna che ha partorito incontra si verifica anche nel reparto di nascita, dove la madre e il neonato sono nelle prime 2 ore. Tale dimissione è considerata accettabile, dovrebbero essere sanguinanti, molto abbondanti, ma non raggiungere i 400 ml (la norma è lo 0,5 percento del peso totale della donna in travaglio). Per evitare la perdita di sangue dopo il parto e lo sviluppo di infezioni, possono applicare un impacco di ghiaccio sull'addome inferiore o svuotare il tratto urinario attraverso un catetere. A causa della perdita di sangue abbondante, a volte vengono prescritti farmaci che possono causare la contrazione dell'utero (ad esempio l'ossitocina).

Per mantenere questo periodo di tempo nel reparto maternità è necessario non perdere lo sviluppo del sanguinamento uterino, che è spesso causato da un malfunzionamento dell'utero (quando non ci sono contrazioni e i muscoli sono rilassati).

Questa giovane madre trascorre questa volta sotto la supervisione di operatori sanitari, quindi non appena una donna sente un pannolino che si sta bagnando sotto di lei, un leggero malessere e vertigini, è necessario contattare immediatamente il personale. Dopotutto, potrebbero non esserci sensazioni dolorose e le conseguenze saranno estremamente negative.

La prima dimissione postpartum include anche sanguinamento in caso di rottura o trattamento insufficiente della sutura sul tessuto del canale del parto. Se senti dolore acuto o disagio nel perineo, devi ispezionare la vagina. Poiché un'elaborazione errata può portare a un ematoma e quindi a rotture di cucitura.

In caso di esito positivo, quando il recupero precoce ha esito positivo (non ci sono processi sopra descritti), la madre e il bambino vengono trasferiti nel reparto postpartum.

Reparto postpartum e possibile dimissione

Le prime settimane di abbondante secrezione vaginale sono abbastanza normali e naturali. L'unico momento - in ogni fase sono di natura diversa. Queste secrezioni (lochia) sono prima abbastanza abbondanti. E in ogni reparto postpartum, speciali pannolini sterili sono progettati per le donne. Gli elettrodi postpartum possono essere pieni entro un paio d'ore dopo la modifica.

Lochia, simile al sangue con coaguli, ha un odore simile allo scarico durante le mestruazioni. Ogni giorno successivo il loro numero diminuisce, il colore si avvicina al marrone. Tale scarica può intensificarsi a causa di movimenti o quando si fa clic sull'addome durante l'esame. Usa i cuscinetti o i pannolini acquistati - decide l'amministrazione del reparto maternità. Perché su base tissutale è più facile comprendere la natura e il volume delle secrezioni.

Come misura preventiva da possibile sanguinamento patologico, una giovane madre ha bisogno di:

  1. Al primo impulso di andare in bagno. Per una corretta contrazione uterina, la minzione dovrebbe aver luogo ogni tre ore..
  2. Nutri il bambino su richiesta, non a ore. Quando il bambino stimola i capezzoli, viene prodotta l'ossitocina, a causa della quale i muscoli dell'utero si riducono. Possono comparire lievi dolori nell'addome inferiore (simili alle contrazioni). Un aumento del volume di dimissione quando un neonato viene a contatto con un seno è considerato normale.
  3. Durante i periodi di riposo, sdraiati a pancia in giù. In questa disposizione, nulla impedisce il deflusso delle secrezioni, l'utero si trova correttamente. Questo, a sua volta, elimina il rischio di sanguinamento.
  4. Se possibile, e non una volta al giorno, ma di più - applica una forma con pezzi di ghiaccio sulla zona sotto l'addome. Tale azione causerà la contrazione dell'utero e dei vasi sanguigni. Sebbene in questo momento si pensi che questa azione abbia più probabilità di causare cistite in una donna che di trarne beneficio.

I farmaci (iniezioni di ossitocina) nei primi giorni sono necessari dopo una nascita difficile. Ma è necessaria una visita immediata dal medico se una donna avverte un forte aumento delle dimissioni. Il sanguinamento che si verifica per molte ragioni, ma dopo due ore dal momento della nascita, è considerato in ritardo..

Non è possibile escludere il rischio di sanguinamento dovuto alla placenta ritardata, nonché a possibili malattie del sangue. Se il problema non viene diagnosticato durante la gravidanza, il trattamento viene effettuato in anestesia, con terapia antibatterica aggiuntiva. Se viene rilevata una patologia nel processo di rilevamento del feto, vengono eseguite misure preventive senza attendere il travaglio.

Il sanguinamento più comune a causa di contrazioni uterine insufficienti - ipotonico. Con una leggera perdita di sangue, un ulteriore volume di liquido viene iniettato per via endovenosa, con secrezioni più abbondanti - plasma.

E la situazione inversa non è esclusa - quando la lochia si accumula nel corpo e lo scarico si interrompe. Questo si chiama lohiometro, che in una fase avanzata può portare all'endometrite, un processo infiammatorio sulla mucosa uterina. Le complicanze sono trattate con ossitocina e spasmi con No-shpa..

In evidenza quando a casa

In totale, la dimissione dopo il travaglio avrà luogo per più di 6-7 settimane. Questo è il tempo di recupero uterino. Immediatamente dopo la dimissione, la scarica è simile a quella mestruale. A poco a poco, i volumi diminuiscono, cambiano colore in giallo chiaro, perché il muco esce in parallelo: dopo quattro settimane diventano sbavature e in seguito sono quasi invisibili e molto simili allo scarico prima della nascita del feto. Lo scarico di sangue durante l'allattamento può terminare molto prima. Poiché a causa della costante stimolazione del seno e della produzione di ossitocina, l'utero si contrae più velocemente. E dopo il parto con l'aiuto del taglio cesareo, al contrario, tutti i processi nel corpo avvengono al rallentatore.

Procedure di igiene

Il rispetto delle procedure di pulizia e igiene quotidiana non porterà a un completamento anticipato dello scarico, ma contribuirà a evitare l'infezione da malattie infettive. Lochia è un ambiente confortevole per i microbi, quindi il loro accumulo nel perineo non dovrebbe essere permesso. Per 1,5-2 mesi, con secrezioni, vale la pena utilizzare tamponi sanitari postpartum o pannolini sterili. Allo stesso tempo, i prodotti per l'igiene personale vengono cambiati ogni poche ore..

Non utilizzare tamponi e tamponi di profumo classici.

Si consiglia di lavare i genitali dopo ogni svuotamento e di fare la doccia quotidianamente. L'acqua dovrebbe essere a una temperatura confortevole, non calda. Pertanto, non puoi fare il bagno, poiché esiste un alto rischio di infezione. Per gli stessi scopi, si consiglia di lavare i genitali esterni con un certo movimento: dalla parte anteriore, tenere la mano indietro.

Quando è necessaria l'assistenza medica?

Se si verificano le seguenti situazioni, è meglio non perdere tempo, ma consultare immediatamente un medico:

  1. L'odore delle secrezioni è peggiorato: manifestazioni purulente e uno spiacevole "tesoro" indicano la presenza di infiammazione (endometrite). Per questo motivo, la temperatura corporea può aumentare leggermente e può comparire dolore nell'addome inferiore..
  2. Le allocazioni gradualmente svanirono, ma inaspettatamente ripresero in quantità più abbondanti. Oppure, le escrezioni durante la HB per lungo tempo non cambiano il carattere del sangue e non si fermano. Ciò può indicare parti non rimosse della placenta, che causeranno infezione e devono essere rimosse.
  3. L'aspetto di scarico bianco, simile alla ricotta. Parallelamente, può essere accompagnato da prurito e arrossamento dei genitali: ecco come si manifesta il mughetto.
  4. Interruzione improvvisa e anticipata della dimissione dopo il parto.
  5. Sanguinamento aperto. Per lo scarico impulsivo, mancano diverse guarnizioni all'ora. In questo caso, devi chiamare immediatamente un'ambulanza.

Non funzionerà da solo per eliminare tali sintomi, spesso si tratta di ricovero in ospedale. Per fornire cure di emergenza, una donna che ha partorito di recente può andare sia alla consultazione che all'ospedale di maternità (entro e non oltre 40 giorni dalla data di consegna).

Quando iniziano i periodi successivi al parto

Non esiste una scadenza specifica per ogni donna. L'assenza di mestruazioni è associata alla produzione di prolattina, che sopprime l'ovulazione. Il flusso mestruale durante l'allattamento è più o meno normale dopo 5-6 mesi. È possibile che le mestruazioni possano riprendersi solo dopo la fine dell'alimentazione naturale. Inoltre, durante l'allattamento, possono essere irregolari o assenti.

Il rispetto delle regole di igiene personale, una moderata attività fisica aiuteranno la giovane madre a ripristinare la salute e prevenire lo sviluppo di complicanze. Vale la pena ascoltare te stesso, rispondere con calma a tutti i cambiamenti nel corpo e quando compaiono i primi sintomi di sanguinamento, consultare un medico.

Quanta scarica postpartum è e cosa dovrebbe essere?

Molte giovani madri sono interessate a quale dovrebbe essere la dimissione dopo il parto. Qual è considerata la norma e quali segni richiedono un appello urgente agli specialisti? Questo articolo affronta le risposte a queste domande..

Perché si verifica la dimissione postpartum?

Durante la gravidanza, si forma un nuovo organo: la placenta. La placenta è attaccata alla parete dell'utero, formando vasi comuni con esso. A causa di questi vasi, il bambino riceve i nutrienti necessari durante l'intero periodo di sviluppo intrauterino.

Dopo la nascita del bambino, la placenta si stacca dalla parete uterina. Di conseguenza, le navi abbastanza grandi rimangono aperte. C'è un sanguinamento grave che durerà due o tre giorni. Questo tipo di scarica si chiama lochia. Dopo la nascita, l'utero si contrae rapidamente, quindi i vasi vengono gradualmente compressi dalle fibre muscolari e lo scarico scompare.

Lochia è costituito da cellule del sangue, così come plasma, muco e cellule epiteliali che rivestono l'utero.

Lochia dopo il parto ha le proprie caratteristiche in ogni fase della riabilitazione. Nel caso in cui la dimissione non sia normale, i medici dovrebbero diffidare e condurre ulteriori esami..

Il primo scarico postpartum si chiama sangue puro, perché esternamente sembrano esattamente così. E questo è abbastanza normale. La loro durata è di circa 2-3 giorni. Lo scarico successivo è lontano dalla classica comprensione del sanguinamento.

Quale dovrebbe essere la dimissione dopo il parto

  • 2-3 giorni dopo la nascita. Le allocazioni dopo il parto sono di colore rosso vivo, abbondante, la posa normale non è sufficiente.
  • Durante la prima settimana dopo la nascita. Hanno un colore marrone rossastro, scuro.
  • Da 1-6 settimane dopo la nascita. Le selezioni marrone cambiano colore in marrone chiaro.
  • 6-8 settimane dopo la nascita. Il colore dello scarico diventa beige, bianco-giallo, giallastro o chiaro

Primo periodo postpartum

Nelle prime due o quattro ore dopo il parto, una donna dovrebbe essere sotto la supervisione di medici e infermieri. Ciò è dovuto al fatto che a causa di una violazione della capacità contrattile dei muscoli uterini, può verificarsi un sanguinamento grave che minaccia la vita di una giovane madre. Tale sanguinamento si chiama ipotonico, si sviluppano a causa del rilassamento dei muscoli uterini. Ecco perché immediatamente dopo il parto le donne rimangono nel blocco della nascita per un po '.

Dopo il parto, il sangue normale viene rilasciato abbastanza intensamente, mentre il volume totale delle secrezioni non deve superare i 400 ml. Nonostante l'impressionante quantità di sangue secreto, le donne si sentono normali. Vero, grave debolezza e vertigini possono essere osservati, che è considerata la norma..

Al fine di evitare un aumento del sanguinamento, che è pericoloso per la vita, le donne che hanno recentemente dato alla luce donne nel dipartimento subiscono le seguenti procedure:

  1. Un catetere speciale viene posizionato per svuotare completamente la vescica..
  2. Metti un impacco di ghiaccio sullo stomaco.
  3. Farmaci per via endovenosa che migliorano l'attività contrattile dell'utero.

Una donna dovrebbe prestare grande attenzione alle sue condizioni: le prime ore dopo il parto sono particolarmente pericolose, si può sviluppare un sanguinamento abbastanza massiccio. Se ritieni che il pannolino sia completamente saturo di sangue, senti dolore o grave debolezza, informa immediatamente il personale del dipartimento.

Il medico dopo il parto dovrebbe esaminare i genitali esterni. Se una donna ha avuto lacrime che non sono state cucite abbastanza attentamente, il sangue si accumulerà nei tessuti. In tali casi, è urgente aprire l'ematoma, svuotarlo e ricucire il tessuto danneggiato.

Scarica alcuni giorni dopo la nascita

Nei primi tre giorni dopo il parto, lochia dovrebbe essere assegnata abbastanza abbondantemente, anche se in misura minore rispetto al reparto di nascita: di norma, il cuscinetto è completamente saturo in due ore.

Lo scarico durante questo periodo ricorda le mestruazioni: sono presenti coaguli, hanno un odore caratteristico. Durante i movimenti, come camminare, lo scarico diventa più intenso.

Tuttavia, non pensare che il pericolo sia passato: a volte il sanguinamento può iniziare diversi giorni dopo la nascita. Per evitare ciò, dovresti seguire i semplici consigli:

  • svuota la vescica in tempo. Una donna deve visitare il bagno almeno una volta ogni tre ore. Una vescica traboccante impedisce all'utero di contrarsi correttamente;
  • nutrire il bambino su richiesta. Quando si allatta una donna può avvertire un dolore abbastanza intenso nell'addome inferiore. Non dovresti aver paura di questo: un tale fenomeno è del tutto normale. Disagio associato ad un aumento delle contrazioni dell'utero;
  • riposare il più spesso possibile mentre giace a pancia in giù. Dopo il parto, il tono dei muscoli addominali si indebolisce, a seguito del quale l'utero si allontana e il deflusso di lochia viene disturbato;
  • applicare impacco di ghiaccio sullo stomaco più volte al giorno.

Se il parto è stato difficile o l'utero è stato troppo lungo, il medico può prescrivere un'iniezione intramuscolare di ossitocina.

Emorragia postpartum

La cosiddetta emorragia postpartum tardiva può verificarsi per una serie di motivi. Ad esempio, se la placenta non è completamente emersa, il sanguinamento può iniziare da due a tre giorni dopo la nascita del bambino. Il medico può determinare se la placenta rimane nell'utero durante un'ecografia. Ciò richiederà un intervento chirurgico in anestesia generale: i medici dovranno pulire l'utero e cauterizzare i vasi sanguigni.

A volte il sanguinamento può essere causato da disturbi del sanguinamento. Fermare questo sanguinamento non è abbastanza facile, quindi è importante evitare il loro sviluppo. Di norma, le donne sono consapevoli della presenza di malattie che portano a disturbi emorragici e ne informano il medico in anticipo.

Molto spesso, il sanguinamento è dovuto al fatto che i muscoli dell'utero non si contraggono abbastanza intensamente. Il pericolo principale è che una donna perda una grande quantità di sangue senza provare dolore. Per eliminare tale sanguinamento, vengono introdotti farmaci speciali che fanno contrarre l'utero in modo più intenso. Con grave perdita di sangue, si raccomanda una trasfusione di sangue e dei suoi preparati.

La completa cessazione delle secrezioni minaccia la salute non meno di un sanguinamento intenso. Se per qualche motivo il deflusso delle secrezioni è compromesso, la lochia rimane nella cavità uterina. L'accumulo di lochia deve essere eliminato in tempo, altrimenti possono iniziare gravi processi infiammatori nell'utero, che possono portare alla sterilità.

Scarico postpartum dopo dimissione dall'ospedale

Per almeno due mesi dopo la nascita, le dimissioni continueranno. Naturalmente, il loro volume sta gradualmente diminuendo. Ad esempio, una settimana dopo la nascita, lo scarico assomiglia alle solite mestruazioni. Inoltre, il loro volume diminuisce ogni giorno. Inoltre, lo scarico cambia colore: se all'inizio sono rossi o brunastri, poi dopo un paio di settimane dopo il parto si illuminano e acquisiscono una tinta giallastra.

Nelle donne che allattano al seno un bambino, la dimissione si interrompe in un tempo inferiore rispetto alle madri che preferiscono l'alimentazione artificiale. A causa dell'ossitocina rilasciata durante l'alimentazione, si possono avvertire dolori parossistici nell'addome inferiore, che scompaiono senza lasciare traccia alcuni giorni dopo la dimissione dall'ospedale.

In caso di sanguinamento grave, chiamare immediatamente un medico..

Sintomi di processi infiammatori

Se una donna, dopo essere stata dimessa dall'ospedale di maternità, non controlla attentamente la sua igiene o inizia a fare sesso troppo presto, può sviluppare un'infiammazione. Il processo infiammatorio dovrebbe essere sospettato se:

  1. Lo scarico ha una tonalità verdastra.
  2. Sono diventati più fluidi e abbondanti..
  3. Lo scarico ha un odore sgradevole.
  4. Una donna è infastidita da sensazioni spiacevoli nell'addome inferiore, febbre, debolezza e brividi.

Se noti tali sintomi, devi consultare urgentemente un medico: l'infiammazione dell'utero può portare a difficoltà nel sopportare gravidanze successive e persino alla sterilità.

Per evitare lo sviluppo del processo infiammatorio, dopo il ritorno dall'ospedale, una donna deve seguire queste raccomandazioni:

  • monitorare attentamente l'igiene: lavare quotidianamente e sostituire gli elettrodi il più spesso possibile (ogni 2-3 ore);
  • Non surriscaldare lo stomaco, cioè non fare il bagno;
  • vivere sessualmente solo dopo la completa cessazione delle secrezioni;
  • è vietato fare la doccia: in questo modo è possibile inserire agenti patogeni nella vagina;
  • Non utilizzare tamponi che interferiscono con il normale processo di rilascio. Inoltre, i tamponi, saturi di secrezioni, diventano un ambiente eccellente per lo sviluppo di agenti patogeni, che possono provocare infiammazione.

Cattivo scarico dopo il parto

Una delle caratteristiche di tali secrezioni è l'odore. Normali scarichi postpartum odori di sangue. Ciò non sorprende, poiché il loro componente principale è il sangue. Dopo 7 giorni, dopo lo scarico di scarlatto e marrone, l'odore assume un tocco di fascino.

Un odore sgradevole dovrebbe essere allarmante, poiché questa è una conseguenza della presenza di problemi di salute. Le donne lo caratterizzano in modo diverso: "odore di pesce", "odore di marciume", "puzza". Questo è un sintomo piuttosto preoccupante. Anche se lo scarico ha una tonalità chiara, ma ha un cattivo odore, dovresti andare all'appuntamento del medico.

Scarico verde dopo il parto

Se lo scarico dopo 2 mesi dalla nascita diventa verde, il corpo è chiaramente compromesso. Lo scarico verde dopo il parto è tutt'altro che normale. Il verde indica la presenza di un'infezione batterica nell'utero o nella vagina. È molto importante iniziare immediatamente il trattamento. Altrimenti, esiste la probabilità di sviluppare endometrite. Come risultato del decorso di questa malattia, il rivestimento interno dell'utero si infiamma.

Lo scarico verde postpartum è caratteristico delle seguenti malattie:

Inoltre, lo scarico dopo il parto acquisisce un colore verde con la tricomoniasi. Trichomonas si deposita nella vagina. Se la malattia non viene curata, l'infezione aumenterà con il passare del tempo..

Sintomi primari di tricomoniasi:

  • Scarico schiumoso
  • Colore verde
  • Prurito
  • Irritazione
  • ardente

In alcuni casi, si osserva arrossamento delle mucose. Con un trattamento immediato, la malattia può essere affrontata abbastanza rapidamente e impedisce che l'infezione si diffonda ulteriormente..

Brown e avvistamento dopo il parto

Individuare dopo il parto è piuttosto veloce. Di solito finiscono pochi giorni dopo la consegna.

Se dopo 2 mesi si osserva una secrezione marrone dopo il parto, questa dovrebbe essere considerata una reazione patologica del corpo. Brown ha sangue coagulato. Ci sono abbastanza ragioni per tali secrezioni (insufficienza ormonale, recupero mensile, ecc.). La loro natura può sembrare insolita, poiché lo sfondo ormonale è cambiato. Altre cause includono fibromi uterini ed endometriosi..

Se lo spotting viene osservato o iniziato 2 mesi dopo la nascita, anche in caso di allattamento al seno, dovresti chiedere aiuto agli specialisti. Ci possono essere due spiegazioni per questo fenomeno: l'inizio del ciclo mestruale o l'infiammazione. Inoltre, lo scarico non è sempre accompagnato da sensazioni spiacevoli. Lo spotting può essere dovuto alla presenza di polipi o tumori. Possono fermarsi per un po 'e dopo un certo periodo ricominciare. In questo caso, dovresti assolutamente sottoporsi a una visita medica. Se si scopre che queste secrezioni sono mestruali, allora dovresti essere protetto. Il ripristino del ciclo è accompagnato dalla formazione di crisi durante l'allattamento. Durante le mestruazioni, la quantità di latte diminuisce, questo è un processo naturale. Le giovani madri dovrebbero essere pazienti e continuare ad allattare.

Scarico postpartum mucoso

Una settimana dopo, la secrezione mucosa dopo il parto in una piccola quantità è normale. In questa fase, l'utero continua il processo di pulizia, le mucose responsabili della formazione del muco, ripristinano il loro lavoro. Nel tempo, la quantità di scarico diminuirà.

In futuro, la lochia dovrebbe quasi completamente scomparire. Se la formazione di secrezioni mucose continua, allora questo è un segno di ovulazione. Esternamente, sembrano una massa densa, che ricorda in qualche modo l'albume. L'ovulazione può iniziare dopo 2-3 mesi nel caso dell'introduzione di alimenti complementari durante l'allattamento. Le uova delle donne non in allattamento maturano dopo il secondo mese. In alcuni casi, questo processo potrebbe iniziare prima. La gravidanza in questo momento non è altamente raccomandata, poiché il corpo non ha ancora avuto il tempo di riprendersi. Dovrebbe essere attentamente protetto.

Scarico postpartum purulento

Lo scarico purulento postpartum è un sintomo allarmante, indipendentemente da quando compaiono: dopo una settimana, un mese o due mesi. Questo è un chiaro segno dello sviluppo di processi infiammatori. Molto probabilmente questa è una conseguenza della salpingooforite o dell'endometrite.

Lo scarico purulento è accompagnato dai seguenti sintomi:

  1. Mal di testa.
  2. Ipertermia.
  3. Affaticabilità rapida.
  4. Dolore nell'addome inferiore.
  5. Debolezza.

Scarico bianco dopo il parto

Lo scarico dopo una nascita di natura simile indica la presenza di mughetto. Questa malattia peggiora molto spesso al momento delle fluttuazioni dell'immunità. Il mughetto è abbastanza semplice da diagnosticare. Il decorso di questa malattia è accompagnato da bruciore, prurito, irritazione e comparsa di secrezione di formaggio, con un odore acido. Tali selezioni non andranno via da sole. La ragione di ciò è un organismo indebolito, che semplicemente non è in grado di far fronte al fungo che si moltiplica costantemente. L'immunità locale non è sufficiente, pertanto è necessaria assistenza esterna. Se lo scarico puzza di pesce, allora questo è un chiaro segno di gardnerelosi o disbiosi. La Gardnerella è un organismo patogeno costantemente presente sulla mucosa vaginale. In condizioni favorevoli, si moltiplica, il che porta alla comparsa di odore e prurito. Abbastanza spesso, la propagazione della gardnerella avviene con il corso simultaneo del mughetto.

Scarico rosa dopo il parto

Lo scarico rosa dopo il parto è il risultato di lievi lesioni genitali verificatesi durante il parto, la presenza di erosione, iperplasia uterina, polipi o discrepanza di sutura. In ogni caso, dovresti consultare il tuo medico.

Quando la dimissione dopo il travaglio termina?

La dimissione dopo il parto può essere osservata entro 8-9 settimane. In alcuni casi, il periodo supera i 2 mesi. Trascorso questo tempo, i medici consentono alla donna durante il parto di riprendere l'attività sessuale. Vale la pena notare che a questo punto tutte le allocazioni dovrebbero cessare.

Mensile dopo il parto

Molte donne sono interessate a quando verrà ripristinato il ciclo mestruale. È impossibile dare una risposta inequivocabile a questa domanda: il corpo di ogni persona è individuale, quindi, per tutti, le mestruazioni arrivano in momenti diversi dopo il parto.

Durante l'allattamento, il corpo produce prolattina, un ormone che impedisce la maturazione delle uova. Naturalmente, mentre la prolattina viene prodotta abbastanza attivamente, le mestruazioni non appariranno.

Se non allatti al seno il bambino e gli dai la miscela, il ciclo può riprendersi da due a tre mesi dopo la dimissione dall'ospedale. Se il bambino mangia latte materno, le mestruazioni arrivano immediatamente dopo l'allattamento. Fino a questo punto, possono essere assenti del tutto o venire in modo estremamente irregolare..

Dopo il parto, una donna dovrebbe monitorare attentamente le condizioni del suo corpo. È importante seguire tutte le norme igieniche e seguire le raccomandazioni dei medici: quindi puoi recuperare rapidamente dopo la nascita di un bambino tanto atteso e goderti la felicità della maternità, senza essere distratto da problemi di salute e dimissione postpartum.

Quale dovrebbe essere la dimissione dopo il parto

Nel periodo postpartum, le donne hanno molte domande sul recupero del loro corpo. Uno di questi riguarda la secrezione vaginale, perché lo scarico dopo il parto è parte integrante di un processo di riabilitazione olistico. Le conoscenze di base su come condurre una diagnosi indipendente di sanguinamento consentono di rispondere rapidamente a possibili anomalie.

Qual è la natura della secrezione

Dopo la nascita del bambino, il corpo della madre viene ricostruito. I cambiamenti si riferiscono agli organi interni e ai livelli ormonali. L'utero di una donna che ha appena partorito è ridotto di volume, mentre si verificano correnti vaginali. Insieme alle secrezioni di sangue, escono anche i resti dei fluidi intrauterini che accompagnano la gravidanza. Tali correnti sono chiamate lochia. La loro durata, intensità e colore consentono al medico di concludere se il restauro degli organi interni del paziente è normale.

Durata del sanguinamento

Ogni organismo è individuale e ogni storia di recupero postpartum è speciale. I medici sono guidati dallo schema generale, nell'ambito del quale ha luogo il processo di riabilitazione per la maggior parte delle giovani madri. Molti sono preoccupati per la questione di quanto scarica dopo il parto, perché causano un certo disagio. Quanto durano i corsi e perché sono i principali indicatori della salute delle donne?

Il periodo normale minimo per l'emorragia postpartum è di 5 settimane. Se si sono fermati prima - dovresti stare attento, perché c'è il rischio di insufficiente "pulizia" del corpo;

Il periodo massimo è di 9 settimane al termine del corso. In questo caso, un decorso prolungato è un segnale di insufficiente coagulazione del sangue;

La valutazione della durata non va separatamente dagli altri indicatori. Con scarico intensivo, è previsto un breve ciclo di sanguinamento;

Le madri dopo il taglio cesareo hanno periodi regolatori diversi. Nel loro caso, il ripristino del tono uterino è più lento di quello del parto naturale e il limite superiore della durata del corso è fissato personalmente dal medico.

Quindi, la risposta alla domanda su quanto dura la dimissione dopo il parto dipende dal decorso della nascita del bambino e da altri fattori. Cosa aiuta a ridurre la durata della secrezione?
L'allattamento al seno. L'allattamento stimola la contrazione dell'utero e la rimozione di liquidi da esso. Le madri esperte notano leggere contrazioni durante l'allattamento.

Ingestione di una grande quantità di liquidi. In un modo o nell'altro, una giovane madre ha bisogno di ripristinare l'equilibrio idrico del corpo. Se sta allattando, il tasso di assunzione di liquidi aumenta di 1,5 - 2 litri al giorno. Con il corretto equilibrio idrico, lo scarico dopo il parto è intenso e la pulizia è rapida.

Esercizi di Kegel. Molte donne hanno familiarità con movimenti speciali nell'area vaginale e prima della gravidanza - sono progettate per mantenere il tono degli organi interni. Non appena dopo aver dato alla luce una giovane madre, la tensione e il rilassamento dei muscoli interni non causeranno disagio, l'esercizio viene eseguito quotidianamente. Stimolano anche la contrazione dell'utero e la rimozione di liquidi da esso..

La qualità del sanguinamento

Per valutare l'avanzamento del recupero degli organi interni di una donna, i medici usano una serie di caratteristiche del corso postpartum. Tenendo conto di quanto tempo impiegano le dimissioni dopo il parto è solo uno degli indicatori. Altri includono la comparsa di sanguinamento e il loro odore. Insieme, consentono di determinare il tasso di dimissione dopo il parto e le possibili deviazioni.

Struttura

Il periodo di recupero determina la normale composizione della secrezione:

  • 1-3 giorni: sangue;
  • 2 settimane: coaguli di sangue, il muco è consentito;
  • fine di 1 mese - macchie di sangue.

I fluidi purulenti indicano un'infezione interna in qualsiasi momento.

La comparsa di coaguli e muco nei primi giorni dopo la nascita.

Scarico trasparente che si avvicina all'acqua in coerenza.

  • 1-3 giorni: correnti di colore scarlatto;
  • dopo 3 settimane iniziano le correnti brune (il sangue si coagula, la ferita guarisce);
  • entro la fine del restauro dell'utero, i fluidi della secrezione diventano trasparenti, rosa chiaro o con una tinta giallastra.

Un colore giallo brillante e verdastro delle correnti indica un'infiammazione. Un evidente colore verde indica una forma trascurata di malattia dell'endometrite e richiede cure mediche immediate.

Odore

L'odore di sangue nella fase iniziale della secrezione è la norma. Dopo la terza settimana diventa ammuffito, che, di nuovo, è in ordine.

Lo scarico dopo il parto con un odore sgradevole è un segnale di infiammazione! L'odore caratteristico del marciume indica un processo infiammatorio. Acido - su una possibile malattia fungina. Se tale sanguinamento è accompagnato da deviazioni di colore, è richiesto un esame da un ginecologo.

È importante ricordare diverse sottigliezze della diagnosi di dimissione.

  • Il sanguinamento pericoloso è accompagnato da malessere generale e vertigini. La temperatura raggiunge i 38 gradi Celsius. Si avverte una pesante pulsazione nell'addome inferiore. È importante ascoltare il tuo corpo e monitorare il tuo benessere..
  • Arrossamento della mucosa vaginale, insieme a secrezioni come "ricotta" parlano di mughetto. Questo è un caso comune durante il recupero dal parto, e tuttavia è meglio consultare un medico per il trattamento.
  • Le secrezioni oscure sembrano peggiori di quanto non siano in realtà. Alla fine di 3-4 mesi, le correnti marrone-nero o nere sono normali.

Numero di scarichi

Il numero di sanguinamenti dopo il parto può anche essere valutato sulla salute delle donne. Quale dovrebbe essere lo scarico dopo il parto - intenso o debole? La forza della secrezione varia a seconda del periodo. Quindi, nelle prime settimane, l'intensità normale è una, e dopo il passare del tempo - un'altra. La pienezza di speciali assorbenti per le giovani madri indica la quantità di liquido rilasciato.

Potere di secrezione normale:

  • nelle prime due settimane dopo la nascita, il corso è molto abbondante;
  • il corso diventa più scarso dopo 2-3 settimane;
  • alla fine del processo di recupero (8-9 settimane), le secrezioni sono solo macchie. Per l'igiene, non sono più necessari speciali cuscinetti postpartum con il massimo assorbimento..

La deviazione dal diagramma sopra è un segnale di una malattia. Se l'emorragia nei primi giorni non è intensa, la causa potrebbe essere una congestione o trombo, che impedisce l'uscita dell'inquinamento.

Anche la situazione inversa è pericolosa: il sanguinamento pesante termina entro la fine di 2 settimane. Se ciò non accade e entro la terza settimana il flusso di una grande quantità di liquido continua, il paziente potrebbe avere una scarsa coagulazione del sangue.

In entrambi i casi estremi, è necessaria una visita urgente dal medico..

Riprendi allocazioni

Quante volte sanguinano dopo il parto? La natura provvede alla purificazione del corpo di una donna solo una volta. Tuttavia, a volte le donne segnalano una ripresa del sanguinamento. Vale la pena preoccuparsi?

L'opzione più ovvia è un ciclo di recupero precoce. Le mestruazioni arrivano a ogni donna individualmente, nel momento in cui ha ripristinato completamente la funzione della gravidanza. Poiché il flusso sanguigno dopo il parto e le mestruazioni hanno caratteristiche simili nell'aspetto, sono facili da confondere. Con l'aiuto di un'ecografia, il ginecologo determina se il ciclo è giunto a una giovane madre o se la pulizia del corpo continua.

L'output dell'endometrio rimanente e le particelle della placenta. In rari casi, la pulizia degli organi interni degli elementi rimanenti che hanno accompagnato la gravidanza avviene al termine del processo di recupero. Se il fluido ha un aspetto mucoso e trasparente e non c'è odore sgradevole, molto probabilmente questa è proprio una situazione del genere. Di solito tale scarico tardivo non dura a lungo.

Tutte le correnti ripetute di colore giallo, verde che hanno un odore sgradevole sono un segnale di un processo infiammatorio. Per evitare il rischio di patologia degli organi femminili, è importante consultare un medico il prima possibile.

Come mantenere l'igiene durante il periodo postpartum

Sfortunatamente, l'emorragia che esce è un ambiente benefico per la crescita di batteri pericolosi. Per prevenire il loro sviluppo, è necessario osservare rigorosamente le misure per mantenere l'igiene.

Per raccogliere le secrezioni, i medici raccomandano l'uso di cuscinetti speciali con un maggiore assorbimento. Durante i primi giorni, viene utilizzato un prodotto speciale, che viene venduto in farmacia. Quindi andranno bene i normali pad da notte contrassegnati con "5 gocce"..

Si raccomandano prodotti per l'igiene del cotone. Lo strato di polietilene artificiale crea un effetto vaporizzante e stimola lo sviluppo di microbi.

L'uso di tamponi è severamente vietato. Al fine di garantire un'uscita libera del fluido, nulla dovrebbe fermare il suo movimento. Inoltre, i tamponi non possono assorbire i coaguli di sangue che inevitabilmente escono dopo la prima settimana.

La sostituzione del tampone sanitario avviene ogni 2 ore, indipendentemente dall'intensità delle correnti. È accompagnato dal lavaggio dei genitali esterni (se possibile, se la donna è a casa, anche ogni un'ora e mezza o due).

Il numero minimo di abluzioni è ridotto a due o tre al giorno. Quando si utilizza il bagno, utilizzare un detergente delicato contrassegnato "per l'igiene intima".

Nel caso in cui la nascita naturale sia passata con complicazioni e ci siano rotture del tratto di maternità, è necessario continuare a prendersi cura delle aree ferite della pelle a casa. In caso di dimissione, il medico fornisce istruzioni igieniche dettagliate in questo caso. Più spesso utilizzati sono antisettici liquidi come una soluzione di permanganato di potassio o furatsilina.

Per le giovani madri che hanno partorito in modo operativo, mantenere l'igiene è particolarmente importante. Poiché c'è un'incisione nell'utero, il processo di recupero deve essere protetto dalle infezioni. Inoltre, l'igiene quotidiana include anche la cura della cucitura. La regola del "cambio di due ore" deve essere seguita esattamente.

Mantenere la salute delle donne non è l'ultimo compito di una giovane madre. Osservando quanto tempo continua la dimissione dopo il parto e quali sono le loro caratteristiche, consentono alle donne di evitare i rischi di un periodo di recupero e garantire una buona salute. Nonostante il fatto che le giovani madri abbiano molte preoccupazioni associate al neonato, è importante seguire le raccomandazioni del medico per la diagnosi di correnti e igiene durante questo periodo speciale.

Articoli Sul Ciclo Di Abusi

Ciclo mestruale dopo il parto

La nascita e i primi mesi di maternità sono lasciati alle spalle e molte giovani madri hanno una domanda: quando inizierà la prima mestruazione? In alcune donne, il ciclo viene ripristinato subito dopo il parto, mentre altri attendono giorni critici per molti mesi....

Allungamento delle secrezioni mucose trasparenti

Informazione GeneraleIn diversi periodi del ciclo mensile, una donna può apparire dimessa, variando consistenza e quantità. A seconda delle condizioni generali del corpo, anche il loro odore e colore possono cambiare....

È dannoso usare i tamponi durante le mestruazioni?

Scelta individualeSicuramente ogni ragazza sarà d'accordo sul fatto che le mestruazioni sono un fenomeno spiacevole e scomodo. Tuttavia, questo è un segnale che la signora è in buona salute, è nella sua età riproduttiva e al momento non sta portando un bambino sotto il suo cuore....