Prurito genitale con menopausa

Armonie

Ultimo aggiornamento: 05/10/2020

Il contenuto dell'articolo

Il prurito genitale è uno dei sintomi della menopausa. Ecco perché le donne non hanno fretta di consultare un medico e ricorrere a rimedi popolari e misure riparative per eliminare i sintomi fastidiosi. Ciò è parzialmente corretto, ma non rimandare una visita dal medico per escludere l'insorgenza di un'infezione a trasmissione sessuale o altre malattie.

Perché prurito con la menopausa?

Il prurito degli organi genitali con la menopausa è esclusivamente l'effetto dello sfondo ormonale, che subisce sorprendenti cambiamenti durante il periodo della menopausa. I principali sintomi spiacevoli durante la menopausa sono associati a una grave diminuzione dei livelli di estrogeni nel corpo femminile. Sono gli estrogeni che sono i principali ormoni femminili che regolano le funzioni sessuali.

La mancanza della quantità necessaria di estrogeni comporta la cessazione delle mestruazioni e l'assottigliamento delle pareti dell'utero, a seguito del quale l'impianto dell'embrione anche con una formazione "accidentale" del follicolo e il rilascio dell'uovo sarà impossibile. Una diminuzione dei livelli di estrogeni influisce anche sull'elasticità dell'epitelio genitale, che lo rende più vulnerabile. Un altro fattore è un aumento delle mucose secche a causa di una naturale diminuzione del volume di secrezione secreta dalle ghiandole degli organi genitali interni.

Molto spesso, sullo sfondo di tutti i processi di cui sopra nel corpo femminile, si verifica la vulvovaginite atrofica, che, di fatto, rappresenta cambiamenti atrofici nelle labbra e nella vagina. Il processo infiammatorio è accompagnato da forte prurito e bruciore e talvolta forti sensazioni dolorose. Tuttavia, anche se una donna non osserva lo sviluppo della vulvovaginite, la secchezza degli organi genitali esterni e interni può causare sensazioni spiacevoli simili. Spesso, il prurito porta a gravi graffi nel perineo, che, a loro volta, "apre la porta" a tutti i tipi di infezioni, la comparsa di erosione.

Medico ostetrico-ginecologo della massima categoria

La consultazione con un ginecologo ed endocrinologo competente ti consentirà di determinare con precisione la causa del prurito nella vagina e prescrivere un trattamento adeguato.

Trattamento del prurito genitale con la menopausa

Come affrontare il prurito genitale con la menopausa

Per eliminare il prurito con la menopausa, puoi usare rimedi ed erbe locali. In presenza della malattia a cui è associato questo sintomo, il più ragionevole ed efficace sarà il trattamento sistemico con farmaci, compresi gli ormoni. Saranno anche appropriate azioni di rafforzamento generali volte ad aumentare l'immunità e l'elasticità della pelle..

Come agenti topici più efficaci, possono essere utilizzati gel idratanti, supposte e creme. Dopotutto, il motivo principale della comparsa del prurito con la menopausa è proprio la secchezza nella zona intima.

L'idratazione regolare aiuterà a sbarazzarsi della secchezza, ma non eliminerà il problema che l'ha causata. Per eliminare la causa principale del prurito vaginale e del disagio durante la menopausa, è necessario un approccio estremamente completo: terapia ormonale (assunzione di fitoestrogeni e artificiali), idratazione e, se necessario, terapia antibiotica.

Medico ostetrico-ginecologo della massima categoria

Un altro modo per eliminare i sintomi di prurito e bruciore durante la menopausa sono i farmaci ormonali. La terapia ormonale sostitutiva può essere utilizzata in assenza dell'effetto di preparazioni topiche. Inoltre, un'indicazione per l'assunzione di ormoni può essere una grave gravità dei sintomi della menopausa.

I principali sintomi della menopausa

Per trattare la secchezza e il bruciore nell'area intima con la menopausa con l'aiuto degli ormoni è necessario esclusivamente ai fini del ginecologo. Di norma, estrogeno e progesterone sono prescritti in un dosaggio che il medico prescrive individualmente. In questo caso, le donne con un utero rimosso in questo caso sono mostrate solo estrogeni.

I moderni farmaci ormonali sono il risultato della sintesi chimica. Inoltre, tali estrogeni "artificiali" riproducono esattamente l'azione degli ormoni femminili "naturali". Il rispetto di un dosaggio accuratamente selezionato è sicuro per le donne e nella maggior parte dei casi non provoca effetti collaterali. Altre azioni intraprese dai farmaci ormonali includono la normalizzazione della pressione sanguigna, la riduzione del gonfiore.

L'uso prolungato o la disfunzione del dosaggio possono causare problemi al cuore e ai vasi sanguigni o lo sviluppo del cancro al seno. Dopo aver iniziato a prendere ormoni, una donna può osservare piccoli spotting, che indicano un cambiamento nell'equilibrio ormonale.

Un rimedio efficace per il trattamento del prurito genitale in menopausa

Moderni mezzi efficaci per eliminare il prurito

Tra i moderni farmaci efficaci e sicuri per alleviare i sintomi della menopausa, vale la pena evidenziare il farmaco Klimafemin, che appartiene alla categoria dei fitoestrogeni. È stato sviluppato da specialisti dell'azienda farmaceutica VERTEX e ha un pacchetto di documenti necessari e certificati di qualità. Questo strumento non è un farmaco e può essere utilizzato come integratore alimentare. Contiene ingredienti naturali che alleviano delicatamente ed efficacemente i sintomi spiacevoli, levigando forti fluttuazioni dei livelli ormonali..

Il farmaco ha lo scopo specifico di mantenere la salute delle donne durante la menopausa:

  • riduce la manifestazione dei sintomi della menopausa, come sudorazione, irritabilità, disturbi del sonno;
  • effetto benefico sulle condizioni della pelle, mantenendo la loro elasticità e compattezza, eliminando prurito e irritazione;
  • ha una proprietà antiossidante, importante durante il periodo di cambiamenti ormonali nel corpo.

La massima efficacia del farmaco può essere raggiunta con un lungo ciclo di assunzione di "Klimafemin". Il corso standard prevede 3 mesi di uso quotidiano del farmaco.

Il consiglio del medico durante la menopausa - video

VERTEX non è responsabile per l'accuratezza delle informazioni presentate in questo video. Fonte: medicina onesta

Prurito con menopausa: cause e trattamento

Con l'approccio della menopausa, una donna sperimenta un vero stress ormonale, che è accompagnato da vari sintomi spiacevoli. Una di queste manifestazioni tipiche è il prurito con la menopausa, il cui trattamento diventa una necessità, poiché tali sensazioni riducono significativamente la qualità della vita.

Cause di prurito della pelle con la menopausa

A volte le donne fanno la domanda, prurito con la menopausa o queste sensazioni spiacevoli sono causate da altri motivi? Sfortunatamente, una diminuzione della produzione di ormoni estrogeni, caratteristica della menopausa, porta inevitabilmente alle mucose secche e al prurito.

Molto spesso, una donna sperimenta disagio nella zona intima, a causa di una diminuzione della secrezione naturale con la menopausa. Tuttavia, oltre alle cause ormonali, il prurito nella vagina può provocare varie infezioni e malattie, come:

  • infezioni fungine (candidosi);
  • infezioni urogenitali (tricomoniasi, gardnerellosi, ecc.);
  • vaginite e dermatite;
  • malattie infiammatorie del tratto urinario;
  • diabete.

Vale la pena notare che le suddette malattie non sono direttamente correlate alla menopausa. Ma malattie come l'herpes genitale e il mughetto si attivano sullo sfondo di una diminuzione dell'immunità e di uno stato emotivo depresso di una donna. E frequenti situazioni stressanti ed eccessi negli alimenti possono provocare il diabete.

Il corpo può prudere con la menopausa?

Oltre al disagio nella zona intima, una donna può provare prurito del capezzolo con menopausa e persino prurito di tutto il corpo. Molto spesso, la zona T del viso, dei gomiti, del collo, del torace, della schiena e delle gambe soffre. A volte il prurito è accompagnato da irritazioni ed eruzioni cutanee, la pelle si sente secca e ruvida al tatto.

Prima di trattare il prurito del corpo con la menopausa, dovrebbero essere escluse altre patologie mediche che si verificano con gli stessi sintomi. Questi includono:

  • disturbi del sistema endocrino (ipotiroidismo, diabete mellito);
  • lesioni cutanee fungine;
  • avitaminosi;
  • reazioni allergiche;
  • herpes;
  • cancro della pelle.

Come sbarazzarsi di un prurito?

Quindi, se hai ancora prurito con la menopausa, devi scoprire come trattarla. Esistono diversi metodi che possono essere utilizzati in combinazione. Così:

  1. Farmaci ormonali. La loro azione è volta ad eliminare tutte le spiacevoli manifestazioni della menopausa. I farmaci contenenti ormoni locali vengono utilizzati per eliminare rapidamente i sintomi del prurito durante la menopausa. Il trattamento è strettamente sotto la supervisione di un medico.
  2. Fitoestrogeni. Questi sono analoghi degli ormoni femminili di origine vegetale, di solito sono ben tollerati e non hanno controindicazioni gravi.
  3. Farmaci volti a trattare il prurito e il bruciore con la menopausa causati da altre malattie.
  4. Metodi popolari. Include erbe ed estratti naturali..
  5. Dieta e attività riparative. Se una donna sperimenta prurito con la menopausa e non sa cosa fare, deve attenersi alle raccomandazioni generali per migliorare il suo benessere.

Attenzione! Prima di provare i farmaci su te stesso, dovresti prima parlare con il tuo medico. Potrebbe essere necessario sottoporsi a un esame aggiuntivo. In ogni caso, è meglio se il trattamento ha lo scopo di eliminare le cause dei sintomi e non di attenuare le loro manifestazioni..

Prendi in considerazione ogni metodo per trattare maggiormente il prurito della pelle con la menopausa.

Farmaci ormonali

In assenza di controindicazioni, i medici usano con successo la terapia ormonale sostitutiva. Se il corso del trattamento è scelto correttamente, quindi la donna non solo dimentica il prurito del corpo durante la menopausa, ha un sonno notturno migliore, la sua pressione sanguigna si normalizza e il gonfiore scompare.

Le mucose secche causano prurito e bruciore nella vagina, mentre la qualità della vita sessuale di una donna è drasticamente ridotta. La mucosa diventa vulnerabile e sensibile agli agenti patogeni negli organi genitali. Creme e supposte vaginali contenenti ormone sintetico estradiolo, come: "Estriol", "Ovestin", "Ginoflor", "Estrozhel", "Klimara", si sono dimostrate efficaci..

Attenzione! Dosaggi e regimi errati di farmaci ormonali portano a patologie cardiovascolari e allo sviluppo di processi irreversibili. Il trattamento può essere prescritto solo da un ginecologo ed eseguito sotto la sua supervisione.

fitoestrogeni

Questo gruppo di farmaci contiene ormoni vegetali e riduce tutte le manifestazioni della menopausa, incluso il prurito. I farmaci possono essere utilizzati a lungo. I più popolari sono Tsi-Klim, Klimadion, Feminal, Remens ed Estrovel.

Trattamento di malattie che provocano prurito con la menopausa

Il prurito, provocato da un'infezione fungina, viene trattato con candele o compresse. Fluconazolo, Livarol e Pimafucin si sono dimostrati efficaci. Le infezioni urogenitali sono trattate con vari tipi di antibiotici usando la terapia vitaminica e la correzione immunitaria. Se il prurito è causato dal diabete, è necessario contattare un endocrinologo che prescriverà una dieta e un trattamento.

Nelle reazioni allergiche, gli antistaminici possono essere prescritti, in casi complessi, quando il prurito della pelle in menopausa è difficile da trattare, è indicato l'uso di antidepressivi.

Metodi tradizionali di trattamento del prurito con la menopausa

Per il trattamento locale del prurito della pelle del corpo con la menopausa, aiuteranno i bagni e il lavaggio con decotti di erbe. Tasse efficaci contenenti erba di camomilla, calendula, celidonia, successione, foglie di betulla. I tamponi con olio di olivello spinoso e candele a base di pomata di propoli hanno un buon effetto.

Attività di rafforzamento e dieta

Se una donna è tormentata dal prurito e dalla secchezza delle mucose, deve abbandonare sottaceti e carni affumicate, ridurre il consumo di dolciumi. È buono mangiare soia, carote, cavoli, noci, cereali e legumi - tutti questi prodotti contengono fitoestrogeni naturali.

Passeggiate e bagni caldi rilassanti hanno un effetto benefico, non è necessario abusare delle procedure igieniche. Lavaggi frequenti drenano la pelle, già affetta da una mancanza di umidità naturale.

Cosa fare?

Alcune donne hanno difficoltà a prendere una nuova tappa nella loro vita, associando l'inizio della menopausa con l'inevitabile invecchiamento.

Come curare il prurito e il bruciore in un luogo intimo con la menopausa?

Con l'inizio della menopausa nel corpo femminile, inizia la ristrutturazione ormonale, che viene visualizzata sul funzionamento dell'intero organismo. La signora si trova ad affrontare una serie di sintomi, tra cui il più spiacevole è il prurito genitale con la menopausa.

In nessun caso dovresti ignorare tali manifestazioni, poiché possono segnalare lo sviluppo di una malattia grave. La terapia tempestiva iniziata, supportata da cambiamenti nello stile di vita, aiuterà a curare completamente il prurito con la menopausa. L'articolo è dedicato a questi problemi..

Perché il prurito appare con la menopausa

Durante la menopausa, si verificano due eventi importanti:

  1. Le ovaie interrompono la loro attività ormonale.
  2. Tutto il corpo si adatta a bassi livelli di ormoni sessuali e inizia a lavorare in un modo nuovo.

L'ormone sessuale più importante nel corpo femminile è l'estrogeno. Non influisce solo sul funzionamento degli organi del sistema riproduttivo, ma prende anche parte a molti processi metabolici. Una carenza ormonale provoca l'assottigliamento dell'epitelio genitale. Sullo sfondo di estrogeni insufficienti, la quantità di fibre di collagene diminuisce.

Di conseguenza, le mucose perdono la loro elasticità e la capacità di recuperare rapidamente. Come risultato dei processi descritti, la signora inizia a provare disagio nell'area intima, che, di regola, inizia con il perineo a causa della secchezza delle piccole labbra e delle piccole labbra. Inoltre, l'attività secretoria delle ghiandole degli organi genitali interni rallenta e quindi il prurito nella vagina inizia con la menopausa.

Quando una donna ha prurito e bruciore senza secrezione nel perineo, viene diagnosticata l'atrofia vulvovaginale e la vulvovaginite atrofica nella vagina. Da soli, questi cambiamenti atrofici non rappresentano una minaccia per la salute della donna.

Ma durante i rapporti sessuali senza l'uso di lubrificazione aggiuntiva, possono apparire crepe ed erosione. Sullo sfondo dei processi atrofici in corso, guariscono a lungo, e quindi aumenta il rischio di infezione e la formazione di focolai di processi infiammatori.

Come si manifesta il sintomo

Alcune donne avvertono prurito nella vagina solo dopo il rapporto sessuale. Non è raro che nelle donne in menopausa si sviluppi la caurosi, un prurito intollerabile nell'area intima. È così forte che per le donne è difficile sopportarlo. Possono pettinare i genitali esterni a tal punto da far apparire crepe ed erosione..

Oppure vai all'altro estremo e molto spesso esegui procedure igieniche. Ma in ogni caso, il sollievo non arriva a lungo e il prurito ritorna con rinnovato vigore. Una donna non è in grado di condurre una vita intima e rifiuta completamente il contatto sessuale.

Se non viene fatto nulla, il sonno è disturbato. Senza una notte di riposo e con costante disagio nella zona intima, la signora diventa inutilmente nervosa e irritabile.

Il fatto è che una sensazione di prurito può essere una manifestazione non solo dei naturali processi atrofici che si verificano durante la menopausa, ma un sintomo di una malattia in via di sviluppo. Fino a quando la malattia non sarà curata, non sarà possibile far fronte alla manifestazione spiacevole.

Quali malattie possono prudere in luoghi intimi

C'è un elenco piuttosto impressionante di malattie in cui uno dei sintomi è prurito nell'area intima:

    Herpes genitale.
    Numerosi studi hanno rivelato che il virus dell'herpes è presente in quasi tutti gli organismi. Fino a un certo momento, è in uno stato di sonno e quando l'immunità indebolita si dichiara. I cambiamenti ormonali nel corpo, così come la riduzione dell'immunità durante la menopausa, possono provocare lo sviluppo della malattia. In primo luogo, compaiono arrossamenti e pruriti, quindi gonfiore ed eruzioni cutanee sulla mucosa dei genitali esterni.

Diabete.
Con questa malattia, una grande quantità di glucosio è nelle urine. Quando viene a contatto con la mucosa genitale assottigliata, provoca una sensazione di bruciore..

  • Lo sviluppo di neoplasie sugli organi del sistema riproduttivo.
    Con lo sviluppo di tumori, ci sono batteri patogeni che secernono le tossine che provocano prurito. Quindi, c'è disagio nella vagina.
  • Infiammazione nel tratto urinario.
    Con tali malattie, le donne hanno batteri nelle urine che irritano le mucose degli organi genitali esterni e iniziano a prudere.
  • Malattie infettive del tratto genitale - gardnerellosi e altri.
    Tutte queste malattie tra i loro sintomi hanno un forte prurito nella vagina..
  • Tordo.
    Con la diffusione del fungo candida nella vagina, appare il prurito, che si intensifica di notte. Il sintomo più evidente di questa malattia è la scarica, con una consistenza cagliata.
  • Dermatite.
    Durante la menopausa, le pareti dei genitali esterni sono molto sottili e quasi completamente prive di lubrificazione naturale. Pertanto, l'irritazione può causare, come al solito mezzo per l'igiene intima, quindi biancheria intima sintetica.
  • È improbabile che una donna sia in grado di diagnosticare se stessa. Per fare questo, è necessario visitare un medico e sottoporsi a una visita medica.

    Come trattare il prurito durante la menopausa

    Quando una donna sviluppa un prurito con la menopausa, il trattamento dipende dalla diagnosi fatta. Una donna dovrebbe prima prendere un appuntamento con un ginecologo. Uno specialista lo esaminerà e scriverà una direzione per le analisi e gli studi necessari.

    Se viene rilevato un livello elevato di glucosio, la donna verrà indirizzata a un endocrinologo. Se si sospetta un tumore, verrà programmato un esame oncologo. Se necessario, la donna verrà indirizzata a un dermatologo per la consultazione.

    Dopo aver identificato la causa del prurito in menopausa e aver effettuato la diagnosi finale, il medico curante assegnerà il seguente piano d'azione:

    • terapia o trasferimento in uno stato di remissione della malattia che ha provocato prurito;
    • eliminazione delle manifestazioni di disagio legate all'età nell'area intima;
    • la nomina del trattamento per il prurito, come sintomo della menopausa;
    • correzione della iena quotidiana dovuta alla menopausa.

    La realizzazione di tutti i punti necessari nel caso specifico del piano aiuterà a liberarsi del disagio nell'area intima..

    Trattamento delle malattie

    Come trattare ogni malattia che ha causato prurito sarà prescritto dal medico curante dopo l'esame della signora.

    Considereremo la terapia di base applicata:

    1. Nell'herpes genitale, la base del trattamento è l'uso di farmaci antivirali: Acivir, Valtrex, Zovirax, Famvir e altri. Secondo molti esperti, l'uso di unguenti o creme topici è inefficace. Inoltre, può essere prescritto il gel Viru-Merz.
    2. Se a una donna viene diagnosticato il diabete, vengono prescritti una dieta e farmaci speciali per mantenere i normali livelli di glucosio - Maninil, Metformina o Siofor.
    3. Quando vengono rilevate neoplasie sugli organi genitali interni, quindi, a seconda del tipo di tumore e dello stadio della malattia, l'oncologo offrirà alla donna un trattamento conservativo o chirurgico.
    4. I processi infiammatori nel tratto urinario sono trattati con farmaci antisettici e, se necessario, viene prescritto un ciclo di antibiotici. Il medico prende un appuntamento in base ai risultati dei test, alla salute generale della paziente e alle sue allergie ai farmaci.
    5. Per il trattamento della gardnerellosi sono prescritte compresse e supposte di metronidazolo. Inoltre, in base ai risultati dei test, alla donna verrà prescritto un mezzo per ripristinare la microflora vaginale.
    6. Diagnosticando il mughetto, il medico può prescrivere l'uso vaginale di uno dei farmaci: miconazolo, clotrimazolo o pimafucina.
    7. Dal prurito causato dalla dermatite, gli specialisti possono prescrivere una delle creme antistaminiche: Wedestim, Radevit o Stolcoserial. Allo stesso tempo, al paziente verrà prescritta una dieta rigorosa.

    Eliminazione dei cambiamenti legati all'età

    Quando uno specialista conferma la diagnosi di vaginite atrofica o delle mucose secche, è possibile iniziare la terapia con creme e gel contenenti estrogeni per uso topico, nonché supposte vaginali.

    Di norma, contengono sostanze per ammorbidire la pelle con la menopausa. Le candele più popolari includono: Ovestin, Estriol, Estrocard e Ortho-Ginest.

    Si possono distinguere gel così efficaci: Ovestin, Divigel, Dermistrile e Klimara. I seguenti oli idratanti si sono dimostrati efficaci: Ginocomfort, Montavit e Cicatridine.

    Trattamento per i sintomi della menopausa

    Quando il prurito è un sintomo della menopausa, è necessario trattarlo. A seconda dell'intensità delle manifestazioni, è possibile scegliere il trattamento con farmaci non ormonali o ormonali. Se la menopausa non ha sintomi pronunciati, prescrivi farmaci con fitormoni - sostanze naturali identiche agli ormoni femminili.

    Si trovano in tali piante: soia, trifoglio rosso, tsimitsifuge e altri. I rimedi popolari non ormonali per la menopausa includono: Klimadinon, Remens ed Estrovel. Il corso del trattamento con tali farmaci è piuttosto lungo - 3-6 mesi. Ma non creano dipendenza.

    Con un'intensa manifestazione di sintomi della menopausa, è necessaria la terapia ormonale. Nel corpo della donna, la conseguente carenza di ormoni sessuali viene compensata e tutte le manifestazioni di questo periodo vengono eliminate, incluso il prurito nella zona intima. Un ginecologo dovrebbe prescrivere un rimedio specifico e un ciclo di trattamento solo dopo l'esame.

    Cambiare l'igiene quotidiana

    Per ottenere il massimo risultato dal trattamento, è importante apportare modifiche alle procedure igieniche. Durante la menopausa, il sapone o il gel per i luoghi intimi non è adatto per il lavaggio, che include coloranti e profumi.

    È necessario scegliere uno speciale agente ipoallergenico contenente acido lattico e oli idratanti. Ad esempio: gel Epigen o Gynocomfort.

    Se il prodotto ha formicolio o altre reazioni cutanee, dovrebbe essere sostituito da un altro. Quando una donna ha crepe o piaghe, si consiglia di utilizzare decotti di erbe anziché gel anziché gel: salvia, camomilla, calendula, spago e achillea. Dovrebbero essere usati per lavare e sedersi bagni con una sensazione di bruciore e prurito nella vagina..

    Con la menopausa, il prurito nella zona intima preoccupa abbastanza spesso le donne. Questo è uno dei sintomi della menopausa. Pertanto, deve essere trattato e per questo è necessario consultare un ginecologo. Prima viene fatta una diagnosi e viene prescritto il trattamento completo corretto, più velocemente passerà questa spiacevole manifestazione..

    Solo un medico sarà in grado di suggerire correttamente cosa fare in un caso particolare al fine di ridurre l'intensità del prurito o di liberarsene per sempre. Ti auguriamo buona salute!

    Pelle secca con menopausa: come eliminare e prevenire il prurito

    Oltre alla secchezza della mucosa dell'utero e di altri organi genitali con la menopausa, si nota anche la pelle secca. Ciò è dovuto a una diminuzione della produzione di ormoni femminili caratteristica di questa condizione. La pelle non sufficientemente elastica si contrae e questo si manifesta con una sensazione di prurito in menopausa. Inizia con i genitali e si diffonde in tutto il corpo, causando disagio e irritazione, riducendo le prestazioni e disturbando il sonno. Il prurito alla schiena con la menopausa è il meno piacevole, perché questa zona è la più difficile da raggiungere, graffiare o trattare la pelle.

    Cause di disagio

    Il prurito con la menopausa, oltre alla carenza di estrogeni, può essere causato da altri motivi che compaiono sullo sfondo dei cambiamenti ormonali. Durante la menopausa, il metabolismo dei carboidrati rallenta, i tessuti corporei assorbono peggio l'insulina, questo aumenta il rischio di diabete di tipo 2. La malattia endocrina, a sua volta, distrugge i sistemi cardiovascolare, genito-urinario e digestivo. Un aumento della glicemia provoca una sensazione di bruciore nella vagina, le donne spesso ottengono il mughetto.

    Il climax è spesso accompagnato da cistite, ciò è dovuto a cambiamenti atrofici nella vescica. Compaiono frequenti impulsi in bagno, la minzione è accompagnata da prurito, dolore e dolore. La malattia a volte porta a incontinenza urinaria, i reni (pielonefrite) possono essere coinvolti nel processo infiammatorio, che provoca grave malessere, febbre, pressione sanguigna.

    Un'altra causa di prurito e bruciore con la menopausa è l'attaccamento di un'infezione batterica. La violazione della solita microflora nella vagina crea condizioni favorevoli per la propagazione di microrganismi patogeni. I batteri che sono costantemente presenti sulla mucosa diventano la causa dello sviluppo:

    • candidosi;
    • gardnerellosis;
    • tricomoniasi.

    Scarico abbondante con un odore sgradevole, consistenza cagliata, appare di colore grigio-bianco, se il processo infiammatorio (vulvovaginite) si unisce, quindi la scarica acquisisce una tonalità giallo-verde. Una piccola eruzione cutanea appare sulle mucose degli organi genitali esterni, si verifica un pizzicamento, un forte prurito.

    L'herpes genitale peggiora con una diminuzione dell'immunità, che è spesso osservata nelle donne con l'inizio della menopausa. Prima della formazione di eruzioni cutanee caratteristiche, si osservano arrossamenti, prurito cutaneo, dolore nel perineo, nelle zone perianali e pubiche. Dopo la formazione delle vescicole delle vescicole, il prurito si attenua.

    Le vampate di calore durante la menopausa sono accompagnate da una sensazione di calore ed eccessiva sudorazione, specialmente nelle donne in sovrappeso. In un ambiente umido, si sviluppa microflora fungina, dermatite, eczema. La pelle nel perineo, le pieghe inguinali e sotto le ghiandole mammarie prude, croste, ulcere piangenti.

    Il disagio, il prurito e il bruciore della vagina durante la menopausa possono essere causati da molte ragioni, quindi è necessario contattare un ginecologo e condurre un trattamento. Ciò impedirà lo sviluppo di malattie infettive e infiammatorie, facilitando la menopausa.

    Come la menopausa influisce sulla pelle?

    Mentre bassi livelli di estrogeni hanno un effetto significativo sulla pelle di una donna, ci sono anche altri fattori che contano a questo proposito. Questi includono i seguenti:

    • esposizione alla luce solare;
    • disidratazione;
    • fumatori;
    • ridistribuzione del tessuto adiposo;
    • genetica.

    I cambiamenti della pelle che possono verificarsi durante la menopausa includono quanto segue.

    Non ci sono prove che la menopausa sia associata a tipi specifici di eruzione cutanea. Tuttavia, quando una donna si avvicina alla menopausa, il suo corpo diventa molto più sensibile ai cambiamenti di temperatura e può reagire in modo particolarmente acuto a un ambiente caldo.

    Dopo la menopausa o durante la perimenopausa, una donna può provare una sensazione di calore improvviso e improvviso rilascio di sudore, facendo diventare rapidamente il viso rosso. Tali eventi fisiologici sono comunemente chiamati vampate di calore. Possono apparire leggermente, ma ad alcune donne viene impedito di svolgere attività quotidiane..

    Raccomandazioni generali

    Per sbarazzarsi del prurito con la menopausa, prima di tutto, è necessario seguire le seguenti regole:

    • indossare biancheria intima realizzata con tessuti naturali;
    • Non trascurare le regole di igiene intima;
    • sottoporsi tempestivamente a un esame di routine da un ginecologo;
    • durante le procedure igieniche è necessario utilizzare gel con estratto di camomilla, olii essenziali, non è consigliabile utilizzare fondi che seccano la pelle;
    • è utile normalizzare il metabolismo per esercitare, un'attività fisica regolare stimola il metabolismo, accelerare la scomposizione di carboidrati e grassi.

    L'implementazione di queste semplici raccomandazioni ridurrà significativamente il prurito, aiuterà ad alleviare altre manifestazioni della menopausa e ridurrà il rischio di infezione dei tessuti..

    Prevenzione

    Idratanti non grassi raccomandati per una pelle sana

    Deterioramento della pelle - una lamentela comune tra le donne che hanno già attraversato la menopausa o si stanno avvicinando.

    Mentre questo problema è causato da un naturale cambiamento nei livelli ormonali, ci sono alcuni semplici passi che una donna può fare per non aggravare la situazione. Questi passaggi includono quanto segue..

    • Uso di umidificatori. Idratanti non grassi aiutano a mantenere la pelle più flessibile e morbida. È necessario acquistare tali prodotti che non contengono fragranze o vernici. Questo evita potenziali irritazioni..
    • Uso quotidiano di filtri solari. L'uso regolare di creme protettive aiuterà a prevenire i danni del sole..
    • Atteggiamento serio nei confronti della protezione solare. Oltre all'uso dei filtri solari, dovresti indossare cappelli, occhiali da sole e vestiti che coprano la tua pelle e quindi proteggerla..
    • Consultazioni regolari con un dermatologo. Dopo la menopausa, le donne dovrebbero essere viste da un dermatologo almeno una volta all'anno. Durante tali visite, è necessario controllare il cancro della pelle e altre condizioni pericolose. Inoltre, una donna può porre a uno specialista domande sui problemi della pelle meno gravi che ha.

    farmaci

    Con la vaginite atrofica causata da carenza di estrogeni, il lume vaginale diminuisce e il tessuto epiteliale diventa più sottile. Il contatto sessuale, i lavaggi provocano sanguinamenti. La donna si sente secca, irritata e pruriginosa..

    Il trattamento della malattia viene effettuato correggendo lo sfondo ormonale. I preparati di estrogeni sono prescritti per uso orale e intravaginale:

    • Le supposte di estriolo sono efficaci per i disturbi urogenitali, ripristinano lo strato epiteliale della vagina, normalizzano la microflora e l'equilibrio acido-base. Le supposte aumentano l'immunità locale, riducono il rischio di sviluppare malattie fungine e infettive, alleviano i sintomi della menopausa e aiutano ad alleviare il prurito..
    • Supposte Orthoginest ha un effetto estrogenico, riduce i cambiamenti atrofici nel tessuto epiteliale della vagina e della cervice, migliora l'afflusso di sangue agli organi genitali durante la premenopausa e la postmenopausa.
    • Le supposte ovestiniche contengono estriolo, sono prescritte per la vaginite atrofica. Il farmaco compensa la carenza di estrogeni endogeni, normalizza il pH e la microflora della vagina, allevia il prurito, riduce la secchezza della vulva, le manifestazioni della menopausa.
    • Il gel transdermico Dimestril (il principio attivo è l'estriolo) viene applicato in uno strato sottile sulla pelle dell'addome, delle cosce o degli avambracci. Il farmaco viene assorbito nel flusso sanguigno, compensa la carenza di ormoni sessuali, rallenta i processi atrofici negli organi del sistema genito-urinario.
    • Il sistema terapeutico transdermico Klimar (cerotto) contiene estradiolo ed è prescritto per la terapia ormonale sostitutiva nelle donne in pre e postmenopausa. Il farmaco stimola la proliferazione dell'epitelio vaginale, inibisce i cambiamenti atrofici, elimina secchezza, prurito e bruciore, allevia altri sintomi della menopausa.

    In caso di controindicazioni o sviluppo di effetti collaterali dopo l'uso di farmaci ormonali, possono essere sostituiti con rimedi a base di erbe su base vegetale. Le supposte vaginali di Cicatridina contengono acido ialuronico, olii essenziali, estratto di aloe vera e calendula. Come risultato dell'applicazione, la vagina viene idratata, il prurito e il disagio durante la menopausa sono ridotti e i tessuti atrofici vengono ripristinati. Allevia l'infiammazione, aumenta l'immunità locale, accelera la rigenerazione delle mucose della supposta vagale a base di calendula.

    La kraurosi vulvare è accompagnata da gravi alterazioni distrofiche e atrofiche, prurito degli organi genitali esterni, perdita di peli pubici, diminuzione del lume vaginale e l'ingresso può chiudersi completamente. Una malattia del 50% porta allo sviluppo di un tumore canceroso, pertanto richiede un trattamento obbligatorio, nonostante il decorso progressivo.

    Come la pelle cambia durante la menopausa

    Finché non ci sono malfunzionamenti nel ciclo mestruale, prefigurandone la fine, nel corpo della donna vengono prodotti ormoni che, da un lato, controllano la funzione riproduttiva e, dall'altro, incidono sulla salute generale, sono regolatori della giovinezza.

    Una netta cessazione della produzione di questi ormoni (estrogeni, progesterone e altri) sconvolge l'equilibrio che è stato sviluppato nel corso degli anni e porta a un rapido invecchiamento.

    La pelle perde elasticità, si formano rughe profonde, la carnagione peggiora, i contorni vengono lavati via. Pertanto, durante questo periodo, è necessario sottoporsi a una terapia ormonale speciale, a causa della quale la menopausa arriva senza bruschi cambiamenti negativi.

    Terapia sintomatica

    Se la menopausa si verifica prurito nell'area genitale e nel perineo a causa di un'eccessiva sudorazione, le procedure igieniche devono essere eseguite più spesso, devono essere usati antitraspiranti, talco in polvere. In caso di infezione fungina, dermatite, è necessario trattare la pelle con unguenti contenenti antimicotici, antistaminici (Solcoseryl, Wedestim). Il dermatologo prescrive farmaci basati su indicazioni individuali.

    Con la menopausa e il diabete mellito concomitante, è necessario il controllo dei livelli di glucosio nel sangue. L'iperglicemia provoca una violazione della microflora, prurito della vagina, quindi le donne devono seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico, sottoporsi a un trattamento preventivo. Quando al mughetto vengono prescritti farmaci antifungini, l'uso di supposte vaginali con clotrimazolo, miconazolo. Inoltre, durante la menopausa, è necessario rafforzare l'immunità (Imudon, Echinacea), utilizzare vitamine (Menopeis, Vitamax).

    Se compare un'eruzione cutanea con insorgenza della menopausa, l'area pruriginosa viene trattata con unguenti antivirali Zovirax, Gerpevir, i farmaci immunomodulanti vengono assunti per via orale. Con vulvovaginite, vengono utilizzati un processo infiammatorio acuto, supposte di Betadine e Terzhinan. Puoi alleviare i sintomi lievi di prurito e irritazione, non complicati da infezioni, con l'aiuto di supposte con l'olivello spinoso.

    Diagnosi di disagio intimo durante la menopausa

    Cosa dovrebbe fare una donna se è preoccupata per il bruciore e il prurito dei genitali? L'unica decisione giusta non è auto-medicare, ma contattare un ginecologo.

    Di grande importanza è l'istituzione tempestiva delle cause del disagio all'inguine. In questo caso, è importante tenere conto delle specificità dello stato climaterico, accompagnato da trasformazioni ormonali. Ignorare questo fattore può portare al fatto che la terapia non darà il risultato atteso..

    Quando un paziente consulta uno specialista con sintomi di disagio nell'area genitale, la prima cosa che fa il medico è intervistare la donna su quanto dura questa condizione, quali sintomi aggiuntivi sono accompagnati, quali dinamiche sono tipiche di questo processo.

    Quindi viene eseguito un esame diretto su una sedia ginecologica, sulla base del quale uno specialista esperto può già fare una diagnosi preliminare. Con l'aiuto di un dispositivo speciale con una lente d'ingrandimento, viene eseguita la colposcopia, che consente di esaminare la cervice e le condizioni dell'epitelio. Per una diagnostica aggiuntiva, esclusa la presenza di processi di erosione e la presenza di siti di epitelio alterato, l'utero esaminato viene colorato con iodio, Lugol o soluzione di acido tricloroacetico. Le aree anomale rimangono più pallide che sane.

    Durante l'esame, viene anche prelevata una secrezione mucosa dal fornice vaginale posteriore per l'esame microbiologico dello striscio, nonché materiale dal canale cervicale per l'analisi istologica.

    Dopo l'esame, il medico redige una direzione per una serie di test per valutare le condizioni generali della donna, escludere la presenza di processi patologici e malattie infettive, compresi quelli trasmessi attraverso i rapporti sessuali.

    Sulla base di tutte le informazioni raccolte, viene fatta una diagnosi accurata, che crea le basi per costruire le tattiche della terapia successiva.

    Trattamento del prurito e bruciore con fitoestrogeni

    Un'alternativa alla terapia ormonale sostitutiva per la menopausa è l'assunzione di fitoestrogeni basati su componenti vegetali naturali. Con il metodo di esposizione al corpo femminile, questi farmaci hanno un effetto simile agli estrogeni medicinali, ma hanno meno controindicazioni ed effetti collaterali..

    Rimedi omeopatici per alleviare il prurito:

    La somministrazione di compresse per la menopausa deve essere concordata con il medico curante. L'automedicazione può portare a cattive condizioni di salute.

    I fitoestrogeni si trovano non solo nelle medicine, ma anche in alcuni alimenti. Aggiungendoli alla dieta quotidiana, è possibile aumentare il livello di ormoni sessuali nel sangue. La fonte di sostanze utili sono cereali integrali, verdure fresche e frutta (carote, melograni, mele), frutti di mare, semi di lino, zucche.

    Rimedi popolari per il prurito con la menopausa

    Il trattamento di un sintomo sgradevole a casa viene effettuato utilizzando la pulizia. Per fare questo, preparare decotti da:

    È necessario eseguire la procedura ogni giorno la sera prima di andare a letto. Le erbe alleviano l'infiammazione, riducono gonfiore, prurito e irritazione, accelerano la guarigione delle crepe.

    Un altro modo efficace per eliminare il prurito con la menopausa sono i tamponi con miele, olivello spinoso o aloe vera. Un piccolo tampone è composto da un pezzo di cotone sterile, impregnato di miele riscaldato e inserito in profondità nella vagina. Il prodotto delle api è un potente antiossidante, ha effetti antinfiammatori, rigenerativi, antibatterici e migliora l'immunità locale..

    Una foglia di aloe fresca lunga 2-3 cm viene lavata con acqua calda, viene praticata un'incisione longitudinale e la polpa viene fuori. Un pezzo di garza sterile è avvolto sulla parte superiore e inserito nella vagina. L'aloe allevia efficacemente i sintomi di irritazione e prurito, idrata i tessuti, ha proprietà battericide, non provoca reazioni allergiche.

    I decotti di trifoglio rosso, luppolo, achillea, erba medica, radice di liquirizia aiutano a normalizzare i livelli di estrogeni durante la menopausa. Due cucchiai di erba secca versare 0,5 litri di acqua bollente, insistere per 2 ore, quindi filtrare e prendere ½ tazza 2-3 volte al giorno per un mese.

    Dopo l'inizio della menopausa, si consiglia di lavarsi con decotti di camomilla. È anche utile fare bagni alle erbe prima di coricarsi. Una soluzione di permanganato di potassio o un brodo caldo (non caldo) viene versato nel contenitore, sedersi sul bacino e immergere per 20-30 minuti. Tali procedure sono utili per l'irritazione e la secchezza della vagina, l'infiammazione della vescica..

    Trattamento completo della carenza di estrogeni con farmaci, uso locale di supposte, gel e unguenti, l'uso di rimedi popolari aiuterà ad eliminare il prurito e la secchezza della vagina durante la menopausa. La normalizzazione dello sfondo ormonale allevia i sintomi della menopausa, migliora il benessere delle donne, riduce il rischio di malattie ginecologiche.

    Video utile

    Il video parla dei metodi di base della cura della pelle dopo 40 anni:

    La menopausa può portare ad alcuni cambiamenti fisici piuttosto drammatici nel corpo di una donna. Poiché la produzione di estrogeni rallenta e le ovaie interrompono la produzione di uova, i periodi diventano irregolari e quindi si fermano completamente. I seguenti sintomi indicano una diminuzione dei livelli di estrogeni:

    • maree;
    • sudorazioni notturne;
    • sbalzi d'umore;
    • secchezza vaginale.

    L'estrogeno non influenza solo i cicli mestruali del tuo corpo. Stimolando la produzione di sostanze come collagene e oli, l'estrogeno aiuta anche a mantenere la pelle giovane e sana..

    Durante la menopausa, uno spostamento dei livelli di estrogeni rende la pelle più vulnerabile a arrossamenti, protuberanze e altri segni di irritazione..

    Come e come trattare il prurito con la menopausa: metodi efficaci

    Il periodo della menopausa nelle donne è spesso accompagnato da vari disturbi. Di particolare inconveniente è il disagio e il bruciore in un luogo intimo. Di fronte a un problema, una donna è persa e non sa da dove iniziare il trattamento. Varie cause possono causare prurito nella vagina, ad esempio l'igiene personale.

    Qual è la sindrome della menopausa

    La sindrome della menopausa è una condizione del corpo femminile con l'inizio della menopausa. Durante questo periodo, sullo sfondo dell'estinzione della funzione fertile, la produzione dell'estrogeno femminile dell'ormone sessuale diminuisce. A questo proposito, ci sono sensazioni spiacevoli che causano un disagio alla donna.

    Tipi di disagio:

    • vampate di calore, accompagnate da forti attacchi di calore;
    • sudorazione eccessiva;
    • disturbi del sistema cardiovascolare;
    • prurito genitale;
    • malattie ginecologiche.

    Cause di prurito

    L'estrogeno produce collagene, che è responsabile dell'umidità, della forza e della compattezza della nostra pelle. Quando il suo livello nel corpo diminuisce, la pelle diventa sottile e secca. Tali cambiamenti possono essere accompagnati da una sensazione di bruciore..

    Cause di prurito nella vagina:

    1. Diabete Un aumento del glucosio nelle urine porta all'irritazione della mucosa vaginale.
    2. Processi infiammatori I batteri nelle urine secernono le tossine che causano prurito.
    3. Candidosi Il più delle volte si verifica con una diminuzione dell'immunità ed è caratterizzata da secrezioni cagliate che causano il desiderio di grattarsi.
    4. Dermatite. Può verificarsi quando si cambiano i prodotti per l'igiene, come reazione allergica. Il disturbo può provocare indossare biancheria intima sintetica troppo stretta.
    5. Malattie infettive. Trasmesso solo sessualmente, accompagnato da prurito e comparsa di una secrezione maleodorante.
    6. Herpes. Si attiva sullo sfondo di un indebolimento generale del corpo, specialmente con la menopausa. In primo luogo, appare la pelle pruriginosa, quindi gonfiore e arrossamento.
    7. Neoplasie. Drenare il sistema immunitario e distruggere la microflora vaginale.

    Se si verificano questi sintomi, è necessario prendere immediatamente un appuntamento con il medico.

    Come si manifesta il sintomo

    I primi segni di prurito iniziano con una sensazione di formicolio, che qualcuno sta strisciando dentro, a volte si sente intorpidimento. Molto spesso, la combustione inizia dopo le procedure igieniche, facendo il bagno o la doccia, nonché dopo la minzione e il rapporto sessuale.

    Sono possibili le seguenti manifestazioni esterne:

    • eruzione cutanea;
    • secchezza;
    • arrossamento;
    • l'aspetto di piccoli brufoli.

    Diagnostica

    Un ginecologo esperto dopo un esame può immediatamente fare la diagnosi corretta. Per confermare ciò, il medico prenderà un tampone dalla vagina o dal canale cervicale. In caso di dubbio, sarà necessario eseguire esami del sangue per gli ormoni e il rilevamento dell'infezione.

    È necessaria una diagnosi differenziale per escludere tutte le possibili malattie e identificare la vera causa del bruciore.

    Trattamento

    Il medico dopo l'esame determina come trattare il prurito con la menopausa. Per ogni paziente, questo processo è individuale e dipende dalla diagnosi..

    Le principali fasi della terapia:

    1. Eliminazione delle patologie associate.
    2. Rimozione del disagio.
    3. Prescrizione di preparati a base di erbe.
    4. Prevenzione di re-malattie e complicanze.

    Se non vengono rilevate patologie, viene solitamente prescritta una terapia locale con unguenti e supposte.

    Assunzione di farmaci ormonali

    Di solito, tale trattamento è prescritto per la menopausa grave. In questo caso, una donna dovrebbe sottoporsi a un esame approfondito per identificare l'assenza di controindicazioni.

    Sono usati i seguenti medicinali:

    • unguenti dermatotropici per applicazione topica;
    • supposte ormonali intravaginali;
    • terapia ormonale in combinazione.

    È vietato assumere droghe senza consultare uno specialista, altrimenti si può danneggiare la salute.

    fitoestrogeni

    Oggi puoi liberarti della secchezza con l'aiuto di medicine naturali. I più comuni: Klimadinon, Remens, Estrovel.

    I medici raccomandano l'uso di decotti medicinali di erbe contenenti fitoestrogeni:

    Questi farmaci non hanno controindicazioni e possono migliorare le condizioni generali del corpo.

    Trattamento di malattie concomitanti

    1. Herpes genitale. L'uso di farmaci antivirali aiuta: Acivira, Zovirax, Famvira. I medici ritengono che l'uso di unguenti e creme non dia risultati.
    2. Diabete. Una dieta speciale e pillole sono prescritte per ridurre la glicemia.
    3. Se viene rilevata una neoplasia. Il medico decide: rimuovere il tumore o sottoporsi a un intervento chirurgico.
    4. Processi infiammatori Viene prescritto un ciclo di antibiotici.
    5. Tordo. Farmaci prescritti: miconazolo, clotrimazolo o pimafucin.
    6. Allergia. Vengono utilizzate creme antistaminiche: Wedestim, Radevit o Stolcoseryl.

    L'appuntamento principale dovrebbe essere preso da un medico. In ogni caso - non impegnarti in spettacoli amatoriali, ma consulta uno specialista.

    Metodi popolari

    Usa la medicina tradizionale come aggiunta alle raccomandazioni generali di un medico. Se inizia a prudere molto nell'area intima, i semplici consigli aiuteranno a sbarazzarsi del disagio..

    Composti, dopo essersi lavati con i quali lo stato del corpo migliorerà sensibilmente:

    1. Strofina il sapone da bucato su una grattugia grossa, versa 1 cucchiaio di patatine con un litro di acqua bollente e aggiungi 5 gocce di iodio. Mescola bene la soluzione e lasciala fermentare per mezz'ora.
    2. Prendi 15 grammi di celidonia, foglie di betulla e ribes nero, aggiungi a loro 20 grammi di una viola tricolore e una corda. Macinali in un mortaio. Versare 2 cucchiai della miscela con acqua bollente, insistere per mezz'ora, quindi filtrare. Il brodo è pronto per l'uso.
    3. Spremi due spicchi d'aglio con una pressa, versa un bicchiere di acqua bollita e lascia fermentare per 30 minuti. Filtrare e fare la doccia di notte.
    4. Metti i fiori di calendula nella quantità di 2 cucchiai in una tazza, aggiungi due bicchieri di acqua calda e insisti per un bagno d'acqua per un'ora. Quindi filtrare il brodo e applicare come indicato.

    Puoi anche lavarti con decotti da una serie di achillea, camomilla e celidonia.

    Regole d'igiene

    Con l'inizio della menopausa, è necessario rivedere le solite regole di igiene. Evita i saponi e i gel che contengono coloranti e profumi. È meglio usare prodotti ipoallergenici, che hanno acido lattico e oli idratanti nella loro composizione. L'idratazione costante aiuterà a mantenere il gel di aloe vera o l'olio di cocco

    In presenza di crepe e piaghe, è necessario abbandonare completamente il gel fino al completo recupero e utilizzare invece decotti di erbe. Scegli cotone e biancheria intima aderente.

    Stile di vita e dieta

    Cambia la tua dieta, escludi cibi salati, piccanti e affumicati. Rinuncia al caffè e all'alcool.

    Il menu dovrebbe essere composto dai seguenti prodotti:

    • cereali, zuppe di verdure;
    • pane integrale;
    • verdure crude o in umido;
    • carne magra e pesce.

    Broccoli, legumi, noci aiuteranno il corpo a produrre estrogeni..

    Possibili conseguenze

    Se cerchi l'aiuto di un medico nel tempo, tutti i problemi scompaiono rapidamente. Tuttavia, l'iniziativa può concludersi in modo disastroso.

    1. Se c'è una neoplasia, l'adozione di ormoni accelera la crescita del tumore.
    2. Con il diabete, è inutile fare la doccia, puoi solo iniziare la malattia.
    3. Con le infezioni genitali avanzate, sono possibili ulcere e infezione degli organi interni.

    Prevenzione

    L'attività fisica contribuirà a rendere meno evidente la menopausa, ma solo senza movimenti improvvisi. L'esercizio fisico fornirà un buon sonno, l'apporto di ossigeno al sangue, regolerà il metabolismo dei grassi e dei carboidrati.

    Possibili indicazioni sportive:

    L'assunzione di vitamine e complessi minerali sosterrà il corpo durante la perestrojka.

    Alcune donne hanno bisogno di assumere ormoni per prevenire la menopausa:

    La migliore prevenzione della menopausa è uno stile di vita sano e una vita sessuale regolare..

    Recensioni

    La menopausa non può essere evitata, ma puoi trasferirla comodamente. Ad esempio, bevo Cyclim e vado a nuotare, mi sento benissimo.

    Ad ogni modo, è tutto individuale, se la menopausa della mamma è stata facile, anche la figlia lo farà. E se al contrario, penso che nulla possa aiutare, devi solo aspettare.

    Quando il mughetto mi ha aiutato con il sapone da bucato, l'ho usato al posto del gel durante il lavaggio. Già il primo giorno è diventato più facile.

    video

    Questo video illustra in dettaglio le cause del prurito nella vagina..

    Articoli Sul Ciclo Di Abusi

    Perché le mestruazioni e il flusso sanguigno vanno dopo le mestruazioni

    Molto spesso nelle donne c'è una successione dopo le mestruazioni. E molti non sanno se questa è patologia o norma. Una donna dovrebbe essere particolarmente attenta al suo ciclo mestruale, poiché per eventuali deviazioni dalla norma, è necessario contattare uno specialista....

    Cause di sanguinamento dopo le mestruazioni

    Le mestruazioni in ogni donna sono caratterizzate dalla ciclicità, che è fornita da una certa sequenza di cambiamenti ormonali nel corpo. Normalmente, le mestruazioni arrivano ogni 21-35 giorni e durano da 3 a 7 giorni, ma se lo scarico sanguinante dopo le mestruazioni non termina, una donna ha bisogno di consultare un medico, perché questo può essere un segno di gravi patologie e fallimenti ormonali....

    Quali perdite sono considerate segni di gravidanza?

    Le allocazioni, come segno di gravidanza, sono una normale manifestazione per il corpo femminile a causa del fatto che il sistema è costantemente sottoposto a cambiamenti globali sullo sfondo di fattori ormonali emotivi e fisiologici....